Le operazioni di mercato del Torino: tre riflessioni su Amer Gojak

Focus / Il ragazzo ha subito messo in mostra personalità, scegliendo la 10 e nell’ultima uscita con la Bosnia ha anche fatto vedere qualità interessanti

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

TRE RIFLESSIONI

MANCHESTER, ENGLAND – OCTOBER 01: Amer Gojak of GNK Dinamo Zagreb comes on for Mislav Orsic (not pictured) of GNK Dinamo Zagreb during the UEFA Champions League group C match between Manchester City and Dinamo Zagreb at Etihad Stadium on October 01, 2019 in Manchester, United Kingdom. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Il trequartista arrivato dal mercato è Amer Gojak, giovane bosniaco arrivato in prestito con obbligo di riscatto dalla Dinamo Zagabria. Una trattativa nata l’ultimo giorno di mercato, dopo l’ennesime complicazioni per arrivare a Gaston Ramirez. Ecco allora tre riflessioni sull’arrivo del giovane trequartista.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granataLondinese - 1 settimana fa

    Ho letto interviste interessanti a Simic e Bjelanovic sul ragazzo, che fanno ben sperare.

    Ripeto anche qui, spero che il Maestro non guardi in faccia nessuno, non guardi l’eta’ o il profilo, se quello che Simic e Bjelanovic hanno rilasciato questo deve giocare fisso, altro che Verdi tre quartista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rimbaud - 1 settimana fa

    Innanzitutto un ragazzo molto giovane e talentuoso è sempre un investimento che difficilmente sbagli, basti guardare Aina che nonostante le sue prestazioni indecorose o Berenguer che non si può dire abbia sfondato hanno trovato i loro estimatori.
    Investire sul futuro, questa è l’unica strada, sono molto soddisfatto di questi due acquisti, vojvoda e gojak hanno talento e il modo in cui hanno lasciato i loro rispettivi club me ii fa rispettare.
    Serve gente di valori umani, prima di tutto. Ci daranno soddisfazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxx72 - 1 settimana fa

    Sicuramente è l’acquisto che più mi incista e che proprio mai avevo sentito nominare. Limite mio, gli auguro ogni bene con la nostra maglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

      Tranquillo, da ciò che abbiamo intuito fino a poco fa lo conosceva solo Pjanic… Questa, spero per Vagnati, spero sia soltanto una montetura giornalistica…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    La formula però non è convincente (obbligo di riscatto dopo appena 8 presenze), intendo da un punto di vista di “gioco giocato”, se mi passate la locuzione. Mi spiego: un conto e se lo compri e basta o con obbligo certo o diritto, è nel tuo interesse farlo giocare e vedere le risposte che ti da sul campo, un altro è dover aspettare che sia in qualche modo “pronto” per esser valutato sul campo dovendo fare attenzione a non sprecare “gli 8 gettoni” troppo presto perchè poi, al 9°, il rischio è di dover tirare fuori dei soldi inutili su un giocatore che non interessa.
    Insomma, mi pare una formula che potrebbe limitarne l’utilizzo sopratutto all’inizio. Una formula apparentemente prudente in perfetta ottica Torino FC ma che in verità è limitante e mette sulle spalle del mister una grossa responsabilità.
    Giampaolo dovrà valutare bene e in fretta il ragazzo, dovrà fare attenzione a non fargli sprecare gettoni importanti, come normalmente si usa inserendo gradualmente i giovani giocatori nel contesto partita. Così difficilmente vedremo Gojak alla ripresa del campionato e chissà quanto dovremmo attendere per vederlo in campo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 1 settimana fa

      La cosa è un po’ più complessa di quanto pensi.

      “Nell’attuale calciomercato tante trattative vengono effettuate con la formula del prestito con obbligo di riscatto, almeno secondo quanto comunicato dai media.

      In pratica una parte obbliga la controparte, in maniera informale, ad acquistare un calciatore. Un prestito, quasi sempre a titolo oneroso, finalizzato però a garantire che l’acquirente proceda all’acquisto e al riscatto del calciatore una volta terminato l’accordo di prestito. Abbiamo sottolineato “in maniera informale”, in quanto si tratta di diritto di riscatto: nel classico diritto di riscatto l’acquirente può decidere se acquistare o meno il calciatore successivamente al prestito. In linea teorica, il diritto di riscatto è uguale a quello che definiscono “obbligo”. Sembrerebbe un errore, ma non lo è.

      Nel senso: se stipulo informalmente un obbligo di riscatto per un calciatore e poi vengo meno alla parole, l’acquirente non può rivalersi su di me. Ovviamente, molto probabilmente, deciderà di non intraprendere più affari con me, ma non potrebbe adire le vie legali. Oppure, in un caso più comune, l’acquirente decide di ridiscutere il prezzo, in quanto il calciatore non ha avuto il rendimento desiderato o la società naviga in cattive acque per problemi sopraggiunti. A quel punto ci si può accordare e nessuno può rivalersi.

      Regolamento, alla mano, l’obbligo di riscatto non è previsto in nessuna legge o regolamento della FIGC, dell’UEFA, della FIFA o di altre confederazioni di altri continenti.

      Andando nello specifico, leggiamo l’articolo 103 del NOIF, presente sul sito della FIGC riportiamo il comma 3, quello che ci interessa nello specifico:

      “Negli accordi di cessione temporanea di contratto si può convenire l’obbligo di trasformare la cessione temporanea in definitiva, al verificarsi di condizioni sportive specificatamente definite e semprecchè:
      a) l’obbligo di riscatto risulti nell’accordo di cessione temporanea, con l’indicazione del corrispettivo convenuto tra le parti;
      b) il contratto ceduto scada almeno nella stagione successiva a quella in cui va esercitato l’obbligo di riscatto;
      c) la società cessionaria stipuli con il calciatore un contratto che scada almeno nella stagione successiva a quella in cui va esercitato l’obbligo di riscatto. L’obbligo di riscatto, a pena di nullità, deve essere sottoscritto dal calciatore“.

      Fondamentale la parte quando è scritto “si può convenire”, ovvero che rientra in una “convenzione” tra società. In pratica, viene fatto riferimento, ma non viene regolamentato. Si tratta di un qualcosa che è lecita, ma rimane nel campo della convenzione, e non è possibile considerare “tutelato” o “salvaguardato”. Se il calciatore non dovesse soddisfare l’acquirente, il venditore non è salvaguardato, ergo non può rivelarsi.

      E c’è anche il problema della scrittura privata: a norma di legge, le due parti intraprenderebbero un rapporto obbligazionario, che avrebbe come fine il riscatto “obbligatorio”. In altri ambiti avrebbe valenza, ma è bene ribadire che la FIGC non regolamenta le scritture private né queste ultime hanno valenza presso la Federazione. Ragion per cui, in tutti i casi, anche in presenza di scrittura privata, qualora venga disatteso questo patto di “obbligo di riscatto”, il venditore (anzi, la parte che ha prestato il calciatore) non potrebbe rivalersi in alcun modo.”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

        Formalmente o informalmente le 8 presenze cui fa riferimento il contratto sono comunque un limite per poter valutare serenamente un calciatore. Detto che sono rimasto talmente ben impressionato dalla sua prestazione contro l’Irlanda che spero si punti subito su di lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giancarlo - 1 settimana fa

    Perchè pensare subito alle plusvalenze, anzichè sperare si tratti di un giovane che potrebbe ben inserirsi nel gruppo e darci soddisfazioni? Perchè pensare solo alla rivendita? Non è un tot. al Kilo. Non è così che si consolida un gruppo per scalare posizioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lemmy - 1 settimana fa

    Se si dovesse fare un elenco di trequartisti “puri”, da 4-3-1-2 per intenderci, penso che si potrebbero contare nelle dita di una mano, a livello non dico italiano, ma forse anche europeo.
    L’ultimo in Italia è un classe 91, cioè Saponara, in Europa Pastore (Argentino che però gioca in Europa da sempre), poi ce ne sono tanti adattati, secondo me uno passato anche per Torino (Soriano), ma si tratta in tutti questi casi di giocatori che appunto si adattano a seconda delle caratteristiche del sistema di gioco previsto.
    In questa casistica, da ciò che si vede quantomeno nei video su Youtube (che, ripeto, non dicono nulla sulla bontà del giocatore in termini assoluti ma delle sue caratteristiche tecnico/tattiche molto), Gojak potrebbe essere in grado di ricoprire quel ruolo e, forse, anche quello di mezzala.
    Se così fosse, a mio avviso si creerebbe un sano dualismo tra Verdi e Meitè, i quali veramente non avrebbero più scuse per alzare decisamente il loro rendimento e rappresentare finalmente ciò che il talento, comunque esistente per entrambi, ha donato loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

      Ljajic era trequartista puro adattato ad attaccante esterno… Soriano più mezzala adattata a trequarti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Lemmy - 1 settimana fa

        Si condivido, anche Ljajic era un trequartista puro, e forse anche Gaston Ramirez, dicendo che ce ne sono pochi intendevo che non ce ne sono in quantità industriale, e comunque, casualmente o meno tutti attorno ai trent’anni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 1 settimana fa

    Diciamo che in merito a questo acquisto è stato detto di tutto e di più, partendo dai soloni del calcio che pullulano in TV e sui Media per finire al Web, e in ultimo (ma solo in ordine di tempo) anche tale Sasa Bjelanovic (che forse qualcuno ricorda perché ha anche vestito la maglia Granata campionato 2007-08) che ha pensato bene di dire appunto la Sua in merito al fatto che non è un 3/4rtista VERO da che “si adatta”, pertanto un po’ di righe in più che differenza possono fare?
    Certo è che SE la differenza in campo dovesse mai farla Lui assieme ai compagni ed al gioco di Giampaolo allora ci sarà da divertirsi con chi ha bollato il mercato e gli acquisti come “fallimentari”…. Sempre che il COVID-19, le ASL, il CTS ed i vari protocolli non ci mettano “lo zampino” e si rimandi tutto ad un altro mini-torneo con tanto di Play Off e Play Out, per la gioia di Mr. Gravina & C.
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gallochecanta - 1 settimana fa

      E chi se lo può dimenticare Bjelanovic che riuscì a stabilire il record di zero gol in tutto il campionato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 1 settimana fa

        mi pare che anche il grande Pennellone Silenzi,dopo l’anno in cui segnò molto,rimase a zero,sbaglio?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. luizmuller - 1 settimana fa

          Purtroppo (per lui) no. Da Wikipedia: “L’esperienza nel campionato inglese [al Nottingham Forest] non è delle migliori, tanto che anni dopo verrà inserito nella lista dei peggiori dieci giocatori stranieri della Premier League stilata dal periodico inglese The Observer”. Povero Pennellone.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. luizmuller - 1 settimana fa

    Ieri ho fatto i miei complimenti al signor Ugliono per il suo bel pezzo su Lovaglio della Primavera, quindi ora mi fa strano leggere qui una grossa inesattezza, quando parla di “una trattativa nata l’ultimo giorno di mercato”. Se ne è già discusso più volte, un’affermazione del genere non ha alcuna fondatezza: la trattativa per Gojak era già stata avviata e portata avanti da giorni, e chiusa dopo il rifiuto di Ramirez. Un accordo del genere non si può concludere in mezza giornata, dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 settimana fa

      penso che si sia trattato di un errore,sarebbe strano lo pensasse veramente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FORZA TORO - 2 settimane fa

    è un trequartista anomalo,ma è interessante che possaa adattarsi bene a diversi ruoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PignaL - 2 settimane fa

    È un ‘ragazzo molto giovane che ha ancora tanto da dimostrare’ oppure è un ‘elemento già esperto’?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOroRItoRo - 2 settimane fa

      Direi che è un ‘ragazzo molto giovane che ha ancora tanto da dimostrare’ pur essendo un ‘elemento già esperto’!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy