Torino, 18 reti subite su palle inattive: è primato negativo in Serie A

Approfondimento / La rete subita da Manolas al San Paolo ha enfatizzato ulteriormente il problema: eppure la fisicità ai granata non manca di certo

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Nessuno in Serie A subisce più gol su palla inattiva del Torino. E’ uno dei tanti dati negativi che emergono in casa granata dopo la sconfitta per 2-1 contro il Napoli. Delle due reti partenopee, a spiccare in questo caso è la prima, quella cioè messa a segno da Manolas, pescato dal suggerimento di Insigne sulla battuta di un calcio di punizione: è stato il diciottesimo gol subito da palla ferma nella Serie A attuale da parte dei granata. Un problema che pare riguardare soprattutto la capacità di applicazione e concentrazione dei giocatori granata nel momento in cui difendono.

FISICITA’ – Già, il fatto che il Torino sia un colabrodo sulle palle inattive fa riflettere: è risaputo infatti che la qualità di “squadra fisica”, nel senso di collettivo che conta su una buona quantità di giocatori di stazza fisica importante, appartiene al Torino ed è riconosciuta ai granata da praticamente tutti gli allenatori della Serie A. Ciò contribuisce ad aggravare il dato che vede i granata come la squadra ad aver subito più reti da palla inattiva. I centimetri non mancano (praticamente tutti i giocatori in rosa ad eccezione di Millico, Edera, Verdi, Berenguer e Rincon superano i 180 cm di altezza) e questo è un fattore che spesso incide sui calci da fermo, per cui il problema deve risiedere da un’altra parte.

PROSPETTIVE – Attenzione, applicazione, determinazione: spesso la “testa” fa la differenza quando leggere la traiettoria di un cross e prendere il tempo all’avversario (come ha fatto ieri Manolas contro Bremer) è la cosa più importante. E’ ben difficile che Mazzarri prima e Longo poi possano essere accusati di non lavorare in allenamento su questo tema fondamentale del calcio di oggi. Poi però in campo i giocatori tradiscono puntualmente: un altro esempio clamoroso è stato il gol subito da De Ligt nel derby, quando i granata abboccarono facilmente all’amo di un corner battuto da Pjanic sul secondo palo per la sponda di Higuain. Dove intervenire in allenamento si sa, ma ci vorrà la collaborazione di tutti.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ardi2 - 8 mesi fa

    Penso seriamente che quest’anno abbiamo il record del numero di record negativi della serie a e della nostra Storia.Complimenti a tutti, ma sicuramente è colpa della negatività di noi tifosi. Ma porca puxxana che società di merxa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bergen - 8 mesi fa

    Mi pare evidente prmai che ci sia un disegno, di una parte non trascurabile della squadra,.per far pagare al Presidente il mancato rispetto di alcuni impegni o promesse, come il pagamento dei premi per la qualificazione in EL o l’apertura a trasferimenti.

    Il fatto è che queste derive incominciano in modo strisciante e poi dilagano anche oltre le intenzioni.

    Comincio a temere che il povero Longo sia la vittima sacrificale di un tentativo dettato dalla disperazione.
    Cairo ha perso con il mercato invernale la sola possibilità di scardinare questo processo inesorabile.

    Continuo a fare il tifo per Moreno verso cui nutro una stima infinita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. InvincibiliGranata - 8 mesi fa

    La squadra dei record (negativi).

    Cairo, per il Toro, è peggio del coronavirus, dell’ebola, del vaiolo, della tubercolosi e della peste bubbonica messi insieme.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. paviagranata - 8 mesi fa

    La squadra difficilmente migliorabile quest’anno colleziona record su record. Cairo ha sempre ragione. Complimenti, continuate a farci sognare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Simone - 8 mesi fa

    Magari fosse solo quello il problema

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy