Calciomercato Torino, un intero undici in uscita: da Izzo a Falque, una formazione in vendita

Calciomercato Torino, un intero undici in uscita: da Izzo a Falque, una formazione in vendita

Calciomercato / Vagnati dovrà lavorare molto anche in uscita: c’è un’intera formazione in vendita

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

A cinque giorni dall’inizio dal campionato, il Torino ha una squadra intera sul mercato. Il telefono di Davide Vagnati sarà sicuramente rovente in questi giorni con tutte le uscite che il dt del Toro dovrà chiudere a breve. 13 giocatori di proprietà con destinazioni diverse e trattative più o meno avanzate: da Milinkovic-Savic a Izzo passando per i più giovani Rauti e De Luca. Se la cessione più importante, quella di Izzo alla Roma, sembra improvvisamente più concreta, quella di Lyanco sembra diventata più complicata. E gli altri? Ecco la formazione in uscita dal Toro.

LA FORMAZIONE – A difendere i pali Vanja Milinkovic-Savic e Andrea Zaccagno: il portiere serbo non riscattato dallo Standard Liegi e il prodotto del settore giovanile granata che in questa stagione non è mai sceso in campo a causa di numerosi problemi alla spalla. Di Izzo e Lyanco si è già parlato, mentre Djidji è indirizzato verso lo Spezia (che vuole prendere anche Edera) e Fiordaliso farà esperienza in B – candidate principali Venezia e Cremonese. Centrocampo a due composto dai due giovani Kone e Oukhadda, con il primo che è rientrato in grande stile dopo l’infortunio a Cosenza, in B, e il secondo (non aggregato quest’anno alla squadra di Giampaolo) che ha confermato le buone impressioni della stagione con l’Albissola, anche in una squadra di alta classifica come il Siena. Sulla trequarti il già citato Edera, Millico che cerca più spazio e Falque, che non ha convinto Giampaolo e che è finito nel mirino del Benevento. Uno tra De Luca e Rauti. attaccanti classe 1998 e 2000, come punta di diamante del 4-2-3-1, l’undici delle cessioni granata.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 2 settimane fa

    L’ideale sarebbe incassare una trentina di milioni da Izzo più Lyanco, per comprare il regista. Gli altri a parte Millico valgono poco o nulla, però se si vendessero tutti anche solo a 1 milione l’uno verrebbe fuori un gruzzoletto da 10 milioni circa che male non fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 2 settimane fa

      Ti tiri su un Krunic, tanto per dire 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 27766fvcg - 2 settimane fa

    A questi bisogna aggiungere Boye e Damascan

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 27766fvcg - 2 settimane fa

    Gli unici 2 che io darei in prestito secco sono Kone e Millico.
    Gli altri arrivederci e grazie.
    Qualcuno ha notizie di Adopo????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 settimana fa

      Rauti e Fiordaliso da vendere, quindi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. r.ponzon_13686323 - 2 settimane fa

    Sinceramente condivido; non credo che rimpiangeremo nessuno di questi.
    – Falque, grandissimo giocatore, deve avere seri problemi fisici, altrimenti non si comprende come nessuno se lo fili;
    – Izzo, buon giocatore, ma decisamente troppo mercenario
    – Lyanco, con la difesa a 4 è debole perchè non rapido
    – Millico, tecnicamente il migliore del gruppo, ha dato ampie dimostrazioni di non avere la testa adatta per giocare a certi livelli
    Gli altri non citati sono giocatori che faticheranno a trovare posto in una buona squadra di serie B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granataLondinese - 2 settimane fa

    Il famoso toro B puo’ giocare bene in serie B, squadra da meta’ classifica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 2 settimane fa

    un calciomercato fino al 5 ottobre..lungo logorroico trattative estenuanti visto che c’è tempo! agghiaggiande!…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 2 settimane fa

    Izzo in effetti è l unica vera e propria cessione significativa, che oltretutto permetterebbe una plusvalenza veccho stie, come solo cairo riesce a fare. Rispetto a falque non pensavo nemmeno rientrasse dal prestito, non per particolari demeriti ma perché non centra molto con il modulo di GP. Per gli altri mi sembra il solito girare di giovani che sicuramente vanno piazzati per farli giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Madama_granata - 2 settimane fa

    Ma tutti in vendita, o qualcuno andrà in prestito secco, per fare esperienza e poi rientrare??
    E vendite definitive, con relativo incasso, o solo prestiti con eventuale diritto di riscatto il prossimo anno?
    E chi con una formula, chi con l’altra?
    La formula è importante!
    Il rischio grande è che:
    -coloro che faranno bene ed avranno un’annata felice, saranno riscattati ed il Toro li perderà definitivamente;
    – coloro che faranno male e non otterranno nulla di buono torneranno indietro e saranno difficili da ripiazzare, ed a cifre nettamente più basse!
    E poi servono danari liquidi per comprare i giocatori che mancano, non “promesse” di danaro che, forse, arriveranno il prossimo anno!
    Speriamo poi solo che “l’esperimento Giampaolo” funzioni, e funzioni bene, perché, se le cose non andassero per il meglio, sarebbe stata una mossa disastrosa smantellare un’intera squadra per poi trovarsi con una formazione che di nuovo non potrà andare bene per un eventuale nuovo allenatore!
    E si dovrebbe ricominciare tutto da capo?
    La squadra intera di nuovo da vendere, e magari mettersi di nuovo in cerca di latetali??
    Per me Cairo è andato ad imbarcarsi in un’impresa assai difficile..
    Speriamo solo, per lui e per il bene del Toro, che questa volta la mossa sia stata azzeccata, che sia quella giusta!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 settimane fa

      Penso che i piu’ promettenti per il futuro andranno in prestito secco,gli altri ceduti definitivamente.Ma c’è piu’ di un problema:Alcuni di loro non hanno proprio mercato,chi se li piglia?Inoltre ha detto bene:Bisogna comprare e sostituirli con gente valida e tecnica,ma non bolliti,scarti o mezzi rotti!!Il tempo è già scaduto e sabato si comincia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 2 settimane fa

        Sostituirli? Gente valida? Ma vuoi fallire?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 2 settimane fa

      Concordo: E’ un azzardo, perchè se si dovesse mai rifare la squadra per il prossimo anno non so dove si trovano le risorse e il rischio di altra serie B o simili sono dietro l’angolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. pupi - 2 settimane fa

    Vorrei far notare che con i 5 cambi serve una rosa più ampia del solito. Intanto becchiamoci le prime 2 con Buongiorno titolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Rimane sempre l’annoso problema che per vendere occorre qualcuno che voglia comprare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Simone - 2 settimane fa

    E pensare che solo qualche mese fa era una rosa difficilmente migliorabile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Claudio - 2 settimane fa

      Per onesta’ intellettuale, gli unici che hanno giocato con continuita’ e fanno parte della rosa da utilizzata da Mazzarri e Longo sono Lyanco, Izzo e Djidji, di cui il primo non mi pare abbia dimostrato chissa che’ se non l’incredibille propensione all’infortunio di lunga durata, Izzo penso sia (non ho prove quindi non dovrei parlare, ma i fatti stanno dimostrando certe cose) fra quelli che hanno spaccato lo spogliatoio, da quando e’ entrato sotto l’ala di Raiola ha mutato atteggiamneto verso il Toro e sicuramente vuole altre squadre, su Djidji credo che in pochi nel Toro avranno ancora voglia di scommettere, gli altri alla fine sarebbero quello che tutti vorrebbero, ragazzi della primavera da far crescere in prestito o monetizzare se i programmi non prevedono un’inserimento nella rosa futura, Falque e’ un caso a parte secondo me, gragile e quindi di dubbio utilizzo ma che ha ancora un buonissimo mercato, quindi giusto cercare di ‘tirarci su due lire’, per chi non lo avesse capito il calcio e’ anche questo, plusvalenze, acquisti “consapevoli”, attenzione ai bilanci. Ma perche’ sempre e solo criticare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy