Djidji, che fatica col Bologna. Ma a Firenze giocherà: due settimane per ritrovarsi

Djidji, che fatica col Bologna. Ma a Firenze giocherà: due settimane per ritrovarsi

Focus On / Il difensore ivoriano è reduce da un problema al ginocchio destro

di Luca Sardo

Arrivato questa estate in prestito con diritto di riscatto (che verrà probabilmente esercitato, a 3.5 milioni) dal Nantes, Koffi Djidji ha dimostrato fino ad ora di essere un difensore di qualità. Insieme a Nkoulou e Izzo, il numero 30, dopo un primo periodo di ambientamento nel campionato italiano, piano piano ha acquisito fiducia e l’apprezzamento di mister Walter Mazzarri, che ne ha fatto per lunghi tratti di stagione un titolare della sua difesa.

IMPIEGO – Fino a qui il numero 30 ha collezionato con la maglia granata 16 presenze (15 in campionato e 1 in Coppa Italia). Ma nel suo primo anno al Torino hanno influito anche gli infortuni. Prima un problema muscolare a dicembre, di lieve entità, poi l’infortunio al ginocchio destro il mese scorso lo hanno costretto ai box per qualche periodo, impedendogli di trovare una continuità di prestazioni. Si è trattato di un infortunio non banale: lesione del menisco laterale, che il Torino ha deciso di curare con terapia conservativa per evitare l’operazione chirurgica. Dopo un mese di terapie e di lavoro differenziato, è tornato a disposizione di Walter Mazzarri: sul centro-sinistra della difesa ha però continuato a giocare Emiliano Moretti fino alla partita con il Bologna di sabato sera, quando Mazzarri ha deciso di schierarlo dal 1’.

BOLOGNA – Con i rossublù Djidji ha forse disputato la sua peggior partita da quando veste la maglia del Toro. In occasione del primo gol degli avversari, non si è fatto trovare pronto e ha lasciato che Palacio conquistasse il fondo del campo e mettesse un cross in mezzo. Risultato: raddoppio del Bologna. In generale sono state diverse le occasioni in cui Djidji ha mostrato di essere in ritardo dal punto di vista della brillantezza. Col  senno di poi, molto probabilmente, sarebbe stato meglio confermare Moretti. Fortunatamente, ora Djidji ha a disposizione la sosta per prepararsi al meglio per la trasferta contro la Fiorentina, molto importante a livello psicologico per riscattare la brutta prestazione con il Bologna. All’Artemio Franchi, domenica 31 marzo, l’ex Nantes giocherà titolare con ogni probabilità, vista la squalifica di Nicolas Nkoulou, e probabilmente lo farà come centrale della difesa a tre, come successo in campionato contro l’Udinese. La sua prestazione sarà quindi fondamentale per tutta la squadra: al Torino serve il miglior Djidji, e in fretta.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13963758 - 4 mesi fa

    sirigu – bremer izzo djidji – desi baselli rincon meitè ansaldi – falquè belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 4 mesi fa

    Mazzarri ha tolto Moretti e col Bologna abbiamo perso dopo un bel filotto di risultati positivi. La realtà è questa. Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. eurotoro - 4 mesi fa

    ottimo acquisto anzi x il prezzo da esborsare direi grande Petrachi!..a parte 2/3 partite toppate sta facendo un gran bel campionato pur se da esordiente in serie A…grande DJDJ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Numero7 - 4 mesi fa

    Non mi dispiace come giocatore ma con i vari Bonifazi e Lyanco già pronti per la serie A farei a meno di riscattarlo e reinvestirei la somma in altre zone del campo dove siamo carenti di qualità…vedi centrocampisti e terzini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giaguaro 66 - 4 mesi fa

      Concordo pienamente con la tua analisi. Avendo Lyanco e Bonifazi, che non mi sembrano assolutamente inferiori a Djidji, i soldi risparmiati per il suo riscatto andrebbero reinvestiti dove c’è bisogno, tipo a centrocampo. Inoltre non dimenticherei Bremer perché se l’avesse fatto giocare con continuità forse adesso avremmo un altro giovane pronto per la serie A. Dimenticavo Frerigra e l’ultimo acquisto di Gennaio, mah che dire quanti difensori abbiamo? Credo che i danni di Mazzarri ci accompagneranno per qualche anno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy