Torino, Lyanco punta il Debrecen: farà un tentativo per essere convocato

Torino, Lyanco punta il Debrecen: farà un tentativo per essere convocato

Focus On / Il difensore granata, dopo le difficoltà fisiche, prova quanto meno a sedersi sulla panchina per l’Europa League

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino si proietta al turno preliminare contro il Debrecen, che potrebbe portare i granata più vicini alla qualificazione ai gironi di Europa League. Saranno due partite molto importanti, da affrontare con i giocatori giusti per un impegno così delicato. Da valutare ci sarà anche la condizione di alcuni giocatori che potrebbero essere coinvolti nelle due sfide in programma: tra questi c’è anche Lyanco che ad inizio del ritiro di Bormio ha accusato una distrazione di basso grado del muscolo flessore della coscia sinistra.

Torino, pronto il rinnovo di Lyanco: società e Mazzarri credono in lui

DEBRECEN – Il brasiliano, dopo i suoi impegni con la Nazionale, si è dedicato al Torino per le due partite importanti per la squadra granata. Per quanto riguarda l’andata Lyanco sta cercando di arrivare almeno alla panchina: dopo i suoi guai fisici, Mazzarri lo sta valutando per la partita la Moccagatta di Alessandria, il match di andata. Invece, per la partita di ritorno, il brasiliano cerca di mettere in difficoltà l’allenatore granata puntando ad un posto da titolare. Sarà compito del tecnico verificare la condizione di Lyanco per capire se possa essere un aiuto il giocatore brasiliano in questo match di andata e ritorno.

Toro, doppia seduta a Bormio: Lyanco e Buongiorno tornano al Fila

RINNOVO – Sullo sfondo, poi, rimane il rinnovo del giocatore. Dopo che Izzo ha confermato la sua partecipazione con i granata, anche il brasiliano è sembrato ad un passo dalla conferma: l’ufficialità, però, non è ancora arrivata, ma resta nelle priorità del Toro quella di prolungare il contratto di Lyanco, giovane di grandi prospettive che ha alle spalle anche una buona esperienza che può tornare comoda al Torino, impegnato in questa stagione su tre fronti diversi.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroShakty - 1 mese fa

    facciamogli fare almeno 5 partite da titolre importanti prima di rinnovargli il contratto seno` potrebbe essere una buona plusvalenza, le nostre guidelines devono essere chiare non si puo stare al Toro piu` di 2 anni senza aver dimostrato se vali questa maglia se no via per fare cassa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabry - 1 mese fa

    Non credo che Mazzarri lo porti in panchina è cauto per queste cose,sono di Bologna ma tifo Toro e ho visto diverse partite di Lyanco a Bologna,è forte quando gioca…… ma quanto gioca in un anno.Mi sembra molto fragile dal punto di vista fisico guarda caso è stato l’unico a infortunarsi a Bormio dove lo stesso Mazzarri ha ammesso di aver fatto una preparazione mirata a non avere infortuni x via della partita Europea.se devo essere sincero non so se la società fa bene a puntare su di lui e lasciare Bonifazi che è giovane e Italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cerutti_Gino - 1 mese fa

      è che se non sbaglio Lyanco è mancino e con un piede ed una visione di gioco più adatti al “terzo di sinistra” che ha in mente Mazzarri.. una sorta di Moretti con 15 anni di meno (senza tutto il mestiere del Moro) 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 1 mese fa

      Concordo pienamente e totalmente con Fabry e Toro Shakty: cautela, molta cautela prima di prolungare il contratto a Lyanco!
      Ovvio che, visto che “ha dovuto” tornare al Toro, e anche che probabilmente tanto male qui non ci sta, il giocatore auspichi di avere presto in tasca un bel contratto, il più lungo e corposo possibile!
      Ma c’è tempo!
      Per me: prima dimostra se e quanto vale giocando in granata, quali sono le reali condizioni della sua spesso malferma salute, come e quanto riesce ad amalgamarsi in un gruppo coeso ed unito qual’è la nostra squadra.
      Poi, ma solo poi, sarà giusto parlare di prolungamento di contratto con conseguente aumento di stipendio.
      Tutti coloro che sono “duri e severi” nei confronti di Bonifazi, e che peraltro hanno pure ragione, dovrebbero secondo me usare lo stesso metro di giudizio anche con Lyanco.
      Prima dimostri se, come e quanto sai e sei disposto a fare, poi entri a pieno titolo nel gruppo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Per giovedì sarà impossibile vederlo in campo, se si accomodera’ in panchina sarà solo per avere un posto in più sulle tribune del moccagatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PrivilegioGranata - 1 mese fa

    “…dopo le difficoltà fisiche, prova quanto meno a sedersi sulla panchina”
    Sapevamo che Mazzarri faceva il culo ai suoi giocatori in allenamento, ma pensavamo che fosse un modo di dire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy