La Gazzetta dello Sport: “Longo richieste a Belotti: meno corse, più gol”

La Gazzetta dello Sport: “Longo richieste a Belotti: meno corse, più gol”

Rassegna stampa / Le principali notizie sul mondo del Toro sui quotidiani odierni

di Redazione Toro News

Sulle colonne de La Gazzetta dello Sport focus sul capitano granata Andrea Belotti: l’obiettivo di Moreno Longo è di rendere il “Gallo” più produttivo sotto porta, evitandoli parecchie corse durante l’arco dei 90 minuti. Si legge: “L’allenatore lo vuole più vicino alla porta. Quasi centravanti d’area. Certo, la natura del Gallo non la si può modificare completamente, lui è portato a svariare sulle fasce, rincorrere gli avversari fino alla propria area, catapultarsi in pressing sul portatore di palla… Però Moreno Longo gli chiede di concentrare mente ed energie sulla finalizzazione, lo vuole sempre più terminale e sempre meno motore della manovra. A fargli arrivare il pallone devono pensarci gli esterni De Silvestri e Ansaldi e pure le ali Edera (o Berenguer) e Verdi (o Millico) che il giovane tecnico glimetterà al fianco. Perché si sta andando sempre più in direzione del 3-4-3”. 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. christian85 - 4 mesi fa

    Mi piacerebbe assai, ma ho un dubbio… come puo’ fare gol Belotti se non gli arriva una palla decente ?

    Gli unici assist man buoni sono Ansaldi e (teoricamente) Verdi.. ma non e’ il suo anno, almeno fino a ora.

    Lollo abbiamo visto che.. su 10 cross ne azzecca 1 e Aina e’ piu’ un velocista che crossatore

    Speriamo solo che Verdi si svegli e che magari Millico si riveli l’arma in piu’.. sperando ancora che l’accoppiata Belotti Zaza possa coesistere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. altoro - 4 mesi fa

      Christian85 ti esprimo personale consenso per il tuo ennesimo post che analizza con perfetta lucidità la reale condizione del “Gallo” Belotti e della media assolutamente insufficiente e quindi inadeguata di rifornimenti che riceve a partita dai compagni di squadra.
      Inoltre condivido pienamente la tesi del giovane redattore di ToroNews, il quale sottolinea legittimamente che non è possibile soffocare la generosità di un attaccante, il quale per indole temperamentale e caratteristiche predilige partire addirittura dalla metà campo per svariare sull’intero fronte offensivo per agire quindi anche su entrambe le fasce laterali. Tuttavia è altrettanto oggettivo e realistico che questa tipologia di giocate individuali del bomber bergamasco richiede un incessante dispendio di energie fisiche che inevitabilmente, nell’arco temporale dei 95 minuti, inclusa la tempistica media del complessivo recupero, talvolta lo rende meno lucido ed efficace nell’atto della finalizzazione. Pertanto personalmente auspico vivamente che il tecnico Longo riesca a porre un freno alla pure encomiabile generosità agonistica e tattica del “Gallo” Belotti, paragonabile per la memoria dei tifosi granata meno giovani, ahimè come il sottoscritto, a quella di Ciccio Graziani, noto bomber granata del 7° Scudetto del TORO datato Maggio 1976.
      Personalmente ritengo che per sfruttare al meglio la sua naturale potenza fisica e la sua qualità tecnica individuale occorra schierare il “Gallo” Belotti,sotto l’aspetto tattico, almeno 15 metri più avanti, sempre in posizione centrale, e che occorra sino al termine della stagione perseverare nella specifica turnazione in modo tale da affiancargli ancora, ribadisco a turno, i vari Verdi, Zaza, Millico, Edera e Berenguer per verificare ulteriormente quale è effettivamente il partner ideale di reparto che possa meglio supportare la qualità tecnica del “Gallo” Belotti. Fratelli granata del forum, personalmente sono consapevole che l’attuale critica posizione di classifica del nostro amato TORO induce ad evitare ulteriori prove tattiche ma, credetemi, aldilà degli elementi dell’attuale rosa, peraltro ridotta all’osso dallo scellerata sessione invernale di mercato, a mia memoria, soltanto lo spagnolo Iago Falque, in perfette condizioni fisiche, riuscì a supportare al massimo l’esplosivo potenziale di Belotti due o tre stagioni fa. Nel frattempo purtroppo lo spagnolo si è rotto, sotto l’aspetto fisico, rimanendo vittima di periodici infortuni muscolari accaduti lo scorso anno e a quel punto la Società granata lo ha scaricato in prestito al Genoa durante la scorsa sessione invernale di mercato. Forza “Gallo” Belotti ! Alè TORO !

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy