Da Wallace a Branco e Gramellini: quando il virus granata ti contagia…

Da Wallace a Branco e Gramellini: quando il virus granata ti contagia…

Le immagini / Dimostrazioni di tifo o di orgoglio granata diventate celebri perchè manifestate in circostanze inusuali: da Lorenzetto Bonucci a Bruno e Annoni in cima al Breithorn

di Redazione Toro News

VIRUS GRANATA

 

La comparsata dell’eurodeputato irlandese Mick Wallace con indosso la maglia del Torino è stata l’immagine principale degli ultimi giorni nel mondo granata, in una settimana di sosta del campionato. Ma ci sono state altre occasioni simili in cui tifosi del Torino anche celebri hanno mostrato il loro tifo e il loro orgoglio in circostanze inusuali. Ecco una breve carrellata di casi ormai famosi di episodi emblematici di “contagio” del virus granata.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tafazzi - 1 settimana fa

    Per motivi diametralmente opposti preferirei che Granellini e Branco tifassero per una strisciata qualsiasi. Uno appartiene alla categoria zerbino, l’altro alla categoria strozzino. Entrambi hanno veramente poco di granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GlennGould - 1 settimana fa

    Tutta gente che manifesta il proprio amore per la maglia granata in modo, pulito, vero, disinteressato.
    Ed infatti, giustamente e fortunatamente perché se ne sarebbe intaccata la piesia, in questo elenco non è stato inserito qualcun’altro. Era ora, redazione grazie.
    Su Bosso, che dire? Musicista eccezionale e persona meravigliosa. Uno dei granata più belli della storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 1 settimana fa

    Mi permetto di segnalarvi Ezio Bosso (Maestro d’orchestra torinese): guardatevi su YouTube l’intervista fatta a Propaganda Live l’11 di ottobre (ieri).
    A domanda: tu sei del Torino? Si, ci nasci, è una questione genetica!
    Non c’è altro da dire o d’aggiungere: un Grande!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 settimana fa

      Ho seguito quell’ intervista…Un momento di alta cultura dove egli ha manifestato orgogliosamente la sua fede Granata…Emozionante..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    Nel frattempo è passato un rigadin a dare un -1 a tutti, sta storia del Parlamento Europeo li fa rodere da matti!
    🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    A proposito di Spagna, ci sarebbe anche quel Jose Martin Otin, ex giocatore del Real Saragozza, commentatore radiofonico nonché procuratore sportivo (è stato il procuratore di Fernando Torres) dichiaratosi più volte tifoso granata, tanto da scrivere, in collaborazione con la band musicale Less, una canzone dedicata agli invincibili “Heroes de Superga”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 1 settimana fa

      Interessante, non lo sapevo, grazie della segnalazione!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. steacs - 1 settimana fa

    Gli unici del Toro qua sono il Presidente e i suoi fedelissimi “tifosi veri” da tastiera!

    Comunque articolo piacevole e credo ne manchino altre di storie simili, tipo ex giocatori marchiati a vita come Glick e Hart, il presidente della squadra di calcio spagnola di cui ora mi sfugge il nome, Nikki di Radio DJ che parla/parlava spesso di Toro (dalla Spagna non ascolto piú il suo programma), etc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    Sono tutte storie molto belle, naturalmente quest’ultima di Mick Wallace ha dell’incredibile, io però ho un debole per la storia dei Bonucci, padre e figlio. Innanzitutto il carattere del piccolo Lorenzo, insomma bisogna essere già “grandi” per imporsi in una scelta simile a quell’età mettendo da parte la figura certamente importante del papà. E poi papà Leonardo. Quello che ha fatto, e continua a fare, non è affatto scontato, non tutti in una posizione simile avrebbero affrontato la vicenda con tanta naturalezza e guardando tutti (gli juventini perplessi, infastiditi e scocciati) a testa alta. Complimenti davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. zaccarelli - 1 settimana fa

      Nonostante abbia poca simpatia per Bonucci, bisogna riconoscere che sta gestendo bene la magnifica questione del figlio.
      Ricordiamoci che quando passò al Milan, molti tifosi ( tifosi ?) Rubentini arrivarono ad augurare sui social, la morte del figlio ( sto scrivendo con un brivido di orrore al solo pensiero)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. il Toro al Fila - 1 settimana fa

    Wallace su tutti dà un non so che di politico e internazionale che trascende il pallone una specie di Braveheart granata per chi del Toro e della sua storia fa una filosofia di vita

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy