Cairo: “Non rimarrò a vita, ma cederò il Toro solo a uno migliore di me”

Cairo: “Non rimarrò a vita, ma cederò il Toro solo a uno migliore di me”

Le Parole / Le parole del presidente granata a La Repubblica

di Redazione Toro News

FUTURO

Cairo

Urbano Cairo rilascia una nuova intervista a pochi giorni di distanza da quella a La Stampa (LEGGI QUI). Il presidente granata ribadisce sulle colonne de La Repubblica che può lasciare il Torino, anche se non a breve termine ma “quando lascerò, lo cederò a chi potrà fare meglio di me”. Cairo ha concluso i suoi primi 15 anni da presidente e alla domanda se rimarrà per altri tre lustri alla guida del Torino risponde: “Non esageriamo. Sono molto legato al Toro ma non voglio restare a vita”. Il numero uno granata ripercorre, poi, la sua ascesa nel mondo del calcio avvenuta in quella calda estate del 2005. “Ricordo la frenesia: tante cose da fare in poco tempo. Dormivo tre ore per notte, fu l’emozione più intensa della mia vita”. E poi dopo 15 anni Cairo traccia un bilancio. “Negativo per i tifosi – dice – . Per me? Io sono contento, ma non sono soddisfatto al 100%. La partenza bruciante con la promozione in A andò oltre le aspettative. Quando ti sopravvaluti però paghi e noi vivemmo un periodo buio: tre anni di A senza infamia né lode, e poi la B annaspando per lo shock. Però, dal nostro ritorno in A, abbiamo fatto ciò che ci chiedono i tifosi: restituire onore al Toro, tornare stabilmente sulla sinistra della classifica, rifare il Filadelfia. Se è rinato mi prendo parte dei meriti: i tifosi lo volevano da 20 anni, ora c’è”.

LEGGI ANCHE: Torino, le difficoltà di Rincon e Izzo nel sistema-Giampaolo. E il mercato aspetta

137 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

    Ogni volta che lo leggo mi commuovo…. Il miglior filantropo mai esistito….. Ci mancava solo scrivesse che ha risanato i debiti quando ha preso il Toro e poi eravamo a cavallo.

    La Perla poi dei 60 milioni resterà negli annali e qualcuno magari ci crederà pure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. christian85 - 3 settimane fa

    Quello che molti non capiscono è che, al di là delle reali potenzialità economiche che ha Cairo, quando una società ( o un presidente, o un patron stesso ) dichiara quali sono gli obiettivi della squadra, significa fare una dichiarazione che se però tale obiettivo viene fallito è una grossa perdita , rischiando buchi.

    Questo significa per esempio che, l’Inter che ha speso oltre 100 milioni di euro per il mercato, accontentando qualsiasi capriccio di Mr parrucchino, nelle tre competizioni, aveva in progetto almeno di vincere scudetto e Coppa Italia.

    Risultato : 0 Causa : buco di milioni

    Ora, probabilmente a Mr Zhang non è un problema aver investito 100 milioni ( che in tempi di crisi e Covid sono veramente una cifra esorbitante ), il problema è che se nemmeno quest’anno 2 competizioni su 3 le vince, il prossimo anno l’Inter dovrà battere cassa con le grandi cessioni.

    Poi ci sono le favole : quelle tipo il Chievo nel 2001 e l’Atalanta da 2 anni, favole che succedono una volta ogni 20 anni ( quando magari alcune delle medio grandi falliscono, tipo Palermo.. Fiorentina.. Parma.. ecc ), le favole di queste medio società, derivano da una grande cultura del lavoro e da una metodologia vincente che però solitamente al massimo durano 3 anni.

    L’Atalanta stessa appunto per fare l’esempio più concreto, è vero che ha un patron che è tra i primi 20 più ricchi di Italia, ma è un caso a parte perchè le cose sono nate bene, con un buon disegno tecnico, un allenatore capace di esporre le proprie idee di calcio e, con un mix di esperienza delle rete di osservatori e di scelte rivelatasi azzeccate, hanno fatto una combo.

    Lo stesso Ilicic ( che mi auguro possa tornare a giocare e sconfiggere la depressione ) è stato acquistato dalla stessa Atalanta per una cifra ridicola, se si pensi che Cairo lo poteva comprare dalla Fiorentina per soli 7 milioni di euro.. gli stessi spesi per Ljajic ( che comunque per me era da tenere ). Poi hanno trovato nel Papu Gomez la loro bandiera ed infine hanno preso Muriel che molte società, comprese le grandi, lo davano per fallito ed infine un certo Duvan Zapata, investimento costato 9 milioni pagati per l’anno del prestito più 17 per comprarlo a titolo definitivo. Oggi, se lo vendono almeno 30 milioni sicuro li vale.

    L’Atalanta non ha fatto un mercato da 100 milioni come l’Inter, ne avrà spesi al massimo 30/40 grazie soprattutto all’anno precedente e agli introiti di posizionamento classifica, più sponsor ( che da soli pagano la gran parte dei costi ).

    Detto questo, il primo anno che l’Atalanta arrivò 4° a pari punti con l’Inter ma l’obiettivo non fu la Champions, ma la EL, poi Ilicic è esploso, il Papu incantava con le sue giocate, Gosens e Hateboer facevano i fenomeni e l’annata è stata fortunata.

    Si sono ripetuti, alla grande, ripetendo non solo il grande campionato ma sapendo gestire anche 3 competizioni, una cosa davvero mostruosa, ma se andiamo a vedere la rosa ( che non è corta ) è stata studiata bene reparto per reparto.

    La domanda reale è, ma se Ilicic non dovesse guarire e non dovesse tornare a giocare per diverso tempo e il Papu Gomez che giovane non lo è più, l’Atalanta senza questi due cosa potrebbe fare ?
    Ora, mi aspetto che quest’anno l’Atalanta non sia quella di 2 anni fa e quella della stagione appena passata. Ne sono stra sicurissimo.

    La differenza è che Percassi è uno dei 20esimi uomini più ricchi di Italia, Cairo forse arriva al 60° posto, insomma.. non abbastanza per poter fare certe dichiarazioni e puntare certi obiettivi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

      La differenza è che percassi programma Cairo no.
      La programmazione non c’entra nulla con i soldi, i soldi servono poi per fissare gli obiettivi della programmazione, se ho 10 programmo per 10, se ho 100 programmo per 100, se ho 1000 programmo per 1000
      Non facciamo confusione sui due piani.

      Quello che Cairo non fa è programmare e strutturare.
      In 15 non ha creato nulla quindi quando andrà via non lascerà nulla.

      Certo che se la nostra massima gioia è quella di accontentarsi se non lascerà debiti allora siamo sprofondati nel baratro della mediocrità più assoluta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        No non sono d’accordo.. tra Percassi e Cairo a livello economico c’è una differenza enorme. Non si può non ammettere questo.. e la differenza non è minima.

        Poi, ovviamente, certo che è anche una questione di programmazione ma alla fine se Cairo poteva ( più che voleva ), avrebbe preso Zapata, Ilicic e Muriel, invece sono arrivati Zaza e Verdi…….

        E poi, comunque, l’anno in cui avevamo Ljajic, Cairo se non erro aveva seguito le direttive di Mihajlovic e l’anno dopo quello di Mazzarri.
        Tra tutti e due, almeno non mi pare, nessuno si è lamentato di lui e uno come Miha le cose le dice in faccia senza problemi.. ma questo dalle interviste non è mai stato trapelato.

        Insomma quell’anno comunque avevamo Ljajic Belotti e Falque davanti, e non era poco.. eppure siamo arrivati 9°….. sempre colpa di Cairo anche quell’anno ?

        Ripeto, ha grosse colpe e ha fatti gravi errori ma anche fino a un certo punto, se vogliamo essere onesti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. OldBull - 3 settimane fa

    Ci sono commenti privi di qualsiasi contenuto, tipo: “Sempre forza Toro” o “Il Toro si ama, non si critica!” che beccano un mare di like, il che è comprensibile, ma fino ad un certo punto… poi ci sono altri commenti in cui c’è almeno il tentativo di fare discussione, magari una critica ma costruttiva, obbiettiva, e questi beccano una sacco di pollice verso. Ora mi chiedo: o i tifosi granata si sono completamente rincitrulliti, o c’è qualcosa di strano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 3 settimane fa

      Niente di strano, siamo tifosi, quindi tifiamo per la ns. squadra, sempre e comununque

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

        Pare che tu sia stato eletto per rappresentare il pensiero di molti…a quanto dici…o che questo ruolo tu te lo sia preso…
        O hai una grande opinione di te stesso…
        O sai contare bene in quanti siete a prendere uno stipendio per scrivere arringhe difensive del tuo capo.
        Il problema è che ormai nessuno ci crede più e risulta tutto davvero poco realistico.
        dai, sù…convinci il tuo capetto a vendere che così siamo tutti più sereni.
        Tu compreso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mah... - 3 settimane fa

      Nulla di strano. Il motivo nasce dal fatto che per alcuni tifosi risulta difficile e pesante pensare. Per loro è più semplice vivere di slogan. Poi c’è anche la parte che è pagata per pensare come vuole il capo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

      Strano, vero?…
      Purtroppo ci hai visto giusto.
      Ci sono utenti che in realtà sono “moderatori” (chiamiamoli così…) della redazione e hanno anche diversi profili, per cui “giocano” un po’ con i ruoli da ricoprire.
      Lasciamo poi stare il discorso relativo ai “like”, che sono anonimi e quindi del tutto in mano alla redazione stessa, che li distribuisce a seconda delle esigenze.
      …perché non rendere possibile cliccare sui like solo a chi ha fatto il login e rendere pubblico il nickname di chi clicca “mi piace” o “non mi piace”…sarebbe ancora possible creare consenso fake ma diventerebbe almeno più laborioso, no?
      Qui il consenso e il dissenso ai post sono finti.
      E’ tutto finto…come Cairo.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 3 settimane fa

    Nn serve lo sceicco, o la multinazionale o chi ha una montagna di grana.
    Serve una proprietà che faccia calcio, nn è vero che tutto il sistema football è marcio, ci sono società che fanno calcio nel rispetto delle proprie possibilità economiche. A questo dobbiamo ambire, titoli nn ne vinceremo ne con il PRESINIENTE e nemmeno con un’altra proprietà ma con cairetto nn hai nemmeno la speranza di competere, di giocartela.
    15 anni dove l’unica certezza è la solidità economica, molti si accontentano di questo per paura, bene, ora vi chiedo?
    Cosa c’è di GRANATA, nella paura, nell’accontentarsi, nel nn aver ambizioni?
    Oggi nn fallisce più nessuno é praticamente impossibile, mentre qui si fa passare Cairetto come il salvatore,
    ” ho messo 60 milioni” detta così sembra che li abbia messi di tasca propria, in realtà ha fatto come tutti gl’impremditori, è andato in banca a chiedere grana, restituendoli neg’anni con gl’interessi, fanno tutti così, gobbi compresi.
    Con l’entrate attuali, sui 100 milioni annui, si può fare calcio, c ‘è chi lo fa con molto meno, e in 15 anni con un progetto serio si doveva fare molto più, soprattutto a livello giovanile, per nn parlare delle infrastrutture.
    La cairesefc attualmente è una scatola di cartone piena di grana, quando il Ciarlatano se ne andrà lascerà solo la scatola di cartone, vuota, come i suoi predecessori.
    CAIRO GAME OVER
    VATTENE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 3 settimane fa

      Bravo Paul.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 3 settimane fa

    È questo cairo ed è questa la sya dimensione di toro: il risultato è positivo se è proporzionato al fatturato. Siamo l ottavo club per fatturato e quello è il nostro scudetto, ora finalmente lo ha detto che più chiaro non si può. Noi tifosi però dobbiamo esserne consapevoli che questo è il menù che ci verrà servito da questo signore che ben si guarda da investire un euro in più per farci arrivare sesto inclassufuca e darci vedere qualche partita oltre il territorio nazionale. Poi tutto questo può andare bene oppure no, ma capire la dimensione Toro di cairo credo che ormai sia facile per tutti. Buon campionato, per sempre ottavi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 3 settimane fa

    Ah ecco , l obbiettivo vero per Cairo era quello di portarci stabilmente nella parte sx della classifica. Grande obiettivo , dove ci compete , decimi , ottavi , non… mammamia.. questa dovrebbe essere il nostro scudetto!! Eppure non gli è riuscito di fare neppure questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. eurotoro - 3 settimane fa

    ecche’ palle leggere sempre sta mancanza di infrastrutture..e chi li deve mettere i soldi…ma che si venda un giocatore no? Vendi izzo a 20 milioni ed investili in queste benedette infrastrutture no?..che? non si puo’ fare?..20 milioni bastano?..bo’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maroso - 3 settimane fa

    Rispondo a @Granata più sotto in merito al Comunale.
    Ribadisco quanto ho affermato:
    Lo stadio Olimpico Grande Torino, Già Stadio Comunale da dopo il 1945, è un bene di interesse Storico ed Artistico sotto tutela delle Belle Arti, tant’è che per apportare qualsiasi modica all’impianto è necessaria una deroga delle Belle Arti. Puoi consultare gli Uffici competenti.
    Per quanto riguarda la vergognosa demolizione del Filadelfia,(che tu definisci che ando liscia) ti rispondo con le parole di Pulici il giorno della posa della prima pietra . “All’estero stadi come il Filadelfia li tutelano e li restsaurano, solo da noi li abbattono.”
    Ciao a tutti
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 3 settimane fa

      Grandissimo !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 3 settimane fa

    Oh mamma oggi apro toronews solo ora e vedo questo articolo: ma nessuno dice a Cairo di starsene zitto? Vuole proprio farsi insultare? Io non capisco ma un briciolo di amor proprio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Ma è proprio per amor proprio che dice ste cose. Lui è fatto così, non mente semplicemente rimuove le cose che non gli fanno comodo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mah... - 3 settimane fa

        In pratica se la conta. Sogna ad occhi aperti come le bambinette.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paul67 - 3 settimane fa

    Comunque sono ottimista per quest’anno, il 10° posto é nostro. Sti cazzi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo67 - 3 settimane fa

      io invece penso che arriveremo sesti!All’inizio la vedevo nera,ma se ci saranno almeno altri 3 acquisti mirati,sarà un bel campionato.Ottimista?forse,vedremo.Tanto essere pessimisti a chi giova?solo a tirarsi le magagne addosso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Paul67 - 3 settimane fa

    Nn c’è TORO con il PRESINIENTE,
    Ambizioni ZERO con la cairesefc.
    CAIRO VATTENE.
    RIVOGLIO IL TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 3 settimane fa

      relax

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Paul67 - 3 settimane fa

    GAME OVER, VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. AndreaSilenzi - 3 settimane fa

    Buffone assoluto e recidivo, che spera continuiamo a berci le cazzate di cui ci inonda da 15 anni. 15 anni di nulla! E ora sparatemi una sfilza di meno, amici del Giornalaio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ardi - 3 settimane fa

    Scusate, ma ogni volta che parla mi cadono i maroni, solo il fatto di rendersi merito per il Fila, che è un cantiere aperto, dicendo “ ora c’è “ quando i giocatori devono mangiarsi un panino in auto, per non parlare delle curve e dei lotti 2/3 . Ribalta la realtà, con relativamente poco, poteva essere un gioiello, invece…. per non parlare del robaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Maroso - 3 settimane fa

    Rispondo a granatasky più sotto in merito alle infrastutture (ed anche a qualcun altro).
    Il mio post precedente forse non era chiaro:di seguito specifico.
    1)Progettto Continassa;; intendevo proprio una costruzione agevolata dal prezzo dei terreni politico, proprio come fatto per i gobbi, ma in piazza d’armi vicino al Filadelfia e al G rande Torino.
    2) Non sono d’accordo sul demolire il Grande Torino come il Filadelfia, non si ripetono gli stessi erori: il Gande Torino non si può demolire per legge (Monumento Nazionale), ne lo si può rendere un rudere inutilizzabile. anche perchè al giorno d’oggi è bene non creare rifiuti e cementificazione per il nuovo Stadio. Non credo che siano questi i valori granata.
    Penso che la fantasia e la creatività possano consentire soluzioni piacevoli anche conformi alle belle Arti.per trasformare l’impianto in un moderno apparato come, ad esempio, a Berlino.
    4) Neanche la Goeba aveva propriettà immobiliari prima della Continassa.
    5) Impariamo a confrontarci civilmente, magari con ironia, ma senza insulti, nè partitti presi come lucabenzoni sostiene..
    Questo per chiarezza dovevo ed ho scritto.
    Ciao a tutti.
    FVCG
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 settimane fa

      Sul fatto che il comunale, attualmente Grande Torino, sia un monumento nazionale credo tu possa sbagliare enormemente. Anni fa , per salvaguardare il patrimonio nazionale e visto che troppo frettolosamente furono demoliti edifici storici , fu emanata una legge che vietava la demolizione di edifici la cui costruzione risalisse ad un periodo di tot anni ( se non sbaglio 50 o 70 Non ricordo ) prima della demolizione. Questo non implica automaticamente che non si possa demolire, anzi. Si deve riunire un comitato che valuterà il caso e darà parere positivo o negativo. Per il Filadelfia si è trovata la scusa che fosse pericoloso e di fretta e furia si demolì. Non si valutò seguendo un iter di solito lungo e farraginoso. Tutto andò liscio come l’olio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 3 settimane fa

        mica tanto, vent’anni ci abbiamo messo per ricostruirlo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 settimane fa

          @rponzon, mi riferivo al fatto che il comune non vedeva l’ora di demolirlo e non ci furono lungaggini. La ricostruzione è stata un parto mal riuscito.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bergen - 3 settimane fa

      Hai proprio ragione.
      L’Olympiastadion di Berlino è il modello per un caso come l’Olimpico Grande Torino.
      I monumenti vanno valorizzati non demoliti.
      Le modifiche apportate allo stadio costruito per le olimpiadi di Berlino del 1936 dimostrano che è possibile fare degli ampliamenti senza modificare la struttura.

      Certo è più facile radere al suolo e ricostruire ma non c’è confronto in termini di fascino e valore storico.

      Mancano volontà e visione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 3 settimane fa

        Concoso pienamene: mancano volonà e visione! Questo è il punto.
        Ciao!
        FVCG.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Maroso - 3 settimane fa

          Errata corrige; Concordo pienamente….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. lucabenzoni7_8317634 - 3 settimane fa

    Da almeno 10 anni SEMPRE gli stessi commenti ogni cosa succede …… lo so che ci sono striciati OVUNQUE ma poi basta ……. è ormai diventato un forum pro o contro CAIRO QUALSIASI cosa dica o qls SIANO allenatori o giocatori ……….. è dal 70 che TOREGGIO e nessuno si è ancora reso conto che non si tratta più di SPORT VERO ma di business : quindi se qualcuno di VOI conosce persone molto ricche con più di 200 mln si faccia avanti e vada da lui e proponga cifra, vedrete che ascolta e vende …………… oppure parliamo dei ns sogni e basta ….. Io vorrei che fossimo diversi dagli altri e godessimo di un sentimento unico che ci farà sempre soffrire sapendo che si parte svantaggiati SEMPRE …………. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      ..si ma ogni tanto dopo aver sofferto bisognerebbe vincere qualcosa …una coppetta…una finale…un terzo posto in campionato per provare la champions.. una sesto per andare in Europa…
      .. invece qui soffriamo e basta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Rimbaud - 3 settimane fa

    @christian85, io credo che quel Toro che tu vuoi vedere si può costruire solamente col tempo, non si tratta solo di manto erboso, ma di costruire un senso di appartenenza forte e per fare questo occorre ricamare e valorizzare la nostra storia e al contempo essere all’avanguardia, la puoi costruire con dei ragazzi come segre, buongiorno e celesia, ragazzi umili che lavorano sodo per cui giocare al Toro è il punto di arrivo. Ma serve un settore giovanile all’altezza che cresca ragazzi dall’età di 10 anni, ultimamente i ragazzi della primavera vengono movimentati come e più la prima squadra e non ha troppo senso. Serve una rete di osservatori che ti vada a pescare i nuovi Belotti, serve una società forte che abbia in mente quale sia la nostra identità e che valuti prima l’uomo di ogni cosa. I tifosi vogliono in società persone come Pulici, come Leo Junior, persone e nomi che possono garantire la bontà di quello che viene fatto e che possono tramandare ciò che è stato affinchè sia ancora. E’ assurdo questo ostracismo per la storia granata.
    Diamo atto che sicuramente ci sono personaggi peggiori nel calcio e che sicuramente nella sessione di mercato corrente Vagnati/Cairo si stanno muovendo bene. Ma questo va bene nel breve/medio periodo. Cosa possiamo aspettarci? Nella migliore delle ipotesi apriamo un ciclo fruttuoso come quello di Ventura (che era ds, dt, team manager e allenatore) e per poi riprofondare nel nulla una volta che Vagnati riceverà una chiamata importante (cosa che avverrà sicuramente se ci saranno i risultati). Servirebbero fondamenta più solide.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 3 settimane fa

      Per dire immaginiamo che finiti gli allenamenti al Fila , ci sia sede e l’area museale antistante. Che i giocatori periodicamente vengano ascoltati e ricevuti dallo staff dirigenziale. Che vengano fatti sentire importanti e parte di una famiglia. Immagina un Pulici o un Pecci mentre accompagna un ragazzo o un giocatore. Una foto, un trofeo fa rivivere un ricordo, non attraverso la retorica, ma attraverso l’autentica commozione di chi quella storia l’ha vissuta e scritta veramente. Forse c’è della poesia e del romanticismo nelle mie parole, ma l’unico modo di tramandare una passione, una storia credo sia per suggestioni, giorno dopo giorno, esattamente nello stesso modo in cui noi siamo diventati tifosi ascoltando i racconti dei nostri genitori e dei nostri nonni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        Ti capisco poeta Rimbaud.. veramente ti capisco. Eccome..
        c’è molto romanticismo nelle tue parole ed è bello, altrimenti non saresti tifoso del Toro.

        Comunque ( e io non sono di Torino ) a Torino la tradizione che si tramanda da nonno a padre e a figlio, non finirà mai e di certo non servono le icone alla Pulici.

        Il grande problema di molti di noi è che sono troppo legati al passato, troppo! Talmente tanto che vivendo di ricordi, prevale la tristezza. Ma questo credo sia normale, è un po’ come i milanisti che erano abituati ai vari Nesta Maldini Cafu Seedorf Ronaldinho Sheva e Pato e ora da 2/3 anni vivacchiano nelle zone EL… ma sanno che quel Milan non esisterà mai più per i prossimi 50 anni. ( forse anche più )

        La stessa cosa noi.. ma quello che si chiede in fin dei conti è soltanto rivedere il toro con la T maiouscola, quello che sapeva vincere i derby e poi perdere magari contro il Castel di Sangro ( per intenderci ).. ma quel Toro che quando arrivavno le grandi avevano paura di venire.

        Il romanticismo comunque se vuoi, lo hai pure adesso e, in un certo senso ricollegando il post in tema, dovremmo quasi dire grazie a Cairo che Belotti è ormai una bandiera e che se non lo vende ora ( avrebbe potuto venderlo alla stagione dei 28 gol ), tra 3 anni non avrà più il prezzo che valeva 2 anni fa e ancor adesso.

        Belotti è il nostro Pulici, già di suo granatizza l’ambiente e Torino, poi se ci mettiamo anche il fatto di avere avuto e di aver ancora in società Moretti, oltre che poi Sirigu e Ansaldi.. direi che qualcosa di granata c’è e anche forte.

        E’ la mentalità che deve cambiare, al tifoso del Toro manca rivedere quel tremendismo con il quale il Toro si contraddistingueva da sempre.. se non hai mentalità puoi aprire tutti i musei e servizi che vuoi, ma saresti sempre più triste vivendo sempre più di ricordi.

        Sarebbe ora piuttosto, dico la mia, anche senza vincere nulla, ma magari di iniziare a vincere i derby e allora è già un passo avanti!!! Poi con calma si pensa al resto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abatta68 - 3 settimane fa

          Il mio passato è legato da sempre al toro e mi riempie ancora oggi di gioia, quando andavo allo stadio 3 ore prima e uscivo un ora dopo, per ripiegare gli striscioni e dare una mano a quelli dei vari club. Percorrevo tutta la balconata, dai korps ai mods, gli ultras fino ai più vecchi e migliori persone che abbia incontrato, i leoni della maratona. Questo per me è stato essere del toro, non solo vedere pulici vincere uno scudetto. I ricordi del passato sono felici…sono le immagini di oggi che sono pietose, a partire dalla pena che provo per chi non è più in grado nemmeno di fare un corso che duri più di 10 secondi! Eppoi mi dispiace per i tanti giovanissimi che non si sono potuti vedere il calcio in genere, non solo quello del toro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. abatta68 - 3 settimane fa

            Non sono in grado di reggere un coro… non un corso ovviamente

            Mi piace Non mi piace
  18. robert - 3 settimane fa

    Finchè ci sarà questo spilorcio il Toro non alzerà mai la testa.Quindi prima se ne va e meglio è per tutti perchè non se ne può più .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Gallochecanta - 3 settimane fa

    La vedo diversamente, ripetere ossessivamente e pubblicamente che non si vende, ma si venderà è una strategia di inizio per l’obiettivo, come il lucidare della mela che sta facendo.
    Purtroppo, checché se ne dica, il bilancio della società non è gran che e il valore della stessa non è nemmeno lontanamente paragonabile alle cifre che vedevo scrivere dai tifosi all’epoca della conferenza dei cialtroni.
    A mia conoscenza l’unica occasione vera che Cairo ha perso è stato il mancato avvicinamento di colui che poi ha comprato il Nizza, quello sì sarebbe stato un gran colpo, ma oggi dubito che, con l’incertezza globale il 2020 e 21 siano anni buoni per cedere al massimo del valore una squadra di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

    …quando pensi che questo tizio abbia toccato il fondo con le sue esternazioni…niente! Lui riesce sempre a scivolare un po’ più in basso con l’intervista successiva.
    Comunque…il tabaccaio sotto casa mia è onesto (non si intascherebbe mai fondi neri dalle cessioni e dagli acquisti) e potrebbe gestire i soldi dei diritti TV meglio di quanto fatto finora, per cui saprebbe fare meglio di lui. Auspico quindi una pronta cessione. Se non al mio tabaccaio, credo ognuno di voi abbia un negoziante da proporre, tanto Cairo di soldi propri non ne ha mai messi, quindi basta uno onesto e che sappia fare i conti.
    Saluto e attendo l’elenco delle “STRUTTURE” di cui adesso la società dispone…perché io mi ricordo solo il container presente alla Sisport…altre strutture?
    Che tristezza.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cos75 - 3 settimane fa

      aspettiamo con ansia la proposta di acquisto del tuo tabaccaio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

        …dice che il problema è che Cairo vuole il 99% del pagamento su conti segreti off-shore…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. cos75 - 3 settimane fa

          E’ davvero un peccato, poteva essere l’uomo giusto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

            …però aspetta….vado a chiedere al benzinaio.

            Mi piace Non mi piace
        2. r.ponzon_13686323 - 3 settimane fa

          Che sciocchi che devono essere in procura se non fanno nulla nonostante la situazione sia quella che tu descrivi e che dici essere nota a tutti….
          Datti una calmata, un conto è l’ironia, un conto diverso è l’ingiuria

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. IlGrandePolicano - 3 settimane fa

            “Datti una calmata” vai a dirlo a tua sorella.

            Mi piace Non mi piace
  21. Francesco67 - 3 settimane fa

    Il Torino fc non possiede nessuna struttura di proprietà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. christian85 - 3 settimane fa

    Comunque 15 anni è già una vita 🙂 🙂 🙂
    Come minimo passeranno altri 15 anni e allora più che “una vita” sarà eternità.

    Ho criticato tanto Cairo, specie per quest’ultimo anno visto che i grandi errori li ha fatti prima lui di Petrachi, Izzo e N’Koulou, però sinceramente riflettondoci bene devo pur ammettere che se guardiamo gli altri presidenti di Serie A, ne cito solo 2 per fare una veloce comparazione : Ferrero e Preziosi.

    Uno è già contestato per aver ceduto un gran bel giocatore a noi, svendendolo, perchè a 10 milioni all’estero lo vendeva facilmente.. mentre Preziosi che è in carica dal 2003.. beh parla da sè.
    Mi sento anche in dovere però citare presidenti come Saputo del Bologna, che è pieno zeppo di soldi, dal 2013 eppure il Bologna oltre il 12esimo posto non l’ho mai visto.. e il Parma che sta iniziando molto in ritardo con la preparazione atletica e visto che è in mano ad arabi, aver puntato su Liverani non mi pare sia una gran scelta se vuoi crescere.

    Questo non è per guardare in casa di altri, però è anche giusto fare una comparazione per vedere su quali livelli stiamo parlando.

    A parte Percassi, che introdotto una metodologia di lavoro vincente, e un cultura del lavoro da prendere come modello ed escludendo l’Inter che però nonostante abbia spese 100 milioni sul mercato, non ha vinto nemmeno la Coppa del nonno, verrebbe quasi da ridere.

    Il Milan stesso, dopo la cessione di Berlusconi ( tra l’altro ormai un Milan finito ), non è andata molto meglio, infatti sono 2 anni che il Milan vivacchia in zona EL.. e per la seconda volta ai preliminari… insomma per nulla bello !
    La Roma, con il potenziale che ha sempre avuto, dopo Sensi non ha mai vinto nulla e Pallotta è riuscito addirittura a farsi odiare dai romanisti, specialmente con la questione Totti e De Rossi..

    Insomma ok le critiche a Cairo, giusto ammonirlo spesso perchè in 15 anni ha fatto molti pasticci, ma pur vero che potevamo finire in mani ancora più sbagliate.
    Voglio dire.. non ne posso fare una colpa a Cairo se ancora non abbiamo vinto nulla, perchè altrimenti i tifosi dell’Udinese dovrebbero prendere a fucilate il presidente Pozzo, che è in carica da 35 anni.. e l’Udinese con tutto il rispetto è sempre stata la società scova campioni per poi rivenderli guadagnandoci plusvalenze da record !

    Quindi.. tirando le somme.. ricordiamoci che prima di Cairo, e tolti i suoi 15 anni di niente sono passati 30 anni dall’ultimo scudetto del 78.. escludendo la brevissima esperienza dell’Uefa e Coppa Italia a cavallo tra 92 e 93, ma per arrivare lì Borsano ha dovuto fare debiti inimmaginabili tanto da mandare in rovina i successori presidenti, da Goveani a Cimminelli..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 3 settimane fa

      Mal comune mezzo gaudio. Siamo a posto…
      Poi paragonare Cairo a Ferrero e a Preziosi…mamma mia…
      Sarà contento il vostro presiniente?…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        @mah

        e certo. Visto che molti dei tifosi granata si lamentano, allora i doriani e genoani cosa dovrebbero dire ?
        Più i genoani che alle spalle nella loro gloriosa storia hanno 9 scudetti cuciti sul petto eppure dal 2003 sono prigionieri di uno che li ha fatti svergognare da tutto il mondo con quella famosa valigetta.

        Comunque, se non vanno bene Preziosi e Ferrero, vogliamo parlare di Zamparini ?
        Vogliamo parlare di Cragnotti ? Tanzi ? Cecchi Gori ?

        Ma tutti presidenti che hanno vinto si qualcosa, ma poi ? Che fine hanno fatto ? Dietro le sbarre. Complimenti…..!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granatasky - 3 settimane fa

          Allora non vedo l’ora che tocchi anche al nostro.

          In quanto al resto, dei doriani, genovesi, ecc. e delle loro “gloriose” storie me ne fotto altamente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. highlander1960 - 3 settimane fa

      Fredda, lucida e purtroppo realistica analisi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. highlander1960 - 3 settimane fa

      Fredda, lucida e purtroppo realistica analisi della situazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        della mia analisi intendi ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. granatasky - 3 settimane fa

      Insomma, per farla breve, oltrechè continuare a guardare sempre in casa d’altri, facendo i solito paragoni a destra e a manca, ormai triti e ritriti tanto per trovare più giustificazioni possibili alla gestione fallimentare del mandrogno, adesso mi tocca anche scoprire che abbiamo un presiniente filantropo, buon padre di famiglia, senza macchia e incolpevole del nulla cosmico sportivo.

      Questa non l’avevo ancora sentita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        ma dai ma che c’entra granatasky ?
        Voglio vedere se avessimo avuto un Zamparini cosa sarebbe successo a Torino !!!!!!!!!

        Ma visto che è un mandrogno, perchè lo è, perchè non si fà avanti nessuno ?
        E se si fà avanti, perchè si nascondono dietro a gentaglia alla Pipicella ?

        Perchè i vari Ferrero, Lavazza, Del Vecchio non si fanno avanti ? Ma dai su..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granatasky - 3 settimane fa

          Uno Zamparini ?

          Ne abbiamo avuti molto peggio di Zamparini.

          Farsi avanti ?

          Ripetiamo le vacchia regoletta:

          Se qualcuno vuol vendere qualcosa, la mette in vendita sul mercato e stabilisce un prezzo, dopdichè chi è interessato si fa avanti ed eventualmente tratta.

          E, visto che il mandrogno non vuole, nessuno sarebbe così pazzo da farsi avanti e manifestare interesse per vedersi sparare cifre fuori da ogni logica o per compiacere il mandrogno.

          D’altronde lui, tramite Chiamparino, ha fatto lo stesso con i lodisti, ricattandoli e constringendoli a svendere la nuova società, iscritta al campionato di serie B, per 80.000 euro, fatto salvo poi comprarsi i resti del vecchio Torino Calcio per un pugno di noccioline.

          Vedo che hai la memoria corta e non conosci le regole dell’economia di mercato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. cos75 - 3 settimane fa

      condivido al 100%

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bischero - 3 settimane fa

    Ma vai a raccogliere le patate…. Ora il toro ha strutture!!!!!! 🙂 mi sono fermato qui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. claudio sala 68 - 3 settimane fa

    Probabilmente un uomo solo al comando non è sufficiente, se non vuole vendere almeno ricerchi dei soci che incrementino il capitale. Credo che ormai a Torino si possa pensare ad un progetto ambizioso anche senza spese stratosferiche ( vedi la RED BULL) oltretutto senza che la società Juventus crei ostacoli come in passato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. granatasky - 3 settimane fa

    Chi dice che il mandrogno non ha investito in strutture è in malafede.

    Infatti il container/spogliatoio dei tempi della Sisport appartiene alla società ed è una struttura di tutto rispetto, magari da inserire nei lotti mancanti del Filadelfia, chessò, come sala mensa!!!!!!!!!!!!!!!! 😛 😛

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. fabrizio - 3 settimane fa

    mi sono fermato a “tre anni di A senza infamia né lode”. non sa nemmeno contare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Franky - 3 settimane fa

    Oltre alle strutture promesse ormai da anni io vorrei vedere un DS vero che nn sua un cartonato ( massimo rispetto x Comi ma è utilizzato solo x funerali o x cene sociali) E vedere un organigramma fatto da persone vere e nn da uomini della Cairo comunication, solo allora potrà dire che vuole la crescita del toro e nn avere la sua squadretta di famiglia
    Comunque sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Maroso - 3 settimane fa

    OK le strutture, ma che facciano parte di un unico progetto: per capirsi: Robaldo – Filadelfia e aree limitrofe (ed dogana e mercati generali) – Grande Torino – Ospedale militare Riberi (in tutto o in parte) – Aree magazzini caserme. Le infrastrutture servono a fare introiti se c’è una bella squadra, però. Inutile le une senza l’altra.
    Ciao a tutti.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 3 settimane fa

      Ma il Comune di Torino cosa ne dice? La Regione? Non dipende solo sa Cairo.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granatasky - 3 settimane fa

        Eh si, tutta colpa di quei cattivoni della Regione e del Comune se il povero mandrogno non può investire sulle infrastrutture da lui stesso tanto agognate, tra cui la discarica a cielo aperto chiamata Robaldo.

        Ovviamente, uno come il mandrogno, per partire con i lavori, sta solo aspettando che Regione e Comune si impegnino a finanziare la quasi totalità dei lavori medesimi, come peraltro è successo per il nuovo Filadelfia, poichè lui, di aprire il portafoglio e metterci dei quattrini suoi personali, non ci pensa nemmeno lontanamente.

        Buon sonno, Maroso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Maroso - 3 settimane fa

          Si grazie, mi sono svegliato dal pisolino pomeridiano per leggere le tue idee sarcastiche…. Io parlo, ovviamente, di progetti tipo la Cantinassa altrimenti irrealizzabili da una società ai prezzi di mercato. E per progetti così, che vanno a toccare aree demaniali, ci vogliono proprio Regione e Comune. Come ci vuole il Comune per i permessi del Robaldo e il Comune per togliere le ipoteche al Grande Torino. Ciò non toglie che per il Filadelfia e il Robaldo si possa fate molto meglio già fin da ora. Su questo concordo con te. Ciao “cielo granata”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. granatasky - 3 settimane fa

            I permessi del Robaldo sono pronti da un pezzo, ma il mandrogno continua a trovare scuse su scuse per non iniziare i lavori e per non spendere quattrini: vuole che sia qualcun altro a metterli, lo sanno anche i bambini.

            La continassa ?

            Non mi far ridere e vatti a vedere il prezzo pagato dai gobbi per la Continassa e gli “accordi” tra Agnelli e Comune per la realizzazione del loro progetto. Per non parlare degli “accordi” per la cessione del vecchio “Delle Alpi”. Ma in che mondo vivi ?

            Il Grande Torino ? Le ipoteche ? E chi se ne frega, il Grande Torino se lo possono tenere e farne macerie se lo vogliono.

            Lo stadio di proprietà, stile merdastadium, è tutta un’altra cosa. Ovviamente irrealizzabile sinchè ci sara il mandrogno.

            Ciao Maroso.

            Mi piace Non mi piace
        2. Luke90 - 3 settimane fa

          Il budget è già stato stanziato e, se non è stato modificato, ammonta a 4mln.
          Se fosse solo colpa di Cairo non si spiegherebbe ciò che ha detto Finardi (quello che si lamentò quanto Cairo cercò di forzare la mano al Comune via social) agli inizi di agosto2020: “Risolto l’ultima bega burocratica; c’è il permesso di costruire”.
          La società ha le chiavi dal maggio 2019 (ma se non ricordo male non c’era ancora il benestare del CONI, perchè come sai, ogni struttura sportiva necessita del suo OK) e poi si sono messi in mezzo assessorato allo sport, all’urbanistica, alla viabilità persino l’Ente parco..
          Detto questo per amore di precisione ora, ma solo ora, la palla passa a Cairo. Da qui in avanti ogni ritardo potrà essere a lui imputabile.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. palmiro - 3 settimane fa

      Le infrastrutture, diciamolo, a Torino non servono più… Servono solo due capannoni per fare mascherine FCA. Il resto può finire come a Baltimora. Non vi preoccupate, Amazon & C. soddisferanno le vostre esigenze. Voi consumate il reddito di cittadinanza, la pensione, lo stipendio statale…al resto ci pensano loro, altro che infrastrutture…Consumate, chiusi in casa, e non rompete le…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Rimbaud - 3 settimane fa

    Purtroppo non si possono postare link. Ma io partire da qui nel fare domande a cairo.
    Organigramma atalanta
    Organigramma Torino Fc
    poi dalla lettura ognuno ne trae le proprie conclusioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Mimmo75 - 3 settimane fa

    Zitto e pedala per raggiungere quel sette che dici di meritare, che per ora non vali neanche la metà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. palmiro - 3 settimane fa

    Viste le ultime vicende di calciomercato granata, spiace dirlo, ma sembra proprio che i “Pipinelli e gli advisor scappati di casa” abbiano messo un bel po’ di pepe al culo del vostro beneamato…
    Sono d’accordo sul fatto che sia meglio pensare al calcio giocato, perché i maneggi politici di Cairo & C. li giudicherà la Storia…

    ps. Per i più distratti che non leggono la Storia: a Berlino, sabato, c’era un Kennedy…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 settimane fa

      Palmiro, sei serio o scherzi? Secondo te la campagna acquisti è figlia della tragicommedia alla quale abbiamo assistito? Con millantatori che non ci hanno mai fatto sapere il nome di questi fantasmi? Cerchiamo almeno di non renderci ridicoli. Quelli erano da prendere a pomodorate per il tentativo di farsi pubblicità finito nella memorabile operazione di autosputtanemento che sarà difficile superare nei prossimi 50 anni!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. palmiro - 3 settimane fa

        Tanto è batato…guarda un po’…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. palmiro - 3 settimane fa

          “bastato”, chiedo venia..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bacigalupo1967 - 3 settimane fa

        Pipicella è servito eccome!!
        Se Cairo visto la fallimentare annata aveva intenzione di spendere 10 dopo la pepicellata spenderà 5.
        Un tempo quei tre soggetti non sarebbero usciti incolumi da quella carnevalata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BarberaPa - 3 settimane fa

          Già… un tempo….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Rimbaud - 3 settimane fa

    Direttore Generale Umberto Marino
    Direttore Operativo Roberto Spagnolo
    Direttore Amministrazione, Controllo e Finanza Valentino Pasqualato
    Direttore Marketing Romano Zanforlin
    Responsabile Area Tecnica Giovanni Sartori
    Direttore Sportivo Gabriele Zamagna
    Segretario Generale Marco Semprini
    Team Manager Mirco Moioli
    Responsabile Settore Giovanile Maurizio Costanzi
    Coordinatore Attività Agonistica Settore Giovanile Giancarlo Finardi
    Coordinatore Attività di Base Stefano Bonaccorso
    Responsabile Comunicazione Elisa Persico
    Responsabile Ufficio Stampa Andrea Lazzaroni
    Marketing Supervisor Antonio Bisanti
    Coordinatore Attività Commerciali Settore Giovanile Gianmaria Vavassori
    Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione Massimiliano Merelli
    Ticketing Manager Michele Filosa
    Coordinatore Area Biglietteria-Slo Marco Malvestiti
    Delegato Sicurezza Stadio Marco Colosio

    Non mi sento di aggiungere altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. FVCG80 - 3 settimane fa

    Quella sulle strutture è una balla vergognosa, ma evidentemente ha capito che è uno dei principali peccati di cui lo accusano i tifosi. Secondo me non è casuale che anche Vagnati appena può parla di strutture.. Comunque per ora sono solo parole. Finché non vedrò partire i lavori di Fila e Robaldo per me rimane un banfone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. FVCG80 - 3 settimane fa

    Quella sulle strutture è una balla vergognosa, ma evidentemente ha capito che è uno dei principali peccati di cui lo accusano i tifosi. Secondo me non è casuale che anche Vagnati appena può parla di strutture.. Però per ora sono solo parole, I fatti dicono altre cose. Finché non vedrò i lavori per fila e Robaldo partire, per me continua ad essere un banfone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Granata Forever - 3 settimane fa

    Per la serie : l’uomo che non conosce vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Rimbaud - 3 settimane fa

    Bellissimo il post di @Oldbull, forse è anche sincero in quel che fa e dice, del resto lui opera così ovunque pochi costi e bassa qualità.
    Fosse una gara di slogan e pubblicità saremmo sempre primi e cairo sarebbe il numero 1, peccato che poi ci sono i risultati sul campo e bisogna scontrarsi con la realtà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Rimbaud - 3 settimane fa

    Domanda alla redazione. Giampaolo ha parlato di Vojvoda osservato da tempo da parte del Toro. Per vera sembra lo stesso. E’ possibile capire se tali segnalazioni provengono dalla vecchia rete di osservatori (Milanetto e co) o da quella di Vagnati? Esiste una rete di osservatori attualmente? Dipende esclusivamente dal ds Vagnati?
    Credo sia importante per capire se stiamo improvvisando o andando avanti con cognizione di causa.
    Inoltre, è possibile sapere che fine hanno fatto i vari Ljanco, Damascan e Boye? Tutti desaparecido? Perchè non sono stati nemmeno aggregati? Damascan poi è reduce da due stagioni positive con tanti gol, Boye è comunque un trequartista e giocatore tecnico e Giampaolo potrebbe avere il piacere di valutarlo. Avremo mai una risposta a tali quesiti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Rimbaud - 3 settimane fa

    Dico magari un’eresia, ma vendesse Izzo a 15/20 milioni di euro e presentasse/finanziasse un piano attorno al Fila che significa ultimare lo stesso e rivalutazione di tutta l’area ex mercati generali con magari una cittadella granata con finalmente una bella sede, un’area museale e relativo potenziamento dei servizi, io non potrei altro che plaudire. Seriamente, Torino è granata, dobbiamo riportare il Toro tra la sua gente.
    La gestione calcistica è il meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 settimane fa

      Credo debbano andare pari passo altrimenti ti trovi la cittadella di una squadra in B e non è il massimo per avere nuovi tifosi. Il vero salto culturale che va fatto è iniziare a pensare che sono investimenti che rientrano e non pensare che sono costi in più.
      Io confido un pò in Vagnati che un pò ha già accennato alle strutture. Se poi GP resiste credo spingerà anche lui per un miglioramento. Le giovanili dovranno prima o poi allinearsi al credo calcistico.
      Mah, dopo 15 anni difficile sperare ancora ma non ci resta che quella!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 3 settimane fa

        La mia era chiaramente un’esagerazione, però occorre entrare nell’ottica che si tratta di investimenti e cose tangibili, chiaro che vanno di pari passo, ma a quanti giocatori avremmo potuto rinunciare questi anni? Zaza? Verdi? Spendere 5/6 milioni in investimenti a lungo termine piuttosto che in calciatori non è a mio parere una vergogna, ma un investimento redditizio. L’anno scorso avessimo preso Idrissi/Kamano a inizio mercato avevamo anche il resto per il fila (costavano la metà di Verdi). Sul cambio cambiava qualcosa? Probabilmente anche più giovani e forti e avevi la rosa per tempo..Idrissi ha fatto 13 gol quest’anno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. LeoJunior - 3 settimane fa

          Concordo. La mia era solo una precisazione per rafforzare il tuo concetto. Era chiaro che la tua ipotesi non era alternativa. Proprio perchè sono investimenti, rinunciare a qualche giocatore per rafforzare la struttura ci sta eccome

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Rimbaud - 3 settimane fa

            Purtroppo rimango convinto che Cairo, questi saranno sempre costi, c’è poco da fare è la sua mentalità. E’ questo il suo grosso limite.

            Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 3 settimane fa

        Leo junior ma di quali nuovi tifosi parli??? I nuovi tifosi sono figli e figlie dei vecchi tifosi che esisterebbero anche in serie b. Si tramanda di generazione in generazione. Se stiamo ad aspettare Cairo per avere nuovi tifosi stiamo freschi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. christian85 - 3 settimane fa

      Ciao poeta Rimbaud!
      Come sempre, rimango incantato dalle tue parole e modo di pensare.

      Mi sorge un piccolo dubbio però. Ma più che campi da calcio, Robaldo, Fila, e cosi via, non pensi che alla gente interessi più che il Toro torni a fare il Toro in campo ?

      La storia del Toro deve rispecchiarsi sempre nell’umiltà, come furono i giocatori del Grande Torino.
      A me francamente, non mi interessa avere lo stadio nuovo, con il manto erboso rifatto ed erba sintetica di ultima generazione.
      A me interessa vedere i giocatori che escono dal campo con la maglia sudata e vedere Belotti che si asciuga la ferita del sangue con la maglia del Toro !!!

      Voglio vedere i giocatori che durante l’allenamento vengono con i mezzi e non con i loro macchinoni da 500 mila euro.
      Se dobbiamo parlare di Torino che è granata, prima bisogna che il Toro torni a fare il Toro con il suo tremendismo, altrimenti dei campetti nuovi e potenziamento servizi non me ne faccio nulla !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 3 settimane fa

        temo tu debba comprarti una macchina del tempo! Purtroppo siamo in un altro mondo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Maroso - 3 settimane fa

    C’è qualcosa di opinabile (molto) in quel che Cairo dice. Quello che mi sa bene e che non venda a un “fa fiuchè qualsiasi” e che nel conempo faccia il suo dovere.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Rimbaud - 3 settimane fa

    Intervista fotocopia, se vuole riabilitarsi meno parole e continui a far lavorare vagnati. Magari rafforzando la struttura dirigenziale (o ma uno che gli fa una domanda su questo mai?), rete osservatori, giovanili e strutture.
    Figure di peso e più granata in società. Vagnati per ora ok, ma non basta, soprattutto sul lungo periodo.
    Per me può vendere anche tutti, ma queste cose sono essenziali. Meglio un giocatore in meno, ma fila e robaldo ultimati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Blasphemous !Sentenza.3! - 3 settimane fa

    Non abbiamo nemmeno una sede, ma per Lui abbiamo “strutture”. FAntastico Cairetto, ogni dì una sorpresa…meglio dei Kinder

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

    Sono affermazioni che per lo più lasciano basiti:su tutte “abbiamo rifatto il Filadelfia!”Abbiamo rifatto chi?L’impianto,seppur incompleto,è stato realizzato da altri ed il completamento è di là da venire così come pure il Robaldo promesso alcuni anni fà a noi tifosi come “Casa del Settore Giovanile”Il Personaggio è questo e continua a “sorvolare” su decisioni che già avrebbe dovuto assumere.Evidentemente ci considera per lo più dei minus habens.Queste reiterate e convinte dichiarazioni spengono ogni speranza circa il recupero dei ns. VALORI IDENTITARI.Che tristezza e che VERGOGNA!Nella Sua logica da raider d’assalto nel vocabolario non esiste l’aggettivo duraturo ma solo quello provvisorio.D’altra parte è così anche per “CORSERA”…..Mi chiedo che senso abbia continuare a parlare di mercato e di obiettivi sportivi..USQUE TANDEM.?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Toronelcuore74 - 3 settimane fa

    All’ ex braccio destro del nano di Arcore farei una sola domanda: ma se non vendi, come fai a sapere se quello che ti è succeduto e migliore di te?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 settimane fa

      Forse perchè non tutti viviamo nel mondo di Pepicello e i suoi Advisor scappati di casa. Una squadra di calcio non è come una zucchina che la metti sul bancone e uno se la compra. Ci sono fasi di sondaggio e avvicinamento che servono a valutare il compratore. Iter che se avessero seguito i fantomatici clienti di Peppicello avrebbe avuto come effetto una risata. Quindi si può sapere eccome chi e se vuole comprare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kaimano - 3 settimane fa

        Inter, Milan, Roma, Parma come sono state vendute ?
        Chi vuole vendere, solitamente, si appoggia a delle società di intermediazione (Goldman Sachs, JP Morgan etc). Queste società cercano a 360° possibili acquirenti o eventuali soci e l’esempio l’abbiamo avuto con L’Inter. Ovviamente ci deve essere la volontà di vendere del proprietario della società. Adesso ti faccio una domanda, secondo te esiste al mondo un uomo più ricco di Cairo che potrebbe avere la forza, la voglia e le capacità gestionali ed economiche tali da poterci permettere di fare anche un piccolo passo in avanti ? Secondo me si ma devi farlo cercarlo così come Chiamparino cerco lo stesso Cairo. Chiamparino dichiarò di aver contattato le 10 persone con maggiori possibilità economiche in Piemonte e Cairo fu il più lesto. Possiamo dire quindi che su 10 ne ha trovato 1. Adesso applichiamo lo stesso ragionamento a livello mondiale escludendo il Piemonte ed anche l’Italia. Vuoi dirmi che a livello mondiale, una società di intermediazione, non è capace di trovare nessun interessato al nostro Toro ? Io non ci credo e nn ci crederò mai. Credo invece che le mani occulte della famiglia…blocchi qualsiasi nostro sogno ed a sua volta gestisca tutti gli interessi economici e politici di Torino (società inclusa). Ti faccio un esempio, possibile che a Torino nn ci sia una squadra di Basket in A1 oppure una squadra di pallavolo maschile o femminile ? La Reale Mutua è stato salvata dal presidente di Sassari ed adesso sono subentrati i Turchi. Non ti sei mai chiesto il perchè ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. LeoJunior - 3 settimane fa

          Temo che con le tesi complottiste si stia cercando di spiegare tutto quello che accade, in qualsiasi campo. Ma io ti chiedo: per quale motivo solamente a Torino c’è il pericolo di una seconda squadra competitiva mentre in tante città europee riescono a convivere. E spesso dal confronto ne traggono beneficio entrambe? lo fanno solo per dispetto? Ma cosa dovrebbero condividere le due squadre di una città e cosa una porterebbe via all’altra quando ormai gli interessi sono a livello europeo e nemmeno più nazionale? O pensi che il Toro possa portare via tifosi alla Juve che il suo seguito ormai ce l’ha a livello globale.
          Sulla vendita: non è sempre vero che funziona così. Tu puoi mettere in vendita qualche cosa e cercare l’acquirente ma ci sono anche acquirenti che vogliono comprare e vanno in cerca. A tuo avviso se esistesse un riccone che vede nel Toro un’occasione non darebbe mandato alle stesse società alle quali fai riferimento tu per sondare? E’ bivalente.
          In ogni caso il canale è quello e permette di scremare e valutare l’acquirente. Quindi i Peppicello di turno non hanno spazio, quello voleva dire Cairo.
          Se poi JP Morgan bussa alle porte di Cairo con il mandato del fondo della famiglia reale del Quatar stai certo che gli apre.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Kaimano - 3 settimane fa

            Ti ho già scritto il problema nel mio post precedente, del resto fu la triade a dire:” 2 squadre a Torino sono troppe!!!”.
            Fecero di tutto per farci fallire e solo la sommossa del popolo granata impedì il peggio.
            Ricorda cosa successe a Tanzi e ricorda quanto fu vicino a comprare il Toro. Bastò una telefonata di Umberto per bloccare l’acquisto del Toro da parte di Tanzi che da lì a poco acquisì il Parma portandolo ai vertici del calcio Europeo.
            Non saprei dirti perchè x la famiglia 2 squadre a Torino sono troppe, ma è ipotizzabile che c’entrino l’esigenze espansionistiche delle Zebre. In una famiglia, di solito, se dai un cioccolatino ad un figlio devi darlo anche all’altro, per cui se concedi un terreno gratuitamente ad una società in teoria dovresti regalarne un altro anche all’altra, giusto ? Pensa che casini e quante tegole si risparmierebbero se non ci fosse quel secondo figlio!!!
            Cairo ha dichiarato di aver speso 60 Mil di € di tasca sua…caspita una cifra grandissima se spalmata in 15 anni con tanto di acquisizione societaria. Calcolatrice alla mano ha speso 4 milioni di € all’anno ma in compenso quanta pubblicità si è fatto ? Oggi per esempio ha rilasciato un’intervista in cui si è parlato del Toro…secondo te lo avrebbero mai intervistato se non fosse stato il presidente del Toro ? Lo avevi mai sentito nominare prima che diventasse il presidente del Toro ?
            Capisci che 4 milioni all’anno d’investimento sono briciole rispetto a ciò che il Toro e noi tifosi gli abbiamo dato in 15 anni ?

            Mi piace Non mi piace
      2. Diablo - 3 settimane fa

        IL problema non è tanto cosa vendi, una zucchina piuttosto che una squadra di calcio ,ma semmai il problema è un venditore che NON vuole vendere .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

          … e poi col tira e molla tra acquirente e venditore non sai mai dove potrebbe finire la zucchina, e potrebbero essere dolori 🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ajthomas69 - 3 settimane fa

            <<…la zucchina torna sempre il c..o all'ortolano 🙂 🙂 🙂

            Mi piace Non mi piace
          2. ajthomas69 - 3 settimane fa

            “IN non IL”…scusate ihihihihihihih 🙂

            Mi piace Non mi piace
  44. granatasky - 3 settimane fa

    Ci sono personaggi che sono mentitori seriali, altri che non conoscono vergogna quando parlano, altri ancora che distorgono la realtà dei fatti unicamente a loro vantaggio. E potrei continuare ancora

    Costui li annovera tutti quanti e fa letteralmente vomitare.

    VATTENE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. LeoJunior - 3 settimane fa

    Grazie Redazione. Ci mancava proprio un articolo su Cairo che vende/non vende, con qualche frase autocelebrativa. Così adesso ci sorbiremo cronistorie di quello che non ha fatto, insulti, riemergeranno Pipinelli e advisor scappati di casa, famiglie, poteri forti, etc.
    Ma eravamo tutti belli concentrati sul mercato e a pensare al futuro, serviva proprio questo articolo?
    Pensiamo al calcio giocato.
    Quello che ha fatto, sta facendo e farà Cairo lo sappiamo e ogni tifoso ha una sua opinione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 3 settimane fa

      leo…più articoli di merda inserisci più scateni la merda e più hai click di visualizzazione. sai quanto si guadagna solo con gli accessi….?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gianTORO - 3 settimane fa

      ovviamente concordo in pieno con te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. cos75 - 3 settimane fa

      mamma mia le tesi complottiste davvero non si possono leggere, sono d’accordo con te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

    Dessero i nobel per le baggianate e la lingua lunga, il Nostro se lo aggiudicherebbe tutti gli anni, a man bassa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatasky - 3 settimane fa

      Come diceva quel vecchio proverbio ?

      Ah si: “Costui ha la faccia come il c…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Articolo acchiappa-click e catartico per i contestatori, sarà interessante vedere a fine giornata quanti avranno dato sfogo alla loro rabbia. A giudicare dai primi commenti si vedranno tante facce nuove o nick che in caso di buone notizie restano silenti o tendono a minimizzare/screditare.
    Per me, c’è posto per tutti e ben vengano le critiche costruttive.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 settimane fa

      Scrivo da anni e non ho mai dovuto ricredermi per “buone notizie” le uniche buone notizie che si sono avute sono le sconfitte in coppa dei gobbi. Da anni mettete i meno e da anni ho ragione io e fino a che resterà lui non cambierà la questione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. OldBull - 3 settimane fa

    Cairo ha sempre gestito il Toro come uno dei suoi giornaletti scandalistici pieni di slogan e frasi fatte ad effetto, particolarmente gli slogan sono stati il suo mantra.

    Quindici anni fa quando prese il Toro e fece in una settimana una squadra lo slogan fu: “Ho acquistato undici dico undici giocatori in una settimana!!!” ed in effetti è rimasto l’unico slogan accettabile e accettato. Peccato che partì bene per poi finire male…

    Allora si butto sull’acquisto delle “figurine” giocatori bolliti ma dal nome altisonante: Pancaro, Fiore, Recoba!!! e il mantra fu: “Vi ho comprato anche un campione del mondo! Fiore!!!” e andò come andò…

    Allora dopo varie peripezie si affidò a Ventura, e li il Toro per la prima volta assomigliò al Toro quello vero. Peccato che gli esplosero tra le mani Cerci e Immobile i quali rischiavano di fare un Toro fastidioso per l’altra squadra di Torino e a questo, Cairo è molto sensibile… Allora il mantra fu: “Non posso trattenere chi se ne vuole andare” e anche “Non posso tarpare le ali a chi vuole giocare in squadre più importanti!” e andò come sappiamo…

    Poi con Mazzari gli capitò un Toro abbastanza decente e allora il mantra dell’anno seguente fu: “Tengo tutti!!!” peccato che si dimentico che per tenere tutti bisogna anche dare a tutti una buona motivazione per rimanere, e andò come andò…

    L’ultimo mantra prima della solita sceneggiata alla Ciuccariello, ovviamente sponsorizzata dal prode Cairo e chi non l’ha ancora capito c’ha qualche problema… è stato: “Io ci metto la faccia!!!” bene, il mercato (dei nuovi nomi) io sinceramente non lo so giudicare come, del resto tutti qui perchè ci si basa solo sui video di YouTube, comunque per la prima volta è stata data possibilità a un direttore sportivo di agire con discreta libertà. Vedremo come andrà… Una sola cosa è importante da dire, per tutte le “dame granata” sempre con la lingua a penzoloni pronte a leccare il deretano del Presinientissimo, quelli che si chiedono che fine hanno fatto i contestatori di Cairo, i maicuntent, i contestatori a prescindere, dico che siamo sempre qui attenti e pronti, aspettiamo di vedere come andrà a finire però, se cairo ha finalmente battuto un colpo, se finalmente s’è mosso come normalmente dovrebbe muoversi un Presidente, è stato SOLO PERCHE’ LA CONTESTAZIONE DURA LO HA CONVINTO CHE IL TEMPO ERA FINITO, che bisognava fare qualcosa prima di ritrovarsi con la cacca al collo, sia chiaro! intanto aspettiamo di vedere come andrà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tarzan - 3 settimane fa

      Sottoscrivo. E aggiungo che nel caso siamo tutti ben contenti che stia finalmente facendo un mercato con una qualche logica, ma 15 anni di prese per il cu.o e di offese all’intelligenza dei tifosi restano e purtroppo non si possono cancellare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Kaimano - 3 settimane fa

      Barone no Fiore…giusto per info.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. OldBull - 3 settimane fa

        Corretto, un piccolo lapis… 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Pau - 3 settimane fa

      Penso che la non campagna acquisti dell’anno scorso fosse dovuta all’addio di Petrachi,non programmato o chissà ma che gli ha lasciato il cerino in mano. Poi lui ha tentato di mascherarlo con ” mi ispiro al grande torino che non vendeva nessuno”, modo di fare perfettament in linea con il discorso sugli slogan che fai tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BarberaPa - 3 settimane fa

        sono della tua stessa idea, gli è rimasto il cerino in mano con Petrachi e non sapendo che pesci pigliare decise di lasciare la squadra così com’era e piazzando il povero Bava come burattino. Peccato poi che sono scoppiati diversi casi di malcontento e gestirlo è stato impossibile con una dirigenza assente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pau - 3 settimane fa

          esatto,e Bava bruciato. Incredibile che non si potesse presagire prima, a petrachi dobbiamo anche molto della grana Nkoulou,
          Basta vedere come sono cambiate le cose con un ds nuovo e serio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Tarzan - 3 settimane fa

    Ah sì, ha investito sulle strutture? Che sbadato, non me ne ero accorto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatasky - 3 settimane fa

      Certo: i cabaret per le bignole di Comi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. pupi - 3 settimane fa

    Ma che cazzo di intervista è? È la copia pari pari di 15 gg fa. Metti in vendita e poi vediamo, non ci sarà la coda ma almeno un barlume di speranza si potrebbe aprire, fatto salvo vade retro Taurinorum.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Un play giovane (Vera ) e poi sfoltire la rosa
    Lyanco
    Izzo
    Berenguer
    Rincon
    Edera e Millico in prestito
    In difesa saremmo un po’ corti
    Squadra normale, da decimo posto se tutto va bene.
    Due derby persi o al massimo uno pareggiato
    Solita storia. Si galleggia verso il centro con alcuni campionati da settimo posto ogni 10 anni e un paio di salvezze al cardiopalma.
    Ma si, un bel 7 … bah !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. marione - 3 settimane fa

    Fattelo dire dalla famiglia agnelli a chi puoi vendere. Glielo hai già spiegato a Mr dignità che deve lasciare 6 punti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Bacigalupo1967 - 3 settimane fa

    Pipicella forse forse hai una speranza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Simone - 3 settimane fa

    15 anni di nulla e ancora parla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. maxxx - 3 settimane fa

    Lo venderai ad uno migliore di te? Beh, allora puoi darlo al primo che passa, chiunque sarebbe meglio di te. In 15 anni si contano più le umiliazioni che le gioie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 settimane fa

      Beh però vuoi mettere i bilanci? Umiliati ogni domenica ma fieri di avere i bilanci in ordine. In ordine…..jajajaja cairo jajjajaja

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. Pavl73 - 3 settimane fa

    C’è tempo…
    Tra 3 settimane inizia il campionato.
    C’è tempo…
    Partire avvantaggiati rispetto alle altre è così sbagliato?
    Chiediamo a percassi un consiglio per un play e un trequartista da spendere poco
    E ci siamo tolti un problrma

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 settimane fa

      Percassi sarà arrabbiatissimo che abbiamo preso Vojvoda, mentre lui si deve accontentare di Hadoboer e Castagne

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marikus - 3 settimane fa

        o magari conta solo che Vojvoda sia un buon giocatore e chissene se Percassi sia o no arrabbiato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. damescopet_13647902 - 3 settimane fa

    Questo è ancora convinto. E niente non ci arriva

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy