Calciomercato Torino, Adopo ora è un rebus: voleva il prestito, ma rischia di rimanere

Calciomercato Torino, Adopo ora è un rebus: voleva il prestito, ma rischia di rimanere

In uscita / Il centrocampista francese sembrava ormai in procinto di firmare con i pitagorici, ma l’operazione si è arenata. E intanto lo scorso weekend non è stato convocato da Mazzarri nè da Sesia

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Come avevamo raccontato nei giorni scorsi, la trattativa tra Torino e Crotone per il prestito di Michel Adopo si è bloccata. Stando a quanto raccolto da Toro News, l’operazione è da considerarsi saltata e difficilmente verrà riaperta. Per il centrocampista, che solo il 5 gennaio aveva fatto il suo esordio in Serie A con la Prima squadra a Roma contro i giallorossi, al momento non ci sarebbero altre richieste. Considerando che alla fine del mercato mancano appena 11 giorni, a questo punto aumenta il rischio per Adopo di dover rimanere a Torino fino a giugno. La sua volontà è quella di trovare un club di Serie B per poter andare a vivere la prima vera esperienza da protagonista tra i professionisti, ma con il passare dei giorni si abbassano le quote di una sua possibile partenza.

LA SITUAZIONE – A quel punto diventerebbe complicata anche la gestione del ragazzo, che in caso di permanenza non troverebbe spazio in Prima squadra (dopo l’esordio a Roma è stato convocato solamente per la partita di Coppa Italia) e si troverebbe così costretto a giocare con la squadra di Sesia. La sua soluzione ricorda molto quella di Rauti e Buongiorno, perché il ragazzo ormai vorrebbe entrare nel mondo dei professionisti e gradirebbe mal volentieri un ritorno in Primavera. Proprio perchè poco motivato, Sesia ha preferito non convocarlo per il match in casa dell’Atalanta dello scorso weekend; in caso di permanenza spetterà al tecnico dover motivare un giocatore scontento. Dall’esordio in A ai dubbi sul futuro: la situazione di Michel Adopo è cambiata nel giro di pochi giorni.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 7 mesi fa

    il prestito? A dopo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 7 mesi fa

    Io penso che il vero rebus sia la nostra società!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. IlGrandePolicano2 - 7 mesi fa

    Prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. crew_389 - 7 mesi fa

    A questo punto della stagione non so se la società e allenatore credono veramente di poter ancora raggiungere un posto per EL… lascio da parte il capitolo mercato… sarebbe intelligente da parte dell’allenatore portare in prima squadra i migliori prospetti della primavera… due nomi Singo e Adopo e cominciare a testarli in campo … ultima considerazione ormai Meitè è inguardabile perché non mettere in campo Adopo dandogli una chance?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    Adopo “corre il rischio” di rimanere sino a Giugno? Altra”perla di saggezza”da parte di Società e tecnico! Per come siamo messi a centrocampo con un Meitè inguardabile direi che Adopo dovrebbe “correre il rischio” di essere portato stabilmente in prima squadra e farlo giocare con una certa continuità!FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. IlGrandePolicano - 7 mesi fa

    PROVA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. suoladicane - 7 mesi fa

    va beh, commenterò il mercato a mercato finito, come sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LexGranataLex - 7 mesi fa

    Sono queste le cose in cui si vedono la professionalità e la capacità di gestire i propri giocatori, specialmente i giovani, da parte della società.

    Complimenti Urbanuccio nostro, tu si che vuoi il bene del vivaio, del Toro e dei suoi Tifosi……!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy