Calciomercato: Milinkovic Savic ritorna a Torino, ma il futuro è un’incognita

Calciomercato: Milinkovic Savic ritorna a Torino, ma il futuro è un’incognita

In uscita / Non sarà semplice trovare una sistemazione all’estremo difensore serbo viste le ultime due stagioni negative

di Marco De Rito, @marcoderito

Altra stagione negativa quella che si è lasciato alle spalle Milinkovic-Savic. Il portiere era stato mandato in prestito allo Standard Liegi ed è stato messo ai margini. Il trasferimento a titolo temporaneo in Belgio avrebbe dovuto rappresentare un’occasione di rivincita per il portiere ma così non è stato. Niente riscatto quindi per l’estremo difensore che rientra all’ombra della Mole ma parte dietro nelle gerarchie, con Samir Ujkani e Antonio Rosati che sulla carta saranno il secondo e terzo portiere alle spalle di Sirigu. Il futuro del serbo è quindi ancora tutto da scrivere.

PASSATO – Già nella stagione 2018-19 Savic aveva trascorso sei mesi in prestito alla Spal dell’allora ds Vagnati prima del trasferimento ad Ascoli, in Serie B. Due esperienze dove il portiere ha deluso le aspettative, ritrovandosi ad essere relegato in panchina. Il 29 giugno 2019 è passato in prestito con diritto di riscatto allo Standard Liegi, dove avrebbe dovuto rilanciarsi, ma disputa solo 3 partite in Europa League senza mai esordire in campionato.

Leggi anche: Serie A: salgono i contagi ma l’inizio del campionato non è a rischio (per il momento)

CALCIOMERCATO – Il futuro del gigante serbo è dunque pieno di incognite. Potrebbe restare a Torino continuando a fare panchina, o potrebbe tentare di fare fortuna altrove. Non sarà semplice trovargli una sistemazione, viste le ultime due stagioni negative. Le sue caratteristiche sono ben note: si tratta di un portiere alto 2,02 m, scaltro, bravo con i piedi ed ancora giovane trattandosi di un classe 1997. Squadre interessante potrebbero esserci, ma la prossima esperienza potrebbe essere quella decisiva per lui. Un’altra annata deludente, potrebbe compromettere il proseguo della sua carriera.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granataLondinese - 3 settimane fa

    Il regista che manca a Gianpaolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kieft - 3 settimane fa

    23 anni …quando l’ho visto non ha sfigurato …poi è sparito ….sirigu è sicuramente meglio ma bocciarlo senza sapere di chi state parlando a 23 anni mi pare avventato ….le punizioni le sa battere e gli ho visto parare un rigore ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 settimane fa

      Veramente lo hanno bocciato le squadre dove è andato; che dici loro ne capiranno di calcio o sono dei maicuntent?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 3 settimane fa

        Si e’ andato proprio male ovunque sia andato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Kieft - 3 settimane fa

        Probabilmente lo standard Liegi prima di valorizzare un portiere del Torino valorizza un suo portiere se non vede una grande differenza di affidabilità…..io non dico che diventerà qualcuno ma evito di fare figuracce esponendomi a giudizi critici visto che non ho visto le tre partite di Europa Ligue dello standard Liegi In cui ha giocato titolare….e probabilmente non sono l’unico

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. marione - 3 settimane fa

          Io leggo sopra che non ha giocato oltre che nello Standard, nell’Ascoli e nella Spal dove testuale “ha deluso le aspettative”

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marione - 3 settimane fa

    Non era qui che era descritto come il Donnarumma serbo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 3 settimane fa

    L’unica è che cairo offra una cena a lotito, lo faccia ubriacare di brutto, lo faccia confondere tra i fratelli e firmi uno scambio tra il loro e il nostro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 3 settimane fa

    Tra questo, Aina, Meite, Damascan, abbiamo fatto affaroni, senza dubbio. Almeno Zaza qualcuno che ti chieda quanto costa c’è. Questi manco sanno che esistono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 3 settimane fa

      Aggiungo Berenguer, quello strappato al Napoli. In Italia manco se lo regali. L’unico è il Bilbao, essendo della zona.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata69 - 3 settimane fa

        Berenguer chi ? Quello che ci ha fatto vincere con Milan e Atalanta?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mamaluk - 3 settimane fa

      Gente come te non dovrebbe avere il permesso di commentare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Beh , comunque dei nomi citati sopra non ne è sbocciato neppure uno. È oggettivo. Berenguer forse un po’ di mercato ce l’ha… pero…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 3 settimane fa

        Mi spiace che la pensi così. Però sono tranquillo, c’è democrazia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Pedro - 3 settimane fa

      A Milinko va data un’altra occasione . Lo proverei al posto di Sirigu qualora partisse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CLAUDIO - 3 settimane fa

        Stai scherzando vero?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kieft - 3 settimane fa

          Io a lui ho visto parare un rigore su uno calciato …mentre a padelli in un anno intero non ne ho visto pararne uno …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Pedro - 3 settimane fa

          Secondo te?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. iard68 - 3 settimane fa

        Come no… In birreria.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy