Serie A, la classifica: il Parma perde in casa. Torino quartultimo al giro di boa

La classifica / A metà campionato i granata agganciano il Cagliari ma la forbice con le squadre che stanno davanti si allunga

di Federico De Milano
Classifica Serie A

Siamo arrivati ufficialmente al giro di boa del campionato. In questa domenica di campionato si sono giocate cinque sfide valide per la 19^ giornata di Serie A e ben quattro si sono concluse con una vittoria della squadra padrona di casa. Alle 12:30 la Juventus ha vinto 2-0 contro il Bologna mentre alle ore 15 erano in programma Verona-Napoli terminata 3-1 e Genoa-Cagliari, uno scontro salvezza che interessava molto al Torino. Il Genoa si è imposto 1-0 sulla squadra sarda grazie alla rete di Destro. Alle 18 la Lazio vince lo spareggio per la zona Europa League contro il Sassuolo per 2-1, reti di Caputo, Milinkovic Savic e Immobile. Alle 20:45 altra sfida molto importante nella lotta per non retrocedere, il Parma ospitava la Sampdoria con l’obiettivo di fare punti molto preziosi ma si è dovuto arrendere ai blucerchiati che si sono imposti con il risultato di 0-2 (reti di Yoshida e Keita). I genovesi salgono così a quota 26 punti mentre i ducali rimangono fermi a 13 punti.

E’ dunque il momento di trarre le prime conclusioni di metà stagione: dopo 19 partite, il Torino è quartultimo. I granata con il pareggio di Benevento hanno agganciato il Cagliari, sconfitto a Genova; la differenza reti generale granata è migliore (-9 contro -14) in attesa che venga giocato il secondo scontro diretto (il primo se lo è aggiudicato il Cagliari). Sponda Toro, tuttavia, non può far piacere la forbice che si sta creando con le squadre che stanno davanti: Udinese, Spezia e Genoa sono a 18 punti, a quattro lunghezze (quindi due partite di margine) dai granata e dal Cagliari. La Fiorentina si è tolta provvisoriamente dagli impicci, mentre il Bologna può essere risucchiato ma comunque resta a sei punti dal Torino.

41 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Doc.Falstaff - 1 mese fa

    Non ci sono i presupposti societari per operare decentemente sul mercato di gennaio.
    Cairo ha buttato via i soldi delle plusvalenze degli anni passati ( scudetto del bilancio) per acquisti assurdi da Società senza capo né coda.
    Adesso non siamo in grado di prendere in prestito neanche una mezza calzetta o prepensionati.
    A proposito, il Genoa per il prestito di Reager vuole subito un milione e mi chiedo il perché Cairo ha accettato solo 500 Mila euro dal Milan per Meite’.
    Quanti favori DEVE braccino corto al Milan o all’ambiente finanziario milanese? La lista dei favori incomincia a essere lunga ( già solo quest’anno Giampaolo, Rodriguez e Meite’).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 1 mese fa

    Due anni di Genoa tra pochi lustrini e discreta sostanza, il ventisettenne Lukas Lerager non è esattamente il profilo che, fino a circa una settimana fa, si associava a un plausibile innesto per il centrocampo granata. Non il playmaker “alla Pirlo” chiesto (e non ottenuto da Giampaolo), nemmeno la mezzala estrosa e propulsiva da sostituire a Meité, finito (un po’ inspiegabilmente, come sembra aver testimoniato il suo debutto da titolare di sabato sera, contro l’Atalanta) a giocarsi lo Scudetto in maglia Milan. Giocatore d’ordine, più di lotta che di governo, senza grandi fronzoli, il danese è soprattutto un uomo di fiducia per Davide Nicola, che sembra voler puntare più sulla quantità che sulla qualità. Magari, più per assenza di vere alternative, più che per autentica scelta. 
    Una versione più difensiva di quel Barberis che, ai tempi del Crotone, fu fedelissimo assoluto e uomo-ovunque per il tecnico lusernese, Lerager appare al momento il nome sul quale il Toro punterà. Certo, il fatto che il Genoa, altro club che da molti anni, in termini di strategie societarie, non sta dando grande prova di lungimiranza né di chiarezza nella propria visione, sia disposto a cederlo a una diretta, anzi, direttissima concorrente per la salvezza, la dice lunga sulla scarsa fiducia del club, e in particolare dell’attuale tecnico Ballardini, nei confronti dell’ex-Bordeaux. A dispetto delle iniziali previsioni, tuttavia, Lerager sembra l’elemento più avvicinabile, tra quelli realisticamente nel mirino granata in questo momento, in particolare rispetto a quel Gedson Fernandes di cui Mourinho, al Tottenham, è pronto a disfarsi. Procede a tal proposito, come evidenzia La Stampa, la trattativa con i rossoblù: possibile la chiusura a un milione di euro per il prestito oneroso (cifra non bassa, specie per soli quattro mesi effettivi di campionato), con riscatto non obbligatorio intorno ai tre milioni e mezzo. L’accelerata potrebbe verificarsi tra domani e mercoledì. Fonte TMW. Quindi se lo prendessimo sarebbe perché è quello che costa meno, non certo perché sia il prescelto di Nicola. Certo avrà fatto richieste di altri giocatori che la società ha respinto allora alla fine avrà forse dato l’ok per lui visto che non c’è speranza per nessuno di meglio. Almeno prenderlo insieme al prestito di fernandes, ma sembra neanche quello voglia fare il benefattore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ACC - 1 mese fa

    Nelle ultime 7 giornate abbiamo perso una sola volta, col Milan, ma purtroppo anche vinto una sola volta.
    In queste giornate, la classifica dal benevento in giu è questa:
    fiorentina, genoa 11
    benevento 10
    torino 8
    bologna, spezia 7
    crotone 6
    udinese 4
    cagliari, parma 1

    In pratica abbiamo recuperato punti su quasi tutte le concorrenti. Il danno è stato fatto prima, purtroppo, e ora siamo a rincorrere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Toroperduto - 1 mese fa

    Ad oggi siamo una delle più scarse per quello espresso in campo.
    E non è da oggi.
    Nell’anno solare passato la peggiore sicuramente.
    Non tirate in ballo gli errori arbitrali perché se all’inizio sono colpa degli arbitri diventano poi colpa della società nel momento in cui dinanzi a questa vergogna tace da anni e anni.
    A me sembra che l’idea di molti sia quella sposata dal presidente da più di un anno, sedersi e sperare che questa rosa siccome ha fatto 63 punti di colpo si metta a macinarne e anche tanti.
    E allora sediamoci e aspettiamo.
    Bella strategia non c’è che dire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 1 mese fa

    Qui serve rimettersi a giocare a calcio, come sta facendo lo spezia il sassuolo, la samp… pure il genoa, senza avere chissà quali giocatori! Ora che il toro sua ad un livello scarso di qualità a centrocampo è risaputo e ha significato la resa a qualsiasi tipo di ambizione europea, casomai ce ne fosse mai stata una, però non abbiamo calciatori da ultimo posto in classifica… serve un po di grinta e anche un po di fortuna in più per centrare qualche vittoria, a partire dalla fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leggendagranata - 1 mese fa

    Lasciamo perdere calcoli tipo classifiche avulse e differenze reti, cerchiamo di mettere fieno in cascina (cioè punti). Come avevo scritto, non c’ era da esaltarsi per il punticino di Benevento (certo la determinazione messa in campo è stata diversa da prima). Se non siamo ormai con l’ acqua al naso è solo perchè altre tre squadre (Cagliari, Parma e il povero Crotone) hanno il passo molto pesante e inanellano una sconfitta dietro l’ altra. Ma purtroppo da loro in su la distanza è aumentata. Nicola si rimbocchi le maniche, mescoli un po’ di più le carte (come ha fatto ad esempio dal 65′-70′ del secondo tempo a Benevento), lasci perdere i “protetti” di Giampaolo che tanto danno stanno facendo (Lynetti e Rodriguez in particolare, oltre a Murru, di Bonazzoli non so che dire), non hanno portato quel valore aggiunto necessario ed è una delle colpe maggiori del tecnico esonerato. Soldi sprecati. La campagna acquisti inmvernale? Visti i precedenti non sono tanto ottimista, in un solo caso arrivò un vero rinforzo a gennaio, quando ritornò Immobile dal Siviglia e con grande lungimiranza (la staff dirigenziale del Toro ha dimostrato di averne parecchia) non fu riscattato (il Siviglia chiedeva 11 milioni, la Lazio se lo prese per 8, che cosa vale oggi?). D’ altronde pesano su Cairo e su sui collaboratori altre panzane di mercato: come aver ritenuto troppo alta (15-20 milioni) la richiesta del Napoli per Zapata, aver ceduto Quagliarella per 3,5 milioni, Ljajic per 8 e acquistato Verdi per 25.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pandaniels - 1 mese fa

      sono d’accordo con te leggendagranata.
      Solo per Immobile mi ricordo che lui non voleva restare (aveva capito che cuntaballe è ciro) e preferì andare alla lazie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. mirafiori64 - 1 mese fa

    Mettiamola così, oggi inizia un nuovo campionato dobbiamo fare un punto in più del Cagliari, gli stessi del Parma e uno un meno del crotone e se dovessimo fallire uno di questi allora 4 punti in più di spezia udinese e genoa.
    Dal mercato non mi aspetto molto, mi basterebbe un solo centrocampista di qualità uno che sappia giocare a calcio, un solo rinforzo ma buono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gigiotto - 1 mese fa

    C’è da stare poco allegri, anche vincendo venerdi saremo nella stessa posizione,busogna fare un filotto di risultati contro tutti,altrimenti non se ne esce, vedere Samp e Fiorentina che si sono riprese da inizio campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. TifoTORO - 1 mese fa

    Qualcuno sa perché attualmente saremmo quart’ultimi? Lo scontro diretto col Cagliari lo abbiamo perso. Gli scontri diretti dovrebbe contare più della differenza reti secondo le regole riguardo alla classifica avulsa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuore granata 69 - 1 mese fa

      Perché gli scontri diretti contano quando gli hai fatti enttambi…fino ad allora conta la diffetenza reti..e in questo momemto il Toro ha la meglio sul cagliari..se nel ritorno pareggiamo o perdiamo a cagliari allora loro sono in vantaggio su di noi a patita’ di punti..ma fino a quello scontro conta la diffetenza reti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Emilianozapata - 1 mese fa

    Verona, Spezia, Atalanta, Genoa, Benevento, Cagliari, Parma, Udinese… Squadre da 1 fisso quando giocavamo in casa. È umiliante e insopportabile doverne avere paura solo perché un venditore di pubblicità 16 anni fa si è messo in testa di farsi pubblicità a spese del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Eeee ma come possiamo competere con loro?
      Con i capitali che hanno a disposizione le squadre citate da te noi siamo tagliati fuori prima ancora di partire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Nero77 - 1 mese fa

    Il maestro ha voluto il suo fedelissimo Linetty per 8 milioni, mentre Barak per 4 milioni continua a segnare a Verona!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Guarda Barak fosse venuto a Torino avrebbe fatto cagare è garantito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

    Basterebbe riprendersi Meite dal Milan. Lo hanno provato? Bene. Ora ce lo riprendiamo e a giugno se lo vogliono che scuciano una bella ventina, come piace al Dr. Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ardi - 1 mese fa

    Ma siamoappostocosi, sempre vigili però a guardare il traffico urbano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. miele - 1 mese fa

    Se il mercato Cairota, come temo fortemente, si concluderà con il quasi nulla di fatto, penso che per avere qualche speranza di salvezza il nostro allenatore dovrebbe riuscire a trasformare l’acqua in vino, come si racconta che abbia fatto un tale di Nazareth qualche migliaio di anni orsono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Toroperduto - 1 mese fa

    Tranquilli che siano a posto così.
    Abbiamo i giocatori per salvarci tranquillamente, i bookmaker ci davano vincitori a Benevento, il merdone di Giampaolo se ne è andato, con Nicola è tutta un’altra musica.
    Ci salveremo facile.
    C’è tempo per recuperare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. pupi - 1 mese fa

    Ballardini 11 punti in 6 partite con quasi 2 punti di media a gara. Se nelle prossime gare perdiamo ancora terreno da quelle sopra è finita. Il punto a Benevento come si può ben vedere non serve ad una cippa e, con questa squadra, senza sostanziosi rinforzi non ci sono margini di grande recupero. Si prendono gol a grappoli contro chiunque e così non ci si salva. Urgono 3 buoni, urgono Urbano, Urbanooooooo urgonoooooo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Emilianozapata - 1 mese fa

      Hai visto come si è precipitato in campo a fine partita per farsi riprendere vicino a Zaza? Cercava di venderci il punto inutile di cui parli come fosse oro. Eppure anche in questo forum l’avere rimontato 2 gol al Benevento (IL BENEVENTO!!!!) è stato salutato come promessa di un radioso futuro. Morale: anche oggi non è arrivato un c… o di nessuno. Siamo diventati come delle vecchie baldracche che aspettano all’infinito il cliente che non arriverà mai. Grazie anche per questo Cairo. Siamo diventati la barzelletta del calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 1 mese fa

    C’è chi compra e chi non fa un beneamato caxxo.
    Indovinate in quale parte stiamo noi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ghiry7 - 1 mese fa

    Il Genoa ha preso Strootman e noi si fa fatica a prendere Lerager (uguale se non peggio di Rincon) e si tira il prezzo su Sanabria manco fosse Benzema…siamo alle solite con braccino e bellaccino.
    C’è da sperare solo nel Mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giacomom - 1 mese fa

      Strootman prestito secco se si salvano l’ anno prox sono sempre il lotta x non retrocedere non vi accorgete che il genoa è un parcheggio di giocatori delle strisciate in primis i gobbacci ???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 1 mese fa

        Meglio un prestito che un acquisto scriteriato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. tajarin - 1 mese fa

    Ostaggi di un presidente, di calcio indiscutibilmente incompetente, cui della società e dei tifosi non frega assolutamente niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toro1964 - 1 mese fa

    Senza fare troppi calcoli, almeno 6-7 punti in più potevamo averli in saccoccia…
    Se la quota salvezza probabilmente sarà a 40 punti, vuole dire che ne mancano “solo” 26! Non venite a dirmi che le squadre concorrenti per la salvezza, appena sopra in classifica sono superiori come organico. Hanno un minimo di gioco e soprattutto voglia!
    Io sono convinto che con Nicola troveremo presto la “quadra”… sicuramente faremo meglio rispetto alla sciagurata situazione coltivata e lasciata da GP.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Solo 26 punti… 🙂 ma se nel 2020 ne hanno fatti in 38 partite nemmeno 30!!!! 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toroperduto - 1 mese fa

      Ma sto cazzo di organico come lo valutate?
      Ma sbaglio o è sto organico che fa cagare da più di un anno.
      Criticate Cairo ma fate esattamente come Cairo, ossia attendere che quest’organico si svegli.
      Mi spiace deludervi ma se non si è svegliato fino ad oggi non si sveglierà mai.
      Per cui o arriva qualcuno di rilevante oppure servirà un miracolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro1964 - 1 mese fa

        Con Mazzarri 63 punti…
        Io ci credo fino in fondo!
        Io al Toro ci tengo!
        Se voi vi siete già arresi, è un problema vostro!
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          Mazzarri non sa neanche come ci è riuscito a fare 63 punti . Gli è girato tutto bene come ora sta girando tutto male . Allora rendevano tutti al 110% ,gli arbitri ci avevano bastonato meno, entravano palloni che nessuno sa come…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Toroperduto - 1 mese fa

          Bravo credici.
          Ma tirare fuori i 63 punti vuol dire non conoscere nulla del calcio

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. miele - 1 mese fa

    La situazione si fà sempre più preoccupante: Il Parma deve ancora giocare, noi siamo terzultimi, ma si è creato un distacco di 4 punti da Genoa, Spezia e Udinese e tutte queste squadre stanno giocando molto bene, Vedi i pareggi di Udine con Atalanta e Inter, le ultime vittorie del Genoa rigenerato sia da Ballardini che dagli acqisti e le partite dello Spezia che ieri a Roma ha perso, ma pareggiava 3 a 3 a tempo regolamentare scaduto ed in precedenza aveva vinto a Napoli e contro la Samp, pareggiando agevolmente da noi. Per evitare la retrocessione occo rrono almeno 26 punti nel girone di ritorno e questo, nonostante il cambio di allenatore, mi pare un obiettivo non alla portata della squadra così com’è combinata ora, ma il volpone continua con la sua strategia dilatoria e se anche dovesse acquistare qualcuno, sentendo i nomi che circolano, penso che non sarebbero in grado di fornire quel contributo determinante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 1 mese fa

      Non credo servano 26 punti, forse 3 o 4 di meno (sembra poca la differenza ma invece è un mondo).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 1 mese fa

        Se le concorrenti non fossero così agguerrite, la penserei anch’io come te, ma dopo averle viste giocare ultimamente, sono molto preoccupato e mi aspetto che anche il Parma, con D’Aversa, migliori parecchio. Per questo sarebbe fondamentale che Cairo si decidesse finalmente a fare qualcosa di buono, ma temo che non sarà così.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Toroperduto - 1 mese fa

        Ah giochiamo d’azzardo proprio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bischero - 1 mese fa

    Pessimo risultato la vittoria del Genoa. Abbiamo lo scontro diretto perso con il Cagliari e giocheremo il ritorno in Sardegna. Gli altri sono a 4 punti. Siamo nelle ultime 3 da inizio anno. Solo un miracolo sportivo può evitare la retrocessione con 2 vittorie e 8 pareggi in un girone senza mercato significativo a gennaio. La società sta guardando la squadra affondare. È una vergogna senza fine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      tranquillo che Cairo gia’ pensa al futuro. Il mercato per la B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Emilianozapata - 1 mese fa

        Temo, con orrore, che a questo punto sarebbe la cosa più sensata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bischero - 1 mese fa

        Fabrizio dovrebbe essere così. Ma questa società sta valutando il mercato di gennaio(a detta sua) quando mancano 5 o 6 giorni alla chiusura passando da profili diversi e secondo te programmano la cadetteria?? Il mercato di serie b sarà fatto il 17 o 20 agosto come da prassi. Che pagliacci abbiamo… E facciamo le pulci a taurinorum!! Una tifoseria seria avrebbe già fatto la sua parte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. fabrizio - 1 mese fa

    qualcosa faremo. Aspettiamo che il benoa si allontani ancora di 6-7 punti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy