Bremer vice-cannoniere granata: il Toro si gode il suo uomo della provvidenza

Focus on / Quarto gol in campionato per il difensore brasiliano classe ’97, che diventa così il secondo miglior marcatore del Torino in campionato

di Nicolò Muggianu

Con una sua zuccata il Torino ha vinto la partita più importante del proprio campionato. Gleison Bremer si conferma l’uomo della provvidenza per i granata: un giocatore in grado di togliere le castagne dal fuoco in un momento delicato della stagione, come già successo lo scorso anno a Genova quando il brasiliano classe ’97 con un colpo di testa rilanciò il Torino di Mazzarri allora in piena crisi di risultati. Ma segnò contro i Grifoni anche nella gara del ritorno, quella vinta 3-0 lo scorso 16 luglio, che fu decisiva per la salvezza 2019/2020 e che rimane tuttora l’ultima vittoria casalinga del Torino. Insomma, ormai è una certezza il fiuto del gol di Bremer, che in una stagione e mezzo ha segnato la bellezza di 7 gol in Serie A più 2 in Coppa Italia.

CAGLIARI, ITALY – FEBRUARY 19: Bremer of Torino celebrates his goal of 0-1 during the Serie A match between Cagliari Calcio and Torino FC at Sardegna Arena on February 19, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

BREMER – Tre lo scorso campionato e addirittura quattro in 23 partite disputate nella stagione in corso, di cui ben tre nel solo 2021. Numeri da record, che fanno di Bremer il primo difensore centrale per gol realizzati quest’anno (4) in Serie A. Meglio di lui, tra i colleghi difensori, sono riusciti a fare soltanto Hakimi (Inter) e Gosens (Atalanta): due laterali che come tali sono nettamente più votati all’attacco rispetto al brasiliano classe ’97 e che fino a questo momento hanno realizzato entrambi 6 reti in campionato. Ma qual è il segreto di Bremer? A svelarlo è stato il giocatore stesso, che nel post partita contro il Cagliari ha parlato dell’importanza del lavoro quotidiano: “È già il quarto gol che faccio in stagione – ha detto il numero 3 granata a Sky -, ma il merito è anche del lavoro che faccio ogni giorno al Fila“.

CAGLIARI, ITALY – FEBRUARY 19: Bremer of Torino celebrates his goal of 0-1 during the Serie A match between Cagliari Calcio and Torino FC at Sardegna Arena on February 19, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

I NUMERI – Merito dell’allenamento quotidiano dunque, che ha permesso all’ex Atletico Mineiro di crescere esponenzialmente dal suo arrivo sotto la Mole. E non è nemmeno un caso che Nicola abbia deciso di affidarsi in pianta stabile a lui – oltre che a Nkoulou e Izzo – per ritrovare l’equilibrio difensivo del Torino: Bremer è anzitutto un difensore dotato di grande velocità e atletismo, che ha dimostrato di saper essere un fattore importante anche in zona gol. A confermarlo sono anche i numeri del brasiliano in zona-gol, che con la rete di ieri ha superato Zaza e Lukic tra i marcatori del Torino quest’anno ed è diventato il secondo miglior bomber granata alle spalle di Belotti. Niente male se si pensa al lungo periodo di anticamera che visse per mesi dopo il suo arrivo in Italia nel 2018: il Torino si gode Gleison da Itapitanga, il suo uomo della provvidenza.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ardi - 2 settimane fa

    E si caro come un pugno chiuso , forse è per questi motivi che si avvertono sentori puzzolenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

      verso caro Ardi, e tanti se ne purtroppo assuefatti scambiandoli per sentori al mughetto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pupi - 2 settimane fa

    Grandi quelli di sky! Nell’intervista a bordo campo gli fanno notare dell’importanza del gol per lui che di gol ne fa pochi. Ne fa pochi? Infatti Bremer risponde che “con questo è il 4° gol in campionato”. Poi in studio, durante il commento alla partita, parlano del gol del difensore, uno che non è certo abituato a segnare. Oh, Sky “the giornalisti”, informatevi! Bremer è uno dei difensori che segna di più. Buoni a nulla oltre che prezzolati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Roberto - 2 settimane fa

    Anche petrachi a suo tempo veniva criticato…
    Era accusato di fare la squadra con i prestiti…. Ma i fatti gli hanno dato ragione…. Rispetto a
    Vagnati…. È un dio…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gallochecanta - 2 settimane fa

    La morale è solo una: richiamare Petrachi al più presto.
    Con un lauto aumento e dichiarazioni per mettere una pietra sopra al passato.
    È antipatico? Non parla italiano? Se n’è andato perché voleva un’opportunità migliore?
    Me ne farei una ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

      ricordo solo che Petrachi ci ha portato in casa anche tanti bidoni…
      e poi dico che nessuno vieta di cercare anche un nuovo ds più in gamba di Petrachi e soprattutto di Vagnati
      così come nessuno vieta di mettere in piedi un organigramma societario competente e degno di questo nome al posto dell’attuale organigramma da bocciofila

      basterebbe volerlo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ardi - 2 settimane fa

    Complimenti al ragazzo. Questo ci fa ancora di più capire l’inettitudine di zaza e dei centrocampisti offensivi. Purtroppo ho il sentore che nel mondo al contrario del Torino football cairo, sarà il difensore a lasciarci mentre zaza continuerà a rubare lo stipendio, cosi come Verdone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

      chissà perché ma ho lo stesso sentore anch’io…
      forse perché in 16 anni non abbiamo mai notato nessuna vera volontà di ambire sportivamente a qualcosa ? forse perché abbiamo notato una certa e recidiva tendenza della UC ball club ad ingaggiare, peraltro pagandoli uno sproposito e senza alcuna logica, mezzi giocatori scartati da altre società ? forse perché siamo diventati un tantino più realisti dopo tre lustri di fandonie ed errori ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. torracofabi_13706409 - 2 settimane fa

    Will Smith Bremer…. olle’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FORZA TORO - 2 settimane fa

    sono molto felice per lui oltre ovviamente per il Toro,se segna non è un caso è perchè lo sa fare,quindi nessun santo abbiamo comprato un buon giocatore e questo è un merito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bloodyhell - 2 settimane fa

    bremer è il tipo di persona che fa la fortuna di ogni squadra. mai una parola fuori posto, mai un tweet inutile, mai ombroso se viene sostituito o non gioca, mai si è abbattuto quando nessuno aveva fiducia nelle sue qualità, mai ha chiesto di essere ceduto. mentre tre quarti della nostra difesa si segnalava solo per l’ardente desiderio di andare a giocare da qualche altra parte, lui ha sempre lavorato con umiltà e dedizione alla professione di calciatore, ed è migliorato partita dopo partita. per me questo è un giocatore da toro e, soprattutto, una persona di valore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 2 settimane fa

      Sono d’accordo con te, quello che mi lascia perplesso è il fatto che ci sia gente che mette i like negativi a certi commenti. Non capirò mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. gpmorano - 2 settimane fa

    Sui commenti al suo arrivo (che anche a me diedero molto fastidio) diciamo le cose come stanno, che forse abbiamo dimenticato…
    La cattiva abitudine della società di non saper condurre le trattative sotto traccia e la “fame di notizie”, quasi come i giornali di gossip di cui il presidente-editore é il re, ci fecero pregustare per un mese l’arrivo di uno pseudo-fenomeno che di nome fa Verissimo. Come quasi sempre accade, la trattativa non andò in porto e, al suo posto, arrivò Bremer.
    Se si illudono i tifosi é inevitabile che l’arrivo di un altro calciatore, peraltro sconosciuto, venga visto come un ripiego e nascano pregiudizi (ingiustificati) nei suoi confronti.
    L’ho scritto altre volte e lo ripeto: in campagna acquisti prudenza nel diffondere notizie finché non c’é una certezza. Da parte dei lettori, prendere le “voci” con prudenza e non etichettare un giocatore finché non lo si é visto all’opera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 settimane fa

      Sbagli. La notizia di Verissimo fu data dai suoi dirigenti perchè volevano creare un asta. Il Toro voleva sia Verissimo che Bremer. Infatti Bremer non fu un ripiego e la trattativa non fu lampo , come sempre in Sud America, ma si seppe ad affare concluso. Furono poi i soliti denigratori a dipingerlo come un ripiego scarsissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gpmorano - 2 settimane fa

        Da Tooronews 8 luglio 2018: “Il Torino ha fretta di chiudere per l’acquisto del nuovo difensore. Per Verissimo il Santos la tira per le lunghe, i granata quindi stanno passando al vaglio le alternative. Tra i profili che il Toro sta valutando c’è il nome di Gleison Bremer. Il difensore classe 1997 dell’ Atletico Mineiro, viene valutato anche quasi là metà del giocatore del Santos, ovvero, una cifra intorno ai 5/6 milioni di euro, a fronte dei 10 milioni di euro richiesti per Verissimo.”
        La parola “alternativa” conferma quanto ho scritto. La firma di Gleison sul contratto é del 10 luglio (due giorni dopo); se non é una trattativa-lampo… Fino al 31 luglio si susseguono dichiarazioni dell’agente che rinfaccia al Santos il mancato trasferimento del giocatore, che infatti é rimasto lì fino ad un mese fa. Il 4 gennaio 2021 é stato acquistato per 6,5 milioni di euro dal Benfica, che fino al termine di questa stagione l’ha comunque lasciato ancora al Santos. Questi commenti non accettano i link ma su Google si trova tutto con facilità. — P.S. Come vedi non uso nicknames perché quando scrivo ci metto la faccia e mi documento prima. Sono giornalista da oltre 40 anni, detesto i citati denigratori iniziali di Bremer e coloro che criticano nascondendo la loro vera identità dietro a un nickname, ma ti assicuro che una cattiva informazione (che in tempi di calcio mercato continua) contribuisce non poco a creare dissapori interni a questo ed altri ambienti. Buon weekend.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 2 settimane fa

          Quindi, scusa, non ho capito, l’acquisto di Bremer è stato un ripiego lampo ? Io dico di no. Dico che il Toro lo voleva con Verissimo. Quindi ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 2 settimane fa

          Se sei un giornalista, e non lo discuto, informati su chi fu il ripiego perché le trattative per Verissimo andavano per le lunghe. Bremer è stato seguito e trattato per diverse settimane. Fu un altro il “ripiego”. Buon Week end a te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mestregranata - 2 settimane fa

    Più che al gol dobbiamo a lui quella scivolata che ha salvato il risultato sullo 0-0. L’attaccante del Cagliari sarebbe stato solo davanti a Sirigu. Grande gleison

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. rossogranata - 2 settimane fa

    Ho letto su Bremer notizie di opzioni d’acquisto da parte di una squadra inglese (Liverpool?) Mi raccomando “Cairo stai buono”!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 settimane fa

      Guarda che forse,nell’articolo, si prospetta l’acquisto di Bremer come un opzione. Al momento non è stato concesso nulla e, aggiungo io, per meno di 23-25 mln€ Bremer non si muoverà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Toroperduto - 2 settimane fa

    Ho sempre sostenuto che fosse lui su cui puntare e non lyanco che avrei venduto già da tempo e i fatti confermano la sua bravura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Roberto - 2 settimane fa

    Certo, il fatto che sia lui il vice cannoniere della squadra…. La dice lunga..
    Il gallo non segna più è un po appannato, ma ci sta, ha sempre giocato al massimo, ha tenuto in piedi la squadra da solo per molto tempo, speriamo che torni a segnare qualche goal pesante… La difesa ora, sembra essersi assestata, ogni tanto fanno qualche cazzata, ma succede a tutti, anche ai più forti… Quello che mi preoccupa di più è il centrocampo….. Non si vede una verticalizzazione una ripartenza…. Mi fa imbestialire vedere quella palla sempre indietro…. E tantissime volte ci sarebbe la possibilità di fare una ripartenza rapida…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Granata - 2 settimane fa

    Bremer? Ricordo bene i commenti al suo arrivo. Gente che adesso ne tesse le lodi, non appena annunciato il suo ingaggio, gliene disse di tutti i colori. Marchetta, brocco e quant’altro. Lui, Bremer, ha sempre lavorato in silenzio. Si è sempre impegnato più degli altri e sta diventando un giocatore ambito da molti non solo per il suo atteggiamento in campo ma anche per le sue grandi qualità morali. Io gli auguro il meglio perchè se lo merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lake - 2 settimane fa

      Quoto,i commenti degli pseudo esperti contano come una loffa,fastidiosa ma volatile,il ragazzo ha tempra e sopratutto fisico eccezionale, con grande capacità di stacco da fermo.Può e deve ancora migliorare, ma spero resti al Toro a lungo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 2 settimane fa

        Si lui può migliorare soprattutto in 2 situazioni. Quando deve gestire la palla in uscita e il dialogo con i compagni quando bisogna cambiare marcatura. Spesso butta il pallone fuori perché la situazione non è delle migliori. Ieri sera è stato bravo a tamponare i buchi di Ansaldi fermando bene il sopravvalutato Simeone. Migliorerà perché vuole farlo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy