Primavera, prolungato lo stop del 3 dicembre: ipotesi ripresa il 10 gennaio

News / Per le giovanili ancora non c’è una data per la ripartenza del campionato

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Torino Primavera

Il 3 dicembre doveva essere il termine finale dello stop ai campionati giovanili. Una data che verrà sicuramente posticipata. Ma fino a quando? A ora non c’è una data certa né per il campionato Primavera né per il resto delle giovanili. Un’ipotesi per il primo c’è. L’idea, ancora in attesa della conferma da parte della Lega Serie A, è di far ripartire la stagione della Primavera il 10 gennaio 2021. Il campionato riprenderebbe con i tanti recuperi da fare e una volta messe in pari le squadre potrà svolgersi regolarmente la stagione. Per intenderci, il Torino ha giocato fin qui 3 partite e ne deve recuperare 4, la Roma ne ha disputate 6 e ne deve giocare ancora 1. Si tratta solamente di un’ipotesi e va presa con le pinze dunque questa possibilità.

LEGGI ANCHE: Chi è Horvath: a 13 anni ha sconfitto un tumore, a 18 ha esordito in A contro il Toro

Altra novità attesa riguarda un nuovo protocollo sanitario. L’impossibilità di estendere quello delle prime squadre e l’inefficienza di quello utilizzato a inizio stagione obbligherebbero la Lega a studiarne uno ad hoc. Un protocollo più rigido di quello studiato precedentemente, ma meno pesante – soprattutto economicamente – di quello delle prime squadre. Su questo fronte, però, non ci sono novità e si dovrà attendere. Quello che è certo è che il campionato 2020/2021 è falsato già in partenza. A gennaio, con l’apertura del calciomercato, c’è chi potrà intervenire per rinforzare una rosa che ha già dato alcune risposte (vedete la Roma) e chi (vedete il Torino) non ha giocato abbastanza per poter trarre conclusioni, per poter capire chi tenere e chi mandare via. Ma almeno c’è la speranza che a gennaio i ragazzi possano tornare a sognare sui campi, continuando a inseguire il sogno di diventare professionisti.

LEGGI ANCHE: Chi è Kryeziu, il centrocampista convocato contro l’Inter

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    La Lega dovrà mettere a punto un nuovo Protocollo Sanitario più rigido del precedente però meno oneroso di quello attuato per le prime squadre.Già una soluzione “salamonica”che potrà andare bene per le Società che dispongono di un proprio impianto,”meno bene”per Torino fc che notoriamente ha un Settore Giovanile “senza fissa dimora”itinerante su campetti presi a noleggio volta volta.Quanti Protocolli dovrà garantire Torino fc?D’altra parte ,se così non fosse, l’intero Settore sarebbe a rischio scomparsa con un danno economico significativo.Tuttavia il ns.lungimirante Presidente predilige questa “soluzione temporanea” al Robaldo ormai uscito dai radar, infatti più nessuno ne parla.Un’altra “gemma” della Sua già ampia collezione.Che tristezza e che vergogna! FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy