Video – Torino, Moretti in versione dirigente: “Vi porto i saluti del presidente…”

Multimedia / L’intervento di Emiliano Moretti a Moncalieri a margine dell’intitolazione del campo a Valentino Mazzola

Quella che è di fatto la prima uscita pubblica da dirigente di Emiliano Moretti si è tenuta a Moncalieri, in occasione dell’intitolazione del campo sportivo di via Saluzzo a Valentino Mazzola. L’ex difensore è intervenuto al microfono di Stefano Venneri, speaker del Torino FC, portando i saluti del club e tornando sulle emozioni vissute durante Torino-Lazio, la sua ultima partita da calciatore.

“Vi racconto un aneddoto di mia figlia. Mentre stavamo facendo il giro di campo, a un certo punto lei, che ha nove anni, ha avuto un crollo emotivo. Mi è venuta in braccio piangendo. Sul momento ovviamente l’ho tranquillizzata. Poi a cena le ho chiesto: perchè tu in quel momento hai pianto? E lei, con tutta la semplicità del mondo, ha risposto: perchè era la prima volta che ti vedevo piangere. I bambini ci sorprendono sempre… Ho concluso così una giornata di emozioni fantastiche, che come dicevo domenica scorsa, userei tutte le parole possibili per esprimerle. Ma mi viene solo da dire grazie e lo ripeto ancora oggi”.

Così poi quando Venneri gli chiede del figlio Matias, che gioca nei Pulcini del Torino: “Speriamo che diventi un giocatore migliore del papà… Sono contento perchè si sta divertendo insieme ai suoi compagni. Il settore giovanile del Toro è una famiglia bellissima, i bambini crescono bene accompagnati da persone che li aiutano e li seguono. Crescere in una realtà così è veramente bello”.

Sul rapporto col Toro che si è concluso da calciatore per continuare da dirigente: “Credo che il Toro abbia dato più a me di quanto io ho dato al Toro. Io ho fatto solo quello che era il mio dovere. Poi nel tempo è diventato un piacere perchè nell’arco di sei anni ho conosciuto tutto quello che è il Toro. Quindi sono io a dover dire grazie. Ora dovrebbe cominciare una nuova avventura, quella da dirigente, che mi rende ancora più orgoglioso”.

Sull’intitolazione di Moncalieri: “Vi porto i saluti del presidente Cairo, ha voluto che oggi fossi qui a rappresentare la società per onorare quel che stiamo facendo. Infine ci tengo a fare i miei complimenti personali a chi ha pensato e realizzato tutto questo, e soprattutto ai ragazzi (del Torino FD, ndr), coi quali condivido la grande passione per questo sport. Prima ho dato il calcio d’inizio alla loro partita, se avessi avuto le scarpe coi tacchetti probabilmente mi sarei unito a loro!”

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata doc 50 - 4 mesi fa

    E’ sempre più raro trovare dei giocatori che siano legati alla maglia ed ai tifosi e non solo alla “moneta”.
    Per fortuna uno di questi è nella nostra squadra e condivide il cuore toro.
    Auguri Emiliano, che tu possa essere grande come dirigente quanto lo sei sempre stato come uomo e come giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13966868 - 4 mesi fa

    Uno di Noi….
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13966868 - 4 mesi fa

    Emiliano Moretti alé…
    Un Grande Uomo…
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13966868 - 4 mesi fa

    Emiliano Moretti alé…
    Un Grande Uomo.
    Grazie di esistere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. èunafede - 4 mesi fa

    Semplicemente un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13651996 - 4 mesi fa

    grande i bambini grande il moro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy