Torino, a Napoli sempre il solito Belotti: lotta e sorride anche senza gol

Torino, a Napoli sempre il solito Belotti: lotta e sorride anche senza gol

Focus On / Il giocatore granata ha speso tanto, anche in difesa, per coprire e salvare il risultato: le occasioni di segnare arriveranno

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino ha affrontato il Napoli al San Paolo, agguantando un pareggio che sa quasi di vittoria, considerato il divario tecnico tra le due squadre. Una buona partita da parte di tutti i giocatori del Toro, che hanno applicato i dettami di Mazzarri in maniera opportuna, riuscendo a contenere i partenopei. Sugli scudi, senza dubbio, troviamo ancora una volta Andrea Belotti, tra i migliori sul campo degli azzurri, per i motivi che ormai lo contraddistinguono.

SSC Napoli v Torino FC - Serie A

LOTTA – La partita del Gallo è stata una vera e propria lotta. A partire dal pressing alto fatto pressoché per 90 minuti sui difensori portatori di palla, per poi arrivare alla marcatura sugli esterni per aiutare i suoi compagni. Prezioso è stata il suo contributo sui calci da fermo, con numerosi intervento che hanno impedito al Napoli di fare male alla squadra granata. Ma non solo: con il suo gioco è riuscito anche a far ammonire Koulibaly e Malcuit, subendo molti falli e spesso facendo così rifiatare e ripartire il Toro.

Torino, Romero: “Belotti? Un attaccante aiuta la squadra segnando 20 gol…”

GOL – Il gol on è arrivato, sebbene il Gallo fosse contro una delle sue vittime preferite, il Napoli. Questa astinenza però non deve diventare un’ossessione, perché Belotti tornerà a segnare: anche lo stesso giocatore è positivo in campo e ha avuto fin troppe poche occasioni per segnare. La palla che non gli ha fornito Ola Aina poteva essere il suo pass per sbloccarsi, ma non è stato così. Poteva fare gol quando, lanciato in campo aperto, è stato abbattuto da Malcuit, che non aveva altri modi per fermarlo. Il gol arriverà, e sarebbe molto positivo se arrivasse già contro l’Alatanta, davanti ai tifosi granata, per riprendersi l’attacco e i suoi supporters.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14010721 - 8 mesi fa

    Non è questione di attaccanti. È come si gioca che è sbagliato. Puoi metterci il miglior attaccante del mondo ma se non gli arrivano i palloni è difficile segnare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fgbomp - 8 mesi fa

    A questo punto cerchiamo un attaccante che segni…. senza gol non si va avanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BruceLee Granata - 8 mesi fa

    come volevasi dimostrare nel mio precedente post sull’articolo di colui che amava la farfalla granata….tilli falabrac

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy