Arena (pres. Alicante): “Torino Academy, una famiglia. E al Messina ho portato Ferrante”

Arena (pres. Alicante): “Torino Academy, una famiglia. E al Messina ho portato Ferrante”

Esclusiva TN, la storia / Il presidente dell’Alicante, nuova squadra affiliata all’Academy Torino, racconta i retroscena dell’accordo e la sua profonda fede granata

di Roberto Ugliono

Il 4 giugno scorso, il Torino ha ufficializzato l’ingresso nel team delle Academy straniere dell’Alicante, società spagnola che per tre anni sarà satellite dei granata. La squadra iberica, però, aveva nel suo destino il Toro già da tempo perché il presidente è un ex frequentatore della curva Maratona. Rocco Arena sta cercando di insegnare il tremendismo granata in Spagna: qualche anno fa, dopo che la sua squadra ebbe ottenuto la promozione nell’Eccellenza iberica, portò i suoi ragazzi a Superga.

Buongiorno presidente, come sono stati i primi giorni da Academy del Toro?

Decisamente molto buoni. Sono già venuti da noi per quattro giorni Teodoro Coppola e degli istruttori. Sono state giornate molto intense, ma durante le quali hanno formato i nostri allenatori, che erano abituati a lavorare in modo diverso e ora stanno mettendo in pratica gli insegnamenti.

Si sono già visti dei frutti?

Sì. Il Settore giovanile sta crescendo e il Toro ha già selezionato un ragazzo di 16 anni a cui fare un provino, Ismael Zeballos.

Comi a Malta per la chiusura della stagione della locale Torino Academy

Com’è nata l’idea dell’affiliazione?

Io sono stato a Torino a parlare con Alberto Barile per informarmi sul Toro e per farmi presentare un po’ la società. Dopo poco lui chiamò Teodoro Coppola, responsabile del progetto Academy, e appena l’ho conosciuto mi ha convinto. Mi ha fatto commuovere il suo modo di parlare del Toro e poi mi ha fatto innamorare da subito del suo progetto. A quel punto son tornato in Spagna per raccontare a tutta la società dell’incontro e abbiamo deciso di volare immediatamente a Torino per portare a termine l’accordo. Una volta arrivati, ci hanno fatto vivere un’esperienza fantastica. Abbiamo conosciuto tutta la società, visitato i luoghi del Toro e ci hanno spiegato ogni aspetto dell’affiliazione nei minimi dettagli. Che dire, abbiamo conosciuto uno staff veramente eccezionale.

Per lei non sarà stato difficile farsi convincere, visto che è tifoso del Toro..

Io non sono un tifoso del Toro. Io sono del Toro. Da ragazzo ho vissuto la Maratona e per me il Toro è un fratello. 

Per questo nel 2016 portò l’Alicante a Superga?

Avevamo vinto il campionato di Eccellenza spagnola e volevo insegnare ai ragazzi qualcosa del tremendismo granata. Così li portai a Superga e gli raccontai tutto: dal Grande Torino, la squadra più forte di sempre che solo il destino vinse, a Meroni, che fu investito da un ragazzo che un giorno divenne il presidente del Toro. Insomma, gli ho fatto capire che il Toro è un romanzo d’amore che ogni anno scrive delle pagine bellissime.

Passando a lei, ora ha comprato anche il Messina.

Sì e anche lì ho portato un po’ di granata. Il direttore generale sarà Marco Ferrante e il direttore sportivo sarà Davide Morello. D’altronde per me il mondo è a colori, non in bianconero.

Grazie e in bocca al lupo per il futuro.

Grazie e forza Toro.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianTORO - 1 mese fa

    più colore nella vita e meno bianconero!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RFgranata - 1 mese fa

    Ciao a tutti i fratelli granata sono un po’ di mesi che vi seguo ma non avevo mai scritto
    Come mai quando ci sono belle notizie come questa non scrive nessuno mentre x criticare ci sono sempre un sacco di commenti? Grazie x dirmi la vostra saluti a tutti in particolare a Bacigalupo e Granatiere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. toromancino - 1 mese fa

    Grande! Nel mondo ci vorrebbero più uomini così!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy