Serie A, incontro Lega e Figc: il protocollo va migliorato, la palla ora al Governo

Serie A, incontro Lega e Figc: il protocollo va migliorato, la palla ora al Governo

Campionato / Altro passo avanti per cercare di portare a termine la stagione calcistica

di Andrea Calderoni

Il protocollo di sicurezza sanitaria è al centro di tutte le discussioni inerenti il mondo del calcio in queste frenetiche ore. Il documento così com’è non basta a garantire la ripresa del campionato e la Lega di Serie A prova a suggerire i correttivi necessari per la ripartenza della massima serie, magari già nel week end del 12 giugno, come indicato nell’ultima assemblea di Lega. Da via Rosellini, attraverso una nota, fanno sapere che “si è tenuto questa mattina, in un clima di fattiva collaborazione, l’incontro tra la Figc, la Lega Serie A, il presidente della Fmsi Maurizio Casasco e il rappresentante dei medici della Serie A, Gianni Nanni. Sono stati analizzati i punti del protocollo difficilmente attuabili e sono state costruttivamente elaborate alcune integrazioni atte a risolvere problematiche oggettive. Vi è stata una generale condivisione delle proposte finali, formulate per garantire una ripresa in piena sicurezza degli allenamenti di gruppo, che verranno tempestivamente sottoposte al Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, al Ministro della Salute e al CTS”. Ora, dunque, la palla passa al Governo. Il presidente federale Gravina sottoporrà al Ministro Spadafora le integrazioni inerenti tre punti: dovrà essere data particolare attenzione alle modalità della quarantena in caso di calciatore positivo, alla modalità del ritiro e al grado di responsabilità dei medici.

LEGGI ANCHE: 

UEFA, Ceferin; “L’80% delle Leghe finirà la stagione”

Torino, continua il lavoro al Fila: arrivano anche Baselli e Verdi

Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti del 15 maggio / Terminato il vertice tra Lega, FIGC e medici

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 3 mesi fa

    Le questioni, che non emergono in questo articolo e sono argomenti di discussione sono 2. La responsabilità penale dei medici ( roba da folli) e la quarantena della squadra , o meglio, di chi è venuto a contatto con il contagiato. Credo che ci saranno passi avanti sulla responsabilità penale, non credo possano cambiare le cose sulla quarantena. Vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 mesi fa

      Il bimbominkia può andare a raccogliere l’obolo adesso che ha svolto il compitino.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. christian85 - 3 mesi fa

    bfavissimo dattero.
    Hai centrato il punto.

    Rimane inteso che in ogni caso qualunque cosa decidano, sara’ sempre e solo uno schifo, quando avrebbero dovuto gia’ almeno 1 mese fa prendere la decisione di annullare il campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 3 mesi fa

    quando senti rummenigge dire che con la ripresa,la bundesliga incassera’ moltissimo dalle tv,poi senti beckembauer dire che son meglio gli stadi vuoti cosi certi talenti emergono prima,provo un senso do schifo,un disgusto incredibile.
    proprio vero,il piu pirla italiano è piu intelligente di un crucco evoluto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy