Torino, chi gioca contro il Lecce? Giampaolo valuta quanti cambiamenti apportare

Dubbi Leciti / Il tecnico granata valuta alcuni cambi, ma senza sottovalutare la sfida: stravolgimenti appaiono difficili

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

MODULO

Il Torino torna a giocare mercoledì 28 ottobre alle ore 14, sul campo dello stadio Olimpico Grande Torino. L’avversario in Coppa Italia sarà il Lecce di Corini, che milita in Serie B, ma non è affatto da sottovalutare, vuoi per la qualità del suo organico, vuoi per le recenti esperienze dei granata proprio contro i pugliesi (QUI i dettagli). Si tratta di uno scontro diretto e il Torino vuole assolutamente passare il turno, trovando quella che sarebbe la prima vittoria stagionale, per proseguire sulla scia positiva inaugurata a Reggio Emilia col Sassuolo. Ecco perchè, al netto di alcuni possibilissimi cambiamenti (il Torino giocherà altre tre gare da qui alla sosta nazionali), non ci si aspetta che Giampaolo possa stravolgere del tutto la squadra.

Per quanto riguarda il modulo, non dovrebbero esserci dubbi. La volontà è quella di dare continuità alla strada intrapresa, confermando il 4-3-1-2. Ci sarà da capire ovviamente quali saranno gli interpreti.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forzatoro - 1 mese fa

    Io cercherei di sfruttare bene questa occasione per far giocare chi ha trovato poco spazio. In porta avrei il dubbio se confermare Sirigu, per dargli la possibilità di riscattarsi o magari perché chiede lui esplicitamente di giocare, o di mettere Milinkovic-Savic, per far riposare e tranquillizzare un po’ il nostro portierone. Quindi la vedrei così:
    SIRIGU(MILINKOVIC-SAVIC)
    SINGO BREMER LYANCO RODRIGUEZ
    SEGRE
    ANSALDI GOJAK
    LUKIC
    BONAZZOLI(MILLICO) BELOTTI

    Detto del portiere, farei giocare Singo anziché Izzo, sia perché il secondo è fuori dal progetto, sia perché è ancora infortunato (e poi perché vogliamo o no dare spazio a Singo, che sembra promettentissimo? E che diamine…). Poi confermerei Bremer e Lyanco per dare un po’ di continuità e per fargli affinare l’intesa. Penso, però, che vedremo N’koulou dal primo, cosa che comunque ci sta. Spero poi che nel secondo tempo, ma magari già al 45esimo, venga finalmente fatto spazio a Buongiorno. Poi confermerei Rodriguez, sia perché con noi alla fine ha fatto solo due partite (neanche bellissime) ed è bene che giochi con i compagni, e sia perché Murray non riesco proprio a vederlo (ma gli dare una chance a gara in corso). Poi Segre al posto di Rincon, e questo penso che lo vedremo. Ansaldi mezzala per dargli spazio e per far rifiatare Linetty e poi finalmente Gojak al posto di Meite.
    Lukic confermato nel nuovo ruolo e Belotti (che poverino non può mai avere un minimo di riposo) e Bonazzoli davanti, ma se Millico non è più infortunato farei giocare lui, magari facendo una staffetta con uno dei due a gara in corso (anche con Belotti, dipende da come si mette la partita).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BiriLLo - 1 mese fa

      Sulla formazione sarei d’accordo. Temo però che la spinta societaria inviti a schierare Izzo e Zaza..
      Una trentina di milioni che non si sa dove e quando collocare e che si svalutano ogni partita non giocata e ahi noi ogni scarsa prestazione.
      Se GP avesse vera autonomia utilizzerenbe chi merita nella giusta ottica di risultato di squadra e di crescita della stessa, individuale e fiducia generale.
      Immagino comunque che forze maggiori spingano a schierare Izzo con la Lazio (si motivasse almeno) e Zaza col Lecce.
      Mio parere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bela Bartok - 1 mese fa

    Spero in poco turnover, per me han bisogno di giocare i titolari il più possibile per abituarsi al nuovo gioco. Metteri solo Ansaldi per Rodriguez e magari Bonazzoli in attacco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy