Jacopo Segre: “Longo mi ha svoltato la carriera. Ha le capacità che servono al Toro”

Esclusiva TN / Il centrocampista di proprietà del Torino in prestito al Chievo: “Spero che il mister possa rimanere in granata anche la prossima stagione”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Tra i giocatori di proprietà del Torino che sono in prestito altrove, Jacopo Segre è colui che più si sta facendo notare. Il 23enne centrocampista è in prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto al Chievo e quest’anno si sta affermando come un titolare (23 presenze, 2 reti e 3 assist) in una società importante come quella scaligera, che sta lottando per tornare subito in Serie A. Ai microfoni di Toro News, Segre fa un bilancio parziale della sua avventura quando manca poco al rush finale, consapevole che al Torino è ora arrivato l’allenatore che lo lanciò in Primavera nella stagione 2015/2016.

Jacopo, per lei è il campionato dell’affermazione?

“Credo che ci sia sempre da migliorare ed è quello il mio obiettivo. Sicuramente sto vivendo un buon campionato, ma mancano ancora tante partite. Negli scorsi giorni ho letto notizie sull’interessamento di alcune società di Serie A, ma ad oggi penso solo alla maglia giallo-blù del Chievo e a lottare coi miei compagni partita dopo partita”. 

In cosa la sta facendo crescere questa annata al Chievo?

“E’ un gruppo di alto livello, con calciatori importanti che hanno stagioni di Serie A alle spalle come Cesar, Meggiorini, Giaccherini, Obi. E’ gente che ti fa stare sempre sul pezzo. Io so che devo ascoltarli in silenzio e pedalare. Ma sono soddisfatto perchè squadra e società mi fanno sentire al centro di una realtà importante come quella del Chievo”. 

Parliamo di obiettivi: quelli del presente, innanzitutto. 

“Pensiamo a una partita alla volta: credo che possiamo ancora puntare al secondo posto che porterebbe direttamente in Serie A, diversamente dobbiamo almeno rimanere in zona playoff. Là davanti c’è il Benevento che da inizio anno è in fuga, stanno facendo un grandissimo campionato: complimenti a loro”. 

E quelli del futuro?

“Per il prossimo anno il mio obiettivo è quello di giocare in Serie A. Intanto voglio arrivarci col Chievo, poi so bene che il mio cartellino è in mano a una società importantissima come il Torino, a cui sono grato per la grande fiducia concessami con il rinnovo del contratto la scorsa estate. Per ora penso a lavorare con mister Marcolini e a migliorarmi: il lavoro su se stessi permette di arrivare a grandi risultati. Per il resto, tra qualche mese sarà il mio procuratore Pagliari, insieme al Chievo e al Torino, a vagliare quale può essere la soluzione ideale per me”. 

Come ha accolto la notizia dell’arrivo di Moreno Longo al Torino? Lui è stato il suo mentore ai tempi della Primavera granata.

“Longo è probabilmente l’allenatore che mi ha svoltato la carriera; mi ha mostrato la via per diventare professionista, facendomi capire su quali caratteristiche avrei dovuto puntare per fare strada. E’ una persona incredibile e sono soddisfatto che sia arrivato al Torino. Ha una grande applicazione nel lavoro e ha un carattere che si sposa pienamente con lo spirito granata”.

Siete rimasti in contatto anche dopo l’annata trascorsa insieme quattro anni fa?

“Assolutamente sì, mi ha sempre seguito, facendomi i complimenti dopo alcune buone partite fatte. Siamo sempre stati in contatto. So che la situazione che sta vivendo il Torino purtroppo non è facile ma lui ha le capacità e i mezzi per far rinascere la squadra, che resta un gruppo di qualità. Gli auguro il meglio e spero convinca la società a puntare su di lui anche per il futuro”.

Si ringrazia l’ufficio stampa del Chievo Verona per cortesia e disponibilità dimostrate

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eurotoro - 8 mesi fa

    Dino Baggio Fuser Cois Venturin Crippa…ahhh ne fossero usciti un paio di questo calibro..ahhh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Red - 8 mesi fa

    Ma cosa ha detto di sbagliato,
    Ringrazia il Toro per la fiducia in occasione del rinnovo, ringrazia il Chievo perchylo sta facendo giocare con continuità e spera di giocare in A sottolineando che a fine stagione si ritroveranno per discutere quale sia la soluzione migliore sottolineando che è di proprietà di una squadra importante che è il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

      Chiedilo a madama@

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Immer - 8 mesi fa

    Lo voglio nel toro non nellla cairese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Immer - 8 mesi fa

    Segre uno di noi guardo sempre i voti delle sue partite. Io nel toro voglio solo gente cosi non campioni ma affamati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nero77 - 8 mesi fa

    Se dovesse arrivare l offerta giusta il nostro amato presidente glielo porterebbe a spalle pur di monetizzare..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ardi2 - 8 mesi fa

    Ci mancherebbe ancora che non ci riprendessimo Segre a fine stagione, visto il centrocampo che abbiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paul67 - 8 mesi fa

    Dal vivaio della cairesefc escono questi ragazzi, lo specchio della “società” valori come riconoscenza, umiltà, senso d’appartenenza, sono lontani anni luce, ma questo produce il vivaio della cairesefc, e che gli e6 stato rinnovato il contratto 6 mesi fa, e dopo qualche buona prestazione in B ora punta alla serie A con chiunque.
    E a Natale vacanze a Dubai.
    Comunque nn mi meraviglio, ne scandalizzo di tutto ciò, ma che molti co-tifosi nn abbiano ancora capito che i ragazzi della cairesefc sono diversi in peggio dei ragazzi di Vatta, e nn potrebbe essere altrimenti, sono lo specchio della realtà. Quali valori trasmette ai giovani la marmaglia del Ciarlatano, nn certo quello del TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

      Adesso non esageriamo dai… criticare il ragazzo perché ha rispetto del Chievo (che gli ha dato una bella occasione) è davvero esagerato. Jacopo è di Torino, con la famiglia a Torino, cresciuto calcisticamente nel Torino… Secondo voi dove vorrebbe giocare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paul67 - 8 mesi fa

        Dove lo fanno giocare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

          Beh certo, se il Torino non lo facesse giocare tra le sue fila non è che smette… ma non per questo è da biasimare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Paul67 - 8 mesi fa

          Poi a Natale a Dubai.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. gianTORO - 8 mesi fa

            ah quindi il problema è il Natale a Dubai? …invidia…? su dai.

            Mi piace Non mi piace
    2. enrico - 7 mesi fa

      Ehi Paul dai su datti una calmata! Sta tranquil cit! Risparmia le energie che il coronavirus incombe…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bischero - 8 mesi fa

    Mi auguro che il ragazzo continui il suo percorso di crescita costante e che non pensi di essere arrivato. Giorno dopo giorno deve scrivere la sua storia da calciatore. Se meriterà rientrerà nel gruppo. La maglia si conquista sul campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wallandbauf - 8 mesi fa

      Ad occhio al momento sarebbe titolare inamovibile..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Madama_granata - 8 mesi fa

    Io sono quella da sempre “criticata e massacrata” dai co-tifosi perché ho difeso e difendo “a spada tratta” i giovani del vivaio, tutti e sempre!
    Segre mi pare un buon giocatore, quindi ben venga il suo rientro al Toro il prossimo anno.
    Solo mi hanno deluso un po’ le sue dichiarazioni.
    Io mi sarei aspettata all’incirca:
    “Ora lavoro per il bene del Chievo e cerco di migliorare di partita in partita.
    Il mio grande sogno è quello di poter giocare in serie A con la maglia granata, quello di rientrare nel Toro già fin dal prossimo anno”.

    Riporto testualmente:
    “Per il prossimo anno il mio obiettivo è quello di giocare in Serie A.
    Negli scorsi giorni ho letto notizie sull’interessamento (per me) di alcune società di Serie A.
    So bene che il mio cartellino è in mano a una società importantissima come il Torino, a cui sono grato per la grande fiducia concessami con il rinnovo del contratto la scorsa estate.
    Tra qualche mese sarà il mio procuratore Pagliari, insieme al Chievo e al Torino, a vagliare quale può essere la soluzione ideale per me”. 

    Quale sfrenato desiderio dimostra Segre di tornare al Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spiritolibero - 8 mesi fa

      Ma no dai Non poteva dire che vuole tornare al Toro anche se lo pensa sicuramente Si è dimostrato professionista serio invece dicendo che è al Chievo e vuol far bene al Chievo per ora

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 8 mesi fa

        Spero vivamente che sia come lei dice, “Spiritolibero”!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 8 mesi fa

      questo è un po’ lo specchio della società di oggi; in tutti i vivai si insegna più la tattica della tecnica e l’importanza ai valori dello sport passa un po’ in secondo piano, non mi stupisce che il prodotti del vivaio della cairese si esprimano in questo modo, sono più stupito del suo stupore; poi magari tifa inter o peggio, essere cresciuto nelle giovanili del torino fc oggi non è sinonimo di fede granata………..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gianTORO - 8 mesi fa

      scusi madama…ma secondo lei ci sono giocatori che sbavano per venire a giocare in questo torello? dovrebbero stare attaccati alla maglia solo perchè è granata? e volere giocare a tutti i costi qui a prescindfere da tutto? immagino che lei abbia lavorato o lavori o perlomeno glie lo auguro ovviamente…mai lavorato per un’azienda in cui no credeva più o non si trovava o semplicemente ha ricevuto un’offerta allettanete con uno stipendio maggiore? è o sarebbe rimasta a lavorare lo stesso nonostante tutto perchè..la maglia è la maglia? su dai non ci credo. sarebbe magari anche rimasta a parità di stipendio o anche con una minima differenza se avesse ceduto fermamente nei valori, nelle persone ecc ecc della prima società. ora…lei vede questa situazione nel torello attuale? rimarrebbe a lavorare in questa azienda alle condizioni scritte sopra…?
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianTORO - 8 mesi fa

        ops sorry: con una minima differenza se avesse CREDUTO fermamente nei valori ecc ecc…come era erroneamente scritta poteva avere una accezione completamente differente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

    Rispondo qua ad Ottavonano.

    Io sono per i ns giovani del Filadelfia, ma solo se meritano.
    Ai miei tempi i ns. ragazzi della Primavera erano il TOP d’Italia; gran parte di loro avevano sbocco sicuro in serie A. Oggi i ns ragazzi non sono assolutamente a quel livello, come i risultati comprovano.
    Quanto agli insulti nei miei confronti, vedi caro mio, io non uso nickname, se non credi a quelli che dico puoi andare a controllare negli annali; parlo con cognizione di causa, gran parte dei miei compagni di squadra ha poi giocato in serie A, il Filadelfia mi ha accolto per anni e per anni ho avuto la fortuna di allenarmi a fianco ai campioni del 75/76.
    Fidati io so di Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Emymarte72 - 8 mesi fa

    Tra i giocatori di nostra proprieta’ che sono in prestito altrove sembra sicuramente quello con le migliori qualita’, con continuita’ di ottime prestazioni in un campionato difficile come quello di serie B.
    Un ottimo prospetto sul quale puntare il prossimo anno per rinforzare la squadra, senza costi, in modo da fare qualche sacrificio economico per qualche altro giocatore che alzi davvero la qualita’ e il tasso tecnico della rosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spiritolibero - 8 mesi fa

      Se il Chievo lo riscatterà e noi lo controriscatteremo i costi ci saranno Non è in prestito secco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garnet Bull - 8 mesi fa

        Sono comunque estremamente bassi, parliamo di poche centinaia di migliaia di euro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gianTORO - 8 mesi fa

          sicuro…?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. suoladicane - 8 mesi fa

        una volta si utilizzava il premio di valorizzazione, mi sembra corretto che con i giovani si facciano contratti di questo tipo in modo che le società che contribuiscono alla loro crescita ne abbiano un vantaggio anche economico.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Garnet Bull - 8 mesi fa

    L’anno prossimo giocherà nel toro, ne ha le qualità, che venga schierato mezz’ala o anche esterno gioca sempre bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy