Prima che sia Tardy

Il senso del dovere

Prima che sia troppo Tardy / Torna l’appuntamento con la rubrica di Enrico Tardy: "Usate testa e cuore, se sbagliate non c'è più tempo per rimediare, le chiacchiere stanno a zero"

Enrico Tardy

Contro il Napoli, il tentativo di giocare in maniera aggressiva e con il baricentro della squadra "alto" è naufragato dopo circa dieci minuti.

Il Toro deve mettersi in testa di non potersi permettere, se non in qualche momento di determinate partite, di scoprirsi. Noi dobbiamo giocare chiusi e ripartire in velocità. Persino a Bologna abbiamo concesso metà campo a Barrow, oltre al tunnel tra le gambe di Vanja. Abbiamo una difesa vulnerabile e i portieri che non salvano una partita. Contro il Napoli, Sirigu non ha particolari responsabilità, ma è evidente che è lontano parente di quello di due anni fa. Mi vengono in mente i gol presi in mezzo alle gambe sue e di Vanja, penso sia un record.

LEGGI ANCHE: Lo strizzacervelli

In ogni caso, conoscendo i nostri limiti, dovremmo evitare di pensare di essere più bravi di quel non siamo e tornare a praticare un calcio più elementare partendo da una difesa solida e chiusa. Voi direte, contro il Parma dovremo vincere a tutti costi, come la mettiamo? All'andata vincemmo proprio giocando di rimessa, il che non vuol dire rinunciare ad attaccare, ma farlo con intelligenza non lasciando troppo spesso i difensori "uno contro uno" con Gervinho, ad esempio.

 TURIN, ITALY - APRIL 26: Lorenzo Insigne of SSC Napoli passes the ball under pressure from Wilfried Singo of Torino FC during the Serie A match between Torino FC and SSC Napoli at Stadio Olimpico di Torino on April 26, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Dover fare i tre punti crea una forte pressione psicologica che mi auguro il mister sappia gestire e convogliare nei giusti canali. La lucidità e la pazienza saranno fondamentali. Si ricordino i nostri eroi che ci hanno portato loro a questo punto non il destino cinico e baro. È giunto il momento di restituire qualcosa, di avere la sensazione di dover saldare un debito, di pensare anche ai tifosi che oltre che ai problemi della pandemia e di tutto il resto è un anno e mezzo che soffrono davanti ai televisori ed hanno gioito per sei-vittorie-sei in un campionato.

Usate testa e cuore, se sbagliate non c'è più tempo per rimediare, le chiacchiere stanno a zero.

Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.