Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Tema

Juric sfida l’eclettico Ballardini: al Genoa si sono dati il cambio due volte

Juric sfida l’eclettico Ballardini: al Genoa si sono dati il cambio due volte

Per Juric una sola vittoria contro il suo passato, mentre Ballardini non batte i granata dal febbraio 2014 ai tempi del Bologna

Redazione Toro News

Per Ivan Juric quella di domani, venerdì 22 ottobre, contro il Genoa sarà una gara dal sapore differente. Tra alti e bassi, l’esperienza al Grifone è stata alquanto importante nella sua crescita professionale come allenatore: 51 panchine tra il 2016 e il 2018, 9 vittorie, 14 pareggi e 28 sconfitte. Ma al Genoa non è stato soltanto tecnico: prima aveva anche giocato come centrocampista racimolando ben 124 apparizioni (di più solo con il Crotone che, guarda caso, ha anche allenato). Domani l’attuale allenatore granata sfiderà un collega particolarmente eclettico: Davide Ballardini, uno dei tecnici più navigati della Serie A. In comune hanno proprio il Genoa e soprattutto hanno un rapporto lavorativo non sempre idilliaco con l’allora patron rossoblù Enrico Preziosi.

 REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - MAY 31: Enrico Preziosi President of Genoa before the Serie A match between US Sassuolo Calcio and Genoa CFC at Mapei Stadium on May 31, 2015 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

PREZIOSI - Il curriculum di entrambi, infatti, parla di chiamate, esoneri e richiamate a Marassi. Ballardini, in tal senso, è imbattibile, tanto da essersi trasformato in un fenomeno del web nel passato campionato quando è stato richiamato da Preziosi per la quarta volta in carriera. Anche Juric tra il 2016 e il 2018, comunque, ha vissuto alterne fortune sotto la Lanterna: 28 gare ufficiali fino al febbraio 2017, poi l’esonero e il primo ritorno nell’aprile 2017. Altre 20 partite ufficiali e il secondo esonero nel novembre 2017, per fare posto proprio a Ballardini. L’ultimo breve segmento di vita genoana tra l’ottobre e il dicembre 2018, quando fu chiamato nuovamente al posto di Ballardini e poi è stato esonerato per la terza e ultima volta. Il tira e molla con Preziosi, uno dei presidenti più vulcanici degli ultimi vent’anni di Serie A (insieme a Cellino e a Zamparini, imprenditori calcistici che lo stesso Ballardini ha conosciuto da vicino avendo allenato sia al Cagliari che al Palermo), ha marchiato perciò una fetta di vita professionale dei due sfidanti di domani.

 VENEZIA, ITALY - SEPTEMBER 27: Ivan Juric head coach of Torino gestures during the Serie A match between Venezia FC and Torino FC at Stadio Pierluigi Penzo on September 27, 2021 in Venezia, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

PRECEDENTI - Contro il Genoa Juric ha giocato quattro volte, tutte con l’Hellas Verona negli ultimi due tornei: una vittoria il 12 gennaio 2020, una sconfitta 3 a 0 il 2 agosto 2020 (salvezza all’ultima giornata del Grifone con annesse polemiche per il passato proprio di Juric) e due pareggi nell’ultima stagione (0 a 0 al “Bentegodi” e 2 a 2 al “Ferraris”). Tra l’altro, quel 2 a 2 dello scorso 20 febbraio rappresenta l’unico precedente tra Ballardini e il croato. Due volte avanti l’Hellas con Ilic e Faraoni, due volte rimontato da Shomurodov e da Badelj. Per Ballardini, invece, tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte contro il Torino. Non batte i granata dal 9 febbraio 2014 ai tempi del Bologna (sua unica vittoria all’Olimpico di Torino). Negli ultimi tre precedenti, tutti sulla panchina del Genoa, due pareggi per 0 a 0, entrambi sotto la Mole, e una sconfitta 1 a 2 a Marassi.

tutte le notizie di