Debrecen-Torino: De Silvestri-Ansaldi, fondamentale il lavoro degli esterni

Debrecen-Torino: De Silvestri-Ansaldi, fondamentale il lavoro degli esterni

Lavagna tattica / Torna la rubrica di Lello Vernacchia: “Gli ungheresi dovrebbero giocare una partita molto offensiva per cercare di rimontare il 3-0 dell’andata: per questo i granata dovranno resistere agli attacchi dei ragazzi di Herczeg”

di Lello Vernacchia

La partita di andata è stata giocata alla perfezione: il risultato parla da solo. Il Toro dovrà ripartire da lì e, considerato il 3-0 della scorsa settimana, i granata sono tranquilli, ma dovranno comunque prestare molta attenzione. Walter Mazzarri dovrà fare a meno di Djidji, Iago Falque, Lyanco, Parigini e Lukic, non convocati per il match di questo pomeriggio alle 18:30.

FASE DIFENSIVA – Il Debrecen dovrebbe giocare una partita molto offensiva, come è logico che sia, per cercare di rimontare il 3-0 dell’andata: per questo i granata dovranno resistere agli attacchi degli ungheresi e giocare in contropiede. Fondamentale sarà il ruolo dei due esterni: giocando a 3 in difesa in fase di possesso (e 5 in quella di non possesso) è evidente che i due laterali che hanno fatto bene all’andata, dovranno fare altrettanto al ritorno.

Torino, rifinitura allo Stadio Nagyerdei di Debrecen

MATURITA’ – La cosa importante a cui deve fare attenzione il Torino è quella di non sottovalutare la partita pensando di aver già passato il turno: il calcio è strano e si possono prendere tanti gol in pochi minuti. Le lezioni che i granata hanno subito lo scorso anno, specialmente in alcune partite in cui il Torino è entrato in campo pensando già di aver vinto e invece ha pareggiato o addirittura perso il match, dovrebbero servire da lezione ai ragazzi di Mazzarri. Il club piemontese dovrà dimostrare di essere maturato dall’anno scorso e sarà una partita molto utile anche complicata a livello mentale.

Mazzarri pre Debrecen-Torino: “La vittoria deve essere un’abitudine, non un’eccezione”

ZAZA – La formazione dovrebbe essere simile a quella del match di andata, senza ovviamente Iago Falque infortunato. Potrebbe essere dunque l’occasione giusta per vedere Simone Zaza dal 1′ al fianco di Andrea Belotti in attacco: in queste amichevoli di precampionato e nella gara di settimana scorsa ha fatto molto bene e stasera potrebbe essere la sua partita. Toccherà a Mazzarri scegliere gli uomini giusti per la partita: il tecnico toscano potrebbe puntare proprio sull’attaccante di Policoro che dovrà far vedere a tutti quello che non ha fatto vedere lo scorso anno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy