2016 Review, gennaio: una vittoria illusoria e il ritorno di Immobile

Il resoconto annuale / Il primo mese di quest’anno è stato illusorio, con il ritorno del numero 10 ma pochi punti…

Gennaio 2016 è cominciato con un solo pensiero: andare sul mercato per cercare di rimediare alle grandi lacune dimostrate soprattutto nella parte finale del girone d’andata, con la grande imbarcata subita in Coppa Italia contro la Juventus.

Al ritorno dalle vacanze natalizie, il giorno dell’Epifania, i granata sono tornati in campo al San Paolo di Napoli per cercare di rimettersi in carreggiata in campionato, ma subendo un’altra sconfitta: il match fu davvero difficile, con il Toro che riuscì anche a pareggiare l’iniziale situazione di svantaggio grazie ad un gol di Quagliarella, che subito dopo chiese scusa alla tifoseria partenopea. Il gesto dell’attaccante granata suscitò un grande scalpore nei tifosi del Torino, tanto da spingere il calciatore ad abbandonare la squadra granata per trasferirsi a Genova, sponda blucerchiata.

Non andò meglio quattro giorni dopo il match contro il Napoli, quando il Torino subì un’altra sconfitta importante: l’Empoli arrivò all’allora stadio Olimpico, vincendo di misura contro la squadra di Ventura grazie ad un gol di Maccarone.

Dopo il match contro l’Empoli, il Torino decise di concludere una trattativa che era stata cominciata fin da inizio mercato: infatti ritornò in granata Ciro Immobile, attaccante che aveva lasciato il Toro un anno e mezzo prima, arrivato per sostituire il partente Fabio Quagliarella.

L’impatto del giocatore – che scelse la maglia numero 10 – fu decisamente positivo: grazie alla coppia Immobile-Belotti, infatti, il Torino sbaragliò il Frosinone 4-2, illudendo i tifosi granata di poter tornare davvero competitivi. Ma dopo la vittoria casalinga, il Toro andò a recuperare la sfida a Reggio Emilia col Sassuolo, pareggiando 1-1 in casa avversaria.

In seguito arrivarono Fiorentina, contro la quale arrivò una sconfitta secca per 2-0 al Franchi, e un pareggio alquanto deludente contro il fanalino di coda Verona (il 31 gennaio), non riuscendo neppure a segnare alla squadra ospite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy