Toro contestato: Giampaolo il meno bersagliato, ma il primo a mettere la faccia

Il tema / Il tecnico ha portato la squadra a fronteggiare i tifosi posizionandosi in prima fila

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il meno bersagliato, ma il primo a metterci la faccia. Marco Giampaolo ha “assaporato” ieri la prima contestazione da quando è allenatore del Torino, vivendo un primo contatto con i tifosi – fino a ieri sempre lontani a causa del virus – che non è stato certo piacevole. Tuttavia non è sfuggito ai presenti il comportamento del tecnico granata.

RISPARMIATO – Giampaolo, tra l’altro, è stato forse il meno bersagliato da cori e insulti: in questo momento il tecnico non è tra i primi ad essere nel mirino dei tifosi, a differenza di quanto era successo a Walter Mazzarri nel corso degli ultimi mesi della sua gestione. Tuttavia, è stato il primo a portare la squadra a confronto con i supporters inferociti.

LEADER – È stato lui a guidare il gruppo squadra verso la cancellata affinché tutti ci mettessero la faccia, prendendosi le proprie responsabilità e durante il confronto (si fa per dire) con i tifosi si è posizionato in prima fila, affiancato dal suo preparatore atletico Stefano Rapetti e dal responsabile dell’area tecnica Davide Vagnati. L’espressione contrita e rabbuiata, ma gli occhi mai bassi. Dopo qualche minuto di improperi, verificato che la volontà dei tifosi non era quella di dialogare ma quella di sfogare la loro rabbia, Giampaolo ha poi portato via i giocatori verso l’allenamento in programma al Filadelfia. Con la speranza di riuscire presto a trasformare gli insulti in applausi.

117 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forvecuor87 - 1 mese fa

    Leggo dei commenti che non fanno altro che lasciarmi sconcertato. Ma la branca di tifosi che trovano questa rivolta inappropriata un po’ di rabbia un po’ di orgoglio dentro non c’è l’hanno? Ci rendiamo conto di cosa abbiamo raccolto dall’inizio del campionato ad oggi? Di che tipo di sconfitte abbiamo subito? Di come abbiamo gettato via il Derby???
    Dell’assenza da parte di un presidente che dovrebbe almeno metterci la faccia. Sono amareggiato e deluso. Giustificate persino Segre che si fa la foto con la maglia di bimbo minchia con tanto di logo granata in bella vista i tempi non sono cambiati siete voi che vi siete del tutto rincoglioniti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul67 - 1 mese fa

    Nn impazzisco per questo allenatore, inteso come tecnico, ma come uomo comincia a piacermi, andare con tutta la squadra a prendersi la rabbia dei tifosi nn è da tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 1 mese fa

      Mazzarri non l’avrebbe mai fatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sergiovatta70 - 1 mese fa

    Condivido in pieno quanto detto in riferimento ad altro articolo da ClaudioSala68 Moltrasio Donato Granata75 GiaguaroGranata ed altri, seppure ognuno in modo diverso. Contestare ci sta ma farlo in questo modo rischia davvero di essere deleterio. Che brutta pagina! Mettiamoci nei panni dei giocatori che hanno pietosamente ascoltato in silenzio, cosa avranno pensato?! Cosa diranno tra loro di questo? Potranno tacere per pudore e pietà oppure farsi due ghignate.
    Avessimo ancora una tifoseria organizzata e coordinata magari si poteva inviare ina delegazione a parlare con staff e giocatori per cercare di capire insieme cosa occorre fare, facendo in sostanza quello che dovrebbe fare la società se esistesse. Peccato non esista per volere del padrone, come non esiste più quella che un tempo era riconosciuta come la migliore tofoseria organizzata, scientificamente annientata dal medesimo padrone. Qualcuno dirà che i tifosi non ne possono più, che sono 15 anni che perdiamo il derby, che siamo il TORO e dovremmo vincere tutto… Ma qui parliamo di ragazzi che sono nati tra il 90 ed il 2000 ed è più facile che abbiano iniziato a giocare a calcio col Toro in B. Molti hanno giocato il primo derby che colpe hanno di quelli persi in passato. Il punto è sempre lo stesso: la mancanza di identità che non possiamo dare per scontata anche se per noi del Toro dovrebbe esserla. Dovrebbe essere la società a trasmettere certi valori ma è evidente l’esatto contrario. Società dicevo prima che non esiste, dato che Cairo NON VUOLE creare una struttura organizzata di livello anche minimo. Tutti noi tifosi del Toro sapremmo bene cosa fare…. Un non tifoso si sarebbe affidato a chi lo sa bene: Pulici presidente onorario e responsabile del settore giovanile e poi una serie di altri nomi tra i quali assegnare una serie di incarichi a seconda delle competenze e disponibilità e qui ci potremmo sbizzarrire tra Claudio Sala, Zaccarelli, Cravero, Bruno, a meno che preferiscano fare i commentatori in tv ma ne dubito se coinvolti in un progetto Toro serio, poi Asta Lentini G.Ferri (picchia per noi!) Annoni con ruoli tecnici tra settore giovanile e prima squadra. Ovviamente i da è andrebbero investiti non negli acquisti di un Niang Zaza Verdi ma nella struttura: settore giovanile e rete di osservatori. Ora la domanda è perché Cairo non l’ha fatto? Certamente ci poteva arrivare da solo…. mettiamo che non gli piacesse l’idea di ricreare un’identità granata ritendola “obsoleta”, allora ti rivolgi a professionisti riconosciuti, ad esempio un Pierpaolo Marino o chi per lui.
    Tra un attimo dirò ciò che penso di Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nero77 - 1 mese fa

    Anche se non serve a nulla protestare, MA quelle signorine ben pagate che ogni domenica scendono in campo a fare figure di merda si ricorderanno chi sono i Tifosi del Toro e cosa Vogliamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Athletic - 1 mese fa

    Contestazione totalmente senza senso, qualche tifoso che blatera parole a casa davanti alla squadra, una scena ridicola. Tra l’altro una contestazione fatta verso i giocatori, che non stanno lesinando l’impegno, basta vedere Lyanco quando ha salvato il risultato. Giampaolo sta facendo quello che era prevedibile facesse, ovvero li fa giocare a calcio e compatibilmente con quello che ha a disposizione lo sta facendo bene. Se poi mancano i giocatori chiave non è colpa sua, se non sono stati venduti elementi che l’anno scorso hanno creato malumori nello spogliatoio, non è colpa sua. E nemmeno colpa di Vagnati peraltro, ha fatto quello che ha potuto con il budget a disposizione, negli anni scorsi invece sono stati buttati via decine di milioni di euro invece. Quest’anno vendere non era facile, causa virus. Però mi dicono che qualcuno proprio nell’anno del virus abbia aumentato gli introiti. Forse se proprio si voleva contestare qualcuno, meglio contestare quest’ultimo e lasciare in pace squadra e allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Scusa ma non sono d’accordo, sono stati spesi dieci milioni tra Vojvoda e gojak e 7,5 milioni per linetty, sono 18 milioni quasi buttati nel cesso, che una società come il Toro non poteva assolutamente permettersi.
      La campagna acquisti è stata fatta non male ma malissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. maxxvigg1968 - 1 mese fa

    la contestazione a squadra e tecnico, serve e non serve
    i maggiori responsabili non sono al Filadelfia
    il maggior responsabile di questo scempio forse al Filadelfia da solo non sa nemmeno arrivarci – difficile trovarlo li

    mentre noi si stava contestando al freddo, facilmente quell’altro si stava sorseggiando un aperitivo
    che tipo di ripercussioni ne ha avuto ? ZERO

    bisogna spostare la contestazione SOTTO CASA SUA
    vediamo se si smuove qlcosa …………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. mp63 - 1 mese fa

    Mi sembra che può avere tutti i motivi per essere rabbuiato. Non mi sembra che il suo gioco sia così spettacolare e redditizio. Poi non riesce mai ad indovinare i cambi. Rincon non può fare il regista. Nkoulou andava venduto invece si vende Izzo. L’unica colpa che ha Cairo è di non aver tenuto in società persone del carisma e capacità come Pulici, Sala e Zaccarelli. Grandissimi come calciatori e ancor più come uomini, che è l’aspetto più importante. Speriamo bene. La cosa più brutta, anche se ognuno a diritto a dimostrare la sua opinione anche perchè ormai è parecchio tempo che va tutto male, è che ci sia andate di mezzo giocatori come Belotti, Lukic, Bremer, Ansaldi e altri che la loro parte la fanno sempre. Grazie Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano67 - 1 mese fa

      La colpa di cairo e solo quella di nn aver portato pulici o graziani o altri miti?tifi toro da pochi anni?perche altre spiegazioni nn ne vedo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. rza78 - 1 mese fa

    Il colpevole di tutto viene risparmiato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. franco.cabell_511 - 1 mese fa

      Non serve a niente insultare la squadra. Quando Cairo ha ingaggiato Gianpaolo sapeva che lui praticava un certo genere di gioco, Giampaolo aveva chiesto certi giocatori e non le ha avuti, quindi o fare con quello che le hanno dato oppure dimettersi ancora prima di cominciare. IL risultato si vede e purtroppo. In quanto a Segre ha fatto un errore, vogliamo fare come con Quagliarella che non ha esultato per un gol segnato al Napoli e poi insultato fin quando ha deciso di andarsene? Quanti gol ha segnato Quagliarella da dopo che se ne e andato? Cordialmente. Dallas.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Leojunior - 1 mese fa

    Rispondo al tifoso OPI che mi ha chiamato dottore.. puoi anche darmi del tu innanzitutto.
    Allora io davvero non pretendo di capire davvero qualcosa di calcio, di sicuro capisco qualcosa di Toro e ne ho gia viste tante.
    Ho visto la contestazione a Pianelli, a Rossi, a Borsano, a Calleri, a Vidulich, a Cimminelli e a Cairo. Io capisco che qua dentro ci sono anche pischelli che ne hanno viste di meno e non si rendono conto, ma nel video vedo anche gente di una certa età che le cose dovrebbe ricordarsele…. Questa pretesa di noi tifosi granata, tutta autoriferita, di avere il diritto di contestare ma soprattuto di pensare che andando li a insultare i giocatori le cose possano cambiare in meglio è una solenne stronzata. Potete fare quello che volete, ma mi stupisco che persone di 50 60 anni non si ricordino che questi atteggiamenti non hanno mai portato a nulla di buono… dalla contestazione a Rossi per Serena, a quella di Gigi Radici, a quella verso Paolo Castellini, a Scarchilli e tante altre che sarebbe da scrivere un libro. Questi sono ragazzi e non tutti sono Ibrahimovic che sarebbe venuto li e vi avrebbe attaccato al cancello a calci. Potrebbero essere vostri figli o anche nipoti, di cui molti anche se con i soldi non hanno studiato e non hanno vissuto con una famiglia… come pensate che i vostri insulti siano “positivi”…. Poi sta litania su Cairo, leggo sempre le stesse cose… ognuno che dice “sapete ora vi dico un segreto, che nessuno ha mai detto… Cairo in 15 anni ha fatto schifo”.
    Vi ricordo un aneddoto del 2010, contestazione dura a Cairo, Sciopero delle curve a Torino Grosseto. Prima partita di Manolo Pestrin e D’Ambrosio dopo la rivoluzione dei Peones, squadra in zona retrocessione in B. Sugli spalti solo gente che tifava gli altri fuori a tirare bombe carta alla macchina di Cairo. Partita sofferta, ad un tratto si alza un urlo dai distinti “Toro Toro Toro”, come non se ne sentivano da anni… risultato squadra galvanizzata e 4-1 per noi. Ecco cosi dovreste fare, andate ad incitare la squadra altrimenti state a casa. Perche sappiate se contestate, siete comeiVerdi che sbaglia un gol o Sirigu che non para. E visto che poi vi ritenete liberi d insultare Verdi, io mi ritengo libero di insultare voi. Voto ai tifosi del Torino: 3

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      parlando di anddoti,i fischi a Ferrante mentre tirava un rigore non so più contro chi,quella è stata bella grossa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marcelmusi_14075351 - 1 mese fa

      Grande. Sono totalmente d’accordo con te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Opi - 1 mese fa

      Grazie leojuniorper avermi concesso di darti del tu, ma probabilmente non sono stato chiaro, ho parlato di contestazione sbagliata nei termini e nell’obbiettivo e non del diritto indiscutibile di chiunque di esprimere le proprie opinioni o il proprio dissenso! Per me anche l’ultimo dei tifosi granata in quanto tale, può esprimersi a sostegno o criticare se lo ritiene opportuno! Meglio sarebbe mi pare ovvio sostenere, ma di fronte ad anni di prese per il culo uno si stufa! E manifesta giusto o sbagliato che sia il proprio dissenso ! Di questo si tratta. Mi pare fosse Ennio Flaiano a dire”la situazione è grave, .. ma non è seria “ c’è sempre stata nella nostra tifoseria una corrente oltranzista ed una moderata ! E credo sia così anche ora e lo sarà sempre, tu dici all inizio del tuo messaggio di averne viste tante e di capirci qualcosa di toro! Bene sono contento, davvero, per te perché io che ho superato i 60 da un pezzo non ci ho ancora capito un cazzo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bertu - 1 mese fa

    Cairo, l’allenatore, i dirigenti, i giocatori, chi ha colpe maggiori per la situazione in cui ci troviamo ? Non lo sò. L’unica cosa veramente certa è che al Toro, da anni non c’è uno, dico uno, che capisca qualcosa di calcio. Parlo di scelte di allenatori, e giocatori. Come si fà ad esempio a non trovare una spalla decente a Belotti, puntando su Bonazzoli e quel decelebrato di Zaza.
    Poi, anche i muri sapevano che manca un regista davanti alla difesa, e loro si inventano Rincon, che ha 2 mattoni al posto dei piedi. In compenso fanno fuori Iago Falque, uno dei pochi che dà del tu al pallone. E potrei continuare all’infinito…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bob Rokk - 1 mese fa

    sarò realista, ed idealista..

    ..il Toro ESISTE ANCORA solo in forma di attaccamento sentimentale e viscerale agli splendidi colori GRANATA che non sbiadiranno mai, che però fanno parte del passato..

    ..oggi il Toro NON ESISTE PIU’ in termini sportivi, sembra un paradosso che una squadra di calcio non esista in termini sportivi, ma esista solo come ‘baluardo emotivo’…ma NOI SIAMO IL TORO e quindi siamo speciali..

    capisco perfettamente chi non si rassegna, chi urla, chi inveisce, chi piange..ma come ho scritto migliaia di volte..
    ..il TORO NON C’E’ PIU’..è cambiato il mondo del calcio: nessuna poesia, nessun sentimento..e noi (invece) viviamo di quello..e non è cambiato l’ambiente torinese dove un’altra squadra inibisce (da quasi sempre) ogni eventuale interesse da parte di investitori seri..

    ..noi del TORO siamo unici, la nostra squadra è stata LEGGENDA e questo universo calcistico non fa più per noi..

    così come viene ritirato dal campo un numero di maglia appartenuto ad un grande campione, ritiriamo la NOSTRA MAGLIA GRANATA NUMERO 12 con dignità ed orgoglio..questi prati verdi non fanno più per noi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. plexy67 - 1 mese fa

    Disertare tutto quello che è possibile,non si va allo stadio,una fortuna per Cairo,ma probabilmente si ritorcerebbe contro i giocatori e sarebbe ancora peggio!!!Il responsabile numero 1 è lui,seguono Comi,Vagnati e dopo i giocatori,che hanno le loro colpe.Almeno l’atteggiamento rispettoso verso il nome Toro,ci deve essere,i comportamenti che si sono visti ultimamente,non sono certo positivi…Naturalmente ci vuole maggior impegno in campo,alcuni giocatori,sono decisamente sotto la sufficenza,venduti come buoni giocatori,ma che in campo,hanno dato l’impressione di leggerezza e superficialità.Il responsabile su tutti è Cairo,che continua a non investire per dare a Torino e ai tifosi una squadra degna di questo nome!!!Vattene Presiniente,che il tuo obbiettivo sono le plus valenze che hai ottenuto nel corso degli anni,fai cagare!!!!!FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Jason James Sigurdvinsson - 1 mese fa

    Res ad Triaros rediit.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 1 mese fa

      Extremis maliis extrema rimedia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pikabu - 1 mese fa

    La contestazione rumorosa (e a mio modesto avviso mal portata e gestita ancora peggio) ha fatto evidentemente emergere nel forum voci che sinora erano state perlopiù occhi che leggevano. Non si può non prendere atto che tali voci rappresentano una maggioranza silenziosa molto meno estrema e integralista nell’esporre i propri sentimenti (perché parlando di Toro di sentimenti si parla) e nell’analizzare la realtà dei fatti.
    La sintesi va fatta partendo dalle cose da tutti condivise e credo di non sbagliare nel dire che tutti amiamo il Toro e ciò che, nel nostro comune ideale, rappresenta: storia unica, orgoglio, appartenenza, lotta ostinata spesso anche contro i mulini a vento ma senza essere mai domi, proprio perché spesso più deboli dei nostri avversari.
    Da queste basi comuni tuttavia nascono strade che ormai ci stanno dividendo sempre più e indeboliscono la nostra unicità. E fra tanti punti di vista posso solo aggiungere il mio.
    Non possiamo pretendere che i giocatori siano tifosi. Almeno non ai nostri livelli di malattia.
    Possiamo però pretendere che facciano al meglio (che non necessariamente vuol dire bene perché alcuni sono oggettivamente scarsi) il proprio lavoro. E che siano rispettosi del nostro sentimento anche se non lo comprendono (e lì dovrebbe intervenire una società che dia regole precise almeno sull’uso dei social).
    Ancora meno possiamo pretendere che il presidente di una squadra di calcio sia tifoso. L’epoca dei Pianelli e dei Rossi (pure loro contestati peraltro) è finita da un pezzo.
    Possiamo però pretendere che faccia al meglio il suo lavoro di imprenditore (ma noi abbiamo come presidente più un tagliatore di teste e costi che un vero Imprenditore).
    Credo che ieri i giocatori abbiamo voluto dimostrare letteralmente che “ci mettevano la faccia”. Bene, ora dimostrino di avere gli attributi per non farci vergognare di loro.
    Con riferimento al presidente invece ho ormai scarsissima speranza e tanto meno fiducia: venderà solo quando vedrà di poter fare cassa ed occorre, piaccia o no, che ci sia comunque qualcuno disposto a comprare. E ho il forte dubbio che contestazioni come quella di ieri attirino solo avvoltoi, non Imprenditori con la I maiuscola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergiovatta70 - 1 mese fa

      Quoto in pieno il tuo commento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Aca Toro - 1 mese fa

    GP è l’ultimo dei bersagli perchè nessuno si aspetta grandi cose da lui ..almeno io non mi aspetto nulla visto il suo curriculum. Credo che anche lui non sia contento di dover lasciare da parte il suo credo e cercare di imitare mazzarri però capisco che per la pagnotta questo ed altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. olivia - 1 mese fa

    Sembra pazzesco come Cairo riesca sembre a darsi le martellate sui coglioni
    GIAMPAOLO non s’ adatto ad allenare il Toro .Solo una mente perversa poteva pensarlo.Dopo la salvezza miracolosa dell anno scorso serviva un allenatore con le palle quadre.Grande esperto di situazioni difficili.Un allenatore che sappia fare fuoco con la legna che ha in casa.Che sappia fare punti subito per non innescare nei calciatori la paura.Ci voleva un allenatore che sapesse che adesso si possono fare cinque cambi.Un allenatore che sappia leggere le mosse dell allenatore della squadra avversaria.Inoltre ci vuole un allenatore che non venga sempre esonerato.Necessitava prendere un allenatore che non venisse mandato via dal Milan lo scorso anno altrimenti il Milan andava in SERIE B Ci voleva un allenatore non sfigato come quello che abbiamo oggi.I giocatori di questa situazione sono i meno colpevoli.Sono in continuo cambio di modulo e di posizione in campo.CAIRO e’ stato un fenomeno perché ha preso l unico allenatore che non doveva prendere.Volete mica pensare che Giampaolo della classifica cosi schifosa dia la colpa a se stesso.Ripeto che in primis la colpa e’ di Cairo che si circonda di collaboratori incompetenti.Pensiamo di vendere a Gennaio dei giocatori che poi magari servirebbero al sostituto di Giampaolo? Cosa vuole aspettare CAIRO che si sprofondi all ultimo posto in classifica?.Lei Sig Cairo ha una testa più dura del marmo, si da sempre la zappa sui coglioni e rovina la vita a noi tifosi.GRAZIE CAIRO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luigi-manc_9109006 - 1 mese fa

      Volevo chiederti chi secondo te era l’allenatore che corrisponde a quello che hai detto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. luigi-manc_9109006 - 1 mese fa

      Volevo chiederti chi fosse il profilo di allenatore che hai descritto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Bischero - 1 mese fa

    Dio mio.rimango allibito nel leggere certe cose. Contestazione?? Perdono perché li si contesta sui social? Fanno bene a chiedere di andarsene. Il mondo é bello perché vario ma forse qualcuno o vive su un altro pianeta o scrive su commissione per reggere le braghe al nano di masio. Allora. Solo per chiarezza e dovere di cronaca. 1 questa di contestazione non ha nulla. Chi sa cosa era la curva maratona(quella vera) sa perfettamente che questo é un rimbrotto. 2 sentivo dire 12 mesi fa che i fischi facevano male alla Squadra e che giocavano male per quello. Peccato poi che i 6 o 7 mesi successivi con lo stadio chiuso I nostri beniamini abbiano continuato a perdere. Quindi? 3 ricordo a quelli che hanno un vuoto di memoria che 2 anni fa e dopo un settimo posto con applausi da parte dei tifosi 2 dei pilastri della Squadra chiesero la cessione e da allora non sono più loro. Quindi non diciamo puttanate.i giocatori professionisti se vogliono essere definiti tali devono avere la tempra mentale ed emotiva per reggere certe situazioni. Se non sono in grado sono mezzi giocatori.perche non sono stati né inseguiti né picchiati né hanno dato fuoco alle loro auto. Loro giocano per la grana e per la fama. Se vogliono andare via lo fanno e lo faranno per questioni economico sportive visto che qua al Torino fc di Cairo non hanno ne uno ne l altro.parlare di altro é superfluo. Poi se vogliamo discutere se sua giusto andare ad avere un colloquio con la squadra o con la proprietà é un altro discorso. Possiamo chiederci se serva o meno. Ma parlare di pressioni e giustificare questo 2020 concedendogli alibi no. Datevi un giro fratelli sempre se siete veri. Perché tolto Leo junior gli altri non li ho mai visti scrivere qui. Mi puzza tanto tanto di propaganda di regime. Poi si. Siamo ripetitivi perché il problema continua ad esserci caro Leo. E finché il presiniente sarà in sella continueremo. Tu continua pure a guardare il dito invece che la luna. Un giorno capirai pure tu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. gantonaz64 - 1 mese fa

    Un’ accozzaglia di perditempo,perche’ evidentemente non lavorano, che sa solo insultare senza proporre un dialogo ed esigere delle spiegazioni. Hanno avuto più dignita’ i calciatori stando in silenzio. Certo, fossi in qualcuno di loro, non vedrei l’ora di cambiare aria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. tucano737 - 1 mese fa

    Questi tifosi che in un momento difficile fanno contestazione incazzati perché abbiamo perso un altro derby, sono gli stessi che hanno fatto andare via chi con il suo goal ci aveva fatto vincere l’ultimo. Ma state a casa che è meglio!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leojunior - 1 mese fa

      e che nella nuova squadra ha fatto 70 gol

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FORZA TORO - 1 mese fa

      ieri 3 pere (purtroppo) al Barca,che è in un brutto momento eh,ma avercene noi di Messi Griezman e Pedri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Leojunior - 1 mese fa

    Oh è sempre un piacere leggere cose nuove, fresche, intelligenti, mai dette… tipo la colpa è del Presidente che da 15 anni non cura il Toro! Davvero non lo avevo mai letto.

    Avete rotto il cazzo, CAMBIATE DISCO. Andate a sfogare le vostre frustrazioni nell’alcol…. TIFOSI RIDICOLI.
    Leggo sotto di un collega che ricordava un aneddoto del 68, e ammetteva che il 90% delle contestazioni sono state sbagliate e controproducenti…..

    IL TOFISO DEL TORO CHE PENSA CHE CONTESTARE SERVA A QUALCOSA DOPO CHE PER 50 ANNI NON E’ MAI SERVITO A NULLA, E’ COME QUELL’ALLENATORE CHE CONTINUA A FARE GIOCARE UN CALCIATORE FUORI RUOLO PERCHE’ PENSA CHE PRIMA O POI IMPARERA’ A FARLO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG - 1 mese fa

      Grande!
      Quagliarella
      Soriano
      Mazzarri
      Gli ultimi della serie

      PS: ogni opinione è rispettabile ma chi è causa del suo mal pianga se stesso diceva qualcuno

      Sempre FV❤️G

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Opi - 1 mese fa

      Egr. dott. Leojunior,
      Le rispondo , in quanto daLei citato per un precedente commento, e lo faccio in termini formali visto che mi definisce “ collega”
      ……. sto scherzando naturalmente fratello granata, ma nel mio commento precedente ho detto che col senno di poi il 90% delle contestazioni non era servito a granché, anzi,
      E anche vero che quella di ieri non mi sembra possa essere definita una contestazione e ribadisco il concetto, se si deve fare , giusta o sbagliata che sia , si fa diversamente. La si programma individuando l’obbiettivo e la si organizza come si deve…. e l’obbiettivo nel nostro caso non mi sembra così difficile da individuare. Un abbraccio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FVCG80 - 1 mese fa

      E quindi che si fa? Continuiamo a guardare il presidente che defeca sui nostri colori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Ma certo , tutti zitti e buoni. Bisogna tifare e stare zitti. Tanto non serve a nulla. Siamo tutti frustrati. Dico un ultima cosa in merito, e la dico a tutti: se nulla serve , perché commentiamo su un forum?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Ciampo - 1 mese fa

    Tutta questa situazione ha un nome e un cognome il presiniente Urbano Cairo per quindici anni mai una gioia ma solo speculazione e immagine a nome del Torino F.C. non c’è mai stata una programmazione tutto a braccio e che Dio la mandi buona, adesso escono fuori tutti gli errori di questo personaggio presiniente fai la più bella figura vattene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Rimbaud - 1 mese fa

    Giampaolo è arrivato con un’idea di calcio precisa che persegue da 20 anni, non ha fatto precampionato, si è ritrovato una squadra inadatta e non gli è stato fatto un mercato.
    Era evidente a tutti tranne a uno che si stava andando a sbattere contro un muro e che avremmo spalato merda fino a dicembre almeno. Solo estrema fiducia nel lungo termine poteva portarti a una decisione del genere, era impensabile ottenere risultati immediati.
    Ora Giampaolo può piacere o non piacere, io che francamente non avevo una buona opinione di lui, mi sono ricreduto, perchè la squadra è oggettivamente migliorata in campo, fa giocare chi merita e non si è fatto condizionare dalle gerarchie, nonostante i risultati non siano arrivati. Gli rimprovero francamente solo i cambi tardivi, ma la panchina è oggettivamente quella che è, complice anche qualche infortunio.
    Cairo è riuscito persino a far cambiare modulo a uno che giocava nello stesso modo da anni, la cosa ha dell’incredibile se ci pensate, l’unica cosa che può fare è confermare Giampaolo fino a fine anno e seguire le sue indicazioni nel mercato di riparazione, se vuole mantenere un barlume di serietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      sono completamente d’accordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Lemmy - 1 mese fa

      Condivido il tuo pensiero e la tua riflessione, personalmente ho sempre apprezzato Giampaolo, tra l’altro numeri alla mano non capisco perché viene poco tenuto in considerazione visto che nelle ultime 6 stagioni ha sempre allenato in serie A essendo esonerato solo a Milano con 9 punti in 7 partite (per carità, pochi in una piazza come Milano, però più di quelli che farà Pioli nelle successive 7 partite). Io gli rimprovero il fatto di aver dovuto passare alla difesa a 3, quando anche il modulo a 4 può portare a degli atteggiamenti più di copertura. Adesso il bivio però si chiamano punti da fare, perché certamente non si può fare 1 punto ogni 2 partite fino a febbraio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luigi65 - 1 mese fa

        in teoria la difesa a 3 ha più copertura, quando gli esterni si abbassano diventa fondamentalmente a 5 con maggiore copertura centrale, come giocava Ventura in pratica, ma anche Sinisa, con la differenza che Ventura utilizzava due esterni più difensivi e Sinisa più offensivi, io personalmente preferisco la difesa a 3 rispetto quella a 4.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Dr Bobetti - 1 mese fa

      Sono d’accordo con te. Non è l’allenatore che mi ha ‘emozionato’ quando è stato scelto ma si son viste cose buone nella manovra pur con una rosa rabberciata e fortemente inadatta al suo credo calcistico.
      A Giampaolo eventualmente rimprovero una maggiore cura della fase difensiva, ho il dubbio che alcuni giocatori lo tollerino poco (Sirigu?).
      Credo che meriti di avere 3-4 giocatori in linea con il suo principio tecnico-tattico, a partire da Torreira.
      Credo occorra ripulire fortemente nel mercato di Gennaio anche a costo di sacrifici dolorosi in qualche caso (in altri no, leggi Zaza).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bischero - 1 mese fa

      Tu pensi che con 6 punti in 10 giornate e un trend di 12 mesi da brividi Cairo faccia mercato vero?? Dopo 15 anni di nulla a gennaio tolto il primo anno? Si farà qualche operazione alla volemose bene… Come ha sempre fatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 1 mese fa

        sia che avessimo 20 punti o 6 il mercato di cairo sarebbe sempre lo stesso..nullo 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Esatto. Quindi non aspettiamoci nulla.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. OldBull - 1 mese fa

    Molti parlano di mancata preparazione atletica, ma in realtà il discorso è molto diverso.
    la formazione è composta da giocatori adulti e formati, si presume che giochino da più di vent’anni, quindi alle spalle hanno decenni di allenamenti, non stiamo parlando di dopolavoristi ma di atleti seguiti da professionisti, preparatori che si presume siano di alto livello da parecchi anni. Conseguentemente non abbiamo a che fare con gente che basa la sua tenuta atletica in funzione d’un paio di settimane di allenamenti, ma si può dire tranquillamente che oramai la struttura muscolare è quella e non rimane che fare in modo di mantenerla. Certo ci sono momenti di forma più o meno buona, e bisogna anche tenere conto degli stop per traumi, ma è errato pensare che una settimana possa influire sulla forma fisica di un calciatore. Quindi si può senz’altro dire che le prestazioni atletiche sono oramai quelle e non possono più migliorare, ci può essere qualche leggerissimo miglioramento in base a fattori che spesso sono esterni agli allenamenti, ma se Belotti corre i cento metri in TOT secondi, oramai, vista l’età, il suo target è quello e se ha una base di tenuta sul fondo, quindi resistenza alla fatica su certi valori, qualcosina si può migliorare ma nulla di eclatante.
    Spesso la questione riguardante la preparazione atletica viene usata come scudo per evitare polemiche, ma la realtà è che giocatori vicini ai trent’anni quello possono dare e niente di più.
    Per concludere, qualunque preparatore serio, qualunque istruttore di palestra assistendo agli allenamenti dei giocatori di serie A sicuramente si sbellica dalle risate, ma questo è tutto un altro discorso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abedinpele - 1 mese fa

      Quindi secondo te essendo giocatori di serie A già formati non si devono più allenare atleticamente ma solo tatticamente? Il calcio è anche corsa e se corri bene sopperisci anche a carenze tecniche, magari non vincerai il mondiale ma qualche partita si e non subisci tutte le rimonte vergognose che abbiamo subito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. avvopal_14171626 - 1 mese fa

    Non comprendo perchè qualcuno dia a Giampaolo la responsabilità di qualcosa: sta facendo giocare abbastanza bene la squadra e se ci sono degli errori sono dei giocatori che alla fine della fiera sono quelli che scendono in campo e che per ragioni certamente psicologiche crollano non appena subiscono un gol. Il problema,lo sappiamo, è che a Giampaolo non è stata data la squadra che voleva, difensore, regista e trequartista, non proprio tre ruoli marginali. Quindi la responsabilità di tutto ciò è della società, punto. Che poi uno come Giampaolo non dovesse essere ingaggiato proprio in una stagione come questa è un altro paio di maniche ma una volta che l’hai fatto lo devi assecondare fino in fondo….ma dal mese di agosto non a gennaio quando magari sarà troppo tardi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. abatta68 - 1 mese fa

    Queste cose servono a manifestare malcontento e a permettere ai tifosi di cercare di sfogare la frustrazione. Il dialogo non può esistere tra tua moglie e te che l hai combinata grossa, figuriamoci avendo di fronte centinaia di tifosi incazzati pochi giorni dopo aver perso un derby! Ma di che confronto si dovrebbe parlare? Pensavate che ci sarebbe stato un ordine del giorno votato a maggioranza e poi tutti a casa? Sarò vecchio ma io mi ricordo la cacciata di radice con i giocatori bloccati dentro lo stadio fino a sera! Non c’è nessun colloquio possibile, non diciamo fesserie! Dopodiché non credo nemmeno sia possibile una contestazione organizzata, visto che i club non esistono e non si coordinano in nulla. Quindi la contestazione è silente… ma non è detto che non possa far rumore, il giorno in cui riapriranno gli stadi e il nostro sarà deserto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Opi - 1 mese fa

    Via carlo alberto angolo via giolitti terzo piano scala a sinistra 1968, preistoria
    Calciobalilla ,baretto microscopico salone grande al fondo . Chi sa di che parlo?
    Bene , li si discuteva come dove e quando fare un eventuale contestazione, e le ho viste tutte , ma proprio tutte! Da quelle comiche e sbeffeggianti (le più feroci ed incisive) a quelle più violente, c’era chi era d’accordo , chi meno,chi non ne voleva sapere proprio, si discuteva un ora un giorno o una settimana ma da lì si usciva con una decisione, e giusta o sbagliata che fosse si portava avanti, uniti senza ripensamenti ( sbagliando il più delle volte!) ma comunque con dei concetti cazzo!!
    Ora, bisogna essere onesti e ammettere che col senno di poi il 90 % non andavano fatte, ma esisteva conunque un bersaglio da contestare! … e quasi mai erano i giocatori, anzi mai! Ora si va davanti ad un cancello chiuso( ma quando mai!) a sbraitare cose incomprensibili di fronte a degli operai ( molto ben retribuiti) che hanno il torto di non essere capaci a fare bene il proprio lavoro, qualcuno pensa anche che lo facciano male apposta ( ci sta) e si passa immediatamente da contestatori a scinmie urlatrici! Guardate attraverso le sbarre , in sicurezza, con i guardiani dello zoo pronti ad intervenire nel caso ci si dovesse accapigliare per le noccioline! Il bersaglio della contestazione deve essere uno! E se imparate a contestarlo prendendolo per il culo fate molti più danni e automaticamente trovereste l’appoggio di tutti! O comunque di tutti quelli a cui sta sui coglioni! … e non sono pochi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Leojunior - 1 mese fa

    E’ andata ragazzi, sono abbastanza vecchio per ricordarmi che tutti gli anni che c’è stata contestazione dura siamo andati in Serie B, o in serie B siamo rimasti. D’altra parte noi tifosi del Toro facciamo schifo da almeno 20 anni, eravamo sempre 4 gatti allo stadio quando si poteva andare, e alle prime sconfitte giu di contestazioni. La famosa Maratona dodicesimo uomo in campo per gli atri.

    Fatemi dire, DOBBIAMO VERGOGNARCI. Facciamoci una vita su invece di andare a sfogare i nostri problemi al Filadelfia. Dai su ora raccontate la storia del Presidente, di Come, di 15 anni di nulla….. Na ventata di freschezza. Io fossi stato in Belotti, alzavo la cresta e mi sarei messo a litigare con quei 4 idioti. Se poi pensate che uno come lui voglia rimanere quando non c’è piu neppure l’affetto della gente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 1 mese fa

      condivido parola per parola…complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. fabio.tesei6_13657766 - 1 mese fa

    Forse era meglio una manifestazione di sostegno alla squadra con cori di incitamento. Magari sti ragazzi si gasano di più. Così proprio non serve a gnente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Magari con qualche cartellone con la faccia di Cairo sorridente e inneggianti cori collettivi: meglio no?
      Sono sempre sorpreso dalla genialità di certe affermazioni, è più forte di me, non posso proprio farci “gnente”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Opi - 1 mese fa
        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Opi - 1 mese fa
        Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Fabry - 1 mese fa

    Il meno colpevole ma ci ha messo la faccia e ha voluto che i giocatori ascoltassero,lui un gioco sta cercando di darlo e c’è anche riuscito ma in campo scendono loro, la rabbia è tanta anche perchè per un ora la squadra gioca segna e va in vantaggio poi dopo scatta il quarto d’ora dei coglioni che fanno le belle statuine in mezzo all’area e questo fa incazzare ancora di più perchè vuol dire che la squadra non è poi così scarsa,il bicchiere è colmo da tempo ora sta a quelli che scendono in campo tirare fuori gli attributi per tutta la partita e onorare una maglia che hanno il privilegio di indossare,chapeau a Giampaolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. BogaBoga - 1 mese fa

    Vedo che c’è chi parla di delegazioni dei tifosi, rappresentanti, parlatori educati e decisi, ecc…
    A tutti coloro che non vorrebbero “biascicature e improperi” faccio presente quella griglia rossa tra tifosi e giocatori.
    Non c’è stato nessun confronto da parte di Giampaolo e della squadra, che sono rimasti nel loro mondo dorato protetti da muri e polizia.
    Se la squadra, Giampaolo, il DS e Moretti avessero voluto un confronto vero avrebbero fatto entrare una delegazione.
    Non c’è dialogo con una griglia nel mezzo, è la griglia stessa che genera rabbia e frustrazione.
    La verità è che sono venuti solo a farsi riprendere dalle telecamere, del confronto con i tifosi non gliene frega un caz zo.
    E a nessuno di questi signori a braccia incrociate frega un caz zo del Toro sennò, dopo 20 anni di derby persi alla fine un ginocchio all’avversario lo fai saltare!
    Il problema è che i signori a braccia conserte sono i primi che sperano di andare a giocare con gli strisciati.
    Quindi vengono fuori, protetti da polizia e grate, con le braccia incrociate a mo’ di sfida, si fanno fare qualche video dalla stampa e poi tornano ai loro i-phone e ai loro like sui instagram.
    Di noi non gliene fotte un caz zo a nessuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabry - 1 mese fa

      C’è la pandemia non so tu in che mondo vivi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BogaBoga - 1 mese fa

        E allora non vieni alla griglia se c’è la pandemia.
        Proprio perchè c’è la pandemia andava fatta entrare una delegazione e il resto dell’assembramento andava sfoltito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gianTORO - 1 mese fa

          proprio perchè c’è la pandemia non può entrare nessuno…non è difficile da capire…ma in che mondo vivi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BogaBoga - 1 mese fa

            Quindi la pandemia vale solo per i giocatori?

            Mi piace Non mi piace
          2. BogaBoga - 1 mese fa

            Esistono i termoscanner e i tamponi rapidi.
            E di tamponi rapidi ne fanno decine ogni giorno.
            Fai fare il tampone rapido a 5 persone, gli prendi la temperatura e le fai entrare stando tutti a debita distanza.
            Ecco in che mondo vivo, tu?

            P.s. “in che mondo vivi” lo dici a quella gran bagascia di tua sorella.
            Te lo dico in italiano così capisci

            Mi piace Non mi piace
    2. Steu68 - 1 mese fa

      Hai ragione bogaboga, si sarebbe potuto fare, una delegazione a colloquio civile, ma deciso con giocatori e staff. Ma per farlo ci sarebbe voluta organizzazione, non improvvisazione. Stilare delle domande a cui pretendore risposte, sia tecniche sia di altra natura. Il biascicatore autoproclamatosi “capo-delegazione” sinceramente non mi rappresenta e immedesimati per un attimo con la squadra. Cosa avrebbero dovuto fare? Non ci sono state domande, dubbi, ma solo una vagonata di insulti. Se li sono presi, si sono girati e se ne sono andati. Non vedo quale altra reazione avrebbero potuto avere. Poi per il resto sono d’accordo con te, che alcuni, non tutti, vivano nel loro mondo dorato a dei tifosi non gliene freghi nulla, ma quello è un altro discorso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. studio.borgn_13569014 - 1 mese fa

      Con certi sedicenti tifosi ma in reltà perditempo è giusto non avere confronti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Luigi65 - 1 mese fa

    spero fortemente che Cairo si ritiri…ma esistono alternative ? spero vivamente di si;
    il tecnico non ha particolari colpe, tranne forse qualche sostituzione sbagliata durante le gare (ma con il senno di poi….) ma la squadra mi sembri giochi bene…
    su Segre scrivo soltante che è un insulto alla gloriosa tifoseria granata e alla storia del TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 1 mese fa

      ….. ci sono alternative? Fammi capire ti preoccupi delle alternative quando devi estirpare un cancro?
      No, te lo togli dai coglioni e speri che il futuro sia migliore!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. fabrizio - 1 mese fa

    Uno porta la squadra al confronto con i tifosi. Un altro sta a Milano e rilascia cazzate a raffica dicendoci quanto e’ bravo. E questo la dice lunga…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. jimmy - 1 mese fa

    Giampaolo che gioca con la difesa a 3 solo con Cairo poteva accadere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. LeoJunior - 1 mese fa

    Deprimente è il fatto che Cairo non capirebbe il senso della contestazione contro di lui. Sono purtroppo convinto che lui pensi di fare bene. E sono arrivato alla conclusione che è così per il tipo di imprenditore che è, anche nel suo core business. L’ho già detto altre volte: ci sono VERI imprenditori che inventano, sviluppano idee e hanno intuizioni. Cairo non è nulla di tutto questo. Lui è un manager capace solo di tagliare costi e riesce bene in un settore dove non c’è concorrenza in quanto in Italia non ci sono mai stati veri editori. Lui si è inserito in questo vuoto e vivacchia. Ma voi avete visto cambio di passo, idee, visioni e progetti nelle TV e giornali che ha acquistato? ZERO. E quindi come pensiamo che un personaggio privo di idee e visione possa vedere che il TORO andrebbe gestito totalmente in altro modo. Come pensare che è cieco di fronte all’unico vero Asset di questa “azienda” ovvero la storia e la passione. Come pensare che si doti di una struttura che per lui significa solo costi in più senza capirne l’importanza. E potrei andare avanti per ore.
    Cairo non è nemmeno contestabile perchè non è l’interlocutore giusto: queste cose non le ha mai capite e mai le capirà, quindi mai le farà! Purtroppo.
    Possiamo solo sperare nel miracolo. Dififcile che realtà importanti si avvicinino ad una realtà come la nostra con poca visibilità. Dobbiamo continuare a sperare in qualche imprenditore (vero) serio e tifoso o una cordata.

    Purtroppo siamo messi male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Messere Granata - 1 mese fa

    Quando ci cade un martello sui piedi, i più educati rivolgono un pensiero, in verità poco deferente, nei confronti del traditore di Nostro Signore. Ora, però, i tifosi hanno i piedi martoriati dalle martellate e il “vocabolario” si inasprisce abbandonando il Galateo ed il Bon-Ton. Inoltre, dato che il famigerato “martello” ha un nome e un cognome e visto che non possiamo opporci all’immutabile forza di gravità, a voce alta invochiamo almeno l’intervento degli Dei affinché ritorni al più presto nella cassetta degli attrezzi. I “piedi” dolenti, ma non vinti, ringrazierebbero sentitamente e ai pochi “calli” rimasti ci penseremmo noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Il Toro è morto

    Ho visto
    la gente della mia età andare via
    dopo partite che non portano mai a niente,
    cercare il sogno che conduce alla pazzia
    nella ricerca di quel Toro che non trovano
    dietro alle maglie di sudore non bagnate,
    dentro all’ex Fila da Urbano sputtanato,
    lungo alle nuvole di Var del calcio fatto di omertà,
    essere contro ad ingoiare la nostra stanca fedeltà
    e un Toro che è morto,
    nel cuore dei tifosi il Toro è morto,
    nelle trasferte disperate il Toro è morto,
    nei miti dei granata, il Toro è morto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergiovatta70 - 1 mese fa

      Chapeau!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Emilianozapata - 1 mese fa

      Vedo che non sono il solo fan del vecchio Guccini e dei Nomadi..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Toro1964 - 1 mese fa

      Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Pavl73 - 1 mese fa

    A mio avviso il meno colpevole.
    Nonostante tutto ha portato gioco
    Del gruppo c’è chi riesce a mettere a frutto le sue guide e che nn riesce.
    Ma il responsabile è sempre lo stesso. Cairo.
    Via dal toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Steu68 - 1 mese fa

      Anche secondo me è il meno colpevole. Incomincia ad intravedersi un certo gioco. Poi devi fare i conti con ciò che hai a disposizione. Se a centrocampo non sono palleggiatori e i difensori sono spesso sconcentrati non penso sia colpa sua. E sapevamo perfettamente che il mercato l’avrebbe fatto principalmente Cairo…cosa avreste voluto che dicesse terminato il calciomercato, dopo 1 mese dal suo arrivo “…mi hanno comprato solo dei bidoni..” ? Voi al vostro datore di lavoro appena assunti direste che la sedia e la scrivania assegnate fanno schifo ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 1 mese fa

        Con tutto rispetto se non hai palleggiatori devi trovare altre soluzioni altrimenti che mister sei? stai li a mettere le figurine in campo? Non ho palleggiatori? faccio pressing alto per conquistare la palla in alto e in due passaggi andare in porta, per farlo bisogna correre 90 minuti, noi non lo facciamo e corriamo 60 poi siamo finiti e i cambi arrivano a 5 dalla fine… ci sono mille modi per giocare a calcio e anche bene ma il nostro maestro ha detto che ne conosce solo uno… parole sue!!! FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

          Infatti continuiamo a giocare con il vecchio modulo tanto caro al Grande Mazarri… anche perchè i giocatori sono quelli.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Pavl73 - 1 mese fa

          Proprio perché Giampaolo ha cambiato modulo mi piace.
          Ha dato dimostrazione che sa anche rivedersi x ottenere risultati.
          A mio avviso un buon mister ma assolutamente nn assistito.
          Cairo vagnati Comi… Fuori dal toro

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. fandangogranata - 1 mese fa

    Scusate, ma Sirigu era presente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pau - 1 mese fa

      In che senso, non lo vedi in foto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. FuriaGRANATA - 1 mese fa

    Giampaolo un’altra vittima del presiniente.
    Cairo Vattene
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Paul67 - 1 mese fa

    Reda, perché nn dite che è stato contestato anche il PRESINIENTE?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. abedinpele - 1 mese fa

    Concordo che le responsabilità in primis siano altrove. Presidente e società che stanno dimostrando un dilettantismo preoccupante. Non sono d’accordo con chi continua a difendere il mister maestro. Nel suo curriculum non vedo risultati eclatanti ma alquanto modesti, con numerevoli esoneri. Siamo sicuri che sia il meno colpevole? La condizione atletica della squadra chi la deve curare? E’ chiaro che se non hai buoni giocatori fatichi a fare bel calcio ma la fase difensiva no. In quella fase un mister può e deve incidere molto. Essere la peggior difesa del campionato a mio avviso è un segnale chiaro che si sta lavorando male. Molti dei gol che prendiamo sarebbero evitabili con un minimo di organizzazione di squadra ma il maestro la sa fare, nella pratica non in teoria?
    Mi dispiace ma viste le partite ho seri dubbi. Vorrei molto essere smentito e che da domenica si iniziasse una serie di risultati positivi e di gioco ben organizzato.
    So che farò storcere il naso a qualcuno ma in questa situazione penso a Ventura come nostro salvatore… non farà calcio champagne ma sa organizzare un 352 come si deve e sa far punti… FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      GP è stato scelto da cairo in virtù del suo curriculum, questo è ciò che ha detto il presidente, cosa che lo porta a pagargli 1,5 milioni anno. GP non Lesina impegno è fa ciò che sa fare… è colpa sua? La preparazione atletica dipende da molte cose, ma non è a carico dell allenatore. C’è uno staff tecnico di preparatori che fanno solo quello di lavoro. È così in tutti gli sport. GP sta cercando di dare un gioco ad un gruppo arricchito di terzini, quando invece serviva rifare il centrocampo. Questa estate ce ne siamo accorti tutti e il rischio era che si continuasse con il solito andazzo. Cairo, da ipocrita qual è, disse che GP non gli aveva chiesto nulla e subito dopo l allenatore si vede costretto a dire che è un mercato da 10 e lode, ma per lui è solo stato un atto formale oltre che di responsabilità verso il suo incarico, che non è certo quello di fare calciomercato. Cairo non crede e non ha interesse verso il toro, l altro giorno ha addirittura fatto gli auguri alla società, come se ignorate che fosse sua! Io non ho più parole…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 1 mese fa

        Su Cairo non commento, è il più responsabile ma per ora il timone della società purtroppo ce l’ha lui… Su ciò che scrivi del mister ti rispondo che anch’io ho allenato in promozione e avevo un preparatore atletico ma questo non significava non mettere il naso sulla preparazione. Erano cose concordate, programmi studiati per far rendere al meglio la squadra, cose condivise ma sempre avvallate dal sottoscritto e mai delegate senza interesse. Per dirti che se Giampaolo ha scaricato tutta la responsabilità della preparazione allo staff senza occuparsene è doppiamente colpevole. il mister a certi livelli deve essere più gestore e gestire significa interessarsi di cosa fanno i collaboratori e se sbagliano bisogna intervenire. Avere una squadra che sta bene atleticamente fa rendere molto meglio, aumenta la lucidità e di conseguenza l’autostima perchè le cose riescono meglio. Questa responsabilità ce l’ha solo e tutta lui e deve essere così. Non l’ho mai accusato di non impegnarsi ma di lavorare male, purtroppo l’impegno non è sufficente altrimenti io sarei diventato capitano del Toro negli anni 90 invece le mie capacità non mi hanno portato così in alto e l’impegno non è bastato… FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxgemelli - 1 mese fa

      Pienamente d’accordo con te. Un allenatore mediocre, con più esoneri che ingaggi, miglior piazzamento in A, un nono posto con i ciclisti, ha voluto dei giocatori, che erano ai margini nel Milan e Samp e nonostante tutto è riuscito a dire che il mercato del toro era da dieci in pagella, coprendosi di ridicolo. Difatti i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Lui è altrettanto responsabile quanto Cairo. E insieme stanno distruggendo quel che rimane del toro, ben poco ad onor del vero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 1 mese fa

        Forse dimentichi che GP è un dipendente di cairo! Dare uguali responsabilità mi sembra una grossa forzatura. Rispetto alla preparazione invece è ovvio che il mister venga interpellato sulla pianificazione delle varie fasi, ma sono due lavori separati,

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. OldBull - 1 mese fa

    Su Cairo è stato scritto tutto, non servono commenti, sarebbero ripetitivi…

    La contestazione è lecita, anzi direi obbligatoria, ma deve essere organizzata, ci vuole uno o più portavoce che esprimano i sentimenti dei tifosi, una roba come quella che s’è visto ieri serve a poco e sicuramente non è stata compresa dai giocatori i quali hanno SVOGLIATAMENTE fatto atto di presenza.

    Giampaolo fa quello che può con quello che ha, anche lui può migliorare ma i margini sono stretti.

    Oggi il calcio è dei mercenari, la juve contro il Toro non aveva grosse motivazioni è ha faticato, sicuramente contro il Barcellona il premio partita era “diverso” e s’è vista la differenza…

    Segre richiede alcune riflessioni, niente di male acquistare una maglia per un parente lontano, anch’io ho fatto in passato dei favori a parenti o amici juventini non residenti a Torino, se un parente mi chiede di andargli a comprare una maglia per un regalo, non vedo il problema. Ma io personalmente non mi sognerei mai di farmi una foto (sorridente) con quella maglia, allora mi chiedo perchè Segre (sedicente cuore Toro) l’ha fatto?
    Ma, altra osservazione, quella foto è stata condivisa su qualche social per forza prima di tutti proprio da Segre, errore gravissimo perchè poi, di quella immagine perdi il controllo.
    Ora il ragazzo sostiene che quella maglia era per suo padre (OK) ma di non sapere come mai la foto sia finita addirittura sui giornali.
    Io credo che ci siano un mare di bugie in questa storia, soprattutto riguardo la foto in quanto è chiaro che il ragazzo si sia divertito a “condividere” senza pensare che poi avrebbe scatenato un putiferio.
    Ma abbiamo problemi maggiori ora, e credo che una bella lavata di capo al ragazzo sia più che sufficiente, però chi gliela farà? cairo? non scherziamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Steu68 - 1 mese fa

      Concordo, soprattutto sulla parte relativa alla contestazione. Per quanto riguarda Segre, come dici tu, è l’ultimo dei problemi ora. Ha fatto una stupidata nel pubblicare la foto…e penso suo malgrado l’abbia capito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Kieft - 1 mese fa

    Io avrei voluto chiedere al preparatore il perché la squadra il secondo tempo è pesante….a Giampaolo perché non sfrutta i 5 cambi ….a meite e rincon di fermarsi dopo gli allenamenti a calciare in porta ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Queste sarebbero domande lecite, però meglio andare li a sputare improperi e biascicare frasi senza senso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 1 mese fa

        Concordo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paul67 - 1 mese fa

      Nn abbiamo cambi validi, la rosa è corta di suo soprattutto in mezzo , in queste ultimepartite poi ci sono anche assenze, è così difficile da capire?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft - 1 mese fa

        Segre ….se convochi gojiak è perché può giocare 20 minuti altrimenti convochi un primavera …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Kieft - 1 mese fa

        Mi rendo conto che non sia facile da capire ….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

      meite e sopratutto rincon non sono capaci di giocare a calcio e si possono fermare finchè vogliono ma non impari a fare due passaggi a tre metri a quella età fanno fatti fuori se mai uno dei due rincon a spaccare gioco e gambe ma l’altro non puo giocare il portiere in quelle condizioni deve stare fuori e zaza non deve mai vedere il campo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Steu68 - 1 mese fa

    Non è stata una contestazione, ma solo lo sfogo, giustificato, ma fine a se stesso, di un manipolo di individui che francamente non mi rappresenta. L’individuo in prima fila si è fatto “portavoce”, ma di cosa? Ha biascicato parole nemmeno comprensibili sbraitando per alcuni minuti dando sfogo alla propria frustrazione. Cosa diversa sarebbe stata una contestazione realmente organizzata, nel quale un portavoce avesse riferito il malcontento dei tifosi con fare deciso, ma educato, delle domande a cui avrebbero seguito delle risposte Risultato…nemmeno un cenno di risposta da parte del tecnico e/o dei giocatori. Non riusciamo a essere uniti nemmeno quando si “protesta”, è incredibile. Ok,ora accomodatevi con pollici verso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      OOppps … ho detto più o meno le stesse cose in una risposta sotto… se leggevo prima questa non era necessario scrivere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 1 mese fa

        🙂 non importa…repetita iuvant

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 mese fa

          “CUI repetita iuvant?” questa è la domanda..
          Se “qui” non vuole o non sa capire…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 1 mese fa

      Steu 68: da parte mia nessun pollice verso: condivido.
      Se le cose non funzionano, se ci sono da avanzare proteste, lamentele, disappunto, scontento, un portavoce, o una delegazione numericamente ridotta di tifosi, con le idee chiare e la capacità di esprimersi in modo civile e corretto, dovrebbe parlare con i rappresentanti della società, i tecnici e i giocatori.
      Sfoghi personali, rabbia, reazioni incivili, insulti sono sempre e comunque da evitare, in ogni situazione della vita, non solo nel calcio.
      Non sortiscono gli effetti desiderati, e si passa dalla parte del torto!
      Tra parentesi: ammassati senza rispettare le distanze, senza mascherine, o con le mascherine calate sotto i nasi o addirittira sotto le bocche, si passa pure dalla parte del covid!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. BogaBoga - 1 mese fa

      Meglio uno che biascica, ma ci mette la faccia, che uno che dal divano critica il biascicatore.
      Io c’ero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 1 mese fa

        Hai ragione bogaboga, tu c’eri ed io ero sul divano, buon per te. Spiegami però a cosa è servita la “contestazione” di ieri. A me è sembrato solamente uno sfogo, forse anche lecito, della frustrazione di alcuni facinorosi, che probabilmente col calcio e con la storia del Toro hanno poco a che fare. Io sono d’accordo col contestare, ma nei modi giusti, con durezza, va bene, ma dando un senso alla protesta. Non sono state poste “domande” e giustamente non sono state fornite “risposte”…si sono girati e sono andati via.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Andrea63 - 1 mese fa

    Il maggiore responsabile ieri non c’era… Lui la faccia la mette solo sui suoi giornali con interviste finte redatte da giornalisti ossequiosi e leccaculo, la contestazione bisognerebbe farla in 30000 davanti i suoi uffici!!! Stai tranquillo che la pandemia finirà prima o poi!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Nero77 - 1 mese fa

    Spero che quest asssaggio di “cazzimma”da parte dei TIFOSI,il maestro si renda conto di cosa vogliamo in campo e per 95 minuti.Basta dormite ,basta ginocchia tremanti,tirate fuori le palle !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Guarda io non c’ero ma se veramente: “Dopo qualche minuto di improperi, verificato che la volontà dei tifosi non era quella di dialogare ma quella di sfogare la loro rabbia, Giampaolo ha poi portato via i giocatori…” questa protesta non serve a nulla.
      Purtroppo però l’atteggiamento del tifoso spesso è questo: non una razionalità ma una serie di insulti di pancia. Dovevano andare in 300 (o meglio 3000) ma poi far parlare uno che sia in grado e instaurare un dialogo, duro o meglio durissimo, ma tra persone civili; invece andare li a insultare e urlare senza dire nulla di particolarmente sensato ben che vada non fa nessun effetto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Steu68 - 1 mese fa

        Perfettamente d’accordo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Mimmo75 - 1 mese fa

    Chi avrebbe dovuto esserci non c’è stato! Chi ha creato le aspettative, deludendole, era altrove. Con questo non sto dicendo che i calciatori non abbiano le loro responsabilità ma loro sono a valle, il loro atteggiamento è la conseguenza della linea societaria. Che poi, per la miseria, continuo a chiedermi chi cacchio glielo fa fare a Cairo di alimentare illusioni utopiche. Ma perchè non dice le cose come stanno? Io sono sicuro che i tifosi capirebbero e accetterebbero un discorso sobrio e realista mentre non è comprensibile e accettabile sentire ogni anno iperboli assurde che hanno osato scomodare persino il Grande Torino, annunci di campagne acquisti rapide e di livello e poi ritrovarsi sempre all’ultimo giorno di mercato ridimensionati ma ancora perculati con frasi del tipo “forse arriverà un titolare… squadra difficilmente migliorabile… Rincon piacevole sorpresa” e ancora fino a qualche giorno fa, dopo un anno scandaloso e una classifica che ci vede in piena zona retrocessione, sentirci ancora ripetere che il mercato è stato di livello. Ma ci vuole tanto a dire “ragazzi, con Giampaolo inizia un nuovo progetto, mi impegnerò al meglio per metterlo nelle condizioni di sviluppare il suo progetto ma ci vorrà tempo e probabilmente dovremo procedere a piccoli passi anche a causa del COVID19 che ha ridotto drasticamente le possibilità d’investimento…”. A uno che parla così cosa vuoi contestargli? Si chiama onestà nei confronti dei tifosi, della squadra e del mister. E invece no, deve fare lo sborone e creare aspettative che poi non riesce a soddisfare, la gente s’incazza e lui manco ci mette la faccia, mandando allo sbaraglio le vittime

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garnet Bull - 1 mese fa

      Solo prese per il culo verso noi poveri tifosi… Ma hey, lui è il presidente da 7 in pagella, quello che ha ottenuto grandi risultati con grandi campagne acquisti e uno sviluppo generale di alto livello

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ricu's - 1 mese fa

      Esatto. Mi ricorda Cadorna che dopo Caporetto ha indicato i soldati semplici come responsabili della disfatta, sacrificandoli sull’altare del capro espiatorio. Chiunque segua questa squadra ha ben chiara la situazione. E’ incredibile come un imprenditore di indiscusso successo nel campo dell’informazione si sia dimostrato assolutamente incapace nella gestione di una squadra di calcio. La differenza forse sta nel cuore e nella passione che sono assolutamente INDISPENSABILI per avere successo in questo mondo, non meno di altre doti quali programmazione, umiltà e onestà intellettuale, altrettanto assenti. In questo settore non si vende fumo, ma emozioni. Di queste abbiamo bisogno più di ogni altra cosa. SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 1 mese fa

      Mimmo io non condivido molto quello che hai scritto. Le parole contano fino ad un certo punto. Sono i fatti il focus della situazione. Oramai quello che dice conta 0 e lo sappiamo tutti. A me che venga a raccontare un fracco di balle non interessa. Non ha cambiato il suo modo di gestire il club in 15 anni e non lo farà ora. Non ha scusanti.se non quella dell incapacità. L unica cosa che dovrebbe dire é:”signori. Mi fido solo di me stesso e decido io.”ma cambierebbe la visione che la tifoseria ha di lui? Cambierebbe il rapporto con la piazza? No. Ci stiamo ricompattando come tifoseria e credo che non si tornerà più indietro. L attuale proprietario del Torino ha i giorni contati. Può andare avanti e rimanere proprietario. Ma non sarà più presidente per nessuno. Vuole tenerci in ostaggio? Può farlo. Retrocedendo fra paracadute e cessione dei giocatori potrebbe andare avanti ancora 2 o 3 anni con il cumulo di denaro a disposizione. Ma i risultati sarebbero i medesimi. Perché il problema non sono i soldi che vengono investiti per pochi o tanti che siano. Il problema é lui e il modo in cui guida la macchina Torino fc. Non so se mi sono spiegato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 1 mese fa

        Diciamo che creare delle aspettative esagerate non aiuta, ma lui è un pubblicitario, ma oltre il fumo rimane poco.
        Per il resto c’è poco da dire o arriva un altro come Ventura che lo mette in un angolo o la fine che faremo con questo condottiero improvvisato è proprio quella che dici tu. Parlo più a livello di dirigenza, ovviamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Mimmo75 - 1 mese fa

        Sei stato chiaro ma non capisco in cosa non sei d’accordo con quel che ho scritto, visto che il nocciolo del discorso lo condividiamo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Lo so che di fatto siamo sulla stessa lunghezza d onda. Mi riferivo al fatto che dovrebbe parlare chiaro. Non é più necessario perché sappiamo che mente e che il problema é il suo operare. Non le risorse.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy