La leggenda incontra la leggenda: al Museo del Grande Torino la mostra su Facchetti

La leggenda incontra la leggenda: al Museo del Grande Torino la mostra su Facchetti

Mondo Granata / Presente all’inaugurazione anche il figlio dell’ex campione interista, Gianfelice

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Quale miglior modo per approcciarsi a Torino-Inter nel segno del rispetto e della sportività se non inaugurando una mostra su Giacinto Facchetti al Museo del Grande Torino? Serata d’eccezione ieri a Villa Claretta Assandri a Grugliasco, dove al Museo – nelle persone del direttore Giampaolo Muliari e del presidente Domenico Beccaria – è stato “tagliato il nastro” della nuova mostra dedicata allo storico capitano nerazzurro, denominata “Ora sei una stella”.

Non è la prima volta che il Museo granata – recentemente nominato tra i fondatori dell’ISMA (l’International Sport Museum Association) – dedica le sue sale alla memoria di grandissimi calciatori non appartenenti alla storia del Torino, ma che per le loro gesta di calciatori e di uomini sono meritevoli dell’ammirazione super-partes. In passato, ad esempio, alcune mostre sono state dedicate a Gigi Riva e Javier Zanetti. Stavolta è toccato a Giacinto Facchetti, capitano dell’Inter e della Nazionale scomparso nel 2006 a soli 64 anni. Uno che ha scritto pagine indelebili del calcio nostrano per le qualità dentro e fuori dal campo.

All’inaugurazione della mostra – che sarà visibile, il sabato dalle 14 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19, fino a domenica 1 marzo 2020 nella sala della Memoria – ha partecipato Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, insieme a Fabrizio Melegari, direttore editoriale della Panini (che ha dato un contributo importante alla mostra), e a Daniele Bonesso, autore di un libro su Facchetti. Presenti anche diversi tifosi nerazzurri dell’Inter Club Torino.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TorinoGranata - 10 mesi fa

    I Veri Campioni, in campo e fuori, non moriranno mai.

    Giacinto, è stato un vero piacere vederti giocare a calcio ed anche sapere, oggi, dalle parole di Tuo Figlio, a quale difensore ti sei ispirato nella Tua carriera.

    E Virgilio, da lassù, ti ha sentito ed aiutato a diventare il Campione che sei stato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy