Milan-Torino 1-0: Rebic sblocca la partita, granata in svantaggio

All’intervallo / Al termine dei primi 45 minuti di gioco i ragazzi di Longo sono sotto di una rete

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Al termine dei primi 45 minuti il Torino è sotto per uno a zero contro il Milan di Pioli. A sbloccare il match è Ante Rebic. I granata provano a reagire, ma non riescono mai a impensierire Donnarumma.

Per sopperire all’assenza di Izzo, Longo inserisce Bremer, che gioca sul centrosinistra, mentre alla destra di Nkoulou gioca Lyanco. La novità, però, riguarda la posizione di Berenguer, utilizzato come mezzala sinistra e in avanti il duo Edera-Belotti: per il canterano è la prima volta da titolare nel campionato in corso. La prima occasione è subito del Milan. Dopo un calcio d’angolo da sinistra, Edera prova a ripartire, ma viene fermato, Castillejo recupera e va a contrasto, sulla carambola è Ibrahimovic a tirare: la sua conclusione viene deviata da Lukic, che per poco non beffa Sirigu. A fare la partita è sempre il Milan. Il Torino, invece, preferisce attendere facendo densità. Al 16′ è miracoloso Bremer a fermare in scivolata un’imbucata per Castillejo. Immediata però la risposta dei granata. Edera riceve bene sulla destra da De Silvestri e serve con un bel filtrante proprio il terzino, il quale a sua volta fornisce un ottimo assist per Berenguer all’altezza del rigore: ma l’esterno spagnolo calcia male e sfuma una ghiotta occasione. La partita a questo punto inizia ad accendersi. Prima è Bremer di testa ad andare vicino al gol su una punizione di Berenguer. Poi Sirigu sventa con un miracolo un tiro da fuori di Paquetà.

Al 25′ il Milan passa. Berenguer si incaponisce in un dribling sulla sinistra e, chiuso in una morsa tra Calabria e Kessiè, perde palla: lamenta un fallo di Castillejo, ma Fabbri lascia correre. Allora lo spagnolo si invola sulla destra e serve al centro Rebic, che deve solo incrociare per battere un incolpevole Sirigu. Rimangono comunque dubbi sull’intervento subito da Berenguer, perché come si vede dal replay, lo spagnolo sembra proprio essere stato colpito da Castillejo. Poco dopo il Torino rischia di nuovo. Lulkic prova a cambiare gioco con una punizione sulla trequarti difensiva, ma serve di fatto Castillejo, che punta la porta e serve Ibrahimovic. Il tiro delle svedese viene poi deviato in corner da Bremer.

I granata comunque tentano la reazione e prova a salire in cattedra Ansaldi, al quale vengono affidate le principale ripartenze. I ragazzi di Longo trovano comunque molta difficoltà a superare la linea difensiva rossonera. Al 40′ Berenguer ed Edera sprecano una punizione da buona posizione. Sullo scambio il canterano tenta la conclusione, che però viene sporcata in corner. Negli ultimi minuti dà forfait Simon Kjaer e al suo posto entra Matteo Gabbia. Negli ultimi secondi è ancora Milan protagonista, questa volta con Bennacer, che impegna scappa sulla linea di fondo e viene fermato. Non c’è più tempo: Milan e Torino vanno negli spogliatoi a schiarirsi le idee. Servirà qualcosa di diverso ai granata per invertire l’esito della partita.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 9 mesi fa

    Quindi come giochiamo?
    Sempre il solito?
    Sono disposti con un 352?

    L’articolo manco parla del gallo, che sia ora che pure lui si faccia una pausetta di riflessione?

    Cmq è anche ora forse di pianificare le partite che babbo vinte, tipo almeno quelle contro le squadre dietro di noi…

    E allenarsi nel frattempo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. DANY - 9 mesi fa

    La serie b mo sa che sta arrivando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gian - 9 mesi fa

    Ma l’arbitro non fischia a nostro favore. Lascia che ci travolgano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14554814 - 9 mesi fa

    Il dopo Mazzarri è solo macerie . Senza cambi senza testa senza idee . La vera rosa corta ristretta e trasparente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granatissimo1973 - 9 mesi fa

    Ma….e la garra…..?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. drino-san - 9 mesi fa

    Perdere con questi qua é una bestemmia, bisogna solo avere la fiducia di giocare alti, dai cazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy