Toro, è tutto un altro Zaza. La cura Mazzarri funziona: “Ha bisogno di essere pungolato”

Toro, è tutto un altro Zaza. La cura Mazzarri funziona: “Ha bisogno di essere pungolato”

Focus on / L’andare “a mille” di Simone Zaza non si è limitato all’allenamento, la prestazione convincente contro la Fiorentina riapre porte che sembravano già chiuse

di Redazione Toro News

Fin qui la stagione di Simone Zaza è stata un’altalena: prestazioni convincenti alternate a momenti di blackout. Alla prima giornata, la rete che aveva aperto la partita con il Sassuolo aveva fatto sperare in una coppia-goal con Belotti. Da lì in poi cinque partite di buio, fino al nuovo barlume di speranza contro il Cagliari: un gol che aveva contribuito a tenere a galla un Toro in piena crisi. Poi di nuovo un mese di silenzio: fino al 22′ di ieri, quando ha firmato di testa il vantaggio sulla Fiorentina. Insomma Mazzarri chiama e Zaza risponde: l’attaccante lucano adesso ha voglia di rivalsa.

Cairo: “Partita molto positiva, dobbiamo continuare così. L’exploit di Zaza non è casuale”

IL RENDIMENTO – Nell’esperienza granata, Zaza e la continuità non sono andate a braccetto. Vero, ma è altrettanto vero che sia l’intero ambiente Toro a fare su e giù ultimamente. Zaza ha aperto la sua stagione con 3 reti e 3 assist in sei presenze nelle qualificazioni agli ottavi di Europa League. In campionato però, dalla rete in apertura di stagione contro il Sassuolo l’attaccante lucano è rimasto a secco cinque volte e solo in un’occasione il Toro ha vinto: il 2-1 in rimonta sul Milan. Alti e bassi che portano Zaza fino al gol decisivo contro il Cagliari, che valse l’1-1 finale. Era il 27 ottobre, poi di nuovo il nulla. Ma partiamo dal momento peggiore per l’attaccante classe ’91: la prestazione disastrosa nella débacle interna con l’Inter. Chiamato a sostituire Belotti dopo pochi minuti, Zaza non incide mai e sbaglia anche cose semplici. Fioccano le critiche e per lui a Genova non c’è spazio, come immaginabile. Arriviamo quindi ad oggi: che sembri strano o meno, quello visto contro la Fiorentina è stato il miglior Zaza da inizio anno. Concreto quasi da subito, dinamico e con voglia di fare: e lo dimostra il tuffo ad incoronare il pallone in piena area viola. Segna, ma soprattutto crea occasioni: sono sei i tiri in porta dell’11 granata. Una sola volta in carriera in Serie A aveva fatto meglio: sette tiri in porta nel settembre 2015 contro il Frosinone, quando vestiva la maglia della Juventus.

I MARGINI – Una vera e propria scossa caratteriale la sua, arrivata nel momento per lui più complicato. E se la tanto discussa esclusione contro il Genoa aveva fatto deflagrare un caso in casa Torino, il gol e la prestazione contro la Fiorentina hanno emesso una sentenza diversa: Zaza c’è e può tornare ancora molto utile a questa squadra. Sia chiaro: una rondine non fa primavera e ci sono ancora ampi margini di miglioramento. Zaza infatti è ancora molto lontano dagli 11 centri in 31 presenze realizzati con la maglia del Sassuolo nella stagione 2014-2015. Eppure, stando ai numeri, l’11 granata sembra aver imboccato la strada giusta: le statistiche parlano di 6 gol e 4 assist in 1108’ stagionali. Con un ulteriore dettaglio: nelle gare in cui ha segnato, il Toro non ha mai perso. Troppo prematura una bocciatura dunque, con Mazzarri che sa di avere tra le mani un patrimonio da valorizzare: “Le critiche della scorsa settimana lo hanno temprato – ha confessato il tecnico di San Vincenzo nel post partita (LEGGI QUI) – Lui è un giocatore che ha bisogno di essere pungolato, ha bisogno di stimoli. Si è allenato bene e l’ho fatto giocare, se dimostrerà di meritarlo con me troverà spazio“.  Tradotto: dipende tutto da Zaza. Sullo sfondo adesso ci sono Hellas Verona e Spal, per dimostrare che il gol e l’ottima prestazione contro la Fiorentina non sono state frutto del caso.

Lorenzo Chiariello

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. altoro - 10 mesi fa

    Mazzarri ha definito Zaza “un calciatore umorale che deve essere pungolato”.
    A questo punto personalmente mi chiedo se davvero occorre pungolare un calciatore professionista, quale l’attaccante lucano, il quale allenandosi due ore al giorno percepisce un milione e mezzo netto a stagione, quali stimoli può avere nell’animo un lavoratore turnista che si alza alle cinque del mattino per recarsi in fabbrica e guadagnare uno stipendio di circa milleduecento euro al mese ? …
    Naturalmente è soltanto un esempio ma posso citare altre cento professioni.
    Probabilmente tale osservazione personale è assolutamente banale ma altrettanto realistica.
    Mondo infame … ! Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. TOROPERDUTO - 10 mesi fa

    Dunque, siamo a dicembre, Zaza ha giocato pochissimo, è partito bene, poi si è perso, come buona parte della squadra, ha giocato domenica perché non avevamo altri giocatori, ha giocato bene perché comunque proprio pippa non è, e il merito è di mazzarri? La cura sta funzionando? Ma quale cura? Vediamo le prossime partite.
    Si dice che i tifosi non sono equilibrati??? Vogliamo parlare del non equilibrio di chi scrive che mi sembra molto più lampante???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Alex71 - 10 mesi fa

    L’idea di base credo fosse un 343 con Verdi-Belotti-Falque…se avessimo avuto tutti e 3 a pieno regime credo che il Sig Zaza avrebbe passato le domeniche al centro commerciale a fare shopping.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Junior - 10 mesi fa

    Penso solo che Zaza e Gallo non possono giocare insieme, visti i risultati. E non credo Simone possa restare in panchina. Ci vuole un comprimario per il Gallo e Iago torni il prima possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 10 mesi fa

    Che termine sgeadevole!
    Mio padre ha fatto 7 anni di guerra in “artiglieria alpina”: ricordo che raccontava come i soldati dovessere “pungolare i muli” per farli avanzare sulle mulattiete di montagna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alex71 - 10 mesi fa

      E poi pungolarli per cosa? Sono profumatamente pagati per essere professionisti. Altrimenti cambiassero lavoro; anzi lo trovassero un lavoro visto che si parla del “GIOCO” del calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 10 mesi fa

        Appunto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciccio Graziani - 10 mesi fa

    Ricordiamoci che siamo al Torino e non al Real Madrid. E ricordiamoci che il sig Mazzarri in carriera è arrivato in Europa con Samp, Napoli 4 volte e Inter. Poi come tutti commette errori, ma qui prima c erano Mihajlovic, Ventura, Colantuono, Beretta, De Biasi ecc ecc. Andate a leggere i loro curriculum. Dimenticavo la vittoria in Coppa Italia con il Napoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 10 mesi fa

      Tutte squadrette, tranne forse la samp

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 10 mesi fa

      Volete una buona volta portare rispetto x ventura? Ti ricordo che ad oggi il migliore risultato del toro era Cairo l ha avuto lui e non mazzarri, il motivo per cui osanni quest ultimo e denigri ventura mi è francamente oscuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. torracofabi_13706409 - 10 mesi fa

    Ma quale cura Mazzarri? Lo ha fatto giocare solo perché costretto dalle assenze, come
    quando ad inizio stagione lo ha messo insieme al Gallo perché mancava Falque. Lo rimetterà in panchina alla prima occasione. A me spiace, non ho pregiudizi e lo considero un buon giocatore per un 4-4-2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13797744 - 10 mesi fa

    Si può già scommettere Zaza ceduto sull asse EMILIA. Zaza al toro paga bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alex71 - 10 mesi fa

      Se la sua cessione portasse un buon centrocampista, onestamente, ben venga. Una discreta partita (buona solo nel primo tempo) in 15 mesi direi che non possa bastare per assicurarsi la permanenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abatta68 - 10 mesi fa

    La questione è sempre la stessa: mazzarri deve riuscire a far funzionare 3 attaccanti assieme, altrimenti il gioco in questa squadra non lo vedremo mai, anche al meglio della forma fisica di ognuno. È il solo modo che mazzarri ha di salvarsi le chiappe e di riportare il toro a posizioni di classifica più degne, altrimenti il rischio di prenderle lo correremo di nuovo domenica a verona. Attacco a 3 per 4 posti a rotazione, così tutti si sentono “pungolati” e considerati… sempre che questo sia il reale problema.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. nonno46 - 10 mesi fa

    Cari amici di forum, sono settimane che non intervengo, ma leggo con attenzione tutti vostri commenti.
    E’ proprio vero che (per fortuna) siamo degli inguaribili, una domenica depressi e irritati, quella dopo soddisfatti per il risultato..anche se meno per il gioco.
    Accettate il suggerimento di un “vecchietto”, guardate con maggiore serenità alle partite : ieri per esempio la squadra si è ben espressa per un tempo poi è calata vistosamente, ma tutto sommato non ha “sbracato” i viola potevano anche pareggiare ma abbiamo vinto noi, è il calcio !
    Se riuscissimo a trovare un po’ di equilibrio, ad esempio senza arretrare troppo quando siamo a difendere un vantaggio, potremmo dare più continuità ai risultati.
    Facile a dirsi, difficile da mettere in pratica, e chi ha già giocato, anche a basso livello sa bene cosa voglio dire !
    L”importante è rendersi conto che al di là di 4/5 buoni giocatori, gli altri sono discreti, però tutti nsieme fanno il TORO e noi dobbiamo dare il nostro, sostenendo la squadra in ogni momento,senza lasciarsi andare alle sterili polemiche delle ultime settimane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. miele - 10 mesi fa

    Non credo proprio che ora Zaza abbia finalmente trovato l’equilibrio, la voglia e la continuità indispensabili per essere utile al Toro. Domenica, per una serie di circostanze, ha reagito con rabbia ad una situazione che stava per escluderlo dal contesto granata e non è certo stata la cura di Mazzarri, che in teoria dovrebbe essere iniziata un anno e mezzo fa, a fargli giocare una buona partita. Prima di stappare bottiglie di champagne è prudente aspettare ancora un po’ di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fede Granata - 10 mesi fa

    Inutile nominare Jago…Non sarà pronto per ancora tanto tempo. Sarebbe molto utile. Ma non c’è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. leggendagranata - 10 mesi fa

    E no, qui si vuole forzare la verità per sostenere tesi di comodo. Per Zaza non ci sarebbe stato posto nemmeno ieri con la Fiorentina, anche se, secondo Mazzarri, era andato al massimo in allenamento. Perchè Mazzarri aveva scelto (basta andarsi a leggere tutti i resoconti giornalistici della scorsa settimana) di confermare la cervellotica formazione di Genova, con Lukic falso centravanti. L’ infortunio dell’ ultimo momento di Lukic ha riaperto le porte della “rosa” a Zaza, che ha risposto bene, anzi molto bene. Per quanto riguarda il passato,le cose sono un tantino diverse e lo dicono i numeri: Zaza, dopo Belotti, è l’ uomo che ha segnato di più in questa stagione (6 goal) e i due hanno segnato 7 delle otto reti fatte dal Toro in casa. La sua intesa con Belotti permetteva al Toro di essere più pungente (magari con qualche alto e basso, ma chi non l’ ha avuto in questa stagione al Toro?), I due si cercavano. Ma -perchè non ammetterlo? – a Mazzarri non piace giocare con due punte vere e non ha mai digerito l’ arrivo di Zaza (così come quello di Soriano) ed infatti proprio dopo la buona partita col Milan ha incredibilmente criticato la sua coppia d’ attacco: “Si sono cercati troppo…”, ha detto testualmente. Questo è Mazzarri, uno che vuole stare massimamente coperto, con una sola punta di ruolo, tanto che sacrifica Verdi a svolgere un compito non suo. Anche con la Fiorentina ha portato la croce, con risultati altalenanti. Certo che se si pensa che il il Toro si è lasciato scappare Immobile per meno di 10 milioni di euro (la Lazio l’ ha pagato 8) e Quagliarella per 3,5, c’ è veramente da mettersi le mani nei capelli per i 25 milioni spesi per Verdi. Comunque per tornare a Zaza, in questa stagione è stato schierato dall’ inizio solo 5 volte e in altre quattro partite non ha giocato. Credo veramwente che se Mazzarri la smettesse di cambiare coninuamente formazioni e decidesse una volta per tutte di sfruttare al meglio il potenziale che ha in attacco (oltre a Zaza, Verdi e Iago Falque), la manovra del Toro se ne gioverebbe molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sempretoro - 10 mesi fa

      Ansaldi non l ha scoperto Mazzarri è un signor giocatore e fortunatamente anche eclettico. Mazzarri è un difensivista da cineteca…Chi le ha perse le partite con Lecce Samp Parma …snaturando i giocatori…da quando c è lui non è emerso nessuno..ha solo svilito l ambiente. Comunque sarà il tempo a dirci chi ha ragione…e spero davvero di sbagliarmi..ma con il suo non gioco non andremo lontani…poi se finalmente quando saranno a disposizione giocherà con Falque Verdi e Belotti e magari zazza se c è da recuperare o vincere allora sarà un altra storia. Ma forse a te piaciono queste partite asfittiche vinte piu per caso che per altro…staremo a vedere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 10 mesi fa

        Con Lecce e Samp abbiamo perso perché gli altri correvano più di noi, con il Parma abbiamo giocato più di un ora in 10 uomini e sempre con una condizione atletica deficitaria. Poi sicuramente degli errori li ha commessi anche lui perché quando le cose non vanno e i risultati non arrivano è fin troppo ovvio che un tecnico cercando delle soluzioni alternative commetta qualche cazzata e finisca anche lui nel tritacarne dei colpevoli. Quanto a Zaza inutile girarci intorno, i fatti dicono che rende meglio quando gioca come unica punta anche perché assieme a Belotti per quanto si cerchino non sono supportati da una tecnica sopraffina per cui il fraseggio fra i due ne risente. Io non difendo Mazzarri a tutti i costi perché ha commesso e commette i suoi errori ma vedo che c’è chi si diverte a criticarlo senza se e senza ma evitando di usare un minimo di obiettività…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alex71 - 10 mesi fa

          Concordo, Belotti e Zaza non possono coesistere. Per quanto si impegnino il bagaglio tecnico e’ quello che e’. Sono due finalizzatori punto. In campo l’uno o l’altro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 10 mesi fa

      Concordo e mi associo a tutto ciò che ha detto.
      Aggiungo, mio parere personale, che Mazzarri purtroppo premia chi gli è simpatico e boccia o ostacola chi non gode dei suoi favori.
      L’imparzialità non è un suo pregio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 10 mesi fa

        Concordo, intendevo, con “Leggendagranata” e in buona parte anche con “Sempretoro”.
        Non con “Alessandro 69” quando dice che Mazzarri ha sbagliato “cercando soluzioni alternative”.
        A mio modesto parere sono state proprio queste “soluzioni alternative” a mancare.
        Non ha mai sfruttato l’intero organico.
        Giusto tenere “fissi” Sirigu, Izzo, Nkoulou (che io avrei escluso x altri ben noti motivi), De Silvestri, Ansaldi, Baselli, Rincon, Verdi, Belotti e, quando possibile, Zaza. Falque se disponibile.
        Ma tra i rimanenti 10-12 atleti avrebbe dovuto attuare il turnover x vedere chi era più in forma, rendeva e si impegnava di più.
        Gira e rigira ha sempre messo in campo gli stessi 14-15 giocatori. Mazzarri per me non vuole la “panchina lunga” perché non la sa, non ha voglia, o non gli piace gestirla.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 10 mesi fa

          Quindi secondo lei, Madama granata Mazzarri farebbe giocare solo chi gli è più simpatico???Ma è seria quando afferma certe cose?? Quindi secondo lei lui fa giocare chi gli è più simpatico e gli altri accetterebbero questa regola in silenzio e in tutta tranquillità????
          Ne ho sentite tante in questo forum ma questa è la più divertente. Non si offenda Madama Granata, io ho un rispetto sacrale per le opinioni altrui ma almeno un po’ di obiettività sarebbe indispensabile. Non le piace Mazzarri come imposta la squadra??? Opinione rispettabilissima e per altro tutt’altro che isolata ma se c’è una cosa che proprio non gli si può dire è che faccia scelte in base alla simpatia. In questi 2 anni li ha fatti giocare tutti e se alcuni non si sono giocati al meglio le loro chance non è certo colpa sua e evitiamo pure la stronzata del fuori ruolo perché se uno sa giocare a pallone riesce ad emergere comunque, Ansaldi insegna….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 10 mesi fa

            Io ho detto chi gli è più simpatico, altri dicono chi “deve” essere valorizzato perché non “si svaluti”.
            Non solo una volta ho letto su questo forum ed altrove che Meité, Berenguer, Aina, ecc.
            devono mantenere almeno il valore “X” perché “X”sono stati pagati, quindi gio care e mettersi in mostra.
            Per i giovani del vivaio, giunti a costo “0”, va bene qualunque cifra.
            Non c’è bisogno di sopravvalutarli o valorizzarli: qualunque sarà il “ricavato”, a cui saranno venduti, sarà pur sempre un utile.
            In più io continuo a pensare che un qualche motivo ci sia perché tutti, dico tutti i giovani ex-Primavera siano mortificati e scartati da questo allenatore.
            Con Mazzarri, Zaniolo o Chiesa o Donnarumma, tanto x fare 3 nomi, non si sarebbe ro mai alzati dalla panchina.
            E non è vero che nel Toro tutti hanno avuto le loro occasioni, salvo che lei x “occasione” intenda entrare in campo dall’86° in poi!
            Ridicolo e mortificante!
            E la regola “in silenzio e in tutta tranquillità” con Mazzarri “bisogna” accettarla x forza, altrimenti fai la fine di Parigini, lasciato a casa e neanche più convocato, punito perché ha osato dire “che stava bene ed era pronto a giocare”!
            Il tutto io lo riassumo con “simpatici” ed “antipatici”.
            Forse il vero motivo per cui i ragazzi del vivaio non li mette neppure a sostutuire chi è in crisi, e gioca veramente male, non lo sapremo mai!
            In quanto al cambio di ruolo, non lo dico io, ma molti giornalisti e tifosi.
            Ansaldi è un fuoriclasse, è molto duttile e sa adattarsi a più ruoli.
            Pochi però sono i giocatori con queste caratteristiche.
            La dimostrazione sta nel fallimento di molte scelte di Mazzarri, che ha portato il Toro sull’orlo del baratro.
            E se la squadra si sta tirando su, e speriamo che sia così, per conto mio è grazie alla volontà, all’attaccamento al Toro e alla coesione dei migliori giocatori granata.
            Temo che minimo sia il merito di questo allenatore.
            Non sono obiettiva?
            Questo secondo lei: io la penso così, e so di essere in buona compagnia!
            Buona giornata, e “sopporti” chi per lei dice solo stupidaggini. A Natale siamo tutti buoni!

            Mi piace Non mi piace
  14. Granatissimo1973 - 10 mesi fa

    Siccome Mazzarri è quello che mette i giocatori fuori ruolo e li svalorizza, ricordo che è con Mazzarri che Ansaldi.sta dando il meglio di se e che è stato Mazzarri a proporlo oltre che sulla fascia anche a centrocampo.

    Piagnina? Qui oggi a piangere sono solo gli pseudotifosi del Toro tristi perché per loro non ha vinto il Toro ma l’odiato testa di ghisa.

    Certo che per voi poveri brodi vedere Ansaldi chedopo il goal ignora la curva e corre ad abbracciare il mister deve essere stato un colpo davvero duro…per me è stata una goduria nella goduria cari appendistriscioni del cappero!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leggendagranata - 10 mesi fa

      Non discuto il tuo amore per Mazzarri, ma citare Ansaldi come esempio di valorizzazione di un giocatore è del tutto sbagliato. Ansaldi è un signor calciatore, con un curriculum di tutto rispetto, tanto che ha fatto parte della Nazionale Argentina ai Mondiali di Russia 2018. Ha avuto solo una stagione meno brillante all’ Inter, frenato dagli infortuni e dal caos societario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sempretoro - 10 mesi fa

      Ansaldi non l ha scoperto Mazzarri è un signor giocatore e fortunatamente anche eclettico. Mazzarri è un difensivista da cineteca…Chi le ha perse le partite con Lecce Samp Parma …snaturando i giocatori…da quando c è lui non è emerso nessuno..ha solo svilito l ambiente. Comunque sarà il tempo a dirci chi ha ragione…e spero davvero di sbagliarmi..ma con il suo non gioco non andremo lontani…poi se finalmente quando saranno a disposizione giocherà con Falque Verdi e Belotti e magari zazza se c è da recuperare o vincere allora sarà un altra storia. Ma forse a te piaciono queste partite asfittiche vinte piu per caso che per altro…staremo a vedere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granatissimo1973 - 10 mesi fa

    Vero, tutto è relativo e soggettivo.

    Io ad esempio dico Mazzarri resta e suola di cane vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. suoladicane - 10 mesi fa

    è tutto relativo,Berenguer aveva già fatto male a genova, eppure ha giocato di nuovo con la viola, ed è stato sostituito da Meitè che non ha fatto certo faville
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. eurotoro - 10 mesi fa

    ebbe’ da come abbiamo conosciuto Mazzarri la meritocrazia e chi si impegna di più in allenamento e chi la domenica gioca male (berenguer)…tutto fa’ pensare che la prossima partiranno dall’inizio verdi dietro zaza e belotti (se recuperato)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy