Calciomercato Torino, occhi sulla prossima stagione: è aperta la caccia agli esterni

In entrata / Ansaldi e De Silvestri destinati a restare, Aina possibile partente: servono due pedine sugli esterni

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, come tutto il mondo del calcio, si è fermato a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus: nell’attesa per capire se e quando riprenderà il campionato, la società granata comincia a guardare già al futuro, per colmare quelle lacune che sono emerse in una stagione fin qui negativa, che ha condotto il Torino alle porte della zona retrocessione. Uno dei primi capitoli da affrontare in tal senso sarà quello relativo agli esterni.

“Fino a quarant’anni col Toro”: Ansaldi, il rinnovo in vista è un matrimonio granata

VETERANI – La squadra granata, nella prossima stagione, dovrebbe puntare ancora sui senatori: Ansaldi ha dichiarato apertamente che ha intenzione di prolungare il suo contratto, ammettendo di voler chiudere la carriera in granata (QUI i dettagli), così come De Silvestri, pronto a continuare la sua esperienza in granata. Due giocatori affidabili, due uomini spogliatoio, che dovrebbero essere al centro del progetto del Toro nella prossima stagione a meno di sorprese.

ALTERNATIVE – Ma in ogni caso per entrambe le fasce serve un’alternativa, anche perchè i due sopracitati non sono più di età verdissima. Il Toro a gennaio di quest’anno ha perso Laxalt, il rinforzo estivo che non ha convinto, senza riuscire a rimpiazzarlo: infatti l’affare Busi dello Charleroi era saltato nelle ultime ore di mercato (QUI i dettagli). D’altro canto anche la situazione Aina non è particolarmente felice. L’ex Chelsea non è cresciuto nella maniera in cui ci si aspettava, deludendo sotto tutte le aspettative in quella che è stata di certo una stagione negativa. L’esterno in estate potrebbe partire, per delle offerte congrue (in quest’ottica vanno inquadrate le voci degli ultimi giorni sui presunti interessamenti di West Ham ed Everton).

Calciomercato Torino: sondaggio per Mogos della Cremonese

I NOMI – Detto ciò, si arriva a capire che al Toro servono due giocatori, due alternative ai senatori. Per la scelta dei profili ovviamente sarà decisivo il parere dell’allenatore: e si sa che Longo, qualora rimanesse, sarebbe propenso a chiedere giocatori in grado di giocare come esterni bassi della difesa a quattro. Un nome spendibile potrebbe essere quello di Stefano Sabelli del Brescia, un profilo interessante già sondato a gennaio. Al Torino poi è stato proposto Vasile Mogos, che al momento milita nella Cremonese in Serie B ed è autore di una stagione molto positiva. Ma questi non sono certo gli unici nomi che si stanno studiando. Questo non è ancora il momento delle trattative, ma della scrematura dei nomi osservati. E nelle prossime settimane ci saranno di certo novità sul restyling delle fasce del Torino.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pupi76 - 7 mesi fa

    E te pareva..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fantomen - 7 mesi fa

    Avevo rimosso che Avevamo Bava a fare il mercato……..speriamo sia l’unico che lo stato permetta di licenziare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. martin76 - 7 mesi fa

    Che nomi che circolano già, mi siedo un attimo che se no mi gira la testa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Kieft+Bresciani - 7 mesi fa

    Io farei un tentativo per acquistare Strefezza della Spal che può giocare sia a destra che a sinistra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Garnet Bull - 7 mesi fa

    Spero vivamente che de silvestri non sia al centro del progetto, ma sia semplicemente di contorno, una riserva e basta, perché io di vedere un’altro anno un giocatore come lui fare pena in campo(attenzione, non critico l’impegno o la persona ma le prestazioni) non ne ho voglia considerando l’ivoluzione che ha avuto nell’ultimo anno… In più avremo fiordaliso e un singo che a me fa impazzire nonostante sia ancora da plasmare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy