La storia di Loris: il Torino e il suo popolo si mobilitano per la raccolta fondi

La storia di Loris: il Torino e il suo popolo si mobilitano per la raccolta fondi

Solidarietà / Il bambino sceso in campo con l’arbitro Fabbri per Torino-Spal sta affrontando una lunga battaglia insieme alla madre Corinne

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

“Serviranno tempi lunghi, ma ce la faremo”. Poche ma importanti parole, quelle che la signora Corine Lesieur si è sentita dire dal luminare americano Dror Paley del St. Mary’s Medical Center di West Palm Beach (Florida). Parole che hanno riacceso la speranza di restituire una vita normale al piccolo Loris Augusti. Loris ha 6 anni, vive a Cuorgnè (Torino) ed è nato con una rara malattia congenita, la neurofibromatosi. Parlando in termini non scientifici, si tratta un male che trasforma lentamente un osso in cartilagine. Numerosi consulti medici in questi anni hanno confermato l’impossibilità di evitare l’amputazione di una gamba. Ma la signora Corine, insieme col padre del ragazzino Doriano, non si è rassegnata e ha trovato una soluzione.

IL SECONDO INTERVENTO – Per dare modo a Loris di camminare e giocare a pallone è stato stabilito un percorso fatto di ben due operazioni difficili e costose. La prima si terrà in Florida il 20 febbraio e sono già stati raccolti i 200.000 euro che servono per spese mediche, voli e soggiorno. Non basta, però: serve come detto un secondo intervento chirurgico che dovrà essere eseguito nelle tempistiche stabilite dal dr. Paley all’interno di un periodo che va dai 18 ai 24 mesi successivi al primo e avrà lo scopo di allungare la tibia del ragazzino. E’ proprio per questo che sta continuando la raccolta fondi: servirà, si presume, il doppio di quanto già in cassa. 

LA CAMPAGNA – Sabato sera, facendo entrare in campo il ragazzino (cammina con un tutore) insieme con l’arbitro di Torino-Spal, Fabbri, il Torino FC ha dato maggiore visibilità a questo caso, rilanciando di fatto la colletta. Per il popolo granata è l’occasione di far sentire la propria forza, con una piccola donazione che possa restituire al Natale il suo significato più profondo. E’ tutto documentato: di seguito ci sono gli estremi per partecipare alla raccolta fondi: conto Unicredit IT15C0200830450000420210071 intestato alla madre, Corine Lesieur. Causale: operazione Loris. Con paypal: operazione.loris@Gmail.com.

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tororossogranata - 3 mesi fa

    Ma i calciatori?? Loro tutti insieme e con poco a testa avrebbero già risolto!!! Dove cazzo siete???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Sono a Dubai a festeggiare la splendida prestazione contro la Spal e i sensazionali ultimi minuti contro il Verona.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    A Superga quest’anno sia Loris a leggere i nomi degli invincibili.
    Fuori i mercanti dal tempio!!!!
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 3 mesi fa

    – Duecentomila euro, per chi guadagna €2.000.000/anno sono il 10%, come 200 euro per chi ne guadagna 2000/mese.
    – Centomila euro, per chi guadagna €1.000.000/anno, sono sempre il 10℅, come 100 euro per chi ne guadagna 1000/mese.
    Con una piccola differenza: €200 su €2.000 sono una bella cifra, e €100 su €1.000 sono un sacrificio enorme, in un mese.
    – €100.000 su un milione:beh..
    Rimangono pur sempre €900.000 per campare un anno, pari a €7.500.000 al mese.
    €200.000 su due milioni: basteranno i restanti €1.800.000 all’anno, pari a €15.000 al mese, per vivere dignitosamente?
    Un vecchio detto torinese recita:
    “La cesa ch’a i fa la carità al Dom”!
    Noi fidiamoci della “cesa”, perché dal “dom” non abbiamo certezze!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. danilotognarin_306 - 3 mesi fa

      COncordo anche se i conti non sono il tuo forte…Buon Natale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. marcevari6_14358123 - 3 mesi fa

    La passione e la capacità di soffrire di un cuore granata sono uniche e la sensibilità di questi temi ci tocca sempre da vicino. Aiutiamo Loris per lui e la sua famiglia. Buone feste ai cuori granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    Chissà se quelli e quelle partiti per Dubai parteciperanno alla colletta.
    Nel dubbio che è quasi una certezza facciamo noi tifosi che è meglio.
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. carlogranata5_13658761 - 3 mesi fa

    Per carità un aiuto non si nega specie ad un bambino, ma ha ragione Aussie se la rosa del Toro facesse una colletta con 10 mila euro a testa gli pagherebbero il secondo intervento e quello che manca lo mette Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Aussie - 3 mesi fa

    Ma la colletta non la possono fare società e giocatori? In mezz’ora, tempo dei bonifici, i soldi sono subito raccolti. Cristo sta gente guadagna milioni di euro, io fatico ad arrivare a fine mese…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. RossoSangueGranata - 3 mesi fa

    Sotto Ragazzi: noi siamo i Tifosi del Toro e, tutti insieme, con un minimo ciascuno, daremo il massimo per Loris.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rogerfederer - 3 mesi fa

    Forza ragazzi …chi puó gli dia una mano e facciamo vedere chi sono i tifosi del Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy