Torino Primavera, Cottafava al lavoro sulla filosofia di gioco: palla a terra e intensità

Torino Primavera, Cottafava al lavoro sulla filosofia di gioco: palla a terra e intensità

Focus / La squadra è ancora un cantiere aperto, ma il tecnico sembra puntare per la difesa a 3

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Ci sarà un legame che unirà la prima squadra e la Primavera del Torino. È la filosofia di gioco. Marcello Cottafava dal 17 agosto è al lavoro con la squadra ed è chiaramente ancora troppo presto per dire come giocheranno i suoi ragazzi, ma i principi sono ben precisi: palla a terra e intensità. Una squadra di ispirazione giampaoliana, visto anche il legame tra i due allenatori. Cottafava, infatti, era stato allenato da Giampaolo quando quest’utlimo era agli inizi della sua carriera e ne ha sempre apprezzato il modo di intendere e insegnare calcio. Non a caso una volta iniziata la sua avventura da allenatore nelle giovanili della SPAL ha riproposto idee e concetti simili a quelli di Giampaolo.

PRINCIPI – Nei primi allenamenti in granata il lavoro si è focalizzato anche su questo. Ovviamente la principale attenzione è sulla condizione fisica di ragazzi fermi da marzo, ma un primo focus è stato fatto proprio sulla filosofia di gioco. Pur non potendo assistere dagli spalti agli allenamenti, dall’esterno della struttura si intravede e si sente qualcosa. Qualche genitore curioso che sbircia da fuori commenta entusiasta: “Quest’anno non vedremo mai un lancio o una palla alta, ma solo palla bassa e fraseggio”. Cottafava insiste su questi principi, sulla semplicità della giocata e sulla velocità dell’esecuzione. Guai a cercare numeri da spettacolo inutili o a evitare il pressing con il lancio lungo insomma. La difficoltà maggiore, però, è un’altra per il nuovo tecnico della Primavera del Torino.

MODULO – Al momento Cottafava ancora non ha a disposizione un gruppo definitivo, ma piuttosto un cantiere aperto. I primi due veri rinforzi sono il rientro di Daniel Guerini, trequartista del 2002, dal prestito alla SPAL e l’approdo di Giulio Girelli, estremo difensore del 2002 arrivato dall’Eintracht Francoforte. Poi ci sono alcuni fuoriquota che dovrebbero far parte della rosa: Giacomo Siniega, Jean Freddi Greco, Nicolò Moreo e Leonardo D’Ambrosio, ai quali si aggiungerà  la punta Brijan Ibrahimi la prossima settimana. Il resto è composto dal gruppo dei 2002 che l’anno scorso giocava in Under 18 più Cua di rientro dal prestito al Bra. Per questi motivi è ancora complicato definire come giocherà questa squadra. Nei primi allenamenti è stato provato il 3-4-2-1, una scelta quasi obbligata visto che l’Under 18 l’anno scorso giocava proprio con questo sistema e ancora non sono cambiati gli interpreti. In difesa potrebbe arrivare Tommaso Masi dalla Fiorentina (ragazzo che si è sempre espresso al meglio in un pacchetto a 3) e si aggiungerebbe così a Morra Bean, Mirabelli, Siniega e Celesia (che si allena con la prima squadra al momento). Sugli esterni Cottafava può contare su D’Ambrosio, Aita, Foschi e Formia, mentre centralmente le certezze sono Freddi Greco e Tesio. In avanti, poi, è pronto la batteria di fantasisti: Moreo, Guerini e Favale; oltre alle prime punte Novelli e Ibrahimi. Ora sono attesi i rinforzi dal mercato e poi la squadra verrà plasmata definitivamente.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 1 mese fa

    E pensare che c’è chi fino ad una settimana fa scriveva le Sue solite c**te a proposito della Primavera che era senza allenatore, senza sapere dove allenarsi, senza sapere SE allenarsi e addirittura senza una squadra vera e propria, e tutto OVVIAMENTE per colpa di Cairo!Ahahahaha!!
    Adesso chissà come ci resta “male” realizzando che Cairo HA TANTISSIME COLPE ma non tutte quelle del Mondo, non anche quella di aver “creato” il COVID-19, sicuramente non quella di aver voluto a tutti i costi che il calcio ripartisse, ANZI, e di questo dovremmo dargliene atto!
    Proprio vero che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire………..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy