Toro, Bremer colpisce ancora il Genoa: è la rivelazione di questa stagione

Toro, Bremer colpisce ancora il Genoa: è la rivelazione di questa stagione

Focus on / Quinto gol stagionale per il centrale brasiliano, una delle poche note liete in un campionato negativo

di Alberto Giulini, @albigiulini

Vede il Genoa e si scatena Gleison Bremer, decisivo ieri sera come nella gara d’andata. Proprio come lo scorso 30 novembre al Ferraris, il centrale brasiliano ha portato in vantaggio i granata su calcio d’angolo battuto da Verdi. Due gol pesantissimi, dunque, per un giocatore che si è rivelato nota lieta della stagione granata.

LEGGI ANCHE: Incontenibile Belotti: gol e record, nessuno è più da Toro di lui

LA RIVELAZIONE – In una stagione nettamente al di sotto delle aspettative, con l’obiettivo Europa non solo sfumato ma addirittura trasformatosi in salvezza, Bremer è stato una delle pochissime rivelazioni. Il brasiliano ha saputo sfruttare al meglio le occasioni che gli sono state concesse, arrivando ad imporsi sul centrosinistra. La scorsa stagione per lui le presenze furono appena 7 tra campionato e coppa, quest’anno sono già trenta.

LEGGI ANCHE: Sul carro di Longo

SENSO DEL GOL – Una crescita importante per Bremer, che ha dimostrato di avere un ottimo senso dell’anticipo oltre a doti fisiche ed atletiche importanti. E la gara di ieri ha inoltre confermato un ottimo senso del gol: sono infatti cinque quelli messi a segno finora, non male per un centrale. Tre gol di testa su calcio piazzato, ma non solo: a Milano Bremer superò Donnarumma con freddezza sul primo palo, a Cagliari si inventò una mezzarovesciata a centro area. Numeri più che positivi per quello che a tutti gli effetti è la miglior rivelazione stagionale.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gallochecanta - 2 mesi fa

    Ha ancora limiti evidenti, ma è giovane ed in salita. Soprattutto, insieme al vituperato Meitè è l’unico dei normali ad essersi presentato in forma alla ripresa.
    Belotti e Sirigu ovviamente fuori classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

    Mi fa piacere perchè si è sempre comportato da professionista serio accettando la panchina senza aprire bocca ,aspettando il suo momento. A me questo giocatore è sempre piaciuto ,se acquista sicurezza ,unita anche a un pizzico di cattiveria che non guasta, potrebbe rivelarsi davvero un valore aggiunto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bischero - 2 mesi fa

    Sono contento perché lui é la dimostrazione che con la giusta umiltà e fame puoi conquistare spazio. Sia di esempio a molti nostri ragazzi del vivaio. È arcigno e veloce. È ancora grezzo e inesperto. Deve migliorare nella lettura di molte situazioni di gioco ma é il glik dei giorni nostri. Sono curioso di vederlo sul centrodestra se si giocherà a 3 dietro il prossimo anno. Sul centrosinistra non usando il suo piede perde molto in impostazione.quando dicevo che fra lui e Bonifazi non c era paragone non mi sbagliavo. Continua così. Testa bassa e lavorare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabry - 2 mesi fa

    Questo ahimè la portato Petrachi mi duole dirlo ma è così,sembrava un bluff arrivò a 21 anni una scommessa ma a quanto pare vinta,ha avuto bisogno di ambientarsi al calcio italiano e alla fine mi sembra meglio del collega brasiliano Lyanco sopravvalutato e fragile fisicamente,deve migliorarsi con il sinistro ottimo marcatore sull’uomo ma anche nell’area avversaria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granata227 - 2 mesi fa

    è davvero un piacere vedere un giocatore stracriticato dal primo giorno in cui è stato comprato (qualcuno si ricorda di Verissimo?!) che migliora. Non salgo sul carro senza fare autocritica però, perché io stesso non ne vedevo il potenziale, a dimostrazione che chi sta/stava in panchina ha tutte altre percezioni rispetto alle nostre. Speriamo sia solo l’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. alexcorrent_1669165 - 2 mesi fa

    Buonasera a tutti ! A mio avviso Bremer ha un ottimo potenziale .
    Una velocità di base mostruosa, un ottimo senso dell’anticipo, un buon fisico ed una discreta tecnica di base. I contro sono che nonusa bene il fisico a volte, infatti si fa uccellare spesso da attaccanti più grossi fisicamente, a volte va in bambola , come se staccasse la spina, ma ha solo 23 anni, ma penso che negli anni a venire ci darà soddisfazione se troveremo un allenatore che punti su di lui.
    BREMER SARR potrebbe essere un ottima coppia di centrali .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata227 - 2 mesi fa

    q

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FORZA TORO - 2 mesi fa

    tutti a chiedersi perchè Mazzarri facesse giocare lui e non altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. aledranata81 - 2 mesi fa

    Questo è un Crack! spesso molto preciso e pulito negli interventi, a differenza di Lyanco che comunque è un buon difensore, ma forse più impacciato.

    Comunque credo che il prossimo anno la difesa sarà in mano sua e di Lyanco ( infortuni permettendo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bela Bartok - 2 mesi fa

    Veramente fino a tre mesi fa era considerato un pacco clamoroso. Il preferito dai tifosi era Lyanco o addirittura Bonifazi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy