Ljajic, reazione di grinta e caparbietà: Miha sa come trattarlo

Ljajic, reazione di grinta e caparbietà: Miha sa come trattarlo

Focus on / Dopo le critiche, il serbo, si è riscattato contro il Genoa con un assist “al bacio” per Belotti

di Nicolò Muggianu

Dopo le deludenti prestazioni con Sampdoria, Juve e Napoli, contro il Genoa, Ljajic era chiamato a una prova importante; un dentro-o-fuori in cui avrebbe dovuto dimostrare di essere fondamentale per questo Toro. Il ragazzo serbo ha superato brillantemente la prova fornendo l’assist che è valso il gol vittoria e lasciandosi le critiche alle spalle.

CRITICHE E RISCATTO – Prima il derby, poi la dura sconfitta del San Paolo, erano state un duro banco di prova per Ljajic, criticato a più riprese dal mister granata Mihajlovic. “Oggi un disastro – aveva dichiarato il mister del Toro dopo la sconfitta contro il Napoli – Non mi era piaciuto con la Juve e nemmeno oggi. Speriamo che si svegli perchè se è così è meglio non averlo. Una critica nemmeno troppo velata, con modi anticonvenzionali ma a quanto pare efficaci per toccare le corde giuste e permettere al ragazzo di tornare a fare la differenza. Contro il Genoa, Ljajic, è tornato ad essere decisivo: da i suoi piedi è partita una punizione magistrale che è valsa l’assist per il compagno di reparto Belotti che ha deciso il match. Dopo tanto bastone nel post-partita è arrivata anche la carota da parte di Miha: “Oggi bene Ljajic. Si è sacrificato, ha giocato per la squadra, ha tenuto bene il pallone, ha giocato con lo spirito che piace a me. Sono contento”. Il tecnico ha dimostrato, dunque, di conoscere molto bene il ragazzo riuscendo a dargli la scossa giusta. Anche il presidente Cairo si era espresso riguardo al rapporto controverso ma speciale tra i due serbi:“Il mister lo conosce molto bene, lo ha voluto fortissimamente lui, è un suo pupillo e chiaramente ci sono dei rapporti tra loro dei quali io non entro. Il mister sa cosa fare”.

CALCI DA FERMO – Il Toro è ripartito dai suoi punti deboli. Contro il Genoa il gol-vittoria di Belotti è infatti arrivato da cross su palla inattiva, modalità con cui, fino ad allora, il Torino non era mai riuscito a incidere in campionato. Il principale artefice del gol è stato Ljajic. Il serbo ha “ricamato” per il compagno una punizione magistrale con il contagiri e Belotti non ha dovuto fare altro che spingerla in rete. Fino ad oggi i granata non erano mai stati pericolosi da cross su palla inattiva nonostante le lunghe leve di alcuni giocatori in rosa. Ora, invece, il Toro ha scoperto di avere un’arma in più, e se Ljajic mette dei cross così…

Tra lodi e critiche Ljajic ha dimostrato durante tutta la sua carriera di essere un giocatore controverso, dotato di grande talento ma capace di accendere la luce solo ad intermittenza. Per fare il salto di qualità, che gli varrebbe la definitiva consacrazione, però, serve trovare la giusta continuità di rendimento. Mihajlovic lo conosce bene, e ha dimostrato di sapere quale sia il lavoro mentale adatto a far rendere al meglio il ragazzo. “Dopo la notte c’è sempre la luce”- aveva dichiarato Miha nel post-partita – e dopo la tempesta c’è sempre la quiete, così, per Ljajic, c’è stato il ritorno del figliol… prodigio.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 4 anni fa

    Mah…..Ci sono volte in cui credo che si guardino partite diverse, o forse le guardiamo con OCCHI diversi!! A me non sembra che fin’ora Ljajic abbia DAVVERO dimostrato cos’è in grado di fare, quanto sia in grado di “cambiare” una partita né tantomeno “svoltarla” a nostro favore!! Anzi!! In più di un’occasione m’è sembrato che averlo in campo costituisse più un vantaggio per gli avversari che per noi!! E credo che il buon Sinisa, che lo conosce bene, se ne sia reso conto MOLTO bene! E credo anche che “la carota” così com’è stata chiamata sia forse più “dovuta” che realmente riconosciuta!
    Sinisa lo ha voluto, e molto, già quest’estate, e su questo non ci sono dubbi.
    Anche sulle potenzialità del calciatore non ci sono dubbi, mentre invece i dubbi mi rimangono sul fatto che abbia fatto “il fenomeno” in più di una partita…..Per me lo dobbiamo ancora vedere, il VERO Ljajic!!
    E confido che arrivi già al prossimo girone d ritorno, perché QUANDO e SE arriverà allora ci sarà DAVVERO la svolta che TUTTI aspettiamo!!!!!
    FV❤G!!!
    SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy