Toro: la svolta, finalmente?

Toro: la svolta, finalmente?

Il Granata Della Porta Accanto / Non è più una questione di giocare bene o male, è questione di dimostrare che si può competere a certi livelli…

di Alessandro Costantino

Forse come non mai nelle ultime stagioni, il Toro è giunto ad un punto che non bisogna aver paura di chiamare col suo nome: il punto di svolta. So che all’orizzonte non c’è nessuna finale, nessun turno europeo da passare, nessuno scontro diretto in campionato, ma proprio perché l’undici di Mazzarri affronterà l’ultima in classifica (che poi l’ultima in classifica in Italia, visto il livellamento del campionato, non è la squadra materasso che uno può immaginare…) si capirà come affronterà una partita con un unico risultato a disposizione.

La vittoria.

Una piccola svolta in questo senso può già essere quella di giocare una partita con la chiara intenzione di portare a casa i tre punti senza se e senza ma, evitando prestazioni come quella di Ferrara. Ma la svolta vera, quella a cui accennavo all’inizio, è legata al famoso salto di qualità, quel salto che la notte di Bilbao ci aveva illuso avessimo già fatto all’epoca e che invece, purtroppo, non si concretizzó nell’estate successiva quella fantastica impresa. Mancano 13 giornate alla fine del campionato, 39 punti in palio di cui almeno 22/24 necessari per ambire ad un posto in Europa. 6 vittorie, 4/5 pareggi e 2/3 sconfitte, un ruolino alla portata soprattutto se nella casella vittorie se ne inanellassero subito 3 nelle prossime 3 partite. È brutto fare tabelle, e spesso è un esercizio decisamente fine a se stesso, ma è innegabile che guardando il calendario la sensazione è che sia un’ “impresa” tutt’altro che impossibile, e la parola impresa è infatti volutamente fra virgolette perché non sarebbe così impossibile mantenere quel ruolino di marcia. Non lo sarà se la difesa rimarrà granitica come nelle ultime cinque occasioni, la fortuna rimarrà al nostro fianco come inaspettatamente ha fatto in vari casi nelle ultime giornate e gli attaccanti si metteranno a segnare con una certa regolarità, come finora non è accaduto. La bruttezza del gioco di questo Toro è pari solo alla sua resilienza ed alla sua capacità di portare a casa risultati quasi insperati. Un fattore quest’ultimo che da sempre è fondamentale per raggiungere obiettivi nel mondo del calcio. “La bellezza ci salverà” diceva qualcuno, ma al Toro il motto sembra essersi ribaltato: la bruttezza ci permetterà di raggiungere vette insperate. O almeno così mi auguro.

Non sono un grande fan di Mazzarri come allenatore, ma questo è irrilevante, perché il calcio è pura opinione sulla quale solo i risultati possono mettere una pietra tombale sopra, nel bene come nel male. I risultati ci diranno se le strategie di Mazzarri saranno state corrette e siccome al momento i fatti lo premiano e stanno facendo fare al Toro punti in classifica, mi aspetto che ci possa essere davvero la svolta con la S maiuscola. Ci sono due modi per perseguire la vittoria: attraverso il gioco, e non è il caso di Mazzarri, o attraverso la consapevolezza dei propri mezzi e della propria forza. Questo mi pare stia facendo il tecnico toscano: dare una rigida organizzazione difensiva di squadra in modo che i giocatori si sentano “protetti” e piano piano abbiano più fiducia in ciò che possono realizzare in campo. È una via per crescere, magari non quella che avrei voluto per il Toro come lo immagino io, ma conduce, spero, dove in fondo ci auguriamo tutti. A patto però che ci sia la fatidica svolta e cioè ci sia un salto di qualità mentale nei giocatori, nello staff e nell’ambiente e ci si renda conto che si può competere a certi livelli. Penso che il momento sia arrivato e se uno come Spalletti, non proprio un amicone di Mazzarri, ha inserito il Torino tra le squadre che possono ambire al quarto posto, quindi non solo all’Europa League, allora qualcosa vorrà pur dire… Di solito i cosiddetti “addetti ai lavori” parlano a ragion veduta. Da domenica, quindi, al di là del come, mi piacerebbe che le aspettative non solo di chi ci vede da fuori, ma anche e soprattutto quelle di noi tifosi, venissero soddisfatte e si materializzasse quella che è stata una chimera per tanti anni: la fatidica svolta!


Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luke90 - 7 mesi fa

    Il Chievo è squadra che perde o pareggia… il problema, quindi, sarà il Toro chiamato a fare la partita. Oggi vedremo se il Toro è più maturo, più consapevole. Una vittoria darebbe morale e nulla è più importante di avere una condizione mentale positiva che, anche, rafforzi il gruppo.
    A me non interessa se il Toro gioca bene o male: per me contano i risultati. Dobbiamo raggiungere un obiettivo e come lo raggiungiamo è relativo .
    Buona Partita a tutti … ci si vede…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

    Gufi è tutta la settimana che non scrivete…
    Vi prego iniziate le vostre invettive sul nano mandrogno su fari spenti Petrachi su testa di ghisa.
    Le vostre invettive portano benissimo!!!!
    Ora vi lascio inizia la vestizione per andare allo stadio
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

      Tu hai dei seri problemi. Curati! Te lo dico col cuore in mano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

        Come mai ti senti toccato??
        Mica fai parte dei gufi tu.
        Hai sempre avuto nei confronti dei nostri calciatori un atteggiamento propositivo anche nei momenti piu difficili

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

          Io non mi sento toccato e non mi sento un gufo. Non potrei mai gufare contro qualcosa che mi fa battere il cuore. Analizzo i tuoi commenti sempre polemici e carichi di astio. Tradisci un’insofferenza interiore che andrebbe curata. Consiglio spassionato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 7 mesi fa

            Ormai è irrecuperabile: astio, insulti e provocazioni fanno parte dei suoi interventi e del suo vocabolario.

            Ormai è assodato che è un gobbo che viene qui solo per mettere zizzania.

            Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Dai marco@ è il tuo momento.
          Gufa ti prego

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 7 mesi fa

            Non fai che confermare la tua “fama”.

            Continua pure, chè tutti ti leggano, gobbetto.

            Mi piace Non mi piace
      2. Il Poeta del Gol - 7 mesi fa

        Io la penso come Bagigalupo1967. Esco adesso da casa perchè abito più vicino allo stadio. Forza Toro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Poeta@ dobbiamo prenotare una visita insieme.
          Ci troviamo allo sweet?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Marco59 - 7 mesi fa

        …un gobbo è un malato incurabile…!!!

        …sarebbe come cercare di spremere del liquore da un sasso…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Ahahah se sei in primavera palesati

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Dimostra che sei allo stadio.
          Adesso quanto tifoso del Chievo indossano la maglia della propria squadra?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 7 mesi fa

            E’ da quando ci ha rispediti in B che non regalo più i miei denari al nanetto mandrogno…

            …allorquando toglierà i disturbo, insieme ai suoi “aziendalisti” ne riparleremo.

            Ti continua pure a “versare l’obolo”.

            Mi piace Non mi piace
        3. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Bravo è così che si fa duro e puro!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 7 mesi fa

            ….esatto…!!!

            Poi, dopo questo “spumeggiante” primo tempo contro l’ultima in classifica, dovrebbe essere il nanetto mandrogno a pagare voi che siete andati allo stadio a vedere uno spettacolo degno del calcio dilettantistico…!!!

            Mi piace Non mi piace
        4. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

          Marco59@ come mai non hai più scritto dopo il 3/0?
          Testa di ghisa non ne becca una hai ragione.
          Ti prego però continua a scriverlo ripeto porta troppo bene.
          Ciao ciao
          Ops 6 turni senza subire un gol.
          Che squadra sfigata.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 1947 - 7 mesi fa

    Bene… il tempo è bello, la temperatura gradevole, lo stadio pieno, l’avversario alla portata. Vedremo se siete uomini o caporali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lello - 7 mesi fa

    Svolta no, porta male, troppe volte abbiamo dovuto svoltare.
    Parliamo invece di miglioramento, progressione.
    Dobbiamo continuare a restare Uniti, Determinati.
    Abbiamo un calendario sulla carta favorevole, che ci può aiutare.
    Se Lottiamo e troviamo il giusto entusiasmo possiamo fare anche altri 28 punti.
    Crediamoci tutti insieme.
    Forza Gallo segna per noi, sono troppo importanti i tuoi goal.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. apuano - 7 mesi fa

    teniamo bene in mente qualche punto che ci hanno defraudato nel girone d’andata e la convinzione della societa’ di non aver aquistato nessuno a gennaio .le prossime tre sono decisive se facciamo cappotto a firenze e’ una finale.daltro canto parlano di lazio da champions dopo la vittoria odierna.di noi parlano in pochi e sottovoce ma a vedere il calendario possiamo veramente osare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. danno - 7 mesi fa

    Prima di tutto vorrei dire che la partita con L`Atalanta il Toro ha giocato la miglior partita fino adesso
    Adesso nelle prossime 3 partite si giocheranno con le squadre nelle ultime 3 posizioni del Campionato.
    Spero che il Toro non prendono queste squadre come facili avversari, perché loro non hanno molto da perdere e
    al Toro se non faranno` 7 o 9 punti non aiuteranno la situazione per l`Europa lega.
    Perche dopo le prossime 2 saranno contro la Fiorentina e Sampdoria e poco dopo sarà` il Milan.
    Allora auguro al Toro di giocare come ha fatto contro l` Atalanta e VINCERE LE PROSSIME 3 per adesso.
    ALE` ALE` TURIN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. danno - 7 mesi fa

    Prima di tutto vorrei dire che la partita con L`Atalanta il Toro ha giocato la miglior partita fino adesso
    Adesso nelle prossime 3 partite si giocheranno con le squadre nelle ultime 3 posizioni del Campionato.
    Spero che il Toro non prendono queste squadre come facili avversari, perché loro non hanno molto da perdere e
    al Toro se non faranno` 7 o 9 punti non aiuteranno la situazione per l`Europa lega.
    Perche dopo le prossime 2 saranno contro la Fiorentina e Sampdoria e poco dopo sarà` il Milan.
    Allora auguro al Toro di giocare come ha fatto contro l` Atalanta e VINCERE LE PROSSIME 3 per adesso.
    ALE` ALE` TURI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Junior - 7 mesi fa

    Sono d’accordo ma i punti non si fanno solo non prendendole. La davanti siamo insufficienti. Zaza ha disatteso le aspettative e il Gallo va a prendersi la palla a centrocampo arrivando spompato in area.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy