Le voci

Torino-Parma 1-0, Nicola: “Abbiamo creato 7 occasioni, vittoria meritata”

Le parole dell'allenatore granata al termine della gara tra Torino e Parma valida per la 34^ giornata di Serie A

Federico De Milano

TURIN, ITALY - MAY 03: Davide Nicola, Head Coach of Torino FC looks on prior to the Serie A match between Torino FC and Parma Calcio at Stadio Olimpico di Torino on May 03, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Al termine del match tra Torino-Parma il tecnico granata Davide Nicola ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Avevamo preparato una partita contro una squadra che fa della fisicità e del gioco in verticale i suoi punti di forza. Preparavano da dietro per poi andare a cercare le spiazzate con Cornelius prima e poi con Pellè, ma anche con la velocità di Gervinho e la capacità tattica di Kucka. Sicuramente è una squadra che ha carattere e intensità e se non ti adegui poi diventa difficile. Abbiamo preparato la partita nella gestione delle energie mentali perché a questo punto del campionato ogni partita assume un valore diverso dato che le gare stanno finendo e quindi sai che devi cercare di trarre il massimo ma non è mai facile stare tranquilli. I ragazzi non hanno strafatto e sono rimasti ordinati nella prima parte; poi col passare del tempo sapevamo di dover rischiare di più, alla fine il Torino ha creato 7 occasioni da gol e questi bei numeri generali determinano una vittoria che secondo me è meritata.

Sulla difficoltà della partita: "Era una gara particolare perché era un avversario che giustamente non regalava nulla anche se nei numeri noi abbiamo avuto sette occasioni e loro una quindi la vittoria è giustificata. Non sono partite facili perché corri il rischio di sbilanciarti e di avere troppa frenesia ma i ragazzi invece sono stati intelligenti e hanno saputo soffrire nella parte finale quando il baricentro del Parma si è alzato perché prima tendevano a fare densità e cercare di recuperare palla sulle traiettorie di passaggio. Sono contento per i miei ragazzi e per i tifosi che sono venuti a farci i cori portandoci più euforia e un gusto migliore nell'allenamento."

Potresti esserti perso