Torino, il precedente che incoraggia: nel 2014 sconfitta con il Bologna in casa e poi…

Torino, il precedente che incoraggia: nel 2014 sconfitta con il Bologna in casa e poi…

Curiosità / Quell’anno alla fine l’Europa arrivò, pur se non sul campo: Belotti e compagni dopo la pausa dovranno dimostrare che la sconfitta è stata solo un incidente di percorso

di Marco De Rito, @marcoderito

Era la quarta giornata del girone di ritorno e in casa con il Bologna il Torino perse per 1-2, dopo essere passato in vantaggio. Correva la stagione 2013-14, in panchina c’era Giampiero Ventura e per la prima volta nell’era Urbano Cairo la squadra era il lotta per l’Europa League. Illusoria l’iniziale rete d’Immobile, la doppietta di Cristaldo fece vincere il lunch-match agli ospiti. I granata scesero all’ottavo posto in classifica, a tre punti dalla quinta e sesta posizione occupate da Hellas Verona e Inter che erano a pari punti.

Corsi e riscorsi storici, che accompagnano il Toro e che devono far capire alla squadra di Mazzarri che un incidente di percorso ci può stare e non bisogna perdersi d’animo, l’obiettivo del settimo posto è ancora alla portata: dista un punto. Quell’anno Glik e compagni persero l’Europa League sul campo per un rigore sbagliato da Cerci nell’ultima gara con la Fiorentina, anche se il Toro entrò nella competizione internazionale per i problemi societari del Parma (che si qualificò arrivando davanti di un punto ma a cui venne negata la Licenza Uefa).

Tre giornate dopo la sconfitta per 1-2 con i felsinei, i granata caddero sempre in casa per 0-2 con la Sampdoria che era allenata proprio dal futuro allenatore del Torino e sabato sera giustiziere degli uomini di Mazzarri: Sinisa Mihajlovic. Si tratta di un altro intreccio che riporta a questo campionato, visto che proprio fra due giornate il Toro affronterà i liguri. I blucerchiati, oggi come allora, hanno una posizione di classifica inferiore ma dopo l’ultimo weekend si sono portati a due punti di distanza. Prima di affrontare la Sampdoria, i granata si troveranno di fronte la Fiorentina. Due partite importanti, che serviranno a Belotti e compagni per dimostrare che la sconfitta di sabato è stato solo un incidente di percorso. La stagione 2013-14 dev’essere da monito e da insegnamento, nulla è ancora perduto: una sconfitta ci può stare, ma adesso serve un reazione.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tapiro granata - 8 mesi fa

    quando cè da fare quel piccolo salto di qualita’, o confermare lo stato di ripresa ci fermiamo, un bello stop…è sempre stato cosi’..sempre..vacca naia sempre che palle…abbiamo una buona squadra si potrebbe arrivare in E.L. ma non basta..ci vuole determinazione a partire dalla societa’..e questa non cè’..vero caro Pres ?
    Pero’ quest’anno ci sono davvero le basi buone per qualche ritocco di qualita’ e puntare davvero all’E.L. il prossimo anno… lo spero di cuore.. ..tanto non possiamo che sperare… dai cazzo uno sforzo Pres e andiamo in europa e sai bene che i tifosi ci sono.
    P.S. ero a Bilbao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tifoso da Malta - 8 mesi fa

    Rimandiamo le nostre posibilta al Europa League sul campionato prossimo. Torino (Sabato) vs Lazio (Domenica) niente paragoni.
    Il Lazio e dato a Cairo il-famoso poker…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. michelebrillada@gmail.com - 8 mesi fa

    non si puo sempre giocare male o non giocare e vincere prima o poi il culo finisce e con mister porte chiuse al filadelfia è finito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 8 mesi fa

      Aspetto sempre di conoscere il nome delle 4 squadre su 20 (ti agevolo perché sarebbe giusto chiedere di più) svolgono allenamenti a porte aperte sempre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giuseppe.casacci_8325069 - 8 mesi fa

        Io invece ti chiedo di indicarmi 1 squadra in Italia (1 sola dunque facilissimo) che abbia uno stadio con una storia come quella del Fila, fatta come ben sai del rapporto tra tifosi e giocatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Spygor - 8 mesi fa

    Peccato x questa sconfitta…Ho visto troppi giocatori scendere in campo con leggerezza,la cosa che odio di più nello sport…Secondo me si deve sempre dare il massimo delle proprie possibilità e non giocare con superficialità,pensando che le squadre,ci lascino fare punti…Si sapeva che il Bologna era rognoso…a cominciare dal loro mister,che non è certo quella pippa di Inzaghi…per quanto,mi stia antipatico Sinisa,ogni tanto riesce a stimolare i propri giocatori…Se andiamo a vedere anche l’Atalanta doveva fare un boccone del Chievo e invece si ritrova con un solo punto..Io penso che con la Fiorentina si può vincere e con la Sampdoria in casa,anche.Certo,bisogna essere umili e giocare con lo spirito Toro,cosa che immancabilmente non si vede in certi giocatori.Personalmente,non mi è piaciuta la formazione messa in campo,avrei preferito avere Lollo e Jago con Lukic e non Meitè,che in questo momento deve ritrovare la concentrazione e la mentalità x giocare queste partite…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ciccio Graziani - 8 mesi fa

    Primi 6posti già sicuri a Lazio Juve Milan Inter Napoli E Roma. La lotta è per il settimo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. piroldo64 - 8 mesi fa

      No, credo che la Roma verrà riassorbita nel gruppo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dario61 - 8 mesi fa

      Il settimo posto nn servirà a nulla se Atalanta o fiorentina vincono la coppa Italia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13722867 - 8 mesi fa

    Si però con Zaza in tribuna..e anche qualcun altro in sua compagnia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tifoso della Maglia - 8 mesi fa

    una partita storta è vero ma andiamo avanti….vinciamo le prossime due siamo sempre li a giocarci il sesto posto…Non molliamo sempre forza TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14036712 - 8 mesi fa

    Vinceremo al “Franchi” e con i ciclisti! SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy