Milan-Torino, Ibra contro Belotti: scontro tra titani a San Siro

Milan-Torino, Ibra contro Belotti: scontro tra titani a San Siro

Confronto / La sfida di lunedì sera vedrà affrontarsi due grandi attaccanti: l’arrivo dello svedese ha cambiato faccia ai rossoneri

di Luca Sardo

Lunedì sera alle 20.45 il Torino di Moreno Longo dovrà affrontare la trasferta a San Siro contro il Milan di Pioli nel match valido per la ventiquattresima giornata di campionato. I granata arrivano da un periodo molto complicato: a seguito delle brutte sconfitte con Atalanta (7-0) e Lecce (4-0), Mazzarri e il Torino hanno deciso di separarsi consensualmente. L’arrivo di Longo non è bastato per battere la Sampdoria la scorsa settimana. Dall’altra parte il Milan sta attraversando un buon momento dal punto di vista della prestazione: nell’ultimo match di campionato contro l’Inter, i rossoneri nel primo tempo hanno dominato il derby della Madonnina (andando in vantaggio per 2-0) per poi subire un calo drastico nel secondo tempo e perdere il match per 4-2. A San Siro i granata proveranno a fare il colpo grosso trascinati dal loro capitano Andrea Belotti che dovrà affrontare un duello a distanza con Zlatan Ibrahimovic.

IBRAHIMOVIC – Si può dire che l’arrivo di Ibrahimovic a gennaio abbia letteralmente cambiato faccia al Milan. Lo svedese – a 38 anni – ha dimostrato di poter essere ancora decisivo in questa Serie A: in 5 gare disputate in campionato ha segnato 2 gol e fatto un assist. Contro il Torino in Coppa Italia ha segnato la rete del definitivo 4-2 dopo i tempi supplementari. Osservando i dati riportati da Opta, l’attaccante svedese è imbattuto in quattro sfide contro il Torino in Serie A (3 vinte e 1 pareggiata), andando a segno tre volte: non un dato incoraggiante per i granata. La difesa del Toro – che sarà senza Izzo squalificato – dovrà prestare molta attenzione al numero 21 rossonero.

BELOTTI – Nove sono i gol realizzati dal Gallo Belotti fino ad ora in campionato. Le statistiche fanno ben sperare: il numero 9 granata ha realizzato tre gol nelle ultime due sfide di Serie A contro il Milan; tuttavia l’attaccante del Torino non segna da cinque gare di campionato e non arriva a sei da febbraio 2019. Vedremo se il Gallo riuscirà ad andare a segno lunedì sera a San Siro ed interrompere questa striscia negativa di gare in cui non compare nel tabellino dei marcatori. Come riporta Opta infatti, allo stadio Giuseppe Meazza il Gallo ultimamente è stato particolarmente ispirato. Dunque ci sarà una sfida nella sfida lunedì sera: Ibra contro Belotti, chi sarà più decisivo?

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. roby.1974 - 2 mesi fa

    Per chi crede è ora di pregare…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 2 mesi fa

    Sarà meglio che sti 4 ciaparat inizino a fare punti. Genoa e Lecce fra un po’ ci sono addosso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Adoro Belotti e me lo tengo strettissimo, non lo cambierei con nessun altro. Ma Ibra, signori, è Ibra: livello stratosferico, uno che fa la differenza già solo con la presenza in campo. Tecnicamente, mentalmente e fisicamente “arrogante”. Idolo assoluto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ciccio Graziani - 2 mesi fa

    Si Certo Nicola più Masiello, Behrami, Destro, Soumouro, iago falque e altri acquisti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 mesi fa

      ma che dici? gli acquisti a gennaio non servono a nulla e le squadre si rafforzano vendendo e non comprando. In vino veritas

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. valex - 2 mesi fa

    Intanto il Genoa ha vinto facile a Bologna. Bisogna dire che davide Nicola è proprio un grande. Magari non sarà all’altezza di guidare il Liverpool a vincere la Champions, ma come riesce e recuperare le squadre in crisi lui, non ci riesce nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 2 mesi fa

      Brutta notizia la vittoria del Genoa, è arrivata anche la smentita di Luxottica naturalmente,in più se guardo l’Atalanta mi viene da piangere perché non vedo come una squadra come il Toro non possa ottenere i risultati dell’Atalanta, vabbè lasciamo perdere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 2 mesi fa

        Se guardi la struttura societaria dell’Atalanta lo capsici subito come mai c’è questa differenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antoniogranata76 - 2 mesi fa

          Lo so è per questo che mi arrabbio ancora di più, possibile che non ci sia nessuno che ci voglia comprare e portare a quei livelli? Dobbiamo sempre subire il volere della famiglia che decide tutto a Torino?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

    Guardando la classifica delle due squadre direi più uno scontro tra TITANIC!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy