UFFICIALE – Toro, esercitato il diritto di contro-riscatto per Segre

UFFICIALE – Toro, esercitato il diritto di contro-riscatto per Segre

Ufficiale / Il Torino ha appena comunicato di aver contro-riscattato Segre

di Redazione Toro News

Jacopo Segre è un giocatore del Torino. Il club di Via dell’Arcivescovado ha appena comunicato di aver esercitato l’opzione di contro riscatto per il centrocampista classe 1997, cresciuto nelle giovanili granata e quest’anno in prestito al ChievoVerona. I granata, come previsto, puntano ancora su Segre dopo la stagione vissuta da protagonista con la maglia dei clivensi.

DI SEGUITO LA NOTA UFFICIALE DEL CLUB

“Il Torino Football Club è lieto di comunicare di aver esercitato con l’Associazione Calcio ChievoVerona il diritto di contro opzione per il calciatore Jacopo Segre”.

 

66 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 1 mese fa

    Bacigalupo, non ho più possibilità di rispindere sotto al suo commento.
    Il mio (+) per ringraziarla della spiegazione.
    Ribadisco che del contratto di Parigini non sapevo nulla.
    Per il discorso “menzogna” continuo a non sapermi spiegare, evidentemente.
    Io credo che nessun tifoso possa dare del bugiardo ad un altro tifoso perché ha idee differenti, e la pensa diversamente.
    Se siamo educati e civili non dobbiamo darci epiteti, o affidarci a circonlocuzioni di parole che vogliono sortire lo stesso effetto e significano la stessa cosa.
    Giudichiamo solo il gioco del calcio e i professionisti che ci lavorano, non gli altri tifosi! Non ci è permesso!
    E anche riguardo ai personaggi pubblici non bisognerebbe mai sconfinare nel privato e/o nei vizi e nei difetti fisici.

    – A me piace Belotti perché..
    – A lei non piace Belotti perché…
    – Io apprezzo Giampaolo perché..
    – io non apprezzo Giampaolo perché..
    – per me Ansaldi ha giocato bene perché..
    – per me Ansaldi non ha giocato bene perché..

    Questo dovrebbe essete il tono, questi gli argomenti del dibattito, senza che nessuno si senta autorizzato a dire ad un altro “lei mente”, cioè a dargli del bugiardo, perché non la pensa al suo stesso modo.
    Oppure “lei sragiona”, perché in realtà gli dà dello stupido!
    Cosi come con “ma ce la fai?”, ancora gli dai del cretino che non capisce nulla!!
    Dire, o anche solo pensare : “Solo io ho la verità in tasca e dico il giusto” è presunzione!
    Non parliamo poi di quando qualcuno, con uso improprio della lingua italiana, si permette di dire ad un altro “che non è onesto intellettualmente”: in questo caso scatta decisamente il reato!
    Tutte le offese e le ingiurie costituiscono reato. E grave, tra l’altro, perché pronunciate dinnanzi ad un numeroso gruppo di persone.
    Rispetto, ci vuole rispetto per chi la pensa diversamente.
    Questo ovviamente tra persone civili ed educate.
    Se poi vogliamo trascendere a certi livelli… Beh, allora non conviene neppure più scrivere e commentare..
    Buon week-end!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Signora non scarichi sul sottoscritto cose postate da altri semplicemente perché lei ha deciso di inserirmi in un gruppo o sotto gruppo. (non usi il termine banda non è elegante). Ognuno è responsabile personalmente di ciò che posta.
      Detto questo forza TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Messere Granata - 1 mese fa

    Prendo spunto dal manuale di Pedagogia Applicata mai scritto, ma sempre Professato, dal grande Giorgio Ferrini. Se le “cose” successe al Torino fossero capitate ai suoi tempi, i due noti “mocciosi” avrebbero percorso il tragitto dal Campo agli spogliatoi sospesi a mezz’aria come due Overcraft, sostenuti dalla spinta di centinaia di calci nel fondo schiena. Altri tempi. Altri Uomini. Evidentemente oggi ci meritiamo queste “parvenze” di omuncoli coccolati da troppo “premurosi” e assetati procuratori e incomprensibilmente invocati da molti tifosi senza che abbiano dimostrato alcunché. Personalmente ne faccio volentieri a meno. Vai Giorgio, tirane uno anche per me. E a letto senza Carosello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Adesso chiamerebbero il telefono azzurro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. loik55 - 1 mese fa

    Vedo che il tema infiamma, la cantera, la tradizione, i nostri ragazzi, certo fa e farebbe piacere, poi c’è l’elemento tecnico tattico e caratteriale che deve fare la differenza, al di la di ogni sentimentalismo.
    Sepro in Segre si confermi rivelazione anche in A, sarebbe anche un colpo economico…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    Madama granata, mi permetto di risponderle qui:io forse pecco di eccessiva severità nei confronti dei giovani , severità che deriva dalla storia del percorso di tutti i giocatori affermati.Forse secondo me ci sfuggono alcuni concetti basilari nel mondo dello sport: il primo è che un’ allenatore fa giocare chi merita e chi ritiene utile all’economia della squadra ,il secondo concetto è strettamente legato al primo ,ovvero sono i giovani che devono fare di tutto per far cambiare idea a un tecnico impegnandosi in allenamento al 110% e facendosi trovare pronti a sfruttare al meglio anche pochi minuti che gli vengono concessi. Pensare che una società di calcio si metta al servizio dei giovani per vslorizzarli è pura fantasia. Sono i giocatori che si devono mettere al servizio della società, così stanno le cose. Mondonico fece esordire Giulio Falcone ad Aberdeen in Scozia in una partita che si stava mettendo per niente bene non per fargli un piacere ma semplicemente perché si fece male il difensore titolare Gregucci.Falcone sfruttò al meglio l’occasione e fece una partita impeccabile. Buffon esordì in serie A a 16 semplicemente perché il titolare, Bucci, stette fuori un mese a causa di un’ infortunio..,il resto della storia lo conosciamo. Stessa cosa successe a Lentini e così via…Lei dice che noi non possiamo giudicare i nostri giovani perché non li vediamo mai giocare, è vero ma l’ allenatore li vede allenarsi e giocare tutti i giorni , quindi evidentemente qualche elemento di valutazione ce l’ ha. Gli esempi da seguire sono quelli di Bremer e Singo. Il primo ha sbagliato, non è vero che non ha pagato ( dalla prima di campionato con la Roma rivide il campo nel derby di ritorno e guarda caso perché Mazzarri non aveva alternative..)ma ha lavorato a testa bassa e oggi è diventato quasi una certezza. Singo ha atteso il suo momento e ha saputo sfruttare la sua occasione. Insomma quello che voglio dire è che il problema dei giovani spesso sono i giovani stessi, il loro futuro dipende soprattutto da loro stessi, inutile girarci intorno.Un allenatore deve anche stare attento a non alterare gli equilibri di uno spogliatoio e deve comunque rispettare delle gerarchie, perché se tu togli Zaza per mettere Zdeko ,faccio un’ esempio, non devi dargli molte spiegazioni ma se tu lo togli per mettere titolare un ragazzino che ha ancora tutto da dimostrare allora diventa difficile spiegargli tale scelta è inoltre se il ragazzino incappa in una partita incolore diventa ancora tutto più complicato.
    Chi ha giocato a pallone questa cosa la sa benissimo..Io mi creda sogno ogni giorno una primavera ai livelli di Sergio Vatta ma oggi purtroppo siamo ancora molto lontani. I giovani devono imparare a sputare sangue in silenzio perché nel calcio come nella vita nessuno regala nulla…..Questa è l’unica cosa certa…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Ineccepibile hai espresso esattamente ciò che provo a spiegare senza successo da più di due anni.
      Purtroppo con i disinvestimenti in atto nel settore giovanile a meno di una inversione di tendenza (cioè triplicare il misero bdg messo a disposizione) i tempi di Dino Baggio lentini cravero fuser francini sclosa sordo falcone Vieri bresciani Zago cois non torneranno più.
      Ci mancano soldi, idee e uomini veri come Vatta, Cozzolino e Zambruni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

        Concordo pienamente…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 1 mese fa

      Alessandro 69:
      Siete in tanti che mi avete risposto: ho difficoltà a parlare con tutti!
      Intanto grazie per il garbo con cui lei si è rivolto me!
      Gli esempi che lei mi fa, enche parlando di “vecchie glorie”, dimostrano che ci vuole “anche” fortuna!
      Se il titolare non si ammala, non avrai mai possibilità di giocare!
      Parlando solo dei giovanissimi, Singo e Bremer (2 occasioni) sono stati più fortunati, Millico meno!
      Poi, x la condotta, da condannare e punire, ripeto.
      Credo poco invece all’allenatore integerrimo: come a scuola ci sono antipatie e dimpatie, e, soprattutto, anche su imput delle società, il “buon allenatore” deve spingere ad ogno costo il giovane che è costato milioni, meno
      il compagno del vivaio, arrivato gratis in squadra.
      Einstein è stato bocciato in matematica, per intenderci!
      Infine lo “Zaza di turno” può, chiarita la cosa con il Mister, anche accettare di accomodarsi mezz’ora in panchina a riposarsi, di tanto in tanto e non in partite- chiave.
      Buon week-end!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 1 mese fa

    Rispondo qui a Filippo67, e un po’ a tutti gli altri che gentilmente hanno risposto a me.

    Sono pienamente d’accordo con lei.
    Il timone in mano ai senatori, e inserimento graduale dei ragazzi più giovani.
    Assolutamente no buttarli nella mischia subito titolari: si farebbe del male a loro, oltre che al Toro!
    “FerdinandoContardi”, ma anche “Skrunk” e “Sigfabry” hanno espresso forse meglio di me concetti che io condivido.
    So che riceverò invettive e rispostacce da qualche altro co-tifoso, ma questa è la mia idea, credo legittima come quella di tutti quanti noi.
    La disonestà intellettuale è di chi ne accusa il prossimo e la vede negli altri, non mia!

    Ora provo a spiegarmi e a fare qualche esempio:
    – Bremer è un giocatore che a me piace molto, ma prima di affinarsi, ha potuto “fare la gavetta”, e gli sono stati perdonati molti errori: falli da rigore contro il Toro, espulsioni, sviste clamorose.
    Ora Bremer è una sicurezza.
    – Singo ha avuto una occasione, l’ha ben sfruttata, ed ora io spero che, se prossimamente sbaglierà, si continuerà ad insistere su di lui.
    – Aina è stato per me disastroso per tutto il campionato, eppure è sempre tornato in campo.
    – Meité, Lukic, Berenguer, Lyanco altalenanti nelle prestazioni, da bene a decisamente male, sempre rimessi in gioco, sempre “riprovati”.
    – Stesso discorso per i non più ragazzi Zaza, Nkoulou, Izzo, Verdi, De Silvestri.
    – Djidji dopo molti errori è stato accantonato, ma verso la fine Longo lo ha rifatto giocare: gli sono state date nuove occasioni.
    – Con le figuracce ed il pessimo rendimento di questo anno praticamente sono stati tutti insufficienti, eppure hanno tutti giocato e rigiocato (male!).
    – Ottimi Belotti e Sirigu, buono Ansaldi e, verso la fine, Bremer, sufficienti Rincon e Baselli prima dell’infortunio, e basta, secondo me!

    Ora passiamo ai giovani del vivaio:
    – Parigini non ha avuto le occasioni dei sopracitati colleghi, mai!
    Mai fatto giocare, e poi sbattuto non in panchina, nè in tribuna, ma non più convocato e lasciato a casa in attesa di essere allontanato.
    Perche? Mi hanno risposto:”perché era scarso”. Ma se non lo vediamo mai giocare, come possiamo valutarlo, nel bene e nel male??
    Punito perché ha dichiarato la verità alla stampa: “non sono infortunato, sto bene, sono pronto a giocare”?
    Vergognoso!
    Io vedo prevenzione e malafede nei suoi confronti.
    Il responsabile doveva, anziché urlare all’insubordinazione, e contar frottole facendolo passare x malato, dichiarare: “non gioca perché ho deciso di farlo vendere”, oppure “non gioca perché lo ritengo meno bravo di altri colleghi”. Punto.
    Colleghi che però non è che facessero bene! Continuavano a fornire pessime prestazioni, purtroppo..
    – Edera è stato accantonato per tutta la stagione, e solo alla fine Longo gli ha dato qualche opportunità. Per me non ha affatto sfigurato, ha segnato un gol e gliene sono stati annullati due x errori arbitrali.
    – Barreca a me piaceva, ma era agli albori: bisognava aspettare per giudicarlo, ma lo hanno venduto.
    È finito all’estero, e non l’ho più seguito. Ora nel Genoa non mi sembra stia facendo male: è della stessa forza di molti di quelli che giocano ogni domenica nel Toro.
    E non mi si dica che il Genoa è una squadra che lotta x la salvezza, perché il Toro questo anno non è stato nulla di più o di meglio!
    – Millico o lo mandano in prestito, o lo provano qualche volta e gli danno la possibilità di dimostrare se e quanto vale.
    Lasciare un ragazzo di 20 anni seduto in panchina per un intero anno per me è sbagliato, oltre che
    mortificante. Si rischia di bruciarlo e rovinargli la carriera!
    Morale:
    – Per me i giovani ex-Primavera, TUTTI QUANTI, non hanno mai avuto le stesse possibilità dei loro colleghi coetanei, acquistati in giro per il mondo a suon di milioni di euro.
    Scarsi, tutti quanti scarsi? Può darsi, ma proviamoli, vediamoli!!!
    Diamo a loro le stesse possibilità che diamo agli altri, e abbiamo con loro la stessa pazienza che abbiamo con gli altri!
    Altri che peraltro non si sono certo dimostrati dei campioni, ma hanno fallito clamorosamente la stagione!!!
    – Se li proviamo, lasciamoli in campo il tempo necessario x esprimersi!
    Farli entrare per 10-8-6-3 minuti, o solo per il recupero, e sperare che “dimostrino quanto valgono” per me è solo una mortificante presa in giro.
    – ultimo capitolo: l’insubordinazione.
    Io non so cosa sia successo, né cosa abbiano detto i vari ragazzi. Qui qualcuno dice di esserne a conoscenza: ci informi!
    Comunque: Mazzarri, Longo, ora Giampaolo o chi per essi, se i ragazzi mostrano maleducazione e non rispettano chi è al di sopra di loro, per conto mio, hanno fatto e fanno molto bene a punirli.
    – Spero però che sia solo una
    “boutade” giornalistica aver oggi letto che a Nkoulou (che vorrebbe andarsene nel calcio che conta, ma pare non abbia adeguate richieste) sarà rinnovato il contratto, e che diventerà “leader e guida” nello spogliatoio!!!
    Dovrebbe “cospargersi il capo di cenere”, ed invece Cairo nei giorni scorsi gli ha pure chiesto scusa!!!
    Non me ne capacito: chiedere scusa ad uno che si è rifiutato di giocare in Europa League e in campionato, che ha spaccato lo spogliatoio, che ha dato la stura alla crisi del Torino, e che ha giocato malvolentieri e decisamente al di sotto delle sue possibilità per tutto l’anno???
    Questi, per me, sono i gravi errori del Presidente!!
    Bell’esempio, per i giovani!!!
    Vogliamo far fare a Nkoulou
    la guida, la chioccia, “il Moretti” della situazione”?
    Allora poi non lamentiamoci se i giovani sbagliano e si montano la testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Longo ha dato la fascia di capitano a N’kolou e messo fuori rosa Millico ed Edera.
      Secondo lei perché? Anche Longo ha sbagliato?
      Che Parigini poi non abbia avuto occasioni non è vero.
      Parigini nel secondo anno di Mazzarri ha avuto le sue possibilità per emergere e non le ha sfruttate. La scorsa stagione è finito fuori rosa perché non ha voluto rinnovare il contratto. Comunque tutti gli allenatori che ha avuto dopo la primavera lo hanno sempre relegato in panchina. Anche a Cremona non ha brillato spesso subentrando dalla panchina o quando titolare veniva poi sostituito.
      Dire che Parigini non ha avuto la possibilità di dimostrare le sue innegabili doti è semplicemente falso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ferdinandocontardi - 1 mese fa

        Bacigalupo1967. su parigini probabilmente hai ragione. ma delle volte l’ho visto giocare e non è che abbia fatto prestazioni peggiori di tanti altri. poi ultimamente s’è perso. resta il fatto che nel modulo di tavernello (se così vogliamo definirlo) l’uomo di fascia come il centrocampo fa la legna (infatti ha sempre giocato quel fenomeno di de silvestri. probabilmente con mazzari anche daniel alves avrebbe fatto panchina. poi la fascia n’koulu. se permetti un’abominio. uomo non professionale, oltreché giocatore di discreto livello ma nulla più. una sintesi tra il “fenomeno” di due anni fa e il super buzzo di quest’anno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

          Non ho espresso un’opinione sulla fascia data da Longo a N’kolou che ha stupito anche me, ma ho chiesto un’opinione.
          Ho letto post su post a favore del granatismo di Longo, del fatto che finalmente avevamo un allenatore che stava trasmettendo i valori granata a qyesta squinternata truppa e poi che succede? Mette fuori rosa Millico e da la fascia a N’kolou. Pensa avesse fatto questa scelta mister Mazzarri non oso immaginare ciò che sarebbe stato postato.
          Riguardo a Parigini secondo te è possibile che nessun allenatore gli abbia mai dato la possibilità di giocare nel suo ruolo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. spiritolibero - 1 mese fa

            La questione N Kolou non è del tutto chiara ancora adesso Lui aveva chiesto di essere ceduto dopo un anno Il ds che in quella situazione è un responsabile del Torino gli aveva promesso che lo avrebbe accontentato Si è sentito tradito La società inoltre lo ha lasciato fuori nel ritorno col Wolves per punizione Chi ha più colpe ? Per me la società difatti Cairo ha poi chiesto scusa al giocatore tornando ad avere buoni rapporti anche con il suo procuratore Per questo Longo gli ha affidato la fascia Sapeva della cazzata fatta dal Torino Per quanto riguarda Millico ci fosse stato ancora un po’ di sano nonnismo negli spogliatoi come ai vecchi tempi sarebbe stato preso a calci nel sedere dalla mattina alla sera Ma come ti permetti di pigliare per i fondelli il tuo allenatore ? Ma chi sei ? Sei solo un bullo che crede di avere in mano il mondo Anche Lentini seppur per motivi più goliardici era stato mandato in tribuna da Fascetti che lo aveva messo in riga. Gigi lo ringrazia ancora adesso

            Mi piace Non mi piace
          2. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            La mia opinione è che la fascia data a N’kolou sia stato un segnale per tutto il gruppo che è entrato in rotta di collisione con Cairo dopo il mancato rispetto delle promesse fatte da Petrachi e quindi dalla società.
            Un modo per dire abbiamo sbagliato e per cercare di recuperare il rapporto con alcuni calciatori orimo tra tutti Sirigu.

            Mi piace Non mi piace
          3. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            premetto che non è che voglia per forza schierarmi con parigini. anzi… è proprio il contrario: quando l’ho visto giocare ho notato un gran dribbling grande velocità e ottimo controllo palla. tutte basi fondamentali per un giocatore offensivo. e ultimamente di questi giocatori non ne abbiamo. berenguer tutta sta tecnica non ce l’ha. giocatore da bassa classifica in spagna, francia, germania…etc. verdi? super sopravvalutato: 25 M per uno che al napoli ha fatto 1 anno e mezza di panchina,e discrete cose in un bologna sempre in lotta per non retrocedere. quindi si sapeva cosa prendevamo. per questo il mmio è un j’accuse a parigini. le doti tecniche le aveva. avcrebbe dovuto sfruttarle meglio, anche se tavernello non era certo il migliore degli allenatori per farlo esplodere. e probabilmente ha un problema di testa per stare a un certo livello… ma su quello c’è poco da fare. ma il punto è un altro. giocatori con doti ne escono: rauti è un prospetto notevole, solo per fare un nome. ma da noi si perdono. colpa anche di allenatori e staff non all’altezza. nonostante il 3-5-2 gli uomini di gasperini sembrano sempre il doppio in campo rispetto non solo a noi che siamo poco cosa, ma anche di altre squadre. evidentemente i preparatori atletici sono eccezionali, perché corrono 100 minuti e da noi 20 se va bene, i tattici ci danno 1000 giri, perché la squadra raramente perde la bussola e quasi mai va in affanno. in tale contesto tutti i giocatori sembrano valere più dell’effettivo. visto il fenomeno caldara? al milan, al di là dell’infortunio, tutto sto fenomeno non è sembrato. ma di esempi ce ne sono a gogò.

            Mi piace Non mi piace
      2. Madama_granata - 1 mese fa

        Sostenere Longo non vuol dire considerarlo perfetto ed esente da errori:non è mai tutto rosso o tutto blu, almeno x me (gli altri colori preferisco non menzionarli).
        Come già chiarito sopra ed altre 100 volte per me tutti gli allenatori, tutti, fanno bene a prendere provvedimenti disciplinari contro ragazzi o uomini che non si comportano correttamente.In quale lingua devo dirlo perché lei lo accetti? Nel post precedente credo di essere stata chiarissima!
        Le riporto ciò che ho scritto:
        “Mazzarri, Longo, ora Giampaolo o chi per essi, se i ragazzi mostrano maleducazione e non rispettano chi è al di sopra di loro, per conto mio, hanno fatto e fanno molto bene a punirli”.
        È chiaro???
        Non torniamoci su un’altra volta, per favore!
        Che Parigini non giocasse x motivi di rinnovo contratto e che sia stato lui a non volerlo siglare lo scopro ora: nessun giornale ne ha mai dato notizia, o io non l’ho letta.
        Leggevo spesso che era infortunato, e da lì la puntualizzazione del giocatore: “sto bene, sono pronto a giocare”.
        Riguardo alle opportunità di gioco, per me, nel Toro, Parigini ne ha avute troppo poche in confronto ai vari Berenguer, Aina, Bremer, ecc.. Di ciò che ha fatto in altre squadre non so, certo è che se altrove ha sempre fatto male come dice lei, mi spieghi perché lo hanno ripreso nel Toro ed inserito in prima squadra.
        Per favore la prego di smettete di dare del “bugiardo”, “falso”, “menzognero”, ecc.. a chi non la pensa come lei!
        Accetti il contraddittorio.
        Accetti di poter essere smentito, e persino di poter sbagliare anche lei come tutti gli umani!
        Qui si tratta di opinioni, che sono “opinabili”, non di fatti concreti.
        Quando lei sosteneva che Mazzarri era un buon allenatore dopo lo 0-7 Atalanta o il 4-0 Lecce io le ho detto che non ero d’accordo, non che lei diceva menzogne o che era bugiardo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

          Signora ripeto sostenere che Parigini non ha avuto le opportunità per mettersi in mostra non è una opinione ma una realtà.
          La non volontà di rinnovare il contratto da parte di Parigini è sotto gli occhi di tutti infatti è andato via a parametro zero. Anche questa non è un’opinione ma è la realtà dei fatti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 1 mese fa

            Bacigalupo, preciso:
            non è una polemica, ma una domanda.
            Ma allora anche x De Silvestri ci sono stati problemi simili?
            E pensare che io ho sempre creduto che fosse un atto gentile verso il calciatore quando la Società, non prolungando, lo lascia libero a parametro zero!
            Potrebbe prolungare, e poi venderlo al miglior offerente!
            Però in questo caso le opportunità di accasarsi x il giocatore che “costa e non arriva gratis” sarebbero molte di meno!
            Sbaglio tutto?
            Grazie

            Mi piace Non mi piace
          2. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            La differenza è semplice, strano che lei non la colga.
            Parigini era un capitale della società il rinnovo del contratto avrebbe permesso al nostro Toro di incassare qualcosa in caso di vendita. Il calciatore ha rifiutato il rinnovo ponendosi di fatto al di fuori del progetto Torino.
            Il caso De Silvestri è esattamente l’opposto la società non ha voluto proporre il rinnovo del contratto come vede i due casi sono esattamente opposti. Parigini non è stato messo agli arresti domiciliari da Mazzarri, Parigini non rinnovando ha sputato nel piatto nel quale ha mangiato per anni, Parigini non rinnovando ci ha lasciato in braghe di tela. Anche questa signora non è una opinione ma sono fatti.
            Mentre il giudicare Mazzarri un buon allenatore anche dopo un 0-7 è un’opinione magari non condivisibile ma è un’opinione. Cosa c’entra la menzogna alla quale lei fa riferimento. Questo me lo dovrebbe spiegare.

            Mi piace Non mi piace
  6. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Ottima notizia!
    Segre è umile ed ha mangiato pane duro in serie B a differenza di chi si crede già arrivato ed ha trattato a pesci in faccia Longo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 1 mese fa

      Ma sul serio è andata così ??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

        Ha detto a Longo…
        “ma tu saresti un allenatore??”
        Ti pare normale ed educato questo comportamento per un ragazzo che deve ancora dimostrare tutto tra i professionisti?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 mese fa

          Altro che da prendere a calci nel sedere, come avete detto voi!!
          Non è trapelato nulla: sbagliano a proteggerli/lo.
          Dovrebbero dirlo apertamente ai “media”, perché tutti lo sappiano! Questa sì, sarebbe un’umiliazione e una punizione!!
          Per me, di un’altra generazione:
          – Primo errore,
          di Longo e di tutti quanti: lasciarsi dare del tu = troppa confidenza per questi ragazzini!
          Il “tu” possono darmelo Sirigu, Ansaldi, Belotti, gente con esperienza, che ha già dimostrato molto e con un’età più matura!
          Ma tutti i ragazzotti di belle speranze, tutti, nessuno escluso, insolenti e non , maleducati e non, mi portano rispetto e mi danno del lei!!
          “Mantenere le distanze e far sentire l’autorità”, diceva una mia vecchia insegnante di latino!
          Autorevolezza e non Autorita?
          Entrambe, per chi l’autorevolezza non la sa, o non la vuol capire e rispettare!
          L’errore incomincia dalla scuola: ai tempi di “signora maestra”, e “signor professore” o “signorina professoressa” nessuno studente mai, piccolo o grande, si è permesso di mancare di rispetto, bullizzare, minacciare e mettete le mani addosso agli insegnanti.
          Ora fanno anche quello..
          Con i genitori, i docenti, gli allenatori, ecc..
          Non riconoscono l’autorita, qualunque essa sia!
          Ho sentito un quindicenne dire al padre che lo sgridava: “tu non puoi farlo! Non mi comandi! Mi devi rispettare!”
          Oggi è il padre che deve rispettare il figlio, non il contrario!!
          Gli intelligenti si salvano; i presuntuosi, e diciamo “i meno brillanti” fanno solo errori , e finiscono per pagarla cara!
          O almeno lo spero!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Madama_granata - 1 mese fa

          Il (-) non è mio!
          Un (+) covinto, sì!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FORZA TORO - 1 mese fa

    bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. sigfabry - 1 mese fa

    Io voglio in squadra qualche prodotto del vivaio è il nostro DNA.
    Ne abbiamo un disperato bisogno, meritevole di giocare ovviamente non a prescindere
    Investimenti pesanti per la primavera, per capirci faccio un esempio con Torreira,fortissimo per carità, ma quei soldi tutti nel vivaio li metterei .Se ci fossero 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      Concordo, approvo e sottoscrivo!
      Temo però che siamo pochi, pochissimi a pensarla cosi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sigfabry - 1 mese fa

        Non ci crederai ma che questa volta saresti stata d’accordo con me, non mi coglie molto di sorpresa 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. sigfabry - 1 mese fa

        Madama scherzi a parte,ti prendo in giro, ma poco non ti arrabbiare!!
        E comunque non credo che siamo in pochi a pensarla così , anzi la maggioranza , ovvio che quelli che hanno meno di 30 anni , la sentono meno rispetto a noi , ma se come appunto ho scritto un canterano tornerà finalmente a giocare Titolare vedrai che la discussione non si porrà nemmeno .
        Sono emozioni completamente diverse e le devi provare per capirle pienamente .
        Poi se qualcuno non è d’accordo , ma che ti frega.
        Un abbraccio
        Ciao

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 mese fa

          Io non mi arrabbio mai quando la presa in giro è bonaria!
          Ci mancherebbe!
          Mi urtano solo le pseudo-ironie dette con cattiveria e livore per mortificare ed umiliare l’interlocutore.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. sigfabry - 1 mese fa

            Tutto tranne che ironia, quella è cattiveria . Lo so che non ti arrabbi con me, ormai ne ho letti di tuoi commenti e lo so come la pensi e tu ne avrai lette di cavolate che ho scritto io , gioco con le parole e al massimo prendo in giro ma per rqui proprio non ha senso , a me già che ami il Toro mi baidere. Ma mortificare o umiliare non mi appartiene , ma poi sta .
            Al massimo abbiamo idee diverse per il bene comunque del Toro. MITTICAAA MADAMAA ,con la voce di Savino quando imita Galeazzi
            MITTTICCOOO TOROOO

            Mi piace Non mi piace
          2. sigfabry - 1 mese fa

            Tutto tranne che ironia, quella è cattiveria . Lo so che non ti arrabbi con me, ormai ne ho letti di tuoi commenti e lo so come la pensi e tu ne avrai lette di cavolate che ho scritto io , gioco con le parole e al massimo prendo in giro ma per ridere, ma poi qui proprio non ha senso , a me già che ami il Toro mi basta. Ma mortificare o umiliare non mi appartiene.
            Al massimo abbiamo idee diverse per il bene comunque del Toro. MITTICAAA MADAMAA ,con la voce di Savino quando imita Galeazzi
            MITTTICCOOO TOROOO

            Mi piace Non mi piace
          3. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            Certo signora infatti
            Tifosi antivivaio, amichetti, compari, banda dei soliti, etc etc sono carezze.
            Vabbhe sarà così.
            Definire qualcun altro “anti qualcosa” non è il massimo dell’elganza, banda se non si riferisce a quella musicale indentifica dei ladri, passo sopra per educazione su amichetti e su compare.

            Mi piace Non mi piace
      3. 27766fvcg - 1 mese fa

        Mi scusi Madama ma sono sicuro che tutti la pensano come lei.
        Credo che i vari Francini Sclosa Lentini Cravero Dino Baggio Fuser Cois Venturin Zago Mezzano Bertoneri Bonesso e ne potrei citare tanti altri Sn sempre stati sostenuti e incitati da tt i tifosi granata.
        Se poi quelli a venire sono stati tutti delle “pippe” come Edera Parigini Bonifazi e Barreca mi spiace…
        Arrivederci e grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ferdinandocontardi - 1 mese fa

          27766fvcg. per dire che sono delle pippe avrebbero dovuto giocare tutto il campionato. non 2 minuti. a quelli da te nominati (francini, sclosa, etc etc) sono stati concessi molti errori. o forse non ricordi che, per es., cravero di buchi ne faceva parecchi a inizio carriera?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 27766fvcg - 1 mese fa

            Caro Ferdinando, sono pienamente d’accordo con te.
            Il fatto è che ai giocatori che io ho nominato “pippe”, di occasioni ne sn state date (magari nn dal Toro) ;
            Edera l’altr’anno era stato dato in prestito al Bologna di Miha, dopo un inizio da titolare pure il serbo si è stufato e il campo nn lha più visto;
            Parigini dopo tanto girovagare viene ceduto al Genoa (che sta lottando x nn retrocedere) e Nicola decide che nn serve e viene mandato in prestito alla Cremonese ;
            Barreca sia al Monaco che in Inghilterra il campo nn lo vede mai;
            Bonifazi nn trasmette mai(almeno a me) un senso di sicurezza..
            I calciatori che ho citato del vivaio “Vatta” davano (al netto degli errori) la sensazione di essere comunque gente “da” Toro nn solo “del” Toro…
            Lei pensa veramente che se Bonifazi Edera e Parigini (che è stato ceduto a gennaio) avessero giocato di più avremmo avuto più punti???

            Mi piace Non mi piace
          2. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            Non stiamo parlando di ragazzini di 18 anni…
            Parigini ha alle spalle dei campionati da professionista ed è sempre sia in A che in B stato relegato in panchina, Edera è stato messo in panchina da Mazzarri da Sinisa a Bologna e da Longo 3 indizi fanno una prova, Bonifazi che non è un prodotto del nostro settore giovanile è forse quello più pronto ma a Ferrara ha deluso prova a leggere i commenti dei tifosi spallino su un sito simile al nostro e te ne farai un’idea, Millico ha un potenziale straordinario speriamo che testa e procuratori non lo rovinino. Ciò che ha detto a Longo è sarebbe inqualificabile anche per un campione ddl mondo figuriamoci per uno che deve dimostrare tutto

            Mi piace Non mi piace
          3. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            27766fvcg. io non voglio difendere questi giovani per partito preso, sia ben chiaro. mi dici bonifazi non ha mai dato la sensazione di sicurezza. perché n’koulu, bremer, izzo la da? non solo st’anno, anche l’anno scorso ogni volta che qualche avversario passava la metà campo bisognava stare col “culo stretto”… (poi l’anno scorso ci andava spesso di lusso, ma non è che gli altri non tirassero). a bergamo all’andata fece una gran partita, condita di goal, col lecce ha bucato e non ha più giocato, se non qualche minuto… come fai a giudicarlo? mi dici parigini. se a 17 anni lo avevano richiesto in lega pro e b, qualcosa lo doveva pur avere… al toro l’ho visto poco, anche perché quel poco ha sempre giocato fuori ruolo. e comunque ha un bel dribbling. il problema è che negli schemi di mazzarri uno come lui non esiste e se gioca gioca completamente fuori ruolo. probabilmente ormai avrà perso anche sicurezze e sarà difficile recuperarlo. su edera ti do ragione. molto discontinuo. e nelle ultime partite giocate ha fatto cagare, come il resto della squadra. millico, magari sarà stato maleducato. allora diamogli due calci in culo, insegnamogli un pò d’educazione ma cerchiamo di recuperarlo, se veramente ha talento. se da quello che dici i nostri giovani sono tutte pippe… allora la soluzione sareb be un’altra: via tutti gli allenatori, preparatori, etc etc delle varie giovanili. hanno sbagliato tutto e il vivaio va rifondato

            Mi piace Non mi piace
          4. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            Ferdinando la soluzione non è mandar via allenatori o preparatori la soluzione è investire.
            Cairo sta disinvestendo la primavera ha un bdg ridicolo.
            Le altre categorie sono gestite contando per lo più sul volontariato.
            Il problema è quello

            Mi piace Non mi piace
          5. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            bagigalupo. investire per me ha un senso evidentemente diverso dal tuo. se x investire s’intende dare una mucchia di soldi qua e là allora in base al soldo speso si fa il campione. quindi 2 milioni per biglia netti fanno di lui un campione. invece secondo me è cotto e bollito. buono per la chioccia ma a ingaggio molto inferiore. tornando alle giovanili: evidentemente a partire dagli osservatori non sono all’altezza: non sanno valutare le potenzialità. ricordo qualche hanno addietro che l’acquisto dei giocatori veniva fatto visionando un paio di video forniti dai procuratori. se così fosse (e spero fosse solo un fake) i responsabili avrebbero dovuto essere licenziati in tronco. passando per i preparatori: la crescita fisica, tecnica e mentale di un calciatore è nelle mani di allenatori, preparatori e match-analyst. se questi non sono all’altezza il giovane non sfrutta le proprie qualità. faccio un esempio. messi a 13 anni fu bocciato dagli osservatori del como perché fisicamente ritenuto inidoneo (aveva un problema di crescita, ma questa è storia nota). poi sappiamo tutti come è andata la storia. la domanda che ti pongo è: messi nel torino sarebbe mai diventato quello che sappiamo?

            Mi piace Non mi piace
          6. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            Ferdinando il bdg stanziato da Cairo per le giovanili è semplicemente ridicolo.

            Mi piace Non mi piace
          7. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            bagigalupo non entro nel merito di quanto si spende perché ammetto di non sapere. però resta il fatto che se dal nostro vivaio non esce nulla, o almeno così si dice, qualche problema di preparazione e conoscenza ci sarà pure. se tu sai più di me dimmi quanti preparatori o osservatori dovrebbero essere messi a disposizione in media in una società giovanile e quanti ne abbiamo noi

            Mi piace Non mi piace
      4. ferdinandocontardi - 1 mese fa

        io concordo. ma gli si deve dare una possibilità di sbagliare. bonifazi dopo l’errore col lecce è stato praticamente messo fuori squadra. n’koulu invece ha fatto orrori uno dietro l’altro, ma non si toccava…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Salentogranata - 1 mese fa

          Buona sera.. speriamo che questa sia la volta buona che dopo tanti tentativi si riesce a commentare.. bisogna fare una piccola precisazione però..Bonifazi non è un prodotto del vivaio granata!! è stato preso dopo il fallimento del Siena!in primavera ha fatto un anno!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            giusto. ma è un giovane sul quale sidoveva credere un pò di più. con l’atalanta all’andata fece una partita sontuosa. se ricordate i buchi in difesa venivano dagli altri 2. fece il goal del 3-2. poi la partita successiva col lecce bucò e da li non l’hanno più schierato se non pochi minuti. che fiducia può avere un ragazzo se viene trattato così?

            Mi piace Non mi piace
        2. 27766fvcg - 1 mese fa

          Ferdinando, io continuo a ribadire che sn pienamente d’accordo con te!!!
          Mi permetto solo di rammentare che i giovani da me citati, nel Toro, hanno lavorato con 3 allenatori diversi(Miha TDG e Longo) possibile che nn andassero bene a nessuno????
          Sulla sicurezza di Bonifazi ho sottolineato che è un mio parere personale….
          Idee diverse, tutte condivisibili, e una sola grande certezza…
          Forza Toro senza se e senza ma…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ferdinandocontardi - 1 mese fa

            27766fvcg. con 2… l’unico è stato edera al quale miha prima dell’infortunio fiducia ne dava. ma gli altri due (e mi dispiace dirlo per Longo ma non per tavernello, che ho sempre mal digerito) hanno toppato e alla grande. tavernello nel lancio dei giovani non ne becca più una dai tempi del napoli. li aveva i coglioni di lanciare i ventenni, poi evidentemente gli esoneri e la perdita di guadagni l’avranno consigliato, per mantenere la pagnotta, ad affidarsi a gente navigata (e per lo più scarpona) pur di salvare la pellaccia, piuttosto che tentare qualche scommessa. ma il calcio è come la vita: se scommetti al 90% perdi, ma se becchi la giornata giusta diventi milionario. il 99% invece preferisce i 1500 euro al mese senza rischi (e io neanche ci arrivo e di parecchio), mangiando pane e cipolla. Forza toro sempre

            Mi piace Non mi piace
    2. Forzatoro - 1 mese fa

      Forse più di quanti pensiamo. Dovrebbero pensarla così anche in società però, perché questo si realizzi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pavl73 - 1 mese fa

    Ci credo in questo ragazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. sigfabry - 1 mese fa

    L’ho seguito con attenzione e ho visto molte partite del Chievo per guardarlo giocare , pensate quanto sono imbecille!!!
    Vabbè ma per il Toro questo e altro 🙂
    Corre il doppio dei nostri , é un generoso , é maturato moltissimo sotto tutti i punti di vista . Anche se fisicamente strutturato non è lento e non è male tecnicamente , se Giampaolo è sul serio un maestro può farlo diventare un signor giocatore . Le potenzialità ci sono secondo me , speriamo bene .
    Guardando il Chievo che fra parentesi detesto vi segnalo Esposito ,fratello della punta dell’Inter ,mi pare .
    19 anni centrale ,fortissimo , che poi dovrebbe essere della Spal , prendessero lui subito . Ancora costa cifre super abbordabili , non sarebbe nemmeno un rischio . Transfer lo valuta 1,3 ed è come spesso gli capita sbagliata , comunque penso che con pochi milioni lo prendi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Robs - 1 mese fa

    Bene quest’anno ha fatto una grande stagione!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Messere Granata - 1 mese fa

    L’ho seguito nel Chievo e in questo momento ricorda un po’ Lukic ma con più “garra”. Opinione personale, s’intende. I giovani hanno il vantaggio di apprendere con facilità e se Giampaolo, indicato da molti come un buon insegnante di Calcio, lo valorizzera’ nel giusto modo, avremo un bel giocatore per il futuro prossimo del Toro. Molto dipenderà anche da lui. Ma sono sicuro che tra lui e “certi altri” ci siano quattro o cinque chili in meno di gel per i capelli. E almeno un centinaio di consigli sbagliati. Forza Jacopo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 1 mese fa

      Due malati di Toro, abbiamo scritto lo stesso identico commento , che ridere
      Ciao fratellone Granata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Messere Granata - 1 mese fa

        Ciao Sig, lieto della combinazione. Un abbraccio a te e Forza Toro!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Marchese del Grillo - 1 mese fa

    Segre, Millico, Rauti e Singo sono un tesoro che non dobbiamo assolutamente disperdere. Speriamo si faccia anche l’ impossibile per farli crescere nel miglior modo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      Speriamo che Giampaolo cambi musica, e che permetta loro di giocare ed esprimersi in serenità e tranquillità.
      Purché non vengano anche loro bocciati e bruciati dopo tre o quattro spezzoni di partita da tre/quindici minuti, quando già il Toro perde e si buttano i ventenni in campo con il compito di sovvertire il risultato, ormai acquisito e negativo!
      Speriamo nell’intelligenza e nella sensibilità di questo nuovo tecnico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. skrunk - 1 mese fa

        Concordo…
        Ho visto diverse partite del Chievo, soprattuto per vedere all’opera Segre. Secondo me ha tutto per poter sfondare, se riesce ad affinare ancora poche cose avremo un gran bel giocatore per il presente e per il futuro, vista l’età.
        Sarò di parte ma per me ha fisico, tecnica, corsa, sa lanciare, crossare e si inserisce bene per andare sia al tiro che impattare di testa… potrebbe migliorare in interdizione e sulla tenuta nei 90′, anche se quest’anno la sua parte l’ha fatta, ha giocato un sacco di partite.
        Ho visto anche alcune interviste che ha rilasciato a fine partita, su DAZN, secondo me è un ragazzo intelligente, un’ottimo rientro alla base…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 1 mese fa

        Ma io non capisco: ma che musica deve cambiare? Se sono bravi giocano sennò no. Anche i ragazzi devono cambiarla sta musica non può essere sempre colpa di qualcun altro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

          La musica è sempre la stessa purtroppo.
          Personalmente credo nella meritocrazia se uno è bravo gioca se non è bravo sta a casa a guardare.
          Prevedo un’annata difficile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. filippo67 - 1 mese fa

            Segre è un ottimo talento,ma la serie B è una cosa,la A è un’altra.Come hai detto tu,se uno è bravo gioca se è un bidone,in tribuna.Anche io prevedo un’annata difficile,speriamo di essere smentiti.

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 1 mese fa

            Ragazzi miei il prossimo campionato sarà difficilissimo.

            Mi piace Non mi piace
      3. filippo67 - 1 mese fa

        Signora mi scusi,senza polemica,vorrei solo cercare di capire:Lei pensa di poter affrontare un campionato si serie A facendoli giocare da titolari da subito?Le ricordo che non andiamo ad affrontare la Cremonese,L’Ascoli o il Pisa.La crescita deve essere graduale,lei dice bene di non bruciarli buttandoli nella mischia gli ultimi minuti,ma è impensabile fare affidamento su ragazzi che non hanno la minima esperienza in serie A.Bisogna affiancarli con gente esperta e tecnica.Poi se sono pronti e bravi,giocheranno,ci mancherebbe altro.Ma da qui a cambiar musica,mi sembra un azzardo.Forse ho capito male io,e se fosse cosi’,mi scuso fin da ora.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 1 mese fa

          Per me se affronti un campionato con parecchi ragazzini della primavera titolari devi anche essere pronto a retrocedere. Sopratutto con cosa si è visto quest’anno …poi i Francini, i Fuser , i Lentini o anche solo i Comi erano tutta un’altra cosa e hanno fatto serie B prima. Poi sarò un antivivaio ma per me è così.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

            Soprattutto con i disinvestimenti in atto nel nostro settore giovanile.
            Se continua a non investire Parigini ef Edera saranno, se rapportati a cosa uscirà da qui ai prossimi 5 anni, i nostri Messi e Mbape

            Mi piace Non mi piace
  14. Gallochecanta - 1 mese fa

    Direi bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy