Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “Nel nostro cuore rimane immortale”

Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “Nel nostro cuore rimane immortale”

L’iniziativa / La quarantaseiesima puntata della nostra raccolta di novelle tra i lettori

di Marco De Rito, @marcoderito

Cosa narra il Decameron? Narra di un gruppo di giovani che per dieci giorni si trattengono fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera che in quel periodo imperversava nella città, e che a turno si raccontano delle novelle di varie tematiche. Sull’idea di Giovanni Boccaccio vorremmo strutturare qualcosa di simile insieme a voi. Il Decreto #iorestoacasa ci costringerà giustamente a rimanere nelle nostre abitazioni fino al 3 aprile. E allora perché non sforzarci con la memoria e provare a ricostruire alcuni nostri frammenti di vita rigorosamente granata. Momenti che giacciono nella nostra testa, ma potrebbero tenere compagnia e regalare emozioni ad altri “colleghi di fede”. Come Toro News, vorremmo creare un casolare virtuale granata, sull’esempio di Boccaccio, così come le storie che vorremmo che voi condivideste con noi e con tutti gli altri “fratelli” del Torino. Un modo per tenerci impegnati e per liberarci per qualche momento dei cattivi pensieri. Continuiamo dunque con la quarantacinquesima giornata di novelle.

MANDA LA TUA NOVELLA GRANATA A redazione@toronews. net. Domani sarà l’ultima puntata! 

10 aprile 1949
Triestina-Torino 1-1
Marcatore Menti,poi pareggio del triestino Blasone.
Ai tifosi granata questa data e la suddetta partita potrà dire ben
poco e fino ad un paio di mesi anche a me vecchio cuore granata da tanti anni quando, rileggendo sui miei numerosi libri ed intestardendomi sulla formazione degl’invincibili mi sono posto questa domanda: quante volte ha giocato assieme nei 5 scudetti vinti consecutivi la formazione che recitiamo come una poesia??
Risposta: soltanto 1 volta! Nella partita che ho appena
citato. All’inizio non volevo crederci! Ho letto più volte tutte le
formazioni scritte nei miei testi ed è proprio così. Ma questo dato
puramente statistico non cambia assolutamente niente se non solo per la curiosità.

La nostra formazione poesia è scolpita nei nostri cuori ed in tutta la storia del calcio mondiale e tanto basta. Siamo al 4 maggio, 71esimo anniversario della tragedia di Superga che ci portò via un gran pezzo dei nostri cuori e mi voglio autoconvincere che
presto, molto presto, rivinceremo lo scudetto! L’ho sognato nella notte del 30 aprile…ho ben impressa la data, l’anno e la formazione…ma questa è una storia che racconterò un’altra volta.
Sempre Forza Vecchio Cuore Granata

Enzo


Sono nato nel 1969, figlio di un immigrato trevisano. Mio padre non mi trasmise la passione per il TORO, lui era piuttosto disinteressato anche se manifestava una sincera antipatia per gli “altri”. Insomma posso dire di essere un granata autodidatta.POI qualcuno nel tempo mi raccontò del Grande Torino delle sue gesta e delle sue imprese, di questa grande squadra invincibile, di questa squadra incredibile, e che nel mio cuore, come penso in quello di tutti i tifosi, rimane immortale. Mio malgrado posso dire di non aver avuto grandi gioie dal Toro che ho vissuto, sì ho visto in parte lo scudetto, ero un bambino, ho visto altre imprese, una coppa Italia, Ma tanti tanti anni amari. Certo è molto facile tifare per chi vince tutto. Non sono mai stato tentato dalle cose facili, per me ci sono le cose giuste e le scelte difficili, come del resto la mia vita non è mai stata facile. Sono fiero di appartenere a questa squadra e a questa città, anche se da anni mi sono trasferito all’estero. Proprio domani lunedì 4 maggio 2020 mi dovrò recare a Torino per lavoro, e come tutte le volte che percorro l’autostrada da Aosta a Torino a un certo punto dopo Ivrea, appena sbucato fuori dalla Valle mi comparirà il panorama di Torino sovrastato da Superga, Allora con una stretta al CUORE penserò “Ciao Turin eccomi qua!”

Decameron granata: raccontateci il vostro Grande Torino

PRIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “Al Fila nel ’59, Toro in B ma che bolgia…”

SECONDA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio:  La prima volta allo stadio: “Quelle emozioni degli anni 70-80”

TERZA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “La ripresa negli anni ‘ 60 “

QUARTA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “L’inizio della sofferenza”

QUINTA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “Il colore granata, il più bello del mondo “

SESTA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “Da quel giorno non ci fu storia, diventai del Toro “

SETTIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta allo stadio: “Mi sentii parte viva della storia della mia squadra “

OTTAVA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “Quel giorno capii cosa significa essere del Toro”

NONA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “Si giocava in 12, c’era Meroni”

DECIMA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “27 marzo 1983, sembrava di essere in orbita”

UNDICESIMA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “Ricordo il ruggito della Maratona e l’urlo di tutti i tifosi”

DODICESIMA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “Non vedo l’ora di tornare a gioire”

TREDICESIMA PUNTATA – Decameron granata – Derby indimenticabili: “Quel rosso a Glik…”

QUATTORDICESIMA PUNTATA – Decameron granata – L’idolo d’infanzia: “Provavo a imitare Pulici nelle rovesciate”

QUINDICESIMA PUNTATA – Decameron granata – L’idolo d’infanzia: “La figurina a colori se ne sta in una pagina aperta per caso”

SEDICESIMA PUNTATA –  Decameron granata – L’idolo d’infanzia: “Si chiamava Giorgio, veniva da Trieste ed era il mio supereroe”

DICIASSETTESIMA PUNTATA –  Decameron granata – L’idolo d’infanzia: “Bianchi è rimasto nei momenti più difficili”

DICIOTTESIMA PUNTATA – Decameron granata – L’idolo d’infanzia: “Ero malato, Mondonico mi venne a trovare”

DICIANNOVESIMA  PUNTATA –  L’idolo d’infanzia: “Puliciclone, l’emblema del tremendismo granata

VENTESIMA  PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “San Siro rappresentava un’entità suprema”

VENTUNESIMA  PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “Quella partita a Madrid…”

VENTIDUESIMA  PUNTATA –Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “Quante emozioni a Bilbao”

VENTITREESIMA  PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “A Helsinki il primo appuntamento con la mia ragazza”

VENTIQUATTRESIMA PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “A Lisbona ricordi unici”

VENTICINQUESIMA PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “A Castel di Sangro ci fu un’invasione granata”

VENTISEIESIMA PUNTATA – Decameron granata – La trasferta indimenticabile: “A Nantes per Junior, Cravero e. . . “

VENTISETTESIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta a Superga: “Dalla Calabria fino alla lapide degli Invincibili”

VENTOTTESIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta a Superga: “L’aria profumava di storia e di mito”

VENTINOVESIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta a Superga: “Emozione, ho ancora la foto con Pulici”

TRENTESIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta a Superga: “Era una giornata di nebbia. . . “

TRENTUNESIMA PUNTATA – Decameron granata – La prima volta a Superga: “Ero bambino, con una decina d’anni sulle spalle. . . “

TRENTATREESIMA PUNTATA – Decameron granata – Amarcord allenatori: “Radice, il tedesco che giocava all’olandese”

TRENTAQUATTRESIMA PUNTATA – Decameron granata – Amarcord allenatori: “Conservo ancora l’autografo del Mondo”

TRENTACINQUESIMA PUNTATA – Decameron granata – Amarcord allenatori: “Giagnoni forgiò il Toro dello scudetto”

TRENTASEIESIMA PUNTATA – Decameron granata – Amarcord allenatori: “Radice va oltre, è leggenda”

TRENTASETTESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il gol più bello: “Quella doppietta di Pulici al derby. . . “

TRENTOTTESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il gol più bello: “La rovesciata di Belotti contro il Sassuolo”

TRENTANOVESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il gol più bello: “La rovesciata di Delli Carri a Firenze che l’arbitro annullò. . . “

QUARANTESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il gol più bello: “Quando Quagliarella decise il derby. . . “

QUARANTUNESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il gol più bello: “Quando Fusi segnò al Real. . . “

QUARANTADUESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “La dimensione della tragedia l’ebbi il giorno dei funerali”

QUARANTATRESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “Sono nato dopo, i miei ricordi sono racconti”

QUARANTAQUATTRESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “Quel giorno era strano, vestiva di azzurro…”

QUARANTASEIESIMA PUNTATA – Decameron granata – Il ricordo del Grande Torino: “Esprimeva poesia e sogno”


Continuate a mandarci le vostre novelle sulla mail redazionale (redazione@Toronews. net). Non dimenticate di firmare l’email e soprattutto continuate a farci sognare e svagare in questo momento complicato per l’intero paese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy