Torino, Cairo a 360°: “Petrachi e Izzo alla Roma? Hanno contratto con noi”. E su Cutrone…

Torino, Cairo a 360°: “Petrachi e Izzo alla Roma? Hanno contratto con noi”. E su Cutrone…

Le parole / Il presidente granata a RMC Sport: “Champions League? Il nostro obiettivo è la prossima partita”

di Redazione Toro News

SU RMC SPORT

AS Roma v Torino FC - Serie A

Urbano Cairo, il presidente del Torino, ha rilasciato un’intervista esclusiva a RMC Sport, all’interno del programma Maracanà. Dagli obiettivi attuali del Torino al calciomercato futuro, tanti gli argomenti di attualità toccati dal patron.

Si parte dal campionato attuale, verso la sfida col Bologna: “Abbiamo imparato a temere tutti ma allo stesso tempo a giocarcela anche con tutti perchè non devi mai sottovalutare nessuno ma neanche sopravvalutare. Il Toro è una squadra ben assortita che ha un grande mister che è riuscito a dare una grande solidità e compattezza alla squadra. Stiamo cominciando fare gol come piace a noi: Belotti è tornato al gol, poi Zaza, Iago, e poi segnano in tanti. Abbiamo poi una grande solidità difensiva: non abbiamo preso gol per sei partite, abbiamo un grande portiere, direi tutto molto bene. Non dobbiamo sottovalutare nessuno perché se oggi nel nostro campionato puoi veramente fare male con tutti”.

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. patricio.hernandez - 6 mesi fa

    cutrone sarebbe un’ottimo sostituto di belotti se fosse ceduto(speriamo di no!)hanno le medesime caratteristiche piuttosto sarebbe ottimo arrivare ad un attaccante che sappia giocare piu al largo…politano-sansone-el schaarawi giocatori cosi..e magari scambiare con zaza per fare un 3-4-3 vero mazzarri……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14013284 - 6 mesi fa

    che fenomeno che sei Immer…. dagli al presidente… dagli ai giocatori…. dagli a Petrachi…. dagli a Mazzarri…. è chiaro, come ti ho già detto da altre parti, che tu sai che dall’altra parte apprezzano, non potrebbe essere diversamente…. tu scrivi da VINOVO e perciò è tutto detto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 6 mesi fa

      Sempre e solo forza Toro il resto è fuffa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kalokagathia - 6 mesi fa

    Lasciamo cutrone lí dove sta. La squadra è forte. Andare a stravolgere delicati equilibri che Mazzarri sta pian piano mettendo a puntino sarebbe da autolesionisti. Serve armonia, non spender soldi su soldi a cavolo per il palato dei tifosi. Armonia. Quella che si costruisce col tempo e coi valori. Il lavoro di Mazzarri per ora sta andando in questa direzione. Le uniche a mio vedere sono:il riscatto di Aina e la sostituzione di Lollo con un’ala di corsa, dribbling e che sappia far cross. E un trequartista giovane e di talento da far crescere sotto Iago che anche se ora è poco in forma rimane sempre un top.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maroso - 6 mesi fa

    I contenuti dell’ intervista di Cairo di cui all’ articolo che stiamo commentando, a mio avviso, sono molto pragmatici e condivisibili, anche se lasciano un pò il tempo che trovano, come d’altra parte è ovvio a questo punto del campionato del Torino, a dir poco molto delicato. A mio avviso non è tanto ciò che dice il Presidente Cairo ad essere non condivisibile, bensì quanto non dice. Per esempio, come ho già avuto modo di segnalare, il suo Piano Industriale relativo al Torino, non è minimamente noto, almeno per ciò che concerne mktg, stadi e altri argomenti sulla ricchezza immobiliare presente e futura della società granata, da cui potrebbe dipendere il futuro del Torino (perchè questi sono fattori che determinano le entrate, l’ autofinanziamento). Piacerebbe sapere anche che tipo di intenzioni ha in merito alla squadra, i criteri di plus valenza e le politiche di contingenza adottate (monte ingaggi etc.). In questo, come ho già detto in altre sedi, la comunicazione della società Torino FC e del suo Presidente sono carenti, e ribadisco la richiesta di avere più notizie in merito a questi argomenti, magari anche solo ad usum delphini.
    Più tardi tutti allo stadio, mi raccomando!
    FORZA TORO!
    Forsa Vecchio Cuore Granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. LBgranata. - 6 mesi fa

    Perché la critica se è civile ed educata è un diritto.
    Mentre per voi pro Cairo chi non la pensa come voi è gobbo o in malafede.
    Cambiate voi squadra, se volete.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ottobre1955 - 6 mesi fa

    Coloro che non vogliono il dott. Cairo Presidente vadano a tifare per la gobba non vedo perché devono criticare o sono in malafede o sono juventiniiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ProfondoGranata - 6 mesi fa

    Grande presidente.
    Teniamoci stretti tutti i nostri giocatori.
    Petrachi non si tocca.
    Peggio per la Roma se è rimasta senza DS.
    E Cutrone potrebbe essere un buon acquisto.
    Tridente a rotazione tra Falque Belotti Zaza e Cutrone.
    Le plusvalenze facciamole con Niang e Lialjc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LBgranata. - 6 mesi fa

    Proprietario senza ambizioni sportive. Solo chiacchere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Immer - 6 mesi fa

    Dopo 14 anni per me rimani il peggiore il no dream.se volessi darci un futuro stadio di proprietà. Ma siamo sicuri che dallla parte opposta apprezzino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. 1947 - 6 mesi fa

    Il gesto di Ronaldo: in una squadra di MAIALI sono riusciti ad inserire anche un ASINO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dattero - 6 mesi fa

    apprendo della convocazione di kean..allena mancini,seleziona raiola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dattero - 6 mesi fa

    milinkovic un portiere da pallamano,ad Ascoli,per ora impacciato assai,a pelle,il sig petrachi,l’impiegato petrachi va via,solo sensazione,nulla piu.
    poi,chiaro che si debbe ragionare partita x partita,lapalissiano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

      Se come lo definisci tu “l’impiegato” Petrachi dovesse andare via sarebbe un brutto colpo per il toro.
      Uno che ha portato a prezzi bassissimi gente come N’kolou, Sirigu, Izzo, Maksimovich, Darmian Belotti Glik, benassi Baselli D’Ambrosio, Quagliarella Jago moretti Aina Djidji Meite etc etc merita solo gli applausi e non le parole e gli appellativi che ti gli dai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Madama_granata - 6 mesi fa

    Come sempre confermo la mia soddisfazione nell’avere Urbano Cairo come Presidente del Torino Calcio.
    Mi piace il tono pacato, ma ottimista; l’attenzione per i nostri giovani in prestito, le parole di elogio per loro, e la speranza di riaverli presto a casa.
    Personalmente escluderei Nyang dalla lista: “le mnestre scaudà à sun mai bú-ne”, e Nyang, nel Toro, “bún” non lo è mai stato, fin dall’inizio!
    Trovo giusto dire che la prossima partita è quella che conta, poi si vedrà!
    Avere ambizioni, temere tutti e nessuno, non fare proclami anzitempo: per me è la strada giusta.
    Mi è piaciuta anche la secca risposta su Izzo e Petrachi: è ora di smetterla, parlo dei giornalisti, di dire: “Tizio lo vuole la Roma, Caio serve al Milan, a Sempronio ha messo addosso gli occhi il Napoli”, e così di seguito, come se contassero solo le volontà altrui.
    Se Tizio, Caio e Sempronio sono del Toro, le altre squadre possono al massimo chiedere se il Toro è disponibile ad una trattativa, ma nessuno può “volerli!”.
    I buoni giocatori, o dirigenti, anche il Toro li vuole, li ha, e se li tiene stretti!
    Proviamo tutti a cambiare mentalità!
    Grazie, Presidente!
    Molti di noi hanno fiducia in Lei e nelle sue capacità: non ci deluda!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 6 mesi fa

      Madame, la leggo sempre con piacere.
      Tuttavia tra le qualità indubbie del presidente (poi ne dico qualcuna) non c’é quella di comunicatore, anche se può sembrare un paradosso.
      I suoi discorsi sono scontati, sempre alla ricerca di equilibri impossibili (e talvolta inopportuni), mai piacevoli.
      Ad esempio su ronaldo il fenomeno verrebbe da dire che non é un campione di buon gusto, motivo per cui peraltro si é ambientato perfettamente nella premiata società, che non é il primo gesto censurabile per antisportività e che stiamo ancora aspettando le scuse per lo spintone a Ichazo. Ci sono modi eleganti per dirlo e tutto avrei fatto tranne che giustificarlo come fossimo vittime della Sindrome di Stoccolma.
      Veniamo alle qualità.
      Cairo ha almeno due delle tre qualità che fanno grande un imprenditore. Ha visione e capacità di esecuzione, per lo più perché si attornia di buoni collaboratori.
      Ma sulla comunicazione proprio non ci siamo.
      Buona fede granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 6 mesi fa

        Scusami, solo per capire. E’ la comunicazione di Cairo che non ti piace, o piuttosto gli argomenti che porta che non ti piacciono? Penso di capire bene cosa vuol dire Cairo, dunque la sua comunicazione, anche se talvolta non è condivisibile, è buona. O no?
        FVTG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Como Granata - 6 mesi fa

    IAGO NON SI TOCCA !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Madama_granata - 6 mesi fa

    Come sempre confermo la mia soddisfazione nell’avere Urbano Cairo come Presidente del Torino Calcio.
    Mi piace il tono pacato, maotti.ista,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ottobre1955 - 6 mesi fa

    Intervista pesante, di quelle che voglioni lasciare il segno ed è incontestabile che dopo un anno che a Torino arrivò Mister Ventura le cose sono cambiate, un pò alla volta, anno dopo anno, abbiamo giocatori in proprietà, teniamo i migliori e si innestano giovani e meno giovani in un ottica di risultsti da ragiungere. Certo si poteva fare prima ma come si dice spesso il calcio non è una scienza esatta si investe tanto e magri non si hanno i risultati sperati. Quardi il Milan pensi a Piontek e il campionato per loro cambia. Ho scritto spesso che a questo Toro mancavano i gol del Gallo, questi sono arrivati e i risultati ci sono. Ora mancano 11 giornate alla fine del campionato, la partita più importante è quella che si gioca alla fine tireremo le somme, ma sono convinto che giocando da squadra, difesa resiste, centrocampo protegge e recupera e rilancia, in attacco continuiampa fare gol senza l’asillo di che segna ma con consepevolezza e grinta sarà un bel vedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. danno - 6 mesi fa

    Cutrone sarebbe un bel affare giocare insieme con Belotti dovrebbero fare gol.
    Adesso Zaza e Falque non e che giocano bene e se si vende Niang al Rennes siamo fortunati dopo la vicenda da quando era arrivato al Toro. se si prende 13 milioni di Euro per Niang credo che il Milan avrà` un pezzo del pagamento. Forse si potrà` prendere Cutrone per 10 + 13( Niang) 2 di Bonus e si potrebbe vedere Cutrone con la
    maglia del Toro. Poi si vende Falque e Zaza. E con i soldi di quei due so potrà` cercare di portare Pereyra al Toro.
    E per lasciare andare via di Petrachi si DEVE tenerlo e uno dei migliori e se Lui va via chi si prende? Adesso che si potrà` fare una bella squadra bisogna tenerlo.ALE` ALE` TURIN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Orson - 6 mesi fa

      Purtroppo Zaza è in prestito quindi o lo riscatti (spendendo altri soldi) oppure torna alla società d’origine. Diciamo comunque che è prematuro fare discorsi simili, perchè tutto dipende dagli eventuali introiti garantiti da un’eventuale approdo alle coppe.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 6 mesi fa

        Zaza era con obbligo di riscatto se ricordo bene

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Simone - 6 mesi fa

    Anche Ljajic aveva il contratto con noi eppure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 6 mesi fa

      Simone, mi ricordi il grande Annoni. Sempre sul pezzo, mai una sbavatura, senza lasciare mai niente di intentato.
      :)))

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 6 mesi fa

        Mica l’ho capita (sarà un mio limite)…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bilancio - 6 mesi fa

          Sei uno che apprezza Ljacic come il sottoscritto, non manchi mai di segnalarlo in ogni post. Mi ricordi il grande Annoni, tignoso difensore che non mollava mai….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 6 mesi fa

            L’unico vero grande talento degli ultimi anni.
            Non glielo perdonerò mai di averlo fatto andar via.
            Soprattutto senza sostituirlo con qualcuno di pari caratura.
            Quando poi leggo gente che spara caxxate su di lui pur di giustificare la sua cessione allora mi prendono i 5′.

            Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

          Simone@, a tuo parere come mai nessuna squadra europea di livello medio alto o medio basso si è minimamente interessata a Ljaic? I direttori sportivi e gli allenatori di mezzo mondo sono tutti così sprovveduti o forse Ljaic non è tutto sto fenomeno?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 6 mesi fa

            Per il nostro campionato era un gran talento.
            Che nessun grande club lo volesse è una tua opinione visto che non hai nessuna prova a riguardo.
            I numeri nel campionato italiano e, più precisamente con noi, sono pubblici. Leggiteli!

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 6 mesi fa

            Te la giro in altro modo. Se nn era così bravo (a tuo dire) xké i top club nn l’hanno cercato (sempre a tuo dire) che problema c’era a trovare un sostituto del suo livello visto che nn era niente di che (sempre a tuo dire)?
            Soriano è/era il sostituto?

            Mi piace Non mi piace
  19. CUORE GRANATA 44 - 6 mesi fa

    Intervista in perfetto “cairese” ridondante di superlativi in modo da accontentare tutti….o quasi.Lascio agli esegeti del suo pensiero l’interpretazione autentica…Ritengo che occorrerà attendere il finale di stagione per comprendere ” i reali intendimenti” del Patron.In ogni caso per chi ha buona memoria…FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 6 mesi fa

      D’accordissimo su tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. PrivilegioGranata - 6 mesi fa

    Sottoscrivo: “pensiamo alla prossima partita”.
    Ogni giorno pensiamo alla prossima, il resto vien da sè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Tifoso da Malta - 6 mesi fa

    Una intervista di qualita. Spero che genuina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. ellelibo_669 - 6 mesi fa

    presidente.. continui a lavorare bene sottotraccia… come sta ben facendo… che di parole ne ha gia’ fatto abuso nei primi anni al toro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy