Cremonese interessata a Bava: il dirigente del Torino si guarda intorno

Cremonese interessata a Bava: il dirigente del Torino si guarda intorno

News / Retrocesso sul settore giovanile e privato della Primavera, ora il dirigente è pronto ad ascoltare ogni possibilità

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Se non sarà Ludergnani, verosimilmente Vagnati dovrà trovare un volto nuovo per il Settore giovanile. Massimo Bava potrebbe effettivamente salutare il Torino. Il condizionale è d’obbligo, perché al momento non ci sono notizie sicure e lo stesso responsabile del vivaio è attento a lavorare per la società rispettando il proprio contratto. Ma è inevitabile che l’attuale responsabile del Settore giovanile si stia guardando intorno. Nelle ultime ore circola un interessamento della Cremonese, che saluterà a fine stagione con ogni probabilità il ds Nereo Bonato per la scadenza del suo contratto; la società del presidente Arvedi non sarebbe intenzionata a rinnovarglielo per portare a Cremona proprio Bava.

LA SITUAZIONE – Se questa sarà la destinazione futura di Bava è presto per dirlo. Di certo lui ha le orecchie ben drizzate per trovare possibili incarichi in società di Serie B o di Serie C (le più possibili) per tornare su una Prima squadra e rifarsi di questa annata sciagurata. Al Toro il suo ciclo sembra effettivamente terminato. Dopo la gavetta e dopo essersi affermato come uno dei migliori responsabili di settore giovanile, l’occasione della Serie A non è andata nel migliore dei modi. Il ritorno sui giovani, senza però poterli guidare a pieni poteri e senza soprattutto il controllo sulla Primavera, per quanto sia un compito importante, non può essere inteso come un avanzamento di carriera per un dirigente non più giovanissimo che inevitabilmente accusa il momento.

FINE CICLOCon l’addio imminente di Rizzieri, D’Ambrosio e Storgato, oltre alla situazione legata a Sesia (sulla Primavera è pronto ad arrivare Cottafava), tutti gli uomini di Bava stanno pian piano lasciando il posto agli uomini di Vagnati. Il tentativo del neo responsabile dell’area tecnica granata di portare a Torino Ruggero Ludergnani (responsabile del Settore giovanile della SPAL) è la dimostrazione che la guida sui giovani è pronta a cambiare. Inoltre, ulteriore controprova, è che al momento le situazioni legate agli allenatori sono ancora in stand by e tra i vari motivi c’è anche questo stallo dirigenziale.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 3 mesi fa

    Granata, giusto, però consentimi di rimarcare che il pmo a non avere traguardi è la proprietà. Come fa un giocatore ad avere giusta garra, se il pmo a non avere stimoli è il tuo capo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rogozin - 3 mesi fa

    Granata, sembri uno che se ne intende di calcio e ti si legge sempre con piacere. Poi scrivi che chi viene al toro deve avere mentalità vincente con doti tecniche adeguate e che l’obiettivo della società deve essere la qualificazione europea ogni anno. A me risulta che non ci si è mai qualificati per l’Europa ( se non per le questioni che hanno coinvolte Parma e Milan ), anzi s’è fatto qualche anno di b ( forse anche il prossimo ) e i giocatori forti e con lo spirito sono transitati da Torino in direzione Manchester, Chelsea, atletico Madrid, Lazio, monaco ecc… Alcuni di loro a fare figure di merda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 mesi fa

      Ciao @rogozin, ti ringrazio per la considerazione ma credimi, è più difficile per me scrivere di calcio che lavorarci. Battute a parte credo che le qualificazioni siano state guadagnate sul campo perché chi è stato escluso ha barato. È come se un uomo gareggiasse in un gruppo femminile ad alzare pesi e venisse scoperto. L’idea di fondo che volevo esprimere è che è più semplice trovare gente sa lottare per non retrocessione che gente con mentalità vincente. Solo chi vuole vincere sempre ci mette grinta e se ha doti tecniche magari vinci più partite di quante ne pareggi. A molti viene la gambina corta. Si accontentano e quelli sarebbero da scartare. Il Toro, se vuole crescere, deve cercare quei giocatori, quelli che non mollano mai e possibilmente sappiano stoppare un pallone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bela Bartok - 3 mesi fa

    Sono sempre più perplesso. Dopo l’addio di Ventura e Petrachi Cairo ha completamente perso la bussola e siamo tornati a navigare a vista. La girandola di dirigenti è la scelta più stupida che si possa fare nel calcio, nemmeno coi soldi del milan puoi permettertelo come dimostrano gli ultimi anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 3 mesi fa

    incornciate il commento di Granata,è la summa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 mesi fa

      Ciao @dattero. Sai cosa mi stupisce ? Il fatto che quanto affermato da me, che dovrebbe essere il minimo, sia invece considerato straordinario. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pupi - 3 mesi fa

    Beh, Vagnati intanto aveva preso Fares a 2,7 e praticamente ceduto all’Inter per 15. Poi alla prima amichevole di quest’anno gli è saltato il crociato e l’affare è andato a monte. Meglio di Aina sicuro tanto per fare un esempio. In ogni caso chiunque arrivi da altre esperienze dovrà azzerare tutto e ripartire di nuovo. Ma trovo stupido giudicare Vagnati prima di aver operato solo perché proviene da squadra di basso rango. Sennò i Giuntoli o i Faggiano sarebbero ancora in terza divisione se nessuno avesse creduto in loro. Il futuro poi è semplice da commentare a posteriori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 3 mesi fa

    A me questo Toro continua a sembrare la tela di Penelope. Fai e disfa alla fine non si ottiene mai nulla. Questo succede da ormai troppo tempo ed è sotto gli occhi di tutti quelli che li vogliono usare per vedere. Se si vuole la rivoluzione almeno la si faccia integralmente e si valuto acquisto con profili europei , se questo è bl obbiettivo. Tanto abbiamo visti che facendo e disfacendo tutte le volte non si arriva a nulla. Ci va una idea chiara ,ma soprattutto ci vanno i soldi sul tavolo. Il resto è fuffa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 mesi fa

      ddavide69

      ma poi c’è Ulisse Cairo, il savatore della patria….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 3 mesi fa

    Oh, eccolo la. Cambiare tutto perché nulla cambi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. christian85 - 3 mesi fa

    Per Bava mi dispiacerebbe, ma la Cremonese sicura non di non voler prendere anche quello a sinistra della foto ?
    E’ un ottimo dirigente con elevate capacità manageriali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 mesi fa

      Ahahah Ahahah povero Comi, tutti c’è l’hanno con lui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 mesi fa

        ahahah ma no dai.. alla fine non è che ce l’ho.. ma bohhh non ho capito a cosa serva.
        La sede del Torino tra l’alltro è a 5 minuti da casa mia a Milano.. e Comi mica sta agli uffici della Cairo Communication…

        Scherzi a parte, facendo una riflessione.. 15 anni sono veramente tanti, ma lo dico anche per Cairo stesso, poteva e potrebbe avere in bacheca qualcosa di più se si fosse affidato a dirigenti di alta competenza, ma finchè farà cosi.. non sarà mai considerato un presidente vincente.

        C’è distinzione tra essere un buon magaer, scaltro di affari ed essere un grande dirigente….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

        Maxx72 mostarda e torrone a rischio estinzione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 3 mesi fa

    Mi spiacerebbe ma così vanno le cose, a me sto Vagnati piace e mi sembra rampante e se Bava decidesse di andarsene farebbe bene, è innegabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 mesi fa

      ciao fratello maxxx
      ti quoto.

      Per sapere se effettivamente Vagnati sia buono è presto per dirlo, però è vero.. sembra uno con le idee chiare e sembra uno che non ha peli sulla lingua.

      Voglio solo sperare che Cairo non gli pesti i piedi nel suo lavoro.. altrimenti siamo sempre punto a capo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Scusa Christian non avevo visto la tua risposta…io credo che Cairo, almeno all’inizio, non gli lasci nessuna carta bianca. In fondo è il capo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mestregranata - 3 mesi fa

    Io non conosco lo staff dì Vagnati e nemmeno l esperienza di questo rampante ds. Ma sembra che si stia organizzando un organigramma da allenatore ds ed osservatori per un campionato da serie B. Cairo ha capito che questo ci aspetta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 mesi fa

      quindi, non conosci nulla e non sai nulla ma poi esprimi un giudizio. Stupendo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. LeoJunior - 3 mesi fa

    E aggiungo: se si porta anche in DG non fa certo un danno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. LeoJunior - 3 mesi fa

    Però se continuiamo a guardare al passato, a rimpiangere chi se ne va e non aprire le porte a chi viene, se il disfattismo è il primo sentimento che alimenta piuttosto che l’ottimismo, poi non si può pensare che tutto questo non si traduca in scetticismo che poi permea l’ambiente.
    I dirigenti vanno e vengono in tutte le società e aziende in genere. Chi arriva è giusto che si porti uomini di fiducia.
    Nessuno sa che trattamento è stato riservato a Bava. Quindi nulla possiamo dire in questo senso. Se si guarda al solo aspetto aziendale, cosa dire? Ha accettato un ruolo. Se non aveva garanzie e voleva fare di testa sua, ha sbagliato ad accettare. Se era d’accordo sul fare da paravento, allora non si può parlare di trattamento scorretto.
    Non ha inciso, questo è fuori di dubbio. Se sa DS non ha capito che la strategia di tenere tutti, scontenti compresi, era folle. Se ha avvallato Verdi come unico investimento sproporzionato per il ns target allora ci ha capito poco come DS da prima squadra.
    Giovanili: anche qui dipende come misuriamo. Se l’efficienza di un settore giovanile si misura in campionati vinti, allora bene. Se si misura in giocatori espressi, qualche perplessità a me rimane.
    Giusto che trovi la sua strada ma da qui a stracciarci le vesti ce ne passa. Non esageriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Leo Junior, io non ho nulla contro la scelta di Vagnati, d’altra parte Bava nel ruolo di DS non si può dire che abbia inciso (anche se presumibilmente le sue responsabilità sono da valutare….)quindi è stato giusto chiamare un DS di Spessore. Rimane però il dubbio su quale ruolo a questo punto gli sia stato riservato , si scrive che è tornato alla guida del settore giovanile ,ok, poi però si legge che Vagnati sceglie di cambiare l’allenatore della primavera con uno di sua fiducia, allora mi sembra che non ci sia chiarezza, almeno visto dall’esterno. Sul giudizio circa il suo operato nel settore giovanile direi che non ci siano dubbi ,tenendo conto di come questo era ridotto prima del suo arrivo,sul fatto che sia ampiamente positivo, è vero che non ha sfornato giocatori di livello assoluto ma è anche vero che tutto il sistema delle scuole calcio a livello nazionale ha fatto acqua da tutte le parti ,l’Atalanta è l’unica eccezione. Se ai mondiali del 2010 e del 2014 siamo stati eliminati alla prima fase e nel 2018 nemmeno ci siamo arrivati credo ci sia poco da ragionare…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 3 mesi fa

        Vero che pochi settori giovanili hanno sfornato giocatori, ma noi zero. La Roma ha Zaniolo, l’Inter Bastoni, etc. Almeno UNO ne hanno prodotto. Noi ZERO

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NEss - 3 mesi fa

          0 o 1 sono la stessa cosa. numeri troppo piccoli per trarre alcuna statistica o considerazione.

          Una domanda che si puo’ fare: quanti giocatori sono finiti in serie A, B, C per ogni milione investito nella primavera?
          E volendo, chi ha portato quei giocatori a Torino?

          Per esempio, Bonifazi non e’ venuto fuori dal Torino. E’ arrivato dal Siena, se non ricordo male. Chi lo ha preso? Mi pare fosse Bava ma non ricordo bene. Greco (caso Petrachi) chi lo ha scelto? Etc

          Nell’intervista a Bava di qualche settimana fa egli citava dei numeri che sembravano significativi.
          Sarebbe carino paragonarli al passato, sempre tenendo in considerazione gli investimenti effettuati nei vari periodi.

          Capisco sia piu’ difficile fare un articolo di ricerca in questo modo piuttosto che scrivere due scemate sull’allenamento odierno, pero’ alla lunga essere buoni giornalisti dovrebbe pagare 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    A queste condizioni andrei alla prima occasione.
    Tra l’altro Vagnati finito a ora ha solamente compiuto operazioni di trasloco di alcuni suoi collaboratori dalla Spal a Torino. Ora siccome stiamo parlando della Spal, non del Barcellona (con tutto il rispetto per i tifosi ferraresi), io mi auguro che questa persona sia capace di allargare un tantino i propri orizzonti altrimenti mi viene da pensare male…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Spal da lui costruita che finirà in serie B. Insieme al Brescia ed a una tra Lecce noi e udinese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pupi - 3 mesi fa

        Spal che dalla lega pro ha portato in serie A salvandosi miracolosamente il primo anno. E tutto con budget ridicolo….e te lo dice uno di Ferrara.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 mesi fa

          Scusa ma la prospettiva al Toro dovrebbe essere quella di qualificarsi tutti gli anni in Europa e non trovare elementi per salvarsi. La tipologia di calciatore è completamente diversa. Chi verrà al Toro dovrà avere doti tecniche e mentalità vincente. Bagnati ha tutto da dimostrare quanto fatto a Ferrara non conta più.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 mesi fa

            Vabbè ragazzi tanto il Vagnati è con noi…diamogli una possibilità. Sembra anche un tronista.

            Mi piace Non mi piace
          2. Francesco67 - 3 mesi fa

            Mentalità vincente? Mi sfugge qualcosa
            L’ultima volta che ho (abbiamo) esultato ero un giovincello

            Mi piace Non mi piace
  14. pupi - 3 mesi fa

    Andrà via ovviamente e giustamente visto il trattamento riservatogli. L’unica discriminante è che trovi una buona opzione e un buon contratto avendo ancora 2 anni qui. Per il resto avrebbe già fatto le valigie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

      Così Cairo potrà dire… Io non l’ho mandato via, è lui che se ne è andato.
      Ammettiamolo.. è un grande…. Str..atega cosa avevi pensato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Bacigalupo1967 - 3 mesi fa

    È chiaro che Bava andrà via

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy