Calciomercato, da Meité a Nkoulou e Belotti: per ora il Torino trattiene tutti i big

Calciomercato, da Meité a Nkoulou e Belotti: per ora il Torino trattiene tutti i big

La situazione / Alla presentazione del torneo “Amici dei Bambini” ha parlato il ds Petrachi: “In questo mercato il Toro deve fare poco.

di Luca Sardo

Alla presentazione del 15° Torneo Amici dei Bambini, ha parlato il direttore sportivo granata Gianluca Petrachi: “Non è una cosa positiva il mercato lungo perché i giocatori stanno sempre con la testa altrove. In questo mercato il Torino deve fare poco, abbiamo mandato qualcuno via per giocare di più. La difficoltà più grande per il sottoscritto e per il Presidente è rifiutare i tanti milioni che arrivano per i nostri pezzi pregiati. Noi siamo ambiziosi e rifiutiamo quindi tante offerte per tanti nostri ragazzi richiesti”.

IL GRUPPO – E’ chiaro: Il Toro punta e crede in questo gruppo, nel bene e nel male. Uno dei temi del mercato di gennaio è stato ancora trattenere dei big e, anche in questa sessione di mercato, per ora i granata hanno respinto al mittente ogni offerta ricevuta. Rifiutati 15 milioni di euro dal Tottenham e dalla Roma per il centrocampista Soualiho Meitè e altri 15 milioni dall’Arsenal per il difensore camerunese Nicolas Nkoulou. Il Toro vuole puntare all’Europa senza fare a meno dei giocatori di miglior talento che hanno fatto la differenza in questa prima parte di stagione e, soprattutto in questa sessione di mercato invernale, a meno di offerte monstre, i granata hanno intenzione di trattenere tutti i big, come confermato anche dal ds Gianluca Petrachi: “In questo mercato chi ha i giocatori forti se li tiene, ed è quello che il Torino sta facendo”.

BELOTTI – Capitolo Belotti. L’attaccante italiano è stato accostato al West Ham che pare abbia puntato gli occhi sul capitano dei granata. Gli Hammers sono infatti alla ricerca di un centravanti per sostituire Marko Arnautovic che sarebbe molto vicino ad accettare un’offerta cinese già in questa sessione di mercato di gennaio. Il Toro però, come confermato anche dal Presidente Urbano Cairo nel post partita contro la Roma, non ha nessuna intenzione di privarsi del suo capitano: Certo che Belotti resta“, ha dichiarato il patron dei granata. Indiscrezioni ventilano cifre tra i 40 e i 50 milioni che potrebbero essere in arrivo da Londra, ma salvo stravolgimenti il Toro non cederà il proprio attaccante nell’ultima settimana di mercato. I granata vogliono puntare all’Europa League e per farlo c’è sicuramente bisogno del capitano e dei suoi gol (fino ad ora 7 in questa prima parte di campionato). Il Gallo piace al West Ham, ma il Torino non lo vende, almeno per ora.

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13964520 - 7 mesi fa

    sono completamente d’accordo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13964520 - 7 mesi fa

    d’accordo!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 7 mesi fa

    La lettera su noi granata l’ho appena letta, grazie del consiglio.

    Spero che l’abbia letta anche.Cairo, non so che effetto possa avergli fatto.

    Io al suo posto mi sarei messo a piangere dalla vergogna.

    Cairo vendi il Toro…per favore facci questo regalo per il 2019

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LBgranata. - 7 mesi fa

    Redazione Vergogna siete arrivati alla censura della verità.Collusi e complici del vostro capo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Héctor Belascoarán - 7 mesi fa

    Come dicevo: numeri che non lasiano spazio a repliche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GlennGould - 7 mesi fa

    Mi ritengo uno fra quelli che cerca di mantenere la lucidità, anche nei momenti più bassi, e prende atto di come Cairo sia per noi una certezza, visto il calcio nel 2019, e non un problema; tuttavia, davanti ad un titolo del genere rimango basito. E senza parole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vittoriogoli_13370477 - 7 mesi fa

      Anche io cerco di mantenere lucidità e comprendo come nel presente Cairo sia l’unica scelta, ciò non esime dal sottolineare i difetti della società da lui presieduta è posseduta :
      1/ mancanza totale di struttura dirigenziale .
      2/ mancanza di volontà di crescita (sembra accettato come un mantra il fatto che non possiamo sperare in nulla più che una onesta posizione tra ottavo e dodicesimo posto; al di là delle dichiarazioni di facciata).
      3/ last but not least la impressionante serie di boutades mediatiche

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 7 mesi fa

        Di certo, il primo dei tre punti l’ho sottolineato più volte. Purtroppo, un ATTUALISSIMO esempio conferma come nel prossimo futuro, quantomeno, il primo punto non cambierà.
        E non aggiungo altro perché non voglio problemi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Junior - 7 mesi fa

    Sarebbe un big un centravanti che non sa stoppare un pallone e che segna a malapena a porta vuota o su rigore?? Ma molliamo questo pacco fini a che c’e una squadra che lo vuole!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro71 - 7 mesi fa

    È inutile trattenere i cosiddetti big e ogni anno finire il campionato tra l’ottavo e il decimo posto. Il problema ha un nome e cognome
    : Walter Mazzarri. Invece di continuare a dare 2 milioni di euro netti a stagione perché Cairo non li investe su Gasperini che lavora bene coi giovani e soprattutto fa giocare a calcio la squadra che allena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. marcohelg_385 - 7 mesi fa

    SALVE A TUTTI VOLEVO SAPERE COSA PENSATE DELLA LETTERA AL PRESIDENTE SU NOI GRANATA? chi non la letta vada subito è impressionante!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 7 mesi fa

      In effetti i numeri sono impietosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. anpav - 7 mesi fa

      Molto di parte; è chiaro il suo punto di visita. spunti alcuni interessanti, altri decisamente grossolani

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabrizio - 7 mesi fa

    stessa solfa tutti gli anni. questi due non imparano mai dagli errori. Altro che testa di ghisa mazzarri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. studio.borgn_13569014 - 7 mesi fa

    Come ho scritto in post precedenti, riguardo gli acquisti, non riesco a comprendere una cosa. Ho letto tante critiche circa l’eventuale interessamento per Jese’. Si critica la società perchè non vuole fare il salto di qualità ….So bene che è una scommessa ma questo è un giocatore su cui ha senso scommettere. Non credo infatti che si possa acquistare un De Maria o simile. Tralaltro ricopre il ruolo ideale per affiancare il Gallo !? Vi prego, spiegatemi. Capitolo vendite. Concordo piegamento con chi ritiene cedibile MeIte’. O lo si imposta davanti alla difesa o lento com’e’ ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. LBgranata. - 7 mesi fa

    Titolo comico redazione.
    Ci mancherebbe che vendessero uno dei quattro Gatti rimasti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Madama_granata - 7 mesi fa

    Bene, benissimo non vendere Belotti e Nkoulou.
    Probabilmente giusto non vendere neppure Meité.
    Però, penso io, bisognerebbe fare qualcosa per fare in modo che i nostri giocatori (specie gli attaccanti) potessero “rendere di più e meglio”.
    Io non credo ad es. che Belotti o Falque non siano più capaci di segnare: penso che la loro attuale posizione in campo non sia congeniale alle loro caratteristiche.
    Sono proprio i giocatori che “non funzionano più”?

    Per quanto riguarda il capitolo “acquisti”, credo sia bene prendere nuovi calciatori solo se veramente bravi ed in grado di far migliorare il rendimento di tutta la squadra.
    Altrimenti, se non ci saranno grandi occasioni, basta “scommesse”.
    Non c’è più tempo per i nuovi inserimenti.
    Meglio allora rimanere con l’organico attuale, senza però ridurlo ancora (voci su Berenguer, Edera, Bremer, ecc). Dovremmo evitare di trovarci a corto di giocatori nelle emergenze.
    Più si procede nel girone di ritorno, più ci saranno atleti stanchi e bisognosi di rifiatare, giocatori non più nella forma migliore, calciatori che incorrono in squalifiche, e infortunati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14103079 - 7 mesi fa

    Se si perde malamente con Inter può essere… A quel punto però la El sarà lontana. Sono sempre meno convinto che in El si voglia andare… anche se concettualmente è assurdo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Simone - 7 mesi fa

    Ma quale sarebbe il valore aggiunto di Meite oltre ad aver aumentato i kg del centrocampo?(giochiamo a rugby?)
    In 20 giornate
    Assit:0
    Gol:2

    A 15mln nn è meglio darlo via x un signor trequartista?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 7 mesi fa

      è meglio alla grande!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 7 mesi fa

      Meitè 2 goal 1 assist. Rincon idem. Baselli 3 goal 1 assist. Direi numeri non male per un ragazzo appena arrivato. Per la velocità bisogna tenere conto che, essendo molto grosso, sullo stretto non sarà MAI velocissimo. Nel lungo vi pregherei di andare a vedere la partita con l’Empoli fra il minuto 86 e 88 il recupero che ha fatto poi se ne riparla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        Meite 0 assist
        45° nelle palle recuperate
        60° nella media dei km percorsi a partita.
        (Fonte lega calcio!)
        Eh si, proprio nn male

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 7 mesi fa

        @Simone, in Bologna Torino Falque riceve da Meitè. Se poi la lega non lo considera perché Iago si fa spazio da solo è altro discorso. In ogni caso è un giocatore di valore. Anche se non ti piace

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 7 mesi fa

          Mi limito a leggere i dati che parlano chiaro.
          Trovami un dato che dimostri (come dici te) che sia un buon centrocampista.

          P.s.
          Dato che gol/autogol/assit li sentenzia la lega atteniamoci ai suoi dati ed evitiamo opinioni personali

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Marco59 - 7 mesi fa

    Fratelli a mio parere, forse, abbiamo fatto i conti senza l’oste.

    Vuoi vedere che, come l’anno scorso con il serbo, Cairo e Petrachi, con le solite “finte e controfinte” giornaliere, non acquistano nulla e nessuno per poter far fuori, probabilmente la prossima settimana, l’arcaico Mazzarri…???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ebarberis197_2957130 - 7 mesi fa

      Beh sarebbe comunque qualcosa rispetto alla totale apatia del momento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user-13965385 - 7 mesi fa

        Con Urbano nessuna soddisfazione!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marco59 - 7 mesi fa

        Cairo applicherà, esattamente la stessa formula dello scorso anno, al fine di cercare di “ripulirsi” l’immagine un minimo, agli occhi di noi Tifosi, inferociti con lui.

        Ma il vero problema, vale a dire l’organigramma dirigenziale, beh quello non lo prenderà mai in considerazione: i suoi attuali aziendalisti sono perfetti per poter ambire alla mediocrità e all’anonimato sportivi, non perdendo mai di vista il profitto aziendale, l’immagine e gli obiettivi imprenditoriali

        Siamo completamente inguaiati, Fratelli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. anpav - 7 mesi fa

          Visione ristretta e faziosa. Dove ogni problema ha un nome. Sempre e comunque quel nome. C’entri effettivamente o meno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 7 mesi fa

            Ovviamente, detto da un “aziendalista” che finge di essere un nick qualsiasi su questo sito, suona come un complimento.

            E’ inutile, chiunque tu sia, che tu faccia parte o meno dell’entourage di Cairo, il tuo padrone non riuscirà mai a distruggere i TIfosi Granata e il Torino Calcio.

            La sua società sportiva fallimentare è ormai sotto gli occhi attenti di tutti, compresi gli addetti ai lavori.

            Puoi tranquillamente dirgli che, prima si toglie dai piedi, lui e i suoi stipendiati (te compreso) prima eviterà il peggio.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy