Fiorentina-Torino 1-0, l’analisi del gol: male Ansaldi e Izzo nell’azione decisiva

L’analisi / Nell’azione che ha portato alla rete viola, Ansaldi non è stato lucido nell’uno contro uno su Chiesa e Izzo ha perso il numero 10 di Iachini

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

 

L’esordio in campionato per il Torino targato Marco Giampaolo ha un sapore amaro: Belotti e compagni infatti cadono a Firenze colpiti da Gaetano Castrovilli. I granata patiscono il gioco della Fiorentina di Iachini – soprattutto a centrocampo – e davanti alla porta viola faticano ad incidere. La rete che condanna il Toro arriva a metà della seconda frazione ed è frutto di una disattenzione del reparto arretrato di Giampaolo.

L’azione incriminata parte dalla tre quarti sinistra granata: Rincon tarda ad andare in pressione su Caceres che è in possesso palla. L’uruguaiano ha così tutto il tempo di scaricare su Chiesa largo e smarcato a destra.

Il numero 25 viola con un buon gioco di gambe elude l’arrivo di Linetty fingendo di rientrare sul mancino per poi invece partire in velocità sulla fascia di fronte a lui. Il polacco forse avrebbe potuto chiudere lo spazio a Chiesa in profondità scalando alle spalle di Ansaldi, ma il movimento del corpo effettuato dall’attaccante lo ha mandato a vuoto.

Ansaldi manca di brillantezza nell’affrontare il classe 1997: nell’uno contro uno l’argentino non riesce a tenere testa a Chiesa. Il numero 25 viola può andare sul fondo palla al piede fino ad entrare in area. L’attaccante viola potrebbe anche calciare in porta, ma Sirigu copre bene il primo palo, perciò Chiesa alza la testa e sceglie di cercare il secondo  per trovare un compagno meglio posizionato.

Sulla sinistra c’è Gaetano Castrovilli, arrivato a rimorchio e partito indisturbato da fuori area. Il centrocampista ha totale libertà di movimento alle spalle di Izzo. Il difensore napoletano non segue l’uomo e rimane quasi a centro area venendo tagliato fuori dal servizio di Chiesa: il nuovo numero 10 viola è così liberissimo di appoggiare in porta da due passi, battendo un assolutamente Sirigu incolpevole e segnando il primo gol della Serie A 2020/2021.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-11866560 - 1 mese fa

    Izzo sembrava un pensionato davanti a un cantiere.
    Per tutta la partita mi è sembrato inadatto al ruolo di esterno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14997492 - 1 mese fa

    Due zombie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Abbiamo pagato la loro capacità e qualità nel andare al cross..se prima Sirigu e alcune loro imprecisioni ci avevano salvato..il gol è una consegueza di situazioni che dai e dai e dai prima o poi arriva..Izzo e Ansaldi erano addattati a una difesa a 4 e si è visto..possono farlo all occorenza ma il loro ruolo ideale è un altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy