Toro: senza “occhi di tigre” non ci può essere svolta…

Il Granata Della Porta Accanto / Serve qualcuno, (Giampaolo o un altro) che faccia rendere i Meité vari di questo Toro al 110%

di Alessandro Costantino

Il pari col Bologna va a incrementare la già corposa statistica dei punti persi da situazione di vantaggio che sembra caratterizzare il Torino di Giampaolo. Ora, la questione, a mio avviso, è proprio questa: ma qual è il Torino di Giampaolo? Nel senso che se questa squadra ha queste tare endemiche perché la mano ed il lavoro del tecnico la fanno giocare così, bè, allora io non ci penserei un minuto di più ad esonerarlo. Se invece questo non è il “Torino di Giampaolo”, bensì il “Torino messo a disposizione di Giampaolo”, cioè un parco giocatori inadatto alle idee del tecnico e con una situazione di spogliatoio rovente, figlia delle dinamiche della scorsa stagione non risolte in estate dalla dirigenza, allora il tecnico non ha “colpe” specifiche se non quella di continuare a prendere “schiaffi” in nome di uno stipendio da nababbi. In entrambi i casi il tecnico di Giulianova sembra proprio essere la classica persona sbagliata nel posto sbagliato.

LEGGI ANCHETorino-Bologna 1-1, Giampaolo: “Se Cairo ha fiducia? Chiedetelo a lui, ma il club è stato perfetto”

Sinceramente mi spiace piegarmi al diktat del calcio che pretende un allenatore esonerato anche se le colpe dei suoi scarsi risultati sono da condividere con società e giocatori: punirne uno perché non puoi autopunirti (società) e non puoi mandare via tutti gli altri (giocatori) è ingiusto, ma pare che in questo mondo le cose funzionino così….L’emblema del Torino nella gara col Bologna, e per estensione emblema quindi dei problemi attuali del Toro, è l’approccio alla partita di Meité, quando subentra a Gojak: invece di entrare “cattivo” e concentrato, il francese si mette a trotterellare per il campo con un’indolenza davvero inaccettabile per qualunque professionista di qualunque serie del mondo del calcio. E di questo purtroppo la colpa è di Giampaolo: “mannaggia a te e a chi ti fa giocare” sbraitava con autoironia Ciccio Graziani verso un suo giocatore ai tempi del Cervia in quel famoso reality sul calcio. Lo stesso appunto si potrebbe dunque muovere a Giampaolo: chi mette in campo è una sua diretta responsabilità così come lo è l’atteggiamento che i suoi giocatori mettono in campo perché è figlio di ciò che lui riesce a trasmettergli. Non esiste che in una partita in cui alla vigilia lo stesso tecnico ha chiesto “il sangue, se necessario” un giocatore abbia questo approccio alla gara: significa che il tecnico non sa gestire la comunicazione coi suoi giocatori o che Meité, non potendo dare quello che non è in grado di dare (cattiveria agonistica), non era da far giocare. In entrambi i casi, di fatto, un errore grave del mister, purtroppo.

LEGGI ANCHE: Le pagelle di Torino-Bologna 1-1: qualità, questa sconosciuta

Siamo tutti concordi che i problemi del Toro siano a monte, cioè in una gestione fredda e tanto razionale da essere paradossalmente irrazionale della società da parte di Cairo, così come concordiamo quasi tutti che il mister sia una persona per bene e che stia dando il massimo nel suo lavoro, ma alla fine a noi tifosi interessa che il Toro non vada in B, è quello che ci sta a cuore, e pertanto pretendiamo che chi prende le decisioni lo faccia in quest’ottica. Se per evitare la B occorre esonerare Giampaolo lo si faccia e basta. Se per non andare in B occorre qualcuno che sia meno filosofo e meno maestro, ma faccia tirare fuori a questi ragazzi gli occhi di tigre, si prenda questo qualcuno e gli si dia carta bianca per “ramazzare” lo spogliatoio a dovere. In questo momento non serve purtroppo un allenatore che ci dica che fra qualche mese la squadra giocherà bene, perché tempo non ce n’è: vogliamo qualcuno che faccia rendere i Meité vari di questo Toro al 110%, che li prenda anche a calci nel sedere se necessario, ma li faccia scendere in campo con la voglia di spaccare il mondo, di mettere insieme quattro passaggi (non quattrocento…) fatti decentemente e soprattutto che, col coltello tra i denti, facciano in modo di prendere sempre un gol meno degli avversari. Lasciamo stare il bel gioco fine a sé stesso e la filosofia calcistica: si può essere “belli” anche facendo cose concrete e semplici. Se tutto ciò saprà farlo Giampaolo (e non ne sono sicuro…) si continui con lui, altrimenti si prenda qualcuno che sappia gestire la squadra con questo semplice ma chiaro obbiettivo. Tutto ciò ovviamente consapevoli che a gennaio il mercato andrà fatto. Ed anche bene. Su questo punto non si può transigere ed è la chiave, a prescindere dalla permanenza o meno di Giampaolo, delle sorti di questa disgraziata stagione.


Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.

Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finché non è finita.

69 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rb27 - 4 settimane fa

    Per avere degli occhi devi avere innanzi tutto una testa… qui non c’é mai stato un vero progetto e neanche quando é andata molto bene, come con l’ultimo ripescaggio in EL, si é deciso di dare vita ad una programmazione solida e continua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toroperduto - 4 settimane fa

    “Un parco giocatori inadatto alle idee dell’allenatore”.
    No.
    È un parco giocatori messo tutto insieme inadatto alla serie A.
    Ancora non abbiamo capito questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dr Bobetti - 4 settimane fa

    Se gli son da pesce lesso, se qualcuno dice ha paura…. vuol dire che il manico non trasmette il giusto atteggiamento.
    Giampaolo game over penso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PotenzaGranata - 4 settimane fa

    Altro che occhi di tigre….!!!

    A parte il Gallo, questi hanno occhi da pesce lesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. suoladicane - 4 settimane fa

    gli occhi della tigre, il tremendismo granata bla bla bla in conferenza lo dicono da un po’ peccato che i risultati siano sempre gli stessi, forse è ora di applicare questi concetti invece che parlarne con i giornalisti, quindi doppi turni di allenamento per aumentare la condizione atletica ancora deficitaria a fine dicembre e poi meno tattica e più lavoro tecnico e fondamentali……….
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pavl73 - 4 settimane fa

    Tra l’altro
    La prox a Napoli che ieri se nn sbaglio a perso con la Lazio.
    Quindi i 3 punti li prendono con noi e di conseguenza rimaniamo a 7 e di conseguenza la prendiamo nel….
    È così semplice il calcio.
    Mah….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Andrea63 - 4 settimane fa

    Il tecnico sbagliato nel momento meno opportuno, d’altronde la società del NULLA non poteva che partorire l’ennesima scelta sbagliata come il DS altrettanto inadeguato… Per quanto riguarda la squadra a parte il povero Belotti eroico non vedo tantissimo talento ne tantomeno quella giusta grinta per salvarsi, mah credo che ormai ci aspetti solo la B, come tifosi non lo meritiamo ma la presidenza e tutto lo staff per me sono da C quindi è già un successo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pavl73 - 4 settimane fa

    Be!
    Comunque piacevole vedere che, dopo un match del genere e vista la situazione, ci siano volti distesi e sorridenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gallochecanta - 4 settimane fa

    Siamo ancora alla retorica degli occhi di tigre? La squadra è scarsa, l’allenatore in confusione totale, la società non esiste.
    Non credo siano sufficienti gli occhi di qualsiasi mammifero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Tommydado - 4 settimane fa

    Occhi di tigre direi gp proprio no al massimo occhi alla Gasparri…formazione sbagliata cambi intempeativi e sbagliati.. incapacità di leggere la partita …tatticamente e il gioco latitano ….la grinta e voglia di vincere non c’è….che dire in questo caso ha ragione il presidente …..nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pieffe6_12241756 - 4 settimane fa

    Altro che occhi di tigre! Qui non è rimasta neanche la dignità! Giampaolo non aspetterebbe l’ennesimo esonero: con 7 punti in 13 partite avrebbe già dovuto rassegnare le dimissioni! Idem Vagnati.
    Avete peggiorato una squadra che già faceva schifo!
    Vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

    Si può esonerare Gianpaolo solo se si prende un allenatore esperto, carismatico e senza fronzoli alla Ranieri per salvarci.
    Oppure si deve rinforzare la squadra a gennaio con innesti di qualità nei ruoli chiave che servono al mister. E cedendo gli scontenti o relegandoli in tribuna.

    Quanto agli occhi della tigre, cito Troisi e dico che a questo punto mi accontenterei anche degli occhi di un orsacchiotto…. PERCHÉ questi giocano da Pecore senza pastore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Madama_granata - 4 settimane fa

    Uno degli articoli più azzeccati, giusti e condivisibili che ho letto negli ultimi tempi.
    Tutto giusto, tutto vero, tutto molto chiaro.
    Purtroppo tutto molto amaro: nessun fronzolo, si va dritti al nocciolo del problema.
    E la domanda è:
    – qual’è la mossa più giusta da fare x scongiurare la retrocessione
    – Giampaolo è o non è l’allenatore più adatto x tentare la risalita

    A mio personale commento aggiungo che mi sembra che la squadra non lo segua affatto e che Meité e i suoi vari “sosia” di questo passo non si scuotono e non si scuoteranno mai alle sue invettive, ai suoi sproni, ai suoi urli da bordo campo.
    Come per i giovani che non studiano non serve il genitore-amico, così x i giocatori che non lottano non serve l’allenatore-amico, ma uno che sa imporsi con autorevolezza, ma anche farli tremare con autorità, magari prendendoli a “calci nel sedere”, come dice l’articolista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Gigiotto - 4 settimane fa

    Io vedo sempre una squadra che se va in vantaggio, e a noi è capitato diverse volte, invece di continuare a pressare e portarsi in attacco si chiude in difesa
    Inoltre ieri come altre volte, subito il pareggio invece di attaccare costringendo gli avversari a chiudersi in difesa succedde l’opposto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. olivia - 4 settimane fa

    GIAMPAOLO e’ l anti calcio per eccellenza e quindi solo un anti Cristo come Cairo poteva portarselo in casa.Giampaolo e’ peggio della pandemia.E’ peggio della seconda guerra mondiale.Possibile che all inizio il Sommo Maestro non conoscesse bene tutti i giocatori a disposizione.Dopo una settimana avrebbe già dovuto sapere tutto.Invece non conosce un cazzo di niente sui giocatori.Persevera nella sua ignorante cocciutaggine a Mettere centrali Bremer e Lyanco.Non sono centrali la cazzata la fanno sempre .Non mi capacito come Giampaolo possa essere cosi’ sprovveduto.Vagnati e’ un altro bel personaggio arrivato grazie a quel rimbambito del nostro presidente.Cairo stai pagando degli incompetenti.Adesso che ti sei reso conto delle coglionatevche hai fatto devi solo spararti nei coglioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Simone - 4 settimane fa

    Ancora con Meite?!?!
    Sono due anni che lo aspettiamo.
    Bastaaaaaa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. lucapecc_908 - 4 settimane fa

    Sono d’accordo con l’articolo.
    E’ ormai più che evidente che con questi giocatori non si possa praticare il gioco richiesto da Giampaolo e visto con Samp ed Empoli. Faccio un esempio: le triangolazioni palla avanti-palla indietro per smarcare un uomo sulla trequarti offensiva. Si vede che le provano ma, a parte il fatto che riescono una volta su cinque (oggi Gojak ha lanciato due contropiedi del Bologna), non servono a nulla se poi l’uomo che viene smarcato, Rincon o Linetty, Gojak o Meite (Lukic è l’unico che qualche volta ci prova) invece di puntare a rete e rendersi pericoloso si gira e ricomincia da dietro perdendo tutto il vantaggio conquistato.
    E ancora: quanti gol dobbiamo ancora prendere allo stesso modo, con la difesa che sale quando gli avversari hanno la palla sulla trequarti esterna mettendo in fuorigioco un paio di avversari ma subendo il taglio di uno che arriva da dietro,oggi Soriano, riceve fra due nostri difensori, non è in fuorigioco (oggi lo tiene dentro Izzo) e può tirare da solo in rete. Ha fatto lo stesso Quagliarella, sono simili i due gol della Juve, quello di Djuricic del Sassuolo e quello di De Paul. Se si è in vantaggio negli ultimi dieci minuti non si può prendere gli avversari a uomo impedendo loro di giocare dandogli botte e spintoni come fanno gli altri con noi?
    Questi non sono dettagli, sono situazioni che ci stanno mandando in serie B e che nonostante siamo alla tredicesima giornata non sono mai state risolte.
    Mi sembra che siamo fuori controllo e sinceramente sono abbastanza rassegnato.
    Ho sempre scritto che non ce l’ho con Giampaolo ma che non era la stagione giusta e non c’erano i giocatori giusti per prendere questo tipo di allenatore, bisognava dare fiducia a Moreno che insieme ad Asta si era confrontato nello spogliatoio ed era riuscito a spremere qualcosa da questo insieme di bagas..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Trapano - 4 settimane fa

      Il gioco di Giampaolo prevede giocatori tecnici che noi non abbiamo, paradossalmente questa squadra potrebbe rendere più con uno come Cosmi che con Giampaolo, siamo alla frutta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 4 settimane fa

      Sono completamente d’accordo, Lucapecc!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Junior - 4 settimane fa

    La verità sta nel mezzo: GP non gestisce Meite ma anche lo stesso Meite è una sega.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nicodeimos8_13775722 - 4 settimane fa

      Se lo abbiamo scambiato quasi alla pari con Barreca, e Barreca é tutto tranne un buon giocatore da grandi obiettivi, un motivo ci sará…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Trapano - 4 settimane fa

    Tranquilli, a gennaio arriverà Ceppitelli e un’altro paio di scamorze come lui, poi a fine gennaio via Giampy e dentro un’altro pupazzo, film già visto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Bischero - 4 settimane fa

    Ma basta… Ma vi sembrano giocatori che non hanno voglia? Siamo seri. Abbiamo una difesa discreta un centrocampo orribile e un attaccante. Questo é il toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. GRANATORO - 4 settimane fa

    È giusto moulinsk, per il 352 ci vogliono esterni forti, uno è singo e uno dei 2 centrocampisti di cui parlavo è proprio il quinto di sinistra a cui potrebbe subentrare ansaldi che non ha più 90 minuti sulle gambe ma da subentrante farebbe la sua parte alla grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. moulinsk_937 - 4 settimane fa

      Sì, se il quinto lo comprano il 3/5/2 potrebbe funzionare. Se comprano il centrocampista di qualità potrebbe funzionare il solito gioco di Giampaolo.. Se non comprano nessuno di risolutivo non saprei proprio cosa possa funzionare. Bisognerebbe risolvessero la questione della difesa: Sirigu/Izzo/N’Koulou/Bremer erano forti ma dovrebbero tornare come erano, se no c’è da intervenire anche lì: Lyanco a dirigere la baracca non si può proprio vedere. I mezzi fisici li ha ma gliene manca ancora tanta di testa e esperienza..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 4 settimane fa

        I centrocampisti servono anche se gioca 3/5/2…sia con il 4/3/1/2 che con il 3/5/2 sempre 3 sono a centrocampo. La palla devi saperla giocare. Ansaldi é cotto ma cmq di ruolo e abbiamo perso anche con il 3/5/2 e ansaldi singo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

    A Natale potremmo ritrovarci ultimi in classifica visto che affronteremo il Napoli.
    Grazie presidente per il bel regalo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Trapano - 4 settimane fa

      Considerando che c’è Crotone Parma è più che probabile.. bel regalo sotto l’albero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Pulster - 4 settimane fa

    GP è sicuramente una brava persona, ma a noi serve un ufficiale nazista, in quanto a rigore, non a credo politico, intendiamoci; purtroppo non ha polso, e qui le parole nel n servono; bisogna prenderli tutti a calcio in culo.
    Cmq dalle ultime partite GP ci sta mettendo del suo purtroppo; ha perso definitivamente il controllo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pulster - 4 settimane fa

      Vorrei capire i pollici versi, leoni da tastiera senza palle, come i giocatori del Toro del resto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. GRANATORO - 4 settimane fa

    Dimenticavo linetty che a centrocampo cmq ci può stare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Roberto - 4 settimane fa

    Il Napoli ha perso con l’Inter, sta perdendo con la Lazio …. La prossima con noi si risollevera’ di sicuro… Non dovrebbe essere difficile…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. GRANATORO - 4 settimane fa

    Io credo che non ci sarà una rivoluzione a gennaio, non c’è mai stata e Cairo non ha le capacità economiche e le competenze per farlo, al limite potrebbero prendere tramite gli scambi un paio di centrocampisti al verso (difficile ma possibile) Considerando, quindi, che la squadra rimarrà al 90% questa l’unico modulo possibile é il 352 e in questo modulo la difesa tecnicamente più forte è quella di un paio di anni fa sirigu, izzo, nkoulu + bremer, di conseguenza andrebbero riabilitati questi magari con un allenatore che giochi col 352. A centrocampo singo, lukic, baselli quando rientrerà e un paio nuovi, in attacco belotti e verdi (o bonazzoli) o prenderne un altro ma forse sarebbe chiedere troppo anche se servirebbe considerando l’indolenza irritante di zaza e che bonazzoli pare ancora un po’ acerbo. Milinkovic Savic non è sirigu, Rodriguez e Murru insieme non ne fanno uno, rincon e meite fanno danni a ripetizione, gojak come bonazzoli, acerbo, edera non è da serie a, zaza lasciamo stare, ansaldi valido ma non per 90 minuti, vojvoda un buon panchinaro, buongiorno, segre e millico da buttare nella mischia ma con un po’ di calma non possono essere buttati nel tritacarne costantemente in un momento come questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. moulinsk_937 - 4 settimane fa

      Per fare il 3/5/2 alla Mazzarri ci vanno gli esterni e forti, se no giochi in 9 (come giocava il Toro di Mazzarri da quando Ansaldi e De Silvestri non ce l’hanno fatta più). Ansaldi è sempre rotto e ha un’età. Vojvoda e Murru sono onesti giocatori, non punti di forza. Rodriguez non è un quinto. Rimane solo Singo che si farà. 3/5/2, 4/3/1/2, scegliete il modulo che vi pare, rimane il fatto che per giocare in qualunque modo a questa squadra qualcosa manca e quel qualcosa bisogna comprarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Mario66 - 4 settimane fa

    Lo ripeto e lo farò all’infinito. Qui l’unico da sostituire è quella m…a di Cairo. Pensa di capire di calcio ma in realtà non ne azzecca una. Presuntuoso incapace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Roberto - 4 settimane fa

    Qualcuno pensa che a gennaio la squadra venga rinforzata….???
    Non ci pensate nemmeno…. Tutti sappiamo… Società compresa che siamo già retrocessi, quindi non prenderanno nessuno o al massimo qualcuno che non gioca da tempo, con lo stesso risultato di ora…. Cioè “” zero “”
    L’unica cosa è provare a trovare un allenatore che li attacchi al muro…. Ma esiste qualcuno che venga a bruciarsi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. moulinsk_937 - 4 settimane fa

    Meitè ha giocato male e meglio avrebbe fatto Giampaolo a lasciarlo in panca; era meglio un Gojak stanco di lui. Detto questo, se a Giampaolo avessero preso il centrocampista ed il difensore di qualità che gli servivano per giocare al calcio, adesso parleremmo d’altro. Parleremmo d’altro anche se a suo tempo a Mazzarri avessero sostituito gli esterni (De Silvestri, Ansaldi) ormai alla frutta con due onesti titolari, mica con campioni. Probabilmente parleremmo d’altro anche se qualcuno si fosse seduto con Longo a fine stagione e, invece di dargli un calcio in culo, gli avesse detto “questo è il budget, secondo te cosa serve?”. Come tutti, Giampaolo sbaglia, ma l’impresa di dare un gioco fattibile ad una squadra male assortita andrebbe al di là anche delle capacità di Mourinho. Chi deve risolvere questi annosi problemi sul mercato è la società: comprategli un paio di giocatori che anche i ciechi vedono che mancano e Giampaolo (come chiunque altro) farà meglio, molto meglio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. EraldoPecci - 4 settimane fa

    Più che occhi da tigre servirebbero palle d’acciaio. Ma società e giocatori non le hanno nemmeno di cartapesta.
    Non ci sono più parole per descrivere una tale agonia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Mimmo75 - 4 settimane fa

    L’allenatore che sa premere il 110% dalla rosa che ha a disposizione lo avevamo e si chiamava Mazzarri. E il 110% lo ha spremuto sia quando subentrò a Sinisa, sia l’anno successivo. Oggi è palese!!! Ma un motore non può andare costantemente fuori giri o si rompe. E quel motore che un anno e mezzo fa sfiorò la CL arrivando quarto nel girone di ritorno e ritoccando al rialzo numerosi record si è rotto. La domanda è: perchè? La risposta è nell’arrivo del solo Verdi l’ultimo giorno di mercato a fronte di una richiesta di 4 calciatori di qualità avanzata da Mazzarri. Alcuni giocatori che avevano disputato una stagione eccellente volevano cambiare aria e furono costretti a restare senza che di contro la società mostrasse ambizione rinforzando la squadra. E nonostante tutto, anche a fronte di una situazione ambientale diventata insostenibile, Mazzarri riuscì lo stesso a spremere fino all’ultima stilla di energia e impegno la squadra, tanto da collezionare 27 punti che ci consentirono, a conti fatti, di salvarci visto che la media tenuta poi da Longo (non è colpa di Moreno) fu da retrocessione diretta. E a un certo punto la squadra crollò di botto, proprio come un motore portato per troppo tempo fuori giri. Ma invece di comprare un nuovo motore o di cambiare almeno i pezzi principali e quelli più usurati, si è preferito rabberciarlo alla meno peggio inserendo qua e la qualche pezzo di ricambio trovato a buon mercato. Ora si vorrebbe che il pilota riuscisse a riportare in zona rossa il contagiri di questo motore, defenestrandolo nel caso non ci riuscisse… e vabbè. Un passo avanti e due indietro con questi articoli: non si può criticare la società per l’operato e poi prendersela con l’allenatore: fate pace con voi stessi a Toronews!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 4 settimane fa

      Alla luce di quanto è accaduto nei mesi successivi, è chiaro che le critiche nei confronti di Mazzarri sono state eccessive ed ingenerose. Io sono stato tra quelli che lo hanno criticato duramente, ma se si sbaglia, è giusto ammetterlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. valex - 4 settimane fa

      Va’ a dormire, tu e il tuo amore testadighisa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. leggendagranata - 4 settimane fa

      Mazzarri è stato esonerato dopo due sconfitte rovinose con 11 gol subìti ed una squadra completamente allo sbando. Troppi tendono a dimenticarlo. E poi che Verdi sia stato ingaggiato contro la sua volontà fa un po’ ridere. Anzi, vedendo oggi Soriano c’ è da chiedersi perchè un genio come Mazzarri lo abbia defenestrato a gennaio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 4 settimane fa

        Rileggi quel che ho scritto perchè dalla tua replica mi sa che hai frainteso completamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 4 settimane fa

        Soriano devi mandarlo in porta… Lukic gli assomiglia molto anche se é meno tecnico. Si muovono negli spazi alla stessa maniera. Il toro dei 63 punti ha funzionato perché ansaldi e desilvestri rendevano. Rincon ha fatto un campionato strepitoso in termini agonistici tecnici e realizzati i e c era moretti che dava soluzioni tecniche e di esperienza che oggi non abbiamo. Per me questa squadra si può salvare ma vanno fatti dei correttivi in almeno 3/11 dei titolari. Il calcio é fatto di meccanismi. A noi mancano gli ingranaggi. Oggi in 3 o 4 occasioni abbiamo perso palloni sanguinosi in mediana e loro ripartivano.é una costante da 2 anni. Se non vuole andare in b deve cedere izzo nkoulou meité e Zaza più i prestiti di millico edera e mettere dentro altri 4. 3 titolari e un centrale difensivo di riserva.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Athletic - 4 settimane fa

        Verdi può anche essere stato un acquisto sbagliato e Mazzarri può aver avuto le sue responsabilità in merito, tuttavia abbiamo visto tutti che passando da Mazzarri a Longo a Giampaolo, abbiamo sempre fatto un passo indietro in termini di risultati, per cui mi sembra chiaro che le responsabilità degli allenatori contano, ma sino a un certo punto. I problemi stanno nella rosa, mancano come sappiamo giocatori che sono importanti per il gioco di Giampaolo, e in generale manca qualità, soprattutto a centrocampo. Oltre a quanto pare alla coesione all’interno dello spogliatoio e questo è un problema che ci portiamo dietro dai tempi di Mazzarri appunto. La società avrebbe dovuto occuparsene, e risolvere questi problemi, ma non è cambiando un altro allenatore che le cose possono migliorare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Trapano - 4 settimane fa

    Qui ci vanno dei piedi buoni, altro che occhi di tigre ci sono giocatori spremuti come Rincon e Ansaldi, giocatori impresentabili come Zaza e Meite, giocatori scazzati come Sirigu Izzo e Millico, aggiungiamo N’koulu in scadenza, e gli altri sono mezzi giocatori, Linetty, Vojvoda, Rodriguez, Murru, si salvano solo il Gallo, Singo e parzialmente Bremer, ma che mercato vi aspettate ? Bisognerebbe cambiarne almeno 7/8 e investire 80 milioni per fare una squadra seria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. mauro69 - 4 settimane fa

    Concordo in toto con quanto scritto nell’articolo.
    Ma purtroppo il nostro destino sarà un altro e per niente allegro.
    Forse Gianpaolo alla fine verrà esonerato ma per sfinimento, e a quel punto non ci sarà più il tempo di recuperare. Solo di programmare la prossima stagione in cadetteria.
    Sempre che di programmi si possa parlare in questa società di pagliacci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

    Più che gli occhi della tigre servirebbero almeno 4 piedi fatati.
    Certo per quelli servirebbero dei soldini che il presidentissimo non tirerà mai fuori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Bela Bartok - 4 settimane fa

    Non sono un grande sostenitore degli occhi tigrati. Mi pare che il ritornello l’abbia iniziato Novellino, allenatore che non mi ha lasciato grandi ricordi a parte una notevole capacità nello sbraitare. In realtà servirebbero molto di più un paio di piedi di fata, saran meno granata degli occhi di tigre ma magari sanno che fare con un pallone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Fscuticchio - 4 settimane fa

    Il Toro ha cessato di essere Toro, si da quando hanno venduto Liajic e Falque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

      da molto molto prima fidati.
      Non sono 2 calciatori uno panchinaro a Benevento l’altro esiliato in Turchia perché nessuno l’ha voluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mix_1 - 4 settimane fa

      è stata più significativa la cessione di benassi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Trapano - 4 settimane fa

    Al mio commento sotto avete messo dei meno.. non avete proprio capito una minchia, secondo voi Cairo butta via 10 milioni di euro per mandare via Giampy ? Purtroppo resterà il maestro e gennaio non arriverà nessuno se non un paio di scamorze, questa è la realtà, poi se voi credete a babbo natale continuate a scrivere letterine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 4 settimane fa

      Io invece sono d’accordo, Cairo non comprerà nessuno (nel mercato invernale non lo ha mai fatto), e difficilmente esonererà Giampaolo, a meno che non ne possa fare a meno. Vagnati dovrebbe fare il miracolo di rinforzare la squadra con degli scambi, perchè il suo budget sarà zero, come detto sopra, e la vedo dura che sia così bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Nero77 - 4 settimane fa

      Piuttosto si fa mozzare la mano destra che spendere nel mercato di gennaio..Il maestro l avremo sullo stomaco ancora per qualche mese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Scott - 4 settimane fa

    Occhi di tigre e piedi a cubetti di porfido, il risultato non cambia. Non illudete….vi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Guevara2019 - 4 settimane fa

    Cambiare il tecnico adesso è quasi come quel detto “di chiudere la stalla quando i buoi sono già

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 4 settimane fa

      usciti”.
      Forse saranno obbligati dopo Napoli, però io rimango dell’idea che al Toro può arrivare chicchessia, il risultato sarà pressoché uguale.
      Felice d’essere smentito, si vedrà,ma a gennaio con quella classifica dovrà girare tutto alla grande, al netto del mercato, non penso che ci sarà granché da acquistare d’inverno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Ayace67 - 4 settimane fa

    Questo gruppo non ha niente di quel che serve ad essere una squadra di perdo professionisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. miele - 4 settimane fa

    Partiamo dall’ ultima affermazione: “il mercato a gennaio andrà fatto, ed anche bene”. Mi chiedo se ci sia ancora un tifoso del Toro di Cairo che creda a questa possibilità. Con il volpone al comando, se ci sarà mercato sarà solo per piazzare chi se ne vuole andare, e speriamo che non arrivino offerte allettanti per Belotti. Per l’aspetto allenatore direi che dopo 12 partite come quelle giocate, non dovrebbero esserci dubbi: deve essere sostituito. Non è adatto al nostro campionato. È troppo idealista e per nulla pragmatico. Dopo 12 partite non ha ancora deciso che tipo di gioco adottare e quali siano gli elementi più idonei per concretizzarlo. Sappiamo benissimo che l’organico del Toro è una specie di parco buoi, ma se vuoi allenare devi accettare anche queste sfide. Io credo che il destino del Toro sia ormai segnato: serie B. Per questo motivo, se ci fosse un presidente degno di tale qualifica, anziché fare spallucce dopo ogni prestazione deludente, dovrebbe darsi una mossa e cercare un’alternativa. Qualcuno valido sul mercato c’è ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Ayace67 - 4 settimane fa

    Niente gioco, niente idee, niente tecnica, niente cuore e polmoni! Altro di niente… Non mi viene in mente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Torello di Romagna - 4 settimane fa

    Anche io la penso così e lo sto sostenendo da tempo .
    Purtroppo è già da un po’che si intuisce che questa squadra è spenta (Gallo a parte) .
    A questo punto bisogna calarsi prima possibile nell’ottica di diversi salvare e quindi non c’è più spazio per troppa filosofia .
    Serve una guida tecnica adeguata e di polso che faccia veramente scendere in campo una squadra affamata e aggressiva ; spazio solo a chi garantisce questo con l’innesto inevitabile di almeno un paio di centrocampisti decenti (che mancano da anni) oltre ad una punta di qualità da affiancare al Gallo.
    Non è possibile assistere a spettacoli del genere (non riusciamo a tirare in porta in casa al Crotone , Bologna ecc)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. valex - 4 settimane fa

    Francamente mi sono un po’ stufato di occhi di tigre, coltello fra i denti, cuore oltre l’ostacolo, sputare sangue, sudare la maglia, onorare i valori, sudare, uscire dal campo esausti, incenerire l’avversario e via con i luoghi comuni e le frasi fatte.
    E’ chiedere troppo avere una squadra fatta da normali giocatori professionali e che giochino con l’impegno richiesto e con un po’ qualità?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Trapano - 4 settimane fa

    Sembra la letterina per babbo natale.. ma lo sai che babbo natale non esiste ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. LeoJunior - 4 settimane fa

    Io sono un convinto sostenitore dell’importanza della componente mentale. Però poi dobbiamo evitare di non guardare alla cruda realtà: il carattere e gli occhi della tigre possono colmare un gap tecnico. Qui manca l’ABC. Io so per certo che se nelle giovanili (di una squadra di paese, non cantera del Barca!) mi fossi fatto sfilare l’attaccante come ha fatto Bremer, non avrei visto il campo per mesi. Idem per passaggi banali e stop a 2 metri.
    Altro che occhi della tigre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Nero77 - 4 settimane fa

    Ancora cè qualcuno che ha il coraggio di sostenere il maestro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. bordeauxgranata - 4 settimane fa

    Nulla da eccepire, un conto é giustamente buttare me*da sul mandrogno, un conto é interrogarsi sugli sbagli dell’ allenatore…perché può essere considerato una vittima della scellerata gestione societaria, ma é comunque colui che gestisce i calciatori e li deve fare rendere nonostante i loro limiti tecnici… Basterebbe guardare un po’ di serie A per vedere che certe squadre sopperiscono alla scarsa tecnica con un gioco rapido ed efficace con mestieranti che provengono da serie inferiori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy