Le tre sentenze di Chievo-Torino 1-3: i granata gettano le basi per il futuro

Le tre sentenze di Chievo-Torino 1-3: i granata gettano le basi per il futuro

Analisi / La squadra di Mihajlovic dimostra personalità, nonostante si potesse prospettare un momento difficile durante il match

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

LE TRE SENTENZE

VERONA, ITALY - APRIL 23:  Adem Ljajic of Torino FC (C) celebrates with his team-mates after scoring the opening goal during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

VERONA, ITALY – APRIL 23: Adem Ljajic of Torino FC (C) celebrates with his team-mates after scoring the opening goal during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il match tra Chievo e Torino si è concluso con una vittoria schiacciante per la squadra di Sinisa Mihajlovic che, con grinta e determinazione, è riuscita a portare a casa i tre punti realizzando il secondo successo consecutivo lontano dallo stadio Olimpico Grande Torino, riuscendo ad interrompere quel “mal di trasferta” che aveva colpito la squadra granata nella prima parte di stagione.

Ma la partita ha lasciato altre sentenze: andiamo a vedere quali sono le tre più importanti che questo match ha messo in risalto.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torello - 3 anni fa

    io pensavo e penso che miha ci ha impiegato troppo tempo (9 mesi) a capire come disporre gli uomini in campo….sicuramente è una persona con tanta voglia e carattere, ma poca conoscenza delle personalità altrui…non è possibile arrivare ad aprile e sentirsi dire da un giocatore che il suo ruolo preferito è stare dietro alle punte…dai…e se fosse di parlarsi subito nei primi giorni ad agosto?…a quattrocchi?….non sarebbe meglio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy