Si ferma il calcio in Argentina: “Giocare con il pubblico è indispensabile”

News / La Lega argentina ha bloccato tutto fino a gennaio 2021 e pone fine alla stagione in corso

di Redazione Toro News

L’AFA ha decretato la fine del campionato 2019/2020 e rimandato la ripresa dell’attività calcistica al gennaio 2021. La decisione della Lega argentina è figlia di quella che, nel comunicato ufficiale, ritiene essere la condizione essenziale per poter giocare: la presenza del pubblica sugli spalti. Il campionato sudamericano, d’altronde, è uno dei più caldi al mondo, nel quale il senso di appartenenza alla squadra è molto sentito e inoltre, l’assenza dei ricavi dal botteghino potrebbe anche mettere in difficoltà più società dal punto di vista economico. Meglio dunque posticipare il campionato a quando si potrà far disputare una partita in totale normalità, ovvero con il pubblico sugli spalti.

Ecco la spiegazione nel comunicato:

Non vi è alcuna indicazione che ci consenta di avventurarci in una data in cui gli enti governativi consentano lo sviluppo di competizioni sportive con un afflusso di pubblico, condizione essenziale per la ripresa delle attività AFA con la programmazione delle sue competizioni“.

LEGGI ANCHE: D’Hooge: “Ammonire chi sputa? Continuerebbero a farlo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy