Torino, aspetti positivi e negativi dell’avvio di stagione: Belotti mostruoso. Tre volte rimontati

Focus / La squadra continua ad applicarsi con entusiasmo e Giampaolo gliene rende merito, ma i risultati continuano a non sorridere

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

COSA VA, COSA NON VA

REGGIO NELL’EMILIA, ITALY – OCTOBER 23: Andrea Belotti of Torino FC celebrates after scoring his team second goal during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium – Città del Tricolore on October 23, 2020 in Reggio nell’Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

In questo avvio difficile di stagione, i granata hanno racimolato appena un punto. Il Torino ha appena cominciato un nuovo progetto tecnico, sotto la guida di un allenatore tanto bravo quanto rigido sulle sue idee di difficile applicazione. Se i risultati non sono positivi, qualcosa che sorride ai granata c’è. Ecco tre aspetti che possono far dormire sonni tranquilli a Giampaolo e altrettanti che invece stanno creando qualche grattacapo al tecnico granata.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Junior - 4 settimane fa

    Si può dire ciò che si vuole ma già stiamo lottando per la salvezza. Il campionato è lungo e mi auguro un inversione di tendenza.
    Per cortesia evitiamo di criticare Sirigu. Anzi incoraggiamolo, è un grande professionista ed un essere umano. Il giaguaro, marchegiani, sereni anche sbagliavano. Se non fosse stato per Salvatore a questo punto giocavamo contro l’Entella. Non si diventa pippa in due partite.
    Gallo forever e meno male c’è lui la davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ottobre1955 - 4 settimane fa

    Sembra una fatalità nella realtà, secondo me, si è trattato di un gran colpo di culo . Il secondo gol del Sassuolo non è stato il classico gol della domenica ma il gol della VITA da trenta metri di esterno senza guardare la porta giusto a togliere le ragnatele all’incrocio dei pali. Si possono fare analisi, esaminare gli errori , ma non si può non riconoscere che quello è stato il tiro dell’arte vita. A noi resta la soddisfazione di aver ben duellato con una squadra forte, che veniva da 4 vittorie con un morale alto, beh alla fine non è andata come avevano pesati
    Sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ottobre1955 - 4 settimane fa

    Sembra una fatalità nella realtà, secondo me, si è trattato di un gran colpo di culo . Il secondo gol del Sassuolo non è stato il classico gol della domenica ma il gol della VITA da trenta metri di esterno senza guardare la porta giusto a togliere le ragnatele all’incrocio dei pali. Si possono fare analisi, esaminare gli errori , ma non si può non riconoscere che quello è stato il tiro della vita. A noi resta la soddisfazione di aver ben duellato con una squadra forte, che veniva da 4 vittorie con un morale alto, beh alla fine non è andata come avevano pesati
    Sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pupi - 4 settimane fa

    Dalla sconfitta in coppa Italia contro il Milan 8 o 9 partite siamo passati in vantaggio e poi rimontati. Non c’è assolutamente nulla di nuovo o di diverso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 4 settimane fa

    Domenica si doveva vincere, punto. In vantaggio di due gol si mantiene il risultato visto che mancava poco alla fine. Se non entra in testa la capacità di soffrire e di lottare perderemo un sacco di partite. Velasco diceva che chi vince festeggia chi perde spiega. La classifica si fa con i punti non con le spiegazioni, Giampaolo deve crescere e portare a casa i punti adesso altrimenti può anche andare a casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy