Calciomercato Torino, Edera in uscita: sondaggio dello Spezia

Calciomercato Torino, Edera in uscita: sondaggio dello Spezia

Cessioni / Il classe 1997 potrebbe lasciare il capoluogo piemontese. Si stanno cercando soluzioni in Serie A, il prestito potrebbe essere la formula ideale

di Marco De Rito, @marcoderito
edera

Su Simone Edera ci sono da registrare delle avance dello Spazia negli scorsi giorni. Il club ha effettuato un sondaggio per il giocatore che al momento è in uscita dal Torino. Non si tratta del primo calciatore granata per cui la società ligure mostra interesse, visto anche su Vincenzo Millico ci sono state delle sirene nelle scorse settimane. Ma la trattativa che potrebbe portare il trasferimento di Edera potrebbe essere più semplice.

Leggi anche: Serie A, la riapertura degli stadi è ancora lontana: il divieto c’è nel nuovo DPCM

AMICHEVOLI DELUDENTI – Gli indizi che il classe 1997 sia uscita dal Toro sono diversi. A partire dal fatto che nelle amichevoli è sempre entrato a gara in corso e le sue prestazioni sono state deludenti e non hanno convinto appieno Marco Giampaolo. Nel nuovo progetto del tecnico granata, arrivato subito dopo il termine della stagione 2019-20, Edera sembra essere ai margini e ciò potrebbe favorire la sua cessione.

Leggi anche: Toro, mille tagliandi per la sfida contro la Primavera: vendita da mercoledì a Biella

SOLUZIONE IN PRESTITO – Il prodotto della Primavera granata è legato al Torino con un contratto che va in scadenza nel 2023. Proprio per questo motivo una cessione in prestito potrebbe essere agevolata. Al suo rientro infatti non andrebbe in scadenza e potrebbe valutare il suo futuro con i granata, squadra dov’è cresciuto, calcisiticamente parlando. Al momento si stanno cercando delle soluzioni in Serie A e lo Spezia potrebbe essere la destinazione ideale visto che sta cercando di completare la rosa con dei giocatori che rinforzino il reparto offensivo.

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Arturo - 1 settimana fa

    Temo che Edera sia l’ennesima promessa mai concretizzatasi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Arturo - 1 settimana fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxgemelli - 2 settimane fa

    A 23 anni, se non ti sei ancora affermato, vuol dire che sei uno dei tanti giocatori mediocri che affollano i campionati di B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. filippo.burdes_10466498 - 2 settimane fa

    Srcondo me edera può essere ceduto a differenza di millico che darei solo in prestito secco. Infatti secondo me anche la brutta figura fatta a livello di comportamento nello spogliatoio puo6ess

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo.burdes_10466498 - 2 settimane fa

      Dicevo può essere giustificata alla luce del fatto che alla prima stagione da professionista si è ritrovato in una situazione di anarchia a livello di squadra. Senza contare il fatto che secondo me a livello di qualità tra lui ed edra c’è un abisso. Infatti, nonostante caratteristiche totalmente differenti, l’unico calciatore che a memoria ha segnato con così tanta continuità in una stagione in primavera è stato immobile. Secondo me a millico dovrebbe essere data una seconda chance.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Numero7 - 2 settimane fa

    Giocatore del 97, di 23 anni se fosse stato un potenziale giocatore top di serie A sarebbe già sbocciato e conteso da grandi club Italiani, vedi i vari Chiesa, Bernardeschi, Tonali, Zaniolo, ecc ecc. Quest’anno via ancora in prestito per farlo giocare ogni 90 minuti e sperare che faccia davvero il salto di qualità e non rimanere un giocatorino come lo è fino ad ora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gatsu7_903 - 2 settimane fa

      Mi dispiace ma Bernardeschi e Chiesa per me sono due meteore che presto svaniranno, se fossero sbocciati, il primo avrebbe sfondato ai gobbi, il secondo non ha fatto nulla di eccelso, gran corridore e poco più, vedrete che quando va via da firenze risulterà un flop anche lui.

      Alberto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paulinStantun - 2 settimane fa

        Sono d’accordo con te su Chiesa e Bernardeschi, comunque temo che rispetto ad un Edera o un Millico siano ancora su un altro pianeta

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 2 settimane fa

    Questi giocatori sono come Baselli, in attesa che crescano a 30 anni. Se un giocatore è buono lo vedi a 19/20 anni. Poi deve affinarsi. Questi devono ancora imparare a giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

    Ansu Fati è un’altra cosa… Caro Maxx72

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxx72 - 2 settimane fa

    Adesso basta, prestito senza fiatare. A me hanno un po stufato sti giocatorini, perché è di quello che di tratta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. LeoJunior - 2 settimane fa

    Mettiamoci in testa che dalle giovanili di tutte le squadre del Mondo diventano giocatori degni di stare nei massimi campionati solo una % infinitesimale. Quindi sperare che ogni volta che un nostro giocatore della Primavera è appena sopra la media dei suoi pari età, è a un centesimo del cammino. Deve infatti farsi valere con pari età di tutto il Mondo e competere con gente che ha dalla sua età in su! Quindi evitiamo di illuderci così spesso. Per sfondare servono altre mille qualità e se non le hai non vai avanti. Spiace essere cinici, ma è così.
    Se poi dovessimo avere la fortuna di averlo (Segre? o altri) saremo i primi ad essere felici. Ma voliamo bassi con le aspettative.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 2 settimane fa

      Le attese sono anche dovute al fatto che, nonostante negli ultimi anni (forse non gli ultimi due) qualche risultato la primavera l’ha ottenuto e quindi ci si aspettava di più anche a livello di giocatori in prima squadra.
      Invece purtroppo alla fine non è uscito nessuno degno di nota (spero di non dimenticare nessuno, però l’ultimo primavera di un certo successo è stato Ogbonna)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Veyser - 2 settimane fa

    Ma perché prestito? Un paio di milioni e via titolo definitivo…. se doveva esplodere Edera lo avrebbe già fatto…. non ci serve….. stessa cosa per Millico, forse qui i milioni possono esser me anche 4 o 5 ma via….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 settimane fa

      Perché ci sono giocatori che esplodono presto e poi spariscono (PATO) e altri più tardi (DI NATALE) e poi fanno la differenza…quelli che esplodono presto e fatto tutta la carriera ad alto livello (Totti) sono rarissimi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granatasky - 2 settimane fa

      Hai ragione: meglio tenere Aina, Djidij, Meitè, Bremer, ecc.

      Con “campioni” di questo calibro in squadra, un bel “rilancio nella spazzatura” non ce lo toglie nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paulinStantun - 2 settimane fa

        Accostare Bremer a Edera (purtroppo) è l’accostamento più sbagliato che tu potessi fare.
        Lui se ne è venuto dal Brasile, è stato in panchina per un anno senza mai vedere il campo ed in seguito l’ha visto poco, poi quando è venuto il suo momento si è fatto trovare pronto ed è riuscito a diventare titolare.
        Edera ha giocato poco, qualcosina ha fatto, ma quel qualcosina a quanto pare l’ha convinto di poter non fare quel che l’allenatore gli chiedeva pare perchè “tanto in area non ci arriviamo mai” (detto ad un allenatore che ti aveva cresciuto nelle giovanili.
        Con una testa così o sei un fenomeno o sei destinato a sparire in serie B.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 2 settimane fa

        Vergogna accostare Bremer al “rilancio nella spazzatura”. Se c’è proprio uno che è stato valido quest’anno è proprio lui, caro “multinick della spazzatura”. E se mi rispondi lascia stare le mammine altrui che è meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Gallochecanta - 2 settimane fa

    Vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 2 settimane fa

      il “vattene” o altri insulti di questo tipo a nostri giovani o comunque nostri giocatori, non li capisco. Ha forse rubato, fatto qualche sgarbo, si è comportato male a tal punto da doverci augurare che se ne VADA in quel modo? Ha reso meno di quanto sperassimo? Il primo a subirne sarebbe lui. Non capisco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

        Solo per etica e correttezza e proprietà di linguaggio scrivere vattene non è insultare.
        Questo perché se no veramente diventa impossibile scrivere qualsiasi cosa senza dover ricevere la paternale ogni volta.
        Per favore mi sembra che si stia esagerando

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. LeoJunior - 2 settimane fa

          lo so bene che VATTENE non è un insulto, ci arrivo senza essere premio Nobel per la letteratura. Facevo riferimento al modo di esprimersi (un vattene come se dovesse levarsi dai piedi, reo di chissà quale colpa) e ad altri commenti fatti in situazioni simili (ricordo DjiDji appellato come pippone, scarso, etc.).
          Non è una paternale. Liberi di esprimersi come meglio si crede ed in base alla propria sensibilità.
          Dico solo che mi sembra poco da Toro. Poi fai tu.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

            A me sembra poco da Toro molto poco da Toro il comportamento di tanti giocatori quest’anno primo fra tutti edera che è stato vergognoso.
            E penso che un tifoso abbia tutto il diritto di scrivere di un giocatore che non lo voglia piu in quanto non insulta nessuno.

            Mi piace Non mi piace
  12. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Speriamo se lo prenda qualcuno in prestito e che riesca a fare una figura almeno decente (ne dubito) in modo da essere ceduto l’anno successivo. Chi a quest’età si approccia come ha fatto lui non ha futuro. La speranza è che rinsavisca ma 9 volte su 10 se nasci tondo non muori quadrato. Gente così al Toro non serve. Ah, portati Millico e levatevi entrambi di torno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 2 settimane fa

      Li vizia pure la nostra eccessiva attenzione rivolta ai giovani della primavera, che gli fa male, per fuggire dalle ultime disfatte della prima squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bela Bartok - 2 settimane fa

    Che vada via o resti da noi questo è l’ultimo treno per Edera, a fine stagione avrà 24 anni e a quel punto o avrà dimostrato qualcosa oppure gli toccherà seguire le orme di Parigini e accasarsi in B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 2 settimane fa

      A 24 anni penso non ci sia piu’ molto da dimostrare,o sei scarso o sei forte!E fin’ora non ha dimostrato un bel niente,tutt’altro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paulinStantun - 2 settimane fa

        Temo sia proprio così

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy