Barreca: “Vorrei tornare al Torino ed essere protagonista”

Barreca: “Vorrei tornare al Torino ed essere protagonista”

Esclusiva TN / Il terzino sinistro autore di un grande inizio di stagione nel Cittadella: “Il Cittadella è il posto ideale per un giovane. Longo, che grande maestro!”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Non ha saltato neanche un minuto nelle prime undici partite della Serie B 2014-15 e viaggia su una media voto del 6.5. Antonio Barreca, il terzino sinistro classe 1995 del Cittadella (in prestito dal Torino, con diritto di riscatto e controriscatto) sta confermando quanto di buono fatto vedere l’anno scorso nella Primavera del Torino e si candida come uno dei migliori prospetti italiani nel suo ruolo.

Antonio, complimenti per questo avvio di stagione. Ti aspettavi di poter giocare subito a questi livelli al tuo primo anno da professionista?

Grazie mille! Beh, alla fine della stagione in Primavera sapevo di aver fatto bene e di essere cresciuto parecchio. Ho cercato quindi una sistemazione che mi potesse garantire di giocare e ho avuto fortuna con questa occasione del Cittadella. Ho fiducia nei miei mezzi, sapevo di potere stare sul palcoscenico della Serie B e questo è quello che sta succedendo. Comunque, sono solo all’inizio…

Il Cittadella sembra essere la dimensione giusta per un giovane, come ti trovi con la squadra e col mister Foscarini?

E’ vero, questo posto è l’ideale perché ci sono poche pressioni intorno alla squadra e si può lavorare con la massima tranquillità. Mi trovo bene con i compagni, i metodi di allenamento sono ovviamente diversi da quelli della Primavera ma mi ci sto abituando, e Foscarini è bravo allenatore e brava persona, uno che sa lavorare coi giovani.

Stai seguendo il Torino? Come ti sembra quest’anno la squadra di Ventura?

Mi tengo sempre aggiornato sui risultati e sul loro andamento. Mi sembra che anche quest’anno la squadra sia competitiva, gioca sempre bene e con personalità a prescindere dall’avversario come chiede mister Ventura.

E la Primavera di Longo?

Ovviamente li seguo sempre con grande affetto. Quest’anno la squadra è praticamente tutta nuova ma continua a far punti su punti e come l’anno scorso ha la caratteristica di avere un grande spirito. Non è certo un caso, mister Longo è davvero un grande e sa farsi seguire dai suoi giocatori.

Il tuo obiettivo a fine stagione?

Intanto penso a fare bene col Cittadella. Poi, è chiaro che il mio obiettivo è quello di tornare al Toro: spero di avere prima o poi l’occasione di giocarmi le mie chance, per essere protagonista con la maglia con cui sono cresciuto.

Grazie Antonio e continua così, complimenti!

Grazie a voi, alla prossima!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy