Il comunicato dell’AIC: “Stortura sugli stipendi, serve un accordo”

News / L’assocalciatori espreme forte opposizione a quanto emerso nelle scorse ore riguardo le modalità di accesso alla stagione 2020/2021

di Redazione Toro News

Le nuove delibere federali in termini di iscrizione non hanno soddisfatto l’assocalciatori. L’AIC ha così replicato attraverso un comunicato ufficiale la propria posizione: “I Consiglieri hanno condiviso il grande stupore ed imbarazzo, già segnalato nelle dichiarazioni pubbliche, per le decisioni in tema di Linee Guida per le Licenze Nazionali 2020/2021”.

Ermanno Eandi… addio, Poeta.

ISCRIZIONI – Riguardo alla prossima stagione ed alle modalità di accesso a quest’ultima, la nota dell’assocalciatori recita: “La Federazione, infatti, è intenzionata a controllare per l’iscrizione di fine agosto (termine della stagione 19/20 prorogato durante la stessa riunione) l’avvenuto pagamento delle retribuzioni di marzo, aprile e maggio 2020 per tutte e tre le categorie professionistiche con la particolare previsione che, in caso di contenzioso per le mensilità di marzo e aprile, si dovrà dimostrare il pagamento della sola mensilità di maggio 2020”. Continua poi il comunicato: “Siamo di fronte ad una vera e propria stortura se pensiamo che nel periodo di marzo si sono disputate gare in tutti e tre i campionati professionistici, mentre nel periodo di lockdown tutti gli atleti, la maggior parte senza potersi allontanare dalla sede di lavoro, hanno continuato a svolgere le quotidiane sedute di allenamento da casa e su indicazione del Club”.

Cairo sulla ripresa del calcio: “Mi adeguo alla maggioranza, ma qualche dubbio rimane”

CONFRONTO – L’AIC chiede dunque un faccia a faccia con la Federcalcio: “Auspichiamo quanto prima l’apertura di un tavolo di confronto con le componenti interessate, così come indicato dal Presidente Federale, al fine di valutare le norme di iscrizione ai prossimi campionati e dare risposte immediate ai calciatori e calciatrici che oggi vivono un momento di malcontento generalizzato. In considerazione della chiusura della stagione appena decretata risulta impossibile iniziare una nuova stagione senza aver prima risolto le criticità dell’attuale”. Conclude così il comunicato: “È compito della Federazione dare risposte concrete anche attraverso il Fondo di Solidarietà, di cui si è accennato ma che ad oggi ha avuto il solo concreto apporto della nostra Associazione con somme proprie”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy