Torino, così la squadra si allena a casa: tabelle quotidiane personalizzate per tutti

Belotti e compagni non si fermano, l’allenamento al Fila non è più possibile ma Longo ha preparato le schede da schede da svolgere nelle proprie abitazioni

di Marco De Rito, @marcoderito
Allenamento Torino Filadelfia

Schede personalizzate ed esercizi da fare a casa, così Moreno Longo ha deciso di agire dopo lo stop degli allenamenti arrivato nella giornata del 12 marzo a causa del Coronavirus. L’11 marzo Andrea Belotti e compagni hanno svolto l’ultima seduta atletica. Il tecnico granata stava lavorando per rimettere la squadra in carreggiata dopo le 7 sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia, ma per cause di forza maggiore ha dovuto interrompere gli allenamenti e così lo staff di preparatori atletici capeggiata dal prof. Paolo Nava è costretto a monitorare da lontano la condizione fisica dei giocatori, in modo che si facciano trovare pronti nel momento in cui si dovesse ritornare in campo.

LE SCHEDE – In questo periodo di assenza dal terreno di gioco, i giocatori avranno ogni giorno schede personalizzate di esercizi da fare a casa. Una parte di lavoro è generale, ma le schede sono anche pensate in base alle attitudini dei singoli, in base alle necessità che hanno gli elementi della rosa o anche semplicemente considerando quali sono le attrezzature che possiedono nelle proprie abitazioni. Diverse variabili che Longo e il suo staff devono tenere in considerazione nella compilazione delle schede.

Leggi anche: UFFICIALE – L’UEFA ferma Champions League ed Europa League per il Coronavirus

L’OBIETTIVO – Il lavoro è stato pensato dall’allenatore del Torino con l’obiettivo di mantenimento, nei limite del possibile, dell’attuale condizione fisica per i calciatori. Sono presenti esercizi di cardio (corsa, salto con la corda, cyclette, ecc.) ma anche di pesi. La preparazione, anche da casa, è resa più difficile dal fatto che non c’è ancora un’idea concreta di quando si potrà tornare nel terreno del Filadelfia per allenarsi o al “Grande Torino” per giocare una partita di Serie A. Quindi è difficile strutturare un piano definito, ma nel frattempo i giocatori dovranno comunque cercare di mantenere la forma fisica, per stare sempre pronti ad ogni evenienza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy